Nigel Owens si ritira dall’attività di arbitro internazionale

Il fischietto gallese continuerà a dirigere match dedicandosi solo all’attività di club

Nigel Owens

Nigel Owens dopo aver arbitrato la finale della Rugby World Cup 2015 (ph. Sebastiano Pessina)

Dopo aver toccato quota 100 caps a livello internazionale come arbitro, nel match di Autumn Nations Cup che ha viste coinvolte Francia e Italia, Nigel Owens ha deciso di ritirarsi dall’attività internazionale con effetto immediato.

A dare la notizia è lo stesso fischietto gallese che ha affermato: “Nessuno ha il diritto di andare avanti per sempre. Arriva un momento – per lui, classe 1971 – in cui proseguire vuol dire smettere e quindi la mia carriera internazionale si fermerà qui e ora: quella tra Francia e Italia è stato il mio ultimo Test Match. Dopo la 100 conduzione arbitrale, direi che questo è il momento giusto per fermarsi”.

L’arbitro Nigel Owens scrive la storia del rugby

Poi prosegue Nigel Owens: “Non sarò in giro in vista del 2023 – anno della Rugby World Cup, che si disputerà sul suolo transalpino – non voglio esserci. Spero di arbitrare ancora nel Pro14 e in Galles a livello domestico, sia per questa sia per la prossima stagione. Continuerò a dirigere dei match nella mia comunità: mi hanno dato tanto, ho ottenuto molto, ed è giusto che faccia qualcosa di importante per restituirlo”.

La carriera di Nigel Owens
Riconosciuto da tutti come il miglior arbitro del mondo, il gallese ha iniziato a livello internazionale nel lontano 2003 in una sfida dell’allora Sei Nazioni B fra Portogallo e Georgia.

Da lì in poi un crescendo, un fischietto per tutte le occasioni dai Test Match, Sei Nazioni e la Coppa del Mondo (in 4 edizioni), quella del 2015 in particolare, nella quale ha anche arbitrato la finalissima fra Nuova Zelanda e Australia.

Nigel Owens: “Richie McCaw? Il più duro da arbitrare”

A colpire del direttore di gara nato a Mynyddcerrig sono state, in tutti questi anni, molte sue espressioni nei confronti dei giocatori, fra cui la più famosa quel “This is not Soccer” diventato un po’ il manifesto del rispetto dei ruoli fra chi gioca e chi arbitra.

Fuori da campo Owens è inoltre famoso per aver sfatato diversi tabù, fra cui quello del coming out, avvenuto fra il 2007 e il 2008, e per aver superato diversi “demoni” nel corso della propria vita diventando un’ispirazione per tanti.

Nigel Owens, pazza idea: “Arbitrare un match di calcio in Premier League? E’ una cosa che mi piacerebbe fare”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sudafrica: il programma di preparazione degli Springboks in vista del 2021 internazionale

I campioni del mondo iniziano a mettere nel mirino i British & Irish Lions

item-thumbnail

All Blacks: lungo stop per Sam Cane

Per il capitano dei 'tuttineri', Super Rugby Aotearoa finito ed impegni estivi con gli azzurri a fortissimo rischio

item-thumbnail

British & Irish Lions, parla O’Driscoll: “Farrell? In questo momento lo terrei fuori”

La leggenda irlandese esprime il suo parere sulle possibili convocazioni del reparto trequarti della selezione d'oltremanica

item-thumbnail

Galles, Josh Navidi: orgoglio, analisi e rammarico al termine della partita contro la Francia

Il terza linea dei Dragoni fotografa il momento della sua squadra e della ricostruzione firmata da Wayne Pivac

item-thumbnail

Manu Tuilagi vuole rientrare…ballando la salsa!

Il trequarti inglese ha scelto un modo molto particolare per recuperare dall'infortunio che lo tiene fuori dallo scorso settembre