Pro14: Leinster cala il tris nella finalissima. Ulster battuto 27-5

La franchigia di Dublino chiude la stagione da imbattuta scrivendo ancora una volta il suo nome nell’albo d’oro del torneo

Pro14_Leinster

Pro14: Leinster ancora una volta campione (Ph. Ettore Griffoni)

In un’Aviva Stadium rigorosamente a porte vuote, Leinster ed Ulster si affrontano – per la seconda volta nella storia – nella finale del Guinness Pro14, con in palio il 19esimo titolo nell’albo d’oro del torneo celtico.

Per l’appuntamento di gala nel lussuoso impianto dublinese, non mancano le sorprese in formazione, con Leo Cullen che si affida a Ross Byrne in cabina di regia, panchinando Jonny Sexton (con il capitanato affidato per la prima volta a Garry Ringrose), superbo in semifinale contro Munster, anche in vista del quarto di finale di Champions Cup del prossimo weekend. Sul fronte opposto, McFarland ritrova una pedina fondamentale come il capitano Iain Henderson in seconda linea e lancia dal primo minuto a numero 9, abbastanza a sorpresa, il neozelandese ex Munster Alby Mathewson, a discapito di John Cooney, mentre Jacob Stockdale lascia la maglia numero 15, indossata nelle ultime uscite, per tornare all’ala, con il numero 11. Parte dalla panchina Ian Madigan, l’eroe di Edimburgo, nel clamoroso finale della sfida di sette giorni fa, contro gli scozzesi.

Leggi anche: Autumn Nations Cup: Italia in casa contro Scozia e Fiji a novembre

LA CRONACA
La finalissima 2019/2020 del Pro14 inizia subito con il botto: azione alla mano di Ulster e meta. James Hume “fa il buco” e va fino in fondo resistendo al rientro degli avversari, che non riescono ad arginare l’avanzata dirompente del secondo centro, per il 5-0 dopo cinque minuti.
Leinster, colpita a freddo, ci mette qualche minuti per reagire. I “blu” iniziano a macinare piano piano gioco sino a quando – qualche giro di lancette prima del quarto d’ora – colpiscono operando il sorpasso: le gambe di James Lowe si mettono in moto, con l’ala che va oltre. E’ la segnatura che, addizionata alla conversione di Byrne, vale il 7-5 per Ringrose e soci.

Gli uomini di Leo Cullen, superato il primo momento di difficoltà, prendono in mano il comando delle operazioni approfittando anche di un po’ di indisciplina crescente da parte dei rivali. Al ventisettesimo Byrne mette a referto altri tre punti per allargare il gap fra le contendenti sul 10-5. Tre minuti dopo Ulster prova, con un multifase lunghissimo nei ventidue di Leinster (condito da numerose cariche degli avanti), a rifarsi sotto ma il grillotalpa di Porter disinnesca la minaccia per i Dubliners.

Il tempo scorre verso l’intervallo ma la franchigia di Belfast non molla, anzi raddoppia lo sforzo: la pressione nella zona punti dei campioni in carica è terrificante. Al trentanovesimo però, la mischia ordinata dei grandi favoriti del match risolve le cose ottenendo un prezioso calcio di punizione. E’ sostanzialmente la fine del primo tempo: le squadre vanno al riposo col punteggio di Leinster 10-5 Ulster.

La ripresa si apre con un altro piazzato di Byrne, che mette più di un break di distanza fra le due squadre: il punteggio si sistema sul 13-5, ma solo per un attimo. Al quarantasettesimo infatti Henshaw legge il passaggio di Burns intercettando l’ovale e poi andando a finire la sua corsa, in solitaria, sotto ai pali. Leinster vola, Ulster subisce un parziale pesantissimo. Lo score recita 20-5.

Ci si avvicina all’ultimo quarto di gara: gli allenatori iniziano a pescare dalle loro panchine. La compagine in svantaggio prova, in coincidenza dell’ora dell’ora di gioco (qualche secondo prima dell’ingresso in campo di Sexton), a produrre una nuova intensa azione, che si conclude però ancora una volta in un nulla di fatto.

L’astuzia, la concretezza e l’esperienza dei defending champion viene fuori. La clessidra, che si mangia intanto dieci minuti di tempo senza che si rilevi qualcosa di significativo sul tabellino, inizia a correre verso la fine. Al settantaduesimo poi, Leinster si dimostra abrasivo sferrando il colpo del ko: avanzamento, timing e forza portano l’accorrente Caelan Doris a rompere – sotto ai pali – l’ultima disperata difesa di Ulster. E’ la meta che vale il 27-5. Viene scritta definitivamente la parola “fine” sulla finalissima.

Si chiude cosi per Leinster che – da squadra imbattuta – ottiene il tris consecutivo, il settimo titolo della sua storia nel Pro14.

Le formazioni di Leinster v Ulster, Pro14 2019/2020 final – qui l’analisi

Leinster: 15 Jordan Larmour, 14 Hugo Keenan, 13 Garry Ringrose (c), 12 Robbie Henshaw, 11 James Lowe, 10 Ross Byrne, 9 Jamison Gibson-Park, 8 Jack Conan, 7 Josh van der Flier, 6 Caelan Doris, 5 James Ryan, 4 Devin Toner, 3 Andrew Porter, 2 Rónan Kelleher, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 James Tracy, 17 Ed Byrne, 18 Michael Bent, 19 Scott Fardy, 20 Will Connors, 21 Luke McGrath, 22 Johnny Sexton, 23 Rory O’Loughlin

Marcatori Leinster
Mete: James Lowe (13), Robbie Henshaw (47), Caelan Doris (72)
Conversioni: Ross Byrne (15, 48), Johnny Sexton (73)
Punizioni: Ross Byrne (27, 45)

Ulster: 15 Michael Lowry, 14 Rob Lyttle, 13 James Hume, 12 Stuart McCloskey, 11 Jacob Stockdale, 10 Billy Burns, 9 Alby Mathewson, 8 Marcell Coetzee, 7 Sean Reidy, 6 Matthew Rea, 5 Iain Henderson (c), 4 Alan O’Connor, 3 Tom O’Toole, 2 Rob Herring, 1 Eric O’Sullivan
A disposizione: 16 John Andrew, 17 Jack McGrath, 18 Marty Moore, 19 Sam Carter, 20 Jordi Murphy, 21 John Cooney, 22 Ian Madigan, 23 Nick Timoney

Marcatori Ulster
Mete: James Hume (4)
Conversioni:
Punizioni:

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news. Dai uno sguardo anche alla nostra pagina Instagram, sempre ricca di spunti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il calendario del Pro14 2020/21

Ecco le prime 11 giornate del torneo celtico con Zebre e Treviso: tante novità, cambiano gli orari e si giocheranno i Monday Night

23 Settembre 2020 Pro 14
item-thumbnail

Pro14: la situazione delle squadre sudafricane

Il board del Pro14, che oggi diramerà il calendario (almeno in parte), ha rilasciato un comunicato per fare chiarezza

23 Settembre 2020 Pro 14
item-thumbnail

Benetton Rugby, Ratuva Tavuyara: “Onorato dell’apprezzamento dei tifosi”

Il trequarti dei Leoni non vede l'ora di tornare in campo per la stagione 2020/2021

22 Settembre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Favretto: “Gap fisico non indifferente tra me e gli altri in Pro14. Voglio migliorare”

Il seconda linea classe '01 dei Leoni ha commentato il suo momento positivo ai microfoni di BEN tv

18 Settembre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Come stanno le Zebre Rugby dal punto di vista fisico?

Ne ha parlato il responsabile dello staff fisico-atletico Giovanni Biondi

18 Settembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: Benetton e FIR raggiungono l’accordo per la licenza

Leoni nel torneo celtico almeno fino al 2024, maggiorato il contributo federale. Gavazzi: "La nostra collaborazione ha mosso importanti passi avanti"

17 Settembre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby