Italia, Abraham Steyn: “Contro l’Irlanda errori carissimi. Ora pensiamo all’Inghilterra”

Il terza linea azzurro è fiducioso che il lavoro fatto a livello fisico permetterà agli azzurri di crescere, evitando situazioni come quelle di Dublino

Abraham Steyn carica la linea irlandese a Dublino - Ph. OnRugby.it

Abraham Steyn carica la linea irlandese a Dublino – Ph. OnRugby.it

Nell’ultimo incontro virtuale con la stampa è intervenuto Abraham Steyn, terza linea della Nazionale azzurra e del Benetton Treviso, reduce dall’aver giocato tutti gli 80 minuti della sfida di Dublino, e ovviamente al lavoro coi compagni in vista dell’Inghilterra.

Leggi anche: Marius Goosen fa il punto dopo l’Irlanda e in vista del match con gli inglesi

La discussione è partita dai punti d’incontro e dall’enorme facilità con la quale l’Irlanda riusciva a imporsi. Steyn ha detto come “Loro siano stati bravi in fase di studio e preparazione della partita, mettendoci sotto grande pressione nei punti di contatto: riuscivano a impedirci di creare qualsivoglia struttura di gioco. Avevano una difesa presente che saliva fortissimo, non c’è stato molto da fare. Non siamo riusciti a sistemarci durante la gara settimana scorsa, ma stiamo lavorando duro per non vivere più situazioni come quella”. Il terza linea azzurro ha poi guardato avanti, con un’Inghilterra che ha caratteristiche di gioco simili rispetto a quelle degli irlandesi, dunque l’Italia sarà costretta a girare pagina il prima possibile, riuscendo a esprimere più efficacia e fisicità sui punti d’incontro.

Guarda anche le schede di OnRugby dedicate a tutti gli azzurri

Si è poi parlato del lavoro che la Nazionale sta facendo con Quentin Kruger, il nuovo preparatore atletico degli azzurri, che ha già lavorato con Franco Smith ai Cheetas: “Penso che stia andando molto bene con lui, anche se ovviamente non si può vedere subito l’effetto. Insieme abbiamo visto come i dati e i risultati dei test siano molto positivi, dobbiamo essere capaci di trasferirli in partita, oltre che di aumentarli ancora di più”. Sul fatto di giocare terza ala o terza centro come posizione preferita, Steyn ha sottolineato come per lui non conti il numero sulla maglia, ma la possibilità di dare il suo contributo alla squadra. Infine si è chiesto a Steyn come la sconfitta di Dublino avesse influito sulla mente del gruppo, e se lo stesso sia stato capace di voltare pagina in fretta: “Immediatamente dopo la gara si, certo, è stata dura ripensarci. Poi comunque siamo tornati subito a Roma e abbiamo analizzato la gara, scovando comunque anche delle cose positive. Voglio anche sottolineare come per lunghi tratti la squadra abbia difeso bene, poi gli errori commessi ci siano costati carissimo”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia, Marzio Innocenti: “Samoa, Tonga e Giappone partite complicate”

Il presidente federale ha parlato di Nazionale e delle prossime Summer Series

21 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Gonzalo Quesada: “Ora il difficile è confermarsi, in estate avremo partite impegnative”

Il ct azzurro: "Ho imparato e comunico in italiano anche per rispetto: sono io a dovermi adattare, non viceversa"

20 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Niccolò Cannone: “È un momento importante per il nostro rugby, non abbiamo mai smesso di crederci”

Intervistato durante la nuova puntata del nostro Podcast, l'Azzurro ha rimarcato il duro lavoro che c'è dietro i successi della nazionale

11 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Autumn Nations Series: Italia-Argentina verso il Ferraris di Genova

La prima partita dei test autunnali degli Azzurri dovrebbe giocarsi nel capoluogo ligure

6 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Tommaso Menoncello: “Sonny Bill Williams è sempre stato il mio idolo. Andrea Masi mi ha insegnato molto”

Il trequarti del Benetton è il più giovane giocatore a vincere il premio di "Best Player of Six Nations"

5 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Tommaso Menoncello nominato “Miglior Giocatore” del Sei Nazioni 2024

Riconoscimento incredibile per l'Azzurro che diventa il secondo italiano a prendersi questo prestigioso premio

5 Aprile 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale