Pro14: 5 motivi per seguire Scarlets-Zebre

Kick-off alle 18.15. Entrambe le squadra si presentano con tante assenze: le Zebre proveranno a continuare a crescere al Parc y Scarlets

Antonio Rizzi Zebre Pro14

Pro14, Zebre: Antonio Rizzi – ph. Massimiliano Carnabuci

Al Parc y Scarlets di Llanelli si sfidano Scarlets e Zebre, nel freddo di un tardo pomeriggio di novembre in terra gallese. Ecco perché mettersi davanti alla TV alle 18:15 di domenica per seguire (diretta DAZN) la quinta giornata del Pro14.

#1 – E’ arrivato un momento dell’anno che temevamo potesse giungere. Con una rosa un po’ corta, come lo è quella delle due franchigie italiane di Pro14, c’era il rischio che il sommarsi degli impegni internazionali e di qualche infortunio di troppo costringesse le nostre squadre a pescare a piene mani dalla riserva dei permit players. Accade proprio questo alle Zebre, rimaste con soli tre giocatori per i cinque ruoli da coprire fra seconda e terza linea: Iacopo Bianchi e Giovanni Licata ne avranno per un po’, Renato Giammarioli è uscito malconcio dalla vittoria contro gli Ospreys, così come Samuele Ortis e Mick Kearney, mentre Jimmy Tuivaiti era già ai box in precedenza; Mbandà, Meyer, Sisi e Stoian sono in ritiro con la nazionale. Un peccato che questo momento coincida proprio con un momento più o meno simile nella franchigia gallese, con tanti giocatori non selezionabili e una squadra infarcita di giovani, e con il momento di maggiore crescita delle Zebre, che vorrebbero costruire sulle fondamenta della prima vittoria in Pro14. Sarà l’occasione anche per capire il valore e il gap fra le rispettive seconde linee, intese come giocatori meno abituati a scendere in campo dal primo minuto.

#2 – Dopo una partita dove la prestazione nella fasi di conquista ha fatto la differenza rispetto al recente passato, le Zebre cercano una conferma sul difficile campo di Llanelli. Contro gli Ospreys le Zebre hanno vinto 10 degli 11 lanci in rimessa laterale a proprio favore, recuperando nel contempo anche 5 palloni avversari, grazie soprattutto a una magistrale prestazione di Ian Nagle, ben coadiuvato da Samuele Ortis. In mischia chiusa le cose sono andate positivamente fin quando la prima linea titolare, riproposta da Bradley anche questa settimana, è rimasta in campo, soffrendo invece nel finale di partita (le Zebre hanno concesso 4 calci di punizione da raggruppamento ordinato, 3 negli ultimi 10 minuti). La bella prova del pack, resa più prestigiosa anche da una buona prestazione palla in mano, è stata funzionale per l’efficacia e il successo dell’attacco dei ducali, apparso finalmente in palla. Con la conferma di cinque degli otto titolari della settimana scorsa riusciranno a performare alla stessa maniera?

#3 – Uzair Cassiem, numero 8 sudafricano con un pugno di cap per gli Springboks, si è accasato splendidamente a Llanelli, diventando un punto di riferimento per tutta la comunità ovale che segue gli Scarlets. Il 30enne è alla terza stagione in Galles e fa parte di quel gruppetto di giocatori di classe e di esperienza che innalzano vertiginosamente il livello della formazione avversaria, insieme a Johnny McNicholl, Paul Asquith e Rob Evans. La sua classe e la sua ruvidità portate in giro per il campo hanno già fatto male al Benetton. Quando è in serata, è sicuramente un giocatore da seguire.

#4 – Nardo Casolari porta sul palcoscenico del Pro14 una storia particolare. A causa di una patologia genetica mai diagnosticata, a fine 2017 ha avuto un malore in allenamento a Calvisano, con il suo club, rischiando grosso. Dopo ben due operazioni chirurgiche, il flanker classe 1997 è riuscito a tornare in campo a distanza di più di un anno. Casolari, talento già nel giro di Accademia e Nazionale under 20, riprende la propria ascesa da dove l’aveva lasciata: nel finale della stagione 2018/2019 si conquista il posto da titolare nel Calvisano che poi vincerà il titolo, sarà punto fisso della medesima squadra per tutta la scorsa stagione, almeno finché si è giocato. Quest’estate, l’invito a prendere parte alla preparazione delle Zebre e ora catapultato direttamente a titolare in Pro14. Carpe diem.

#5 – Antonio Rizzi è in una situazione ideale per sé e per la sua squadra. Così come tutto passa dalle mani di Carlo Canna quando è disponibile, così il gioco delle Zebre fluisce ora da Rizzi, un profilo di apertura che necessità di avere tanti palloni per poter mettere la propria impronta sulla partita. Non sempre le sue scelte sono quelle giuste, e inevitabilmente farà qualche errore. Tuttavia è un giocatore capace di aggredire la partita, come aveva già dimostrato al Benetton, e che non si scoraggia per qualche sbaglio. La sua crescita è la crescita della squadra. E in più è anche un giocatore offensivamente divertente: se i compagni lo metteranno nelle giuste condizioni, sarà bello vederlo anche per tutti gli spettatori.


Kick-off in programma alle 18.15 (diretta DAZN)

Le formazioni di Scarlets v Zebre – Pro14 2020/2021

Scarlets: 15 Johnny McNicholl, 14 Ryan Conbeer, 13 Steff Hughes (c), 12 Paul Asquith, 11 Steff Evans; 10 Angus O’Brien, 9 Dane Blacker, 8 Sione Kalamafoni, 7 Jac Morgan, 6 Uzair Cassiem, 5 Morgan Jones, 4 Jac Price, 3 Javan Sebastian, 2 Marc Jones, 1 Rob Evans
A disposizione: 16 Taylor Davies, 17 Kemsley Mathias, 18 Werner Kruger, 19 Danny Drake, 20 Ed Kennedy, 21 Will Homer, 22 Sam Costelow, 23 Tyler Morgan

Zebre: 15 Junior Laloifi, 14 Pierre Bruno, 13 Giulio Bisegni (c), 12 Enrico Lucchin, 11 Giovanni D’Onofrio, 10 Antonio Rizzi, 9 Joshua Renton, 8 Lorenzo Masselli, 7 Antoine Koffi, 6 Nardo Casolari, 5 Ian Nagle, 4 Leonard Krumov, 3 Eduardo Bello, 2 Marco Manfredi, 1 Paolo Buonfiglio
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Andrea Lovotti, 18 Matteo Nocera, 19 Gabriele Venditti, 20 Massimo Ceciliani, 21 Nicolò Casilio, 22 Paolo Pescetto, 23 Michelangelo Biondelli

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: Giulio Bisegni capitano per il 2021/2022

Nel segno della continuità la fascia rimane al centro di Frascati, coadiuvato da David Sisi e Tommaso Boni

item-thumbnail

Zebre: un avanti e un numero nove per la rosa di Michael Bradley

Cristian Stoian e Alessandro Fusco, già permit un anno fa, tornano alla franchigia ducale per la prossima impegnativa stagione

item-thumbnail

Gli avanti Luca Andreani e Ion Neculai giocheranno nelle Zebre

I due giocatori, reduci dall'avventura con l'Italia nel Sei Nazioni U20, hanno appena firmato il contratto centralizzato con la Federazione

item-thumbnail

Zebre: il punto sulla preparazione e sulla “vicenda Fiamme Oro”

La franchigia emiliana sta cercando di avvicinarsi nel migliore dei modi alla stagione 2021/2022

item-thumbnail

Zebre: inizia il raduno ma gli atleti delle Fiamme Oro per ora non si allenano

I cremisi vorrebbero ridefinire le linee guida dell'utilizzo dei giocatori