Italia, Franco Smith: “Pronti alla sfida contro la Scozia. In attacco cerchiamo la linea del vantaggio e l’imprevedibilità”

Il ct degli Azzurri analizza le cose alla vigilia dell’ultima sfida del Sei Nazioni 2021

Italia Franco Smith

Italia, Franco Smith: “Pronti alla sfida contro la Scozia” (Ph. Sebastiano Pessina)

All’ultima verifica. L’Italia di Franco Smith è pronta a volare alla volta di Murrayfield per affrontare la Scozia, domani, nell’ultima partita del Sei Nazioni 2021, prima però il ct degli Azzurri è intervenuto in conferenza stampa rispondendo alle domande dei media nostrani e stranieri.

“Stuart Hogg all’apertura? Sicuramente – esordisce Smith – la scelta fatta da Townsend e dal suo staff non arriva da un’improvvisazione. Il giocatore poi lo conosciamo tutti: è pericoloso con la palla in mano e sa usare anche il piede. Inoltre, come capitano, essendo schierato all’apertura avrà maggiormente la possibilità di essere nel cuore del gioco. Questo spostamento di Hogg creerà sicuramente dell’imprevedibilità: non dimentichiamoci però che lo stesso Townsend da giocatore è stato anche un mediano d’apertura, quindi sa che cosa chiedere a un professionista serio e preparato come Hogg”.

Leggi anche, La formazione della Scozia con Hogg all’apertura per la gara contro l’Italia – Sei Nazioni 2021

Sulla rimessa laterale scozzese che ha palesato qualche problema durante l’ultima sfida del torneo, vissuta contro l’Irlanda: “Sappiamo che per loro quella è una fonte e una fase di gioco importante. Sicuramente, dopo quello che è successo contro l’Irlanda, avranno lavorato su questo aspetto per evitare che la storia si ripeta: noi, dal canto nostro, dobbiamo arrivare ancor più preparati e attenti alle touche”.

Sull’attacco della sua Italia: “Vogliamo una fase offensiva che sia imprevedibile e che vada a mettere in difficoltà le difese avversarie. Il fatto che Ioane e Varney siano fra i migliori nelle classifiche relative ai metri percorsi con la palla in mano e ai passaggi fatti ci fa capire che abbiamo sviluppato qualcosa, che però va estesa a tutto il campo. Per vincere in queste partite non ci serve che vi siano solo due giocatori ad altissimo rating, ma tutta la squadra: altrimenti non riusciremo a raggiungere l’obiettivo. Dobbiamo trovare un sistema di gioco che vada bene per noi, così come – per esempio – ha fatto il Giappone nel pre Rugby World Cup 2019.
Al momento ci manca un po’ di esperienza nel effettuare le scelte giuste e la capacità di prenderci la linea del vantaggio, in difesa poi dobbiamo migliorare, in particolare negli ultimi venti metri; ma abbiamo identificato le componenti su cui intervenire e su cui lavorare”.

Leggi anche, Quattro cambi nella rinnovata formazione dell’Italia del rugby per la trasferta in Scozia – Sei Nazioni 2021

E’ l’ultima settimana di lavoro: “Siamo carichi. La partita col Galles ci ha lasciato un brutto risultato, ma anche in questa circostanza abbiamo cercato di trovare quello che di buono è stato fatto. Sappiamo che questo non è stato un Sei Nazioni normale, ma i ragazzi hanno sempre lavorato per dare il massimo sotto tutti i punti di vista. Ora pensiamo ad arrivare preparati alla sfida contro la Scozia”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italrugby: gli Azzurri restano senza sponsor di maglia

Il main sponsor della nazionale esercitando il diritto di recesso ha scelto di non rinnovare il contratto con FIR

22 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Paolo Garbisi è nella lista dei 4 giovani mediani d’apertura più interessanti a livello mondiale

L'azzurro è in un sondaggio indotto da World Rugby assieme ad altri tre prospetti di altissimo livello

20 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La “querelle” sul trasferimento di Paolo Garbisi a Montpellier

La ricostruzione della vicenda che ha visto il mediano di apertura azzurro approdare a Montpellier per il prossimo TOP 14

17 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

L’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh

A dirlo è stato il papà Michael che svela anche i retroscena della cosa

29 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Maxime Mbandà: fra le Zebre e l’Italia, due “nuovi” capitoli della sua carriera

Il terza linea non vede l'ora aggiungere nuove pagine al suo personalissimo libro ovale

24 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i convocati per la “prima” della nuova era Kieran Crowley, al via da domani

Nemmeno il tempo di rifiatare per il capo allenatore neozelandese, dopo il successo in Rainbow Cup. Comincia il suo percorso in azzurro

20 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale