Monty Ioane: “A Treviso sta nascendo una gran bella squadra”

Video-intervista al trequarti invitato all’ultimo raduno azzurro. Uno sguardo al futuro e gli obiettivi personali di Monty Ioane

Monty Ioane schiaccia una delle sue tante mete (ph. Ettore Griffoni)

Monty Ioane schiaccia una delle sue tante mete (ph. Ettore Griffoni)

Chiusa la sua prima esperienza azzurra da invitato al raduno di Parma, Monty Ioane è tornato a Treviso per continuare a lavorare con la maglia di Treviso in vista della ripresa delle operazioni ovali. L’obiettivo a breve termine è fissato sul 22 agosto, quando Zebre e Benetton dovrebbero scontrarsi nel primo di due derby consecutivi, prima poi di tuffarsi nella nuova stagione del Pro14. In mezzo a tanti allenamenti, Ioane ha espresso a Benetton Tv tutto il suo ottimismo in vista del campionato 2020/21: “Sono molto fiducioso riguardo il team che sta nascendo per la prossima stagione. Ci siamo allenati duramente durante la quarantena, allo stesso modo le prime due settimane di preseason sono state molto intense”.

Leggi anche: Monty Ioane vuole vestire la maglia azzurra per coronare un sogno

La volontà del giocatore nato in Australia è quella di dare ancora di più al suo team, dopo tre campionati nei quali è risultato sempre uno dei migliori in maglia biancoverde. Per quanto riguarda gli obiettivi personali nel Pro14 che verrà, Ioane ha detto: “ I miei obiettivi personali per la prossima stagione sono il miglioramento nell’eludere e battere i difensori, sicuramente rafforzare e migliorare molte altre abilità tecniche del mio gioco. Innalzare il mio livello ad esempio nel calcio, nelle prese aeree, dovrò continuare a lavorare duramente, però vorrei provare a migliorare finché posso; come ho detto sarà una preseason intensa.”

Leggi anche: Cosa può dare Monty Ioane alla Nazionale italiana?

Rivolgendo lo sguardo leggermente indietro, e ripensando al raduno con l’Italrugby, Ioane ha sottolineato di essersi sentito onorato della chiamata ricevuta. Lavoro duro quello fatto agli ordini di Franco Smith, ma fatto comunque in un gruppo nel quale si è trovato sin da subito a suo agio. In chiusura di intervento, è giusto considerare Monty Ioane un simbolo del Benetton Rugby? “ Non mi sento un’icona, io faccio il lavoro più semplice, tutti gli altri ragazzi fanno il lavoro più duro. Loro mi passano la palla, io devo metterla a terra per fare meta. Ok, non è così facile, ma tutti gli altri ragazzi fanno un lavoro più difficile”. Ecco la video-intervista completa fatta da Benetton TV a Monty Ioane:

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telgram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Gallo: “Dobbiamo essere più tranquilli in trasferta, ora testa a Gloucester”

Il pilone dei Leoni analizza cosa non ha funzionato a Edimburgo, e si concentra sull'esordio in Challenge Cup

item-thumbnail

Zebre e Benetton, è tempo di Challenge Cup: cosa serve per passare il turno?

Ripartono le coppe europee, con una nuova formula e due squadre italiane impegnate

item-thumbnail

Video: gli highlights di Edimburgo-Benetton

Le immagini della sconfitta dei Leoni in Scozia

item-thumbnail

URC: Benetton a caccia della quadratura esterna

In vista del debutto in coppa, proprio fuori casa

item-thumbnail

URC: Edimburgo-Benetton 24-10. Gli scozzesi domano i veneti

Nulla da fare per i biancoverdi, in una partita sporca dove i padroni di casa si sono presi il massimo della posta in palio

item-thumbnail

URC: la presentazione di Edimburgo-Benetton

Leoni attesi da una grande squadra: a Edimburgo un test durissimo che se passato potrebbe aprire a scenari superbi