Pro14: le Zebre ci mettono cuore e anima, ma dopo un’ora in 14 cedono 49-3

Rosso dubbio a Manfredi, Ceciliani fuori per concussion: inferiorità numerica e mischie no contest

COMMENTI DEI LETTORI
  1. madmax 19 Marzo 2021, 23:17

    Ho chiuso dopo il rosso a Manfredi ma le Zebre mi piacciono sempre, povere ma belle. Almeno ci mettono l’anima.

    • Toto 19 Marzo 2021, 23:49

      Idem. Dopo l’espulsione, ampiamente immeritata – complimenti a ref e tmo! Chissà, magari la prossima volta fanno il tampone a tutti gli zebrati, in cerca di una scusa per espellerne qualcuno – son passato da Dazn a Prime e mi sono guardato una serie tv.

  2. Michele14 19 Marzo 2021, 23:19

    Espulsione ASSURDA…vergognosa
    Bravi ragazzi..Hanno donato cuore e anima…Una vera squadra in campo..

  3. Bartimeus 19 Marzo 2021, 23:25

    Zebre strepitose in una partita improba per un rosso a dir poco assurdo. L’impianto del campo che si spegne in prossimità della loro linea si meta è stato assolutamente comico!

    • Camoto 19 Marzo 2021, 23:40

      Vero. Magari era meta
      Comico anche quando dopo l’espulsione lo staff delle Zebre toglie Kearny per Rimpelli convimti che sapesse tallonare. Arriva in mischia si guarda con gli altri piloni con la faccia a punto interrogativo.

  4. Camoto 19 Marzo 2021, 23:32

    @redazione
    Non avete visto la partita
    Almeno la prima parte. Ceciliani è uscito quasi subito, Manfredi era la riserva!!!
    Da come scrivete sembra che sia entrato dopo l’espulsione.
    Anche il titolo è sbagliato. Per via delle no contest hanno giocato in 13!

    • Camoto 19 Marzo 2021, 23:34

      Ps
      Anche la formazione di partenza va cambiata.
      Lucchin out sostituito da D’Onofrio

    • conan 20 Marzo 2021, 08:29

      No hanno giocato in 14 per la non contest. Solo gli ultimi minuti hanno giocato in 13

      • Thetruth 20 Marzo 2021, 09:32

        Guarda bene, hanno giocato in 13 per tutto il secondo tempo.. per il rosso erano in 14 e fino a quando non c’è stata una mischia sono rimasti quelli, poi l’ultima mischia del primo tempo se vedi c’è stato un pò di parapiglia e non si capiva bene se dovessero fare no contest o meno, quando poi sono rientrati per il secondo tempo e hanno deciso di andare no contest sono dovuti scendere a 13 giocatori.

        • Sreiver 20 Marzo 2021, 09:45

          Ma per quale motivo hanno giocato in 13? il regolamento non penso preveda una cosa del genere

        • conan 21 Marzo 2021, 07:27

          Può essere. Mi chiedo perchè abbiano fatto la non contest. Hanno messo un pilone al posto di una seconda per fare la non contest? A sto punto potevano mettere una terza che coprissi più il campo. Oppure potevano giocare senza la non-contest! Polli per non dire incompetenti.

  5. Giacomo 19 Marzo 2021, 23:41

    Quest’arbitro meriterebbe un bello stop. Rosso inventato, e poi placcaggio sulla testa di Boni nemmeno rivisto. Partita da rigiocare

    • Rugby4ever 20 Marzo 2021, 10:44

      Da regolamento rosso. Il resto sono chiacchere da bar, la prossima volta ci pensa su due volte. Bisogna anche essere realisti quando le cose ci sono, se no davvero non se ne esce più. Da rigiocare? Ma per favore, sono altre le partite da rigiocare, non certo questa.

  6. demon1981 19 Marzo 2021, 23:54

    Per il bene della classe arbitrale urge uno stop immediato per questa terna…
    Le decisioni prese in questa partita sono assurde..
    Con questo metodo arbitrale ogni pulizia di ruck è passibile di rosso?
    Dai non scherziamo.
    Bisogna iniziare a protestare seriamente.
    Sta sera la terna arbitrale ha rovinato un’intera partita.

    • Fabio1982 20 Marzo 2021, 00:10

      Poco prima placcaggio in aria su un giocatore delle Zebre sanzionato solo con un calcio di punizione.
      Ma il rugby è pulito e non bisogna dire niente….

      • Rugby4ever 20 Marzo 2021, 10:45

        Tutto quello che volete, ma il rosso da regolamento c’è.

        • Canino 20 Marzo 2021, 10:56

          Fattore mitigante richiesto dall’arbitro al tmo che dice non ci sia e invece c’è, perché Cooney si sta abbassando a causa del placcaggio subito, quindi è impossibile per Manfredi aver calcolato a quale altezza si sarebbe trovata la faccia dell’avversario e aver cambiato posizione in corsa e preso la mira. Quindi da regolamento c’è un fattore mitigante e l’arbitro può decidere per il giallo. Poi se guardiamo come gli arbitri applicano il regolamento potrmmo scriverci delle belle commedie sopra, per cui oltre ad aver applicato il regolamento secondo una loro discrezionalità (ignorando il fattore mitigante), ci vorrebbe uniformità, cos che pare sconosciuta agli arbitri del rugby di oggi. Intorno al 65 il capitano di Ulster colpisce bello con il gomito, come fatto da Riccioni contro il Galles, non solo non viene dato il giallo ma neanche viene segnalato il fallo. Ma di cosa stiamo parlando?

          • Rugby4ever 20 Marzo 2021, 15:10

            Lo dici tu che c’è..di sicuro Manfredi non si tira indietro e gira anche un po’ la testa fregandosene di cosa si troverà domani. Non devi certo prevedere niente per capire che con devi correre così verso l’avversario, a prescindere dalla dinamica. A volte è inevitabile? Perfetto, a quel punto forse ti do il giallo, ma bisogna punire sempre interventi di questo genere per non creare precedenti pericolosi. Vorrei vedere te a prendere una botta del genere cosa diresti, ma di cosa stiamo parlando me lo chiedo io più che alto..bah

  7. insidecenter 20 Marzo 2021, 00:20

    …… per chi non ha visto il match pare che le zebrette siano state penalizzate dall arbitro e bersagliate dalla malasorte!! E meno male che è entrato il biondino a dare un po’ di ritmo altrimenti chissà che passivo ancor più rotondo!!

  8. Toto 20 Marzo 2021, 00:39

    Smisi di guardare il calcio perché ci fu un lungo periodo in cui palesemente c’era una squadra che DOVEVA vincere e io odio chi vince sempre perché si ammanta dell’aura del primo della classe e, oltre all’ammirazione, suscita anche avversione, a maggior ragione se, nel dubbio, il maestro gli arrotonda pure i voti verso l’alto. Ebbene, vi confesso che comincio a considerare l’idea di disinteressarmi anche del rugby, nel quale non ho impegni attivi e, dunque, mi è più facile farlo, e che mi ha affascinato per lo spirito di squadra, di sacrificio, l’assenza di “primedonne”, la sua faccia pulita, anche sotto uno strato di fango, il fango che rimane addosso quando si mette la testa dove altri non mettono il piede. Adesso, però, sta diventando un incubo, davvero a volte ho la sensazione che ci guardino il capello al microscopio o che agli avversari lascino correre. E’ una sensazione, eh, ma ricordo che la provavo anche quando, guardando le partite di palla tonda, c’era sempre qualche episodio che favoriva clamorosamente QUELLA squadra. E poi, io non seguivo già più il calcio da anni, scoppiò lo scandalo Moggi & C., a conferma che quella mia sensazione in fondo era giustificata. Qui di certo le cose stanno diversamente, il rugby sicuramente non contiene quei germi cancerosi che, da quel che ho letto e sentito tramite stampa e tv, dovrebbero essere stati estirpati anche dal calcio, però quella sensazione rimane, fastidiosa, costante. Hai voglia a cercare, e talvolta trovare, episodi in cui l’arbitro ci favorisca. Quel dubbio rimane. Probabilmente, mi dico, si tratta di sudditanza psicologica verso movimenti e istituzioni puntellati da una tradizione che ha uno spessore molto maggiore rispetto ai nostri e però, alla fine, se per vincere, oltre a giocare meglio dell’avversario devi anche trovare la congiunzione astrale, allora è inutile, inutile chiedere ai nostri di avere una mentalità vincente, inutile averla anche noi tifosi, come peraltro già avviene, almeno in parte.
    Scusate Le maiuscole e lo sfogo di cui, suppongo non importi niente a nessuno, ma sono davvero colmo di amarezza.

    • Dvd 20 Marzo 2021, 06:20

      Concordo con te. Non ricordo come era la situazione arbitraggio con le sud africane, che comunque erano scarse, ma sarei curioso di vedere come si comportano con l’oro, ne momento in cui entreranno franchigie competitive…

    • mistral 20 Marzo 2021, 08:23

      …dalla padella (l’ineffabile Barnes) alla Brace… che per altro è il protagonista di un recente Inghilterra-Francia nel torneo autunnale su cui forse i francesi hanno ancora oggi qualcosa da ridire… e non dimentichiamo il Peyper testa tonda, anche lui fenomeno nelle interpretazioni a senso unico… così é, era e sarà, ma secondo me non vale la pena abbandonare il rugby, le polemiche arbitrali ci sono anche nel curling e nella petanque, nelle freccette e nella pesca sportiva, rischi solo nuove delusioni, è meglio tenresi quelle già conosciute!… 🙂

  9. conan 20 Marzo 2021, 08:33

    Onore a queste zebre. Quest’anno stanno giocando bene, stravolgendo l’assurda tattica degli anni passati dove giocavano tutto da tutte le parti.
    Ora hanno prima di tutto fisicità specie con gli avanti! Cosa che non hanno la nazionale e tanto tanto meno Treviso.
    Da lì ottima difesa e grande convinzione. Complimenti!!

  10. Giana7 20 Marzo 2021, 08:57

    capolavoro di Brace… non so che altro dire. rovina una partita combattuta ad armi pari per 35’

  11. mamo 20 Marzo 2021, 09:35

    Non capisco perché Moretti ha mandato a quel paese l’incolpevole Manfredi quando, appena uscito , gli si è avvicinato per spiegarsi.
    Mah.

  12. Antonio B. 20 Marzo 2021, 10:13

    chiaro che questi episodi brucino di più quando riguardano le nostre, ma l’arbitro ha applicato il regolamento.
    Peccato l’abbia applicato come un robot: gomito tocca testa = rosso. Un Nigel Owens avrebbe ragionato 5 minuti con il TMO alla ricerca del motivo per scalare a giallo: e il motivo c’è il colpo è completamente fortuito, con il braccio disteso e con poca forza (la frustata sul collo è data più dal placcaggio dell’altro giocatore). GIALLO, punto. Nelle ruck ci sono contatti simili quante volte a partita? La differenza è che qui siamo in campo aperto?
    Il rosso è la sanzione più estrema, questo contatto non può avere la stessa sanzione di uno che tira deliberatamente una gomitata nella fontanella di un avversario.
    La tutela della testa con tutto il discorso concussione ci sta e la severità delle sanzioni è un giusto deterrente, ma vogliono che Manfredi – o chi per lui- da questa sanzione intenda che non si corra verso il mm che calcia dal box?
    Aggiungo una bestemmia rugbistica: se Bruno fosse rimasto a terra a boccheggiare 10 secondi, anche solo per riprendere fiato, il biondino poteva beccarsi un giallo, da regolamento.

    • Rugby4ever 20 Marzo 2021, 10:50

      Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno, mi sembra diventato un forum di calcio questo. Il rosso da regolamento c’è PUNTO. Vuoi ricontrollare per non rovinare una bella partita? Vuoi scalarlo a giallo perché ti sembra una giocata troppo stupita? OK, ma non mi venite a dire che se lo avesse dato a parti inverse i signori di sopra avrebbero detto qualcosa. Comunque la tutela dei giocatori deve rimanere al primo posto, se c’è anche il minimo dubbio per il rosso, ci può stare sempre. E’ inutile, altrimenti accettiamo di ritrovarci ragazzi di 35 anni quasi invalidi.

    • Dusty 20 Marzo 2021, 13:06

      Hai ragione su tutto. Troppa gente che si crede competente di rugby alla fine rovina il rugby con commenti insulsi non supportati da conoscenza delle regole, nemmeno quelle più basilari.

      • davo 20 Marzo 2021, 13:36

        @Dusty e Rugby4ever, avete ragione. Ma che il regolamento si applichi in maniera uniforme a tutti. Perche’ a me sembra che quando giocano certe squadre (specialmente se nazionali) gli arbitri sembrano essere piu’ “leggeri” come giudizio.

