La Scozia ha scelto il proprio staff per la Rugby World Cup 2023

Gregor Townsend ha rinnovato sino alla Coppa del Mondo francese

La Scozia ha scelto lo staff tecnico per la Rugby World Cup 2023

La Scozia ha scelto lo staff tecnico per la Rugby World Cup 2023 ph. Sebastiano Pessina

Gregor Townsend, capo allenatore della Scozia, ha rinnovato il contratto che lo lega alla Selezione del Cardo fino alla Rugby World Cup 2023, in programma in Francia (lunedì 14, il sorteggio dei gironi della competizione).

Arrivato alla guida della nazionale scozzese nel 2017, dopo l’esperienza di successo con i Glasgow Warriors – con cui vinse il Pro12 2014-2015 -, l’ex trequarti internazionale, da 82 Caps in carriera, ha vissuto tanti alti e qualche basso sulla panchina del suo paese, portando la Scozia sino al quinto posto nel World Rugby Ranking, con ottimi percorsi negli ultimi anni al Sei Nazioni – vissuti sempre da protagonisti -, ma anche incappando nella precoce ed amarissima eliminazione al Mondiale nipponico 2019, all’altezza dei gironi, per mano del Giappone. Anni in cui Townsend ha saputo gestire – con presa di posizione forte – anche il caso generatosi con uno dei fuoriclasse della squadra, Finn Russell, messo fuori rosa ad inizio anno in seguito a diverbi con lo stesso Townsend, per alcune situazioni che – secondo il coach – potevano ledere l’integrità del gruppo, ma reintegrato nelle scorse settimane, dopo aver riallacciato il rapporto con la formidabile apertura del Racing.

“Sono onorato di poter guidare il team fino al Mondiale 2023. Faremo – assieme al mio staff -tutto quello che è nelle nostre possibilità per portare la squadra al massimo livello in vista della competizione in Francia. Negli ultimi anni c’è stata una crescita importante dentro e fuori dal campo, che ci conferisce ottimismo e granfe spinta, guardando al nostro futuro”, ha spiegato Townsend all’atto della firma.

Leggi anche: World Rugby Ranking, la classifica mondiale definitiva per il 2020

“Sono molto contento che il nostro rapporto con Gregor (Townsend, ndr) possa proseguire. E’ stato impressionante nel riuscire a rifocalizzarsi sul proprio lavoro, sulla nostra nazionale, dopo una delusione come quella dello scorso Mondiale. Per noi si tratta dell’uomo giusto per continuare a tracciare la retta via, con i giocatori e gli altri elementi dello staff”, ha commentato Mark Dodson, chief exectuive della federazione scozzese.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC: la classifica dopo la 14esima giornata e la situazione di Benetton e Zebre

A quattro turni dalla fine i Leoni sono quinti, ma tenere la posizione non sarà facile

21 Aprile 2024 United Rugby Championship
item-thumbnail

Video: la meta “d’impatto” di Mori in Stade Français-Bayonne

Il centro Azzurro vince lo scontro fisico e schiaccia di prepotenza l'ovale, ma la sua marcatura non basta

21 Aprile 2024 Foto e video
item-thumbnail

Jordie Barrett al Leinster non solo per denaro

Il centro neozelandese ha spiegato quanto le ragioni del suo approdo in Irlanda non siano solo di natura economica

21 Aprile 2024 United Rugby Championship
item-thumbnail

URC, Marco Bortolami: “Volevamo cinque punti e ce li siamo presi”

L'Head Coach dei veneti analizza con soddisfazione la vittoria sui Dragons

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile 2024: gli highlights di Italia-Scozia

La bella meta di Alyssa D'Inca non basta alle Azzurre per superare le highlanders

21 Aprile 2024 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

URC: gli highlights di Connacht-Zebre

I ducali giocano un buon primo tempo, ma nella ripresa subiscono i colpi degli irlandesi