Sudafrica: Stormers, Bulls, Sharks e Lions potranno entrare nel Pro14

La federazione africana sceglie di guardare verso l’emisfero nord per il suo futuro. Un momento epocale che porterebbe (anche in Italia) tanti campioni

COMMENTI DEI LETTORI
  1. fido 30 Settembre 2020, 09:56

    Trovare 2 franchigie italiane in un torneo del genere sarebbe veramente importante per la crescita dei ragazzi, il livello sarebbe veramente alto. La problematica maggiore resterebbe la logistica ma le sudafricane potrebbero essere ospitate per qualche mese in europa, mentre le europee un paio di mesi dalle loro parti.

  2. mic.vit 30 Settembre 2020, 10:09

    ottima notizia, ma il torneo rimanga a 14 squadre…noi possiamo al massimo esprimere un’unica franchigia competitiva che si giochi semmai annualmente l’accesso al torneo con uno spareggio contro la vincitrice del campionato domestico, cercando di aumentare la competitività anche di quest’ultimo…mentre in terra gallese potrebbero essere tagliate a 3…
    perchè aumentare il numero di match a dismisura contro squadre tanto fisiche e dal serbatoio di talenti infinito come le sudafricane sarebbe deleterio anche nell’ottica coppe europee, dove dovremmo finalmente cercare di contare qualcosa, ma soprattutto di nazionale…

    • try 30 Settembre 2020, 10:31

      E’ chiaro che se le squadre fossero 16 la formula del campionato darebbe cambiata. Per fare comunque le stesse partite di adesso.
      Ad esempio i derby addirittura potrebbero essere solo 1 (dato che le due squadre italiane sono in due gironi diversi).
      Con il pro14 si facevano 21 partite (6+6+7+2)
      Con un pro16 diventeranno 22 (7+7+8)
      Una partita in più penso si possa inserire magari durante il 6N
      In fracia fanno 26 partite, In inghilterra 22

      • Turch 30 Settembre 2020, 10:51

        Concordo che vada aggiustato il campionato, ma i derby sono le partite che portano maggior pubblico. Non credo nessuno li voglia toccare

    • try 30 Settembre 2020, 10:32

      Pensa che inoltre Mister G vuole la terza franchigia…

      • mic.vit 30 Settembre 2020, 17:34

        mister G vive su di un altro pianeta, se arrivano le sudafricane di fronte alla mattanza che faranno di noi penso che deciderà di stabilirsi là per sempre…vorrei ricordargli solo che nell’ultimo appuntamento mondiale in un quarto di gara ci annientarono la prima linea…

    • Ventu 30 Settembre 2020, 18:58

      le franchigie per ogni stato devono essere pari. Almeno fino alla passata stagione era cosi’.
      Io farei una conference Sudafricana e due europee

      • mic.vit 30 Settembre 2020, 23:21

        ogni girone di 7 squadre?…per i sudafricani sarebbe una nuova currie cup…
        poi gli scontri diretti avverrebbero solo nella fase finale?
        per loro non sarebbe tanto un giocare effettivamente con l’emisfero nord, sarebbe più un torneo ad eliminazione diretta…

  3. Parvus 30 Settembre 2020, 11:06

    ma le nostre due franchigie saranno pronte a questo livello???

  4. madmax 30 Settembre 2020, 11:38

    Cambiamento epocale! Si dovrebbe rimettere in discussione tutto, comprese le coppe europee. Pressione sui campionati inglesi e francesi; che senso avrebbe continuare con l’autarchia? Alla fine ahimè il vil denaro (e il pubblico) fanno la differenza

  5. Mr Ian 30 Settembre 2020, 12:45

    La necessità è alzare il livello di questa competizione e da questo punto di vista le sudafricane arrivano al momento giusto.
    Se si vuole si può discutere del metodo con cui i bokkies decidono chi gioca e chi no, cacciare così, senza ragione i Cheethas è veramente scandaloso, la squadra è sempre stata di pregevole livello, quest anno contava pure sulle prestazioni di Steyn, oltre che di un paio di talenti dal futuro assicurato, almeno così li descrivono in patria

  6. fulvio.manfredi 30 Settembre 2020, 13:38

    L’attuale livello del Pro 14 è quello adatto a noi e le classifiche parlano chiaro. Se arrivassero squadre che lo alzano ancora, allora altro che terza franchigia, piuttosto Benetton e Zebre dovrebbero correre ai ripari per attrezzarsi meglio seguendo poi una via obbligata: acquistare stranieri del livello di Ioane. Ma, hanno le risorse per farlo? Conviene al nostro movimento? Con Ioane abbiamo fatto un affare, anche in ottica nazionale, ma il giochino non sarà facile da ripetere..

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton, Negri e Menoncello post-partita: «Delusi, ma il gruppo ha carattere»

Le parole di due protagonisti del match contro gli Ospreys

item-thumbnail

URC: i risultati della quarta giornata. Ulster in testa, il Benetton resta in zona playoff

Le irlandesi allungano ancora, Edimburgo vince tra le polemiche e il Benetton resta attaccato alla zona playoff

17 Ottobre 2021 United Rugby Championship
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Contro Glasgow create molte opportunità, risultato deludente”

Michael Bradely si dice deluso per il risultato del match contro Glasgow Warriors di sabato, ma guarda avanti con ottimismo verso il futuro.

item-thumbnail

Video, URC: gli highlights di Benetton-Ospreys

Altalena emozionale a Monigo, con i gallesi chela spuntano nel finale

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Bisogna imparare a gestire meglio le partite per non trovarci sempre spalle al muro”

L'head coach di Treviso Marco Bortolami analizza in conferenza stampa la sconfitta contro Ospreys fra rammarico per il risultato e soddisfazione per i...

item-thumbnail

Video, URC: gli highlights di Zebre-Glasgow Warriors

6 punti per i ducali tutti dal piede di Canna