Sudafrica: Siya Kolisi lascia gli Stormers dopo 11 anni

Il capitano degli Springboks e della franchigia di Città del Capo cambierà maglia. Dove porterà il suo enorme talento?

Siya Kolisi lascia gli Stormers di Città del Capo, l'unica squadra della sua vita assieme alla nazionale sudafricana (Ph. Sebastiano Pessina)

Siya Kolisi lascia gli Stormers di Città del Capo, l’unica squadra della sua vita assieme alla nazionale sudafricana (Ph. Sebastiano Pessina)

È una notizia importantissima quella che arriva dal Sudafrica, dove Siya Kolisi ha deciso di lasciare gli Stormers di Città del Capo. Il capitano degli Springboks, l’uomo che ha alzato la Coppa del Mondo 2019, ha quindi deciso di separarsi con anticipo dal contratto che lo teneva legato alla franchigia sudafricana e che sarebbe scaduto a ottobre 2021, ma che è stato concluso dopo un indennizzo economico. Non è ancora stata rivelata la prossima destinazione di Kolisi, ma è chiaro che il suo è un trasferimento che può spostare molto, a tutti i livelli.

Leggi anche: Il rugby sudafricano torna a muoversi, organizzato un nuovo torneo tra febbraio e marzo

Il rapporto tra Siya Kolisi, nato nel 1991, e gli Stormers è iniziato nel lontano 2010 quando è stato inserito nella formazione Under 19, condividendo tra l’altro lo spogliatoio con altri campioni come Frans Malherbe, Scarra Ntubeni, Eben Etzebeth, Nizaam Carr e Damian de Allende. In soli due anni è riuscito a guadagnarsi un posto in prima squadra, dove ha esordito a 21 anni nella prima giornata del Super Rugby tra l’altra sostituendo Schalk Burger, quasi fosse un passaggio di consegne tra fenomeni. Nel 2013 ha poi raccolto il primo dei suoi 50 caps con il Sudafrica, squadra della quale è diventato capitano nel 2018 mentre dall’anno precedente lo era già degli Stormers. Chiude i suoi 11 anni a Città del Capo come secondo giocatore nella storia Stormers per presenze (118), cinque in meno rispetto al già citato Burger.

Come detto il suo contratto sarebbe scaduto nel prossimo ottobre, e sebbene si sia cercato in tutti i modi da parte della franchigia di prolungarlo, la decisione di Siya Kolisi è stata inamovibile. John Dobson, capo allenatore, ha detto: “Kolisi sarà per sempre una leggenda di questa squadra. La sua storia la conoscono tutti, ci sarebbe piaciuto che fosse rimasto qui da noi per sempre. Abbiamo fatto di tutto per farlo restare ma rispettiamo la sua scelta”.

Leggi anche: Nel Super Rugby 2021 i capitani potranno “chiamare” il TMO

Da parte sua, Siya Kolisi ha detto: “Voglio ringraziare tutte le persone con le quali ho lavorato nell’organizzazione degli Stormers e di Western Province. È stato un periodo fantastico della mia vita, qui sono cresciuto tanto come giocatore e come persona. Ritengo davvero un privilegio aver potuto stare qui 11 anni”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ma’a Nonu: “Il Sudafrica ha vinto il jackpot unendosi allo URC. Il Super Rugby soffre”

Le parole del neozelandese che offre la sua visione rispetto ai cambiamenti dell'Emisfero Sud

17 Maggio 2024 Emisfero Sud
item-thumbnail

Kieran Read interviene nel dibattito sul nuovo capitano degli All Blacks

L'ex capitano dei Crusaders ha individuato un nuovo profilo come prossimo leader dei Tuttineri

15 Maggio 2024 Emisfero Sud
item-thumbnail

Il ritiro di Sam Cane apre il dibattito sul prossimo capitano degli All Blacks

L'head coach Scott Robertson resta cauto, ma dalla squadra arrivano alcuni segnali

14 Maggio 2024 Emisfero Sud
item-thumbnail

Super Rugby: colpaccio Blues! Vittoria sugli Hurricanes e primo posto in classifica

Guarda gli highlights del big match tra neozelandesi, un vero scontro tra titani

12 Maggio 2024 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

The Rugby Championship U20 2024: Junior All Blacks campioni

I neozelandesi vincono la prima edizione del torneo giovanile e chiudono senza sconfitte

12 Maggio 2024 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

All Blacks: c’è caos intorno alla figura di Richie Mo’unga

Scott Robertson lo vorrebbe a disposizione, ma lui è in Giappone a giocare

9 Maggio 2024 Emisfero Sud