Alun Wyn Jones e la Triple Crown: l’ennesimo gesto nobile di una leggenda ovale

Il capitano dei Dragoni si è reso protagonista di un comportamento di grande esempio per tutti

Il capitano del Galles Alun Win Jones

Alun Wyn Jones e la Triple Crown: l’ennesimo gesto nobile di una leggenda ovale (Ph. Sebastiano Pessina)

I valori del rugby racchiusi in un gesto che andrebbe fatto vedere a tutti: dai più grandi ai più piccoli, dai tifosi ai giocatori.

E’ sabato 27 febbraio, dopo aver battuto l’Inghilterra in casa in una partita vibrante, sul prato del Principality Stadium può scattare la festa per il Galles di Wayne Pivac e Alun Wyn Jones, capace di assicurarsi la Triple Crown (mandando ko nell’ordine l’Irlanda, la Scozia e proprio gli inglesi).

Gli inservienti presenti sul terreno di gioco montano in fretta un palco e un tavolo per agevolare la premiazione dei Dragoni e la consegna del trofeo. In campo c’è grande euforia, tutti si godono il momento per poi rientrare negli spogliatoi.

Tutti tranne uno, il capitano. Alun Wyn Jones rimane infatti lì, in mezzo al campo, con gli addetti allo smontaggio sollevando e portando via la base dove pochi minuti prima era stata appoggiata il trofeo della Triple Crown.

Leggi anche, Galles, l’elogio di North ad Alun Wyn Jones: “E’ fonte d’ispirazione per tutti noi

Un gesto nobile, di classe, di grande disponibilità, che fa capire lo spessore di chi in carriera ha raccolto 155 caps complessivi – record all time – e non vuole smettere di giocare, perchè prima di tutto ci sono passione, educazione ed eleganza, in un giocatore che non è nuovo a gesti simili, soprattutto nei momenti di festa, quando c’è da ricordarsi di chi lavora per il gruppo stando anche dietro le quinte.

Qui la foto che immortala il momento

Alun Wyn Jones

Alun Wyn Jones

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile 2021: Un’Irlanda devastante lancia la sfida alla Francia per il primo posto

Galles battuto 0-45 al Cardiff Arms Park. Le Verdi si presentano al meglio alla super-sfida di sabato contro Les Bleues

10 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile 2021: primo tempo positivo, ma l’Italia si scioglie al cospetto dell’Inghilterra 3-67

Le ospiti scavano il solco nell'ultimo quarto di gara, in cui le azzurre non riescono ad opporre resistenza

10 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: il pre-partita di Italia-Inghilterra dalle 14.00 qui su OnRugby

Il primo domani alle 14, con la presenza di Paola Zangirolami e Martin Castrogiovanni

10 Aprile 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Scozia: BT conferma lo sponsor per altri tre anni

Raggiungerà la durata di 10 anni la sponsorizzazione che ha cambiato il volto del rugby scozzese

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: il XV ideale della prima giornata di OnRugby

La nostra selezione del meglio, in termini di singoli, del turno d'apertura

item-thumbnail

Sei Nazioni: Middleton e Scarratt si godono il trionfo in apertura e puntano l’Italia

L'analisi di coach e capitano (di giornata) inglese post Scozia, con il focus già puntato sul duello contro le Azzurre