Dan Carter ha finalmente ritirato il suo blazer del Southbridge

I racconti di una giornata incredibile: uno dei più forti di sempre in un campionato amatoriale neozelandese

ph. Sebastiano Pessina

Non si spengono, giustamente, gli echi di quanto fatto da Dan Carter nella giornata di sabato. Il mediano neozelandese, senza dubbio uno dei più forti giocatori di tutti i tempi, è tornato a calcare un campo neozelandese dopo cinque anni. Non lo ha però fatto con gli All Blacks o nel Super Rugby, ma vestendo la maglia del suo primo club, il Southbridge, squadra amatoriale che milita nella lega Ellesmere della zona di Canterburty.

Leggi anche: Carter in campo con il club in cui è cresciuto, il Southbridge

Al di là del risultato, 54-14 con 12 punti di Carter (6 trasformazioni), è il peso del gesto che ha destato l’attenzione di tutti i media neozelandesi, curiosi di vedere il mitico numero 10 di nuovo in campo per 80 minuti. Non ha tanto senso parlare della sua prestazione, ottenuta contro una squadra e assieme a compagni amatoriali, quanto è interessante parlare delle curiosità che ha regalato la giornata di ieri. Innanzitutto va detto che Carter ha potuto finalmente ritirare il suo blazer del Southbridge, dopo sette anni che questo lo aspettava nella sala dei trofei del club. Questo perché, dopo aver raccolto il 100esimo cap in maglia nera nel 2013, è stato nominato membro onorario a vita della squadra, e dunque aveva diritto a prendersi questo blazer, cosa che ha fatto dopo il match di sabato. Va ricordato che anche il padre di Carter, Neville, ha ricevuto la stessa onorificenza dopo aver disputato oltre 300 partite col Southbridge. Proprio Neville Carter a riguardo ha detto: “Certo che sono molto orgoglioso, è stato un momento speciale e serve per riconoscere tutto il lavoro che Dan ha fatto per promuovere questo club e la nostra zona”.

Leggi anche: Carter al minimo salariale con gli Auckland Blues per il Super Rugby Aotearoa

Il fenomenale numero 10, che già nel 2014 aveva fatto una partita col suo primo club, ha poi raccontato le sue sensazioni dopo la partita: “Mi è piaciuto moltissimo giocare a questo livello. Come professionisti spesso non abbiamo tempo per farlo, ma è bello poter restituire qualcosa a chi ci ha