        • aries 20 Marzo 2021, 13:57

          Il problema infatti è questo, appena visto il fallo ho detto ora lo butta fuori, infatti così è andata, a parti invertite era giallo al massimo, con tutte le attenuanti del caso, compresa la zolla su cui inciampare, è questo che fa incazzare.

          • Rugby4ever 20 Marzo 2021, 15:14

            Assolutamente d’accordo sul fatto che il più delle volte non c’è uniformità. Questo per me deve essere, per la dinamica, rosso a prescindere. Busto bloccato dal placcatore dietro e Manfredi che fa di tutto ma certo non cerca di evitare il contatto con l’avversario che aveva il collo libero e il busto bloccato. Angolo diverso di corsa e adesso staremmo parlando di carriera finita per qualcuno. Esagerato? Forse, ma non si sa mai, dato che nel rugby ne ho sentite tante e si tende a sminuire perché troppo tifosi e si diventa ciechi.

  13. Rugby4ever 20 Marzo 2021, 10:34

    Comunque al di la del risultato di oggi, falsato dall’inferiorità numerica (ma non tanto, perché tanto se non erano 50 erano 40), mi chiedo davvero dove vogliamo andare? Quale è il succo del discorso? Chiedo perché vedo oltre al titolo “ci mettono cuore e anima” qualcuno scrive che le Zebre sono piaciute per carattere e voglia. Ok, tutto perfetto, tutto molto bello, ma abbiamo creato queste due squadre per far crescere il livello a discapito di un campionato nostrano allo sbando, di un livello a dir poco imbarazzante. Ci ritroviamo qui a scrivere che le Zebre sono state bravissime a prendere 50 punti, ma di che stiamo parlando? Siamo su una candid camera sicuramente, altrimenti non si spiega. Se questi sono i risultati, dove io devo fare i commenti come nell’under 10 dove prendo una capottata ma dico che sono stati bravissimi i miei ragazzi, allora siamo davvero messi male male. Arbitraggio pessimo ma Zebre sempre molto ma molto imbarazzanti. Questo è l’unico commento serio che mi viene in mente.

    • conan 21 Marzo 2021, 07:37

      Lungi da me difendere le Zebre, ma in quelle condizioni hanno fatto un partitone.
      Che poi dobbiamo pretendere le vittorie e non le “belle” sconfitte sono d’accordo con te.
      Cioè non sono la squadra brancaleone degli anni scorsi, dove là si mi facevano ridere i commenti quando si diceva: perdono ma fanno un bel rugby! Quest’anno hanno un impatto fisico importante, che la nazionale e Treviso si sognano. Calciano quando c’è da calciare e hanno ottime fasi statiche. Una difesa avanzante. Poi su attacco e testa di alcuni bisogna lavorarci parecchio. Ma le basi ci sono.
      Ditemi voi chi della nazionale mettereste al posto della formazione delle Zebre di sabato. Credo Fischetti e Bellini e stop.

Lascia un commento

item-thumbnail

Danilo Fischetti a OnRugby: «Siamo giovani ma maturi, ora bisogna vincere»

Il pilone delle Zebre e degli azzurri non cerca alibi, ma pone un chiaro obiettivo per il futuro: iniziare a vincere

28 Settembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

URC: un Benetton quasi pronto, delle Zebre acerbe

La prima giornata del nuovo torneo ha visto dei Leoni imperfetti ma intensi, mentre i ducali hanno peccato a livello attitudinale

item-thumbnail

Video: gli highlights di Zebre-Lions

Ecco le immagini del match vinto dai sudafricani al Lanfranchi, con le Zebre che realizzano 4 mete e portano a casa il punto di bonus

27 Settembre 2021 Foto e video
item-thumbnail

URC: l’analisi di Michael Bradley e Giulio Bisegni post Lions

Head coach e capitano ducali hanno parlato in conferenza stampa

26 Settembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

URC: Zebre a due facce. Conquistano il bonus ma i Lions passano 38-26

Partita rocambolesca al Lanfranchi, con la squadra di Bradley che porta a casa il bonus offensivo dopo un primo tempo horror

24 Settembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Lions. Sudafricani con tre ex-Springboks nel XV

Sarò subito battaglia nella prima storica partita del nuovo torneo URC: Zebre e Lions schierano il meglio a loro disposizione

24 Settembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby