Rugby Championship 2020: il punto sull’organizzazione del torneo

Sono molti gli aspetti sportivi e logistici da incastrare affinché la kermesse si possa disputare

faf de klerk sudafrica rugby world cup 2019

Rugby Championship: si o no? I dubbi legati non solo al campo ph. Sebastiano Pessina

Rugby Championship 2020: ci sono degli aspetti da valutare e risolvere. Il torneo internazionale fra le rappresentative di Nuova Zelanda, Australia, Sudafrica e Argentina deve affrontare delle problematiche prima di ottenere tutti gli ok per la sua disputa, nel periodo che dovrebbe andare tra fine ottobre e inizio dicembre; quando nell’Emisfero Nord è atteso invece l’8 Nazioni.

La location: Nuova Zelanda
La proposta iniziale, ancora valida, è quella di disputare il Rugby Championship 2020 nella terra degli All Blacks dove, al netto della risoluzione di alcuni microfocolai venuti fuori nelle ultime settimane, si potrebbero giocare tutte le partite anche con la presenza del pubblico.

Il “problema” Bledisloe Cup
Secondo quanto riportato da espn.com.ar e dall’Herald, la consueta disputa fra All Blacks e Wallabies avrebbe previsto per quest’anno due partite in Nuova Zelanda e due partite in Australia, se non fosse che questo – secondo le vigenti norme sanitarie e di viaggio presenti in negli stati oceanici – comporterebbe dei periodi di quarantena antecedenti e successivi ai match stessi andando a “rovinare”, oltre al calendario del Championship, anche la tabelle di gioco della Mitre10 Cup.

Leggi anche, Rugby Championship: storia, regolamento, trofeo e albo d’oro

La situazione dell’Argentina
La Federazione sudamericana e lo staff tecnico dei Pumas, guidato da Mario Ledesma, ha fatto sapere di essere disponibile a recarsi con molto anticipo in Nuova Zelanda per osservare un periodo di isolamento e poi iniziare a preparare il Rugby Championship misurandosi contro le squadre provinciali neozelandesi. Attualmente però dei 46 Pumas preselezionati, ben 6 sono alle prese con problemi di positività e non si sa quando potranno tornare a essere disponibili al 100%.

L’inattività sudafricana
I campioni del mondo sono fermi proprio dal giorno in cui si sono presi lo scettro iridato. Nella Rainbow Nation la situazione non è delle più facili e anche solo ipotizzare una ripresa delle attività interne ovali diventa complicato. Gli Springboks si tireranno indietro? Difficile pensarlo: la cosa certa però è che arriveranno a sfidare le altre squadre con più di metà della rosa al primo impegno ufficiale dopo più di un anno di inattività.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Pumas: Cubelli infortunato, ecco Gonzalo Garcia del Valorugby

Il mediano di mischia dell'Argentina si dovrà operare alla mano, al suo posto il nuovo acquisto del club di Reggio Emilia

3 Agosto 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: il secondo test della Bledisloe Cup il 14 agosto

Cambia il calendario del Torneo per permettere alle squadre di allinearsi alle decisioni del governo neozelandese

3 Agosto 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Due del Benetton e tante altre novità nell’Argentina per il Championship

Dentro anche Marcos Moneta e altri giocatori visti alle Olimpiadi, oltre a tanti di quelli che lo scorso autunno batterono gli All Blacks

30 Luglio 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

La Bledisloe Cup e il Rugby Championship hanno qualche problema

Il governo neozelandese ha sospeso per 8 settimane il corridoio libero da quarantena con l'Australia

23 Luglio 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

La decisione di World Rugby sul rosso a Koroibete

World Rugby ha deciso di graziare il giocatore dei Wallabies, dopo il rosso ricevuto contro la Francia nell'ultimo dei tre test match

20 Luglio 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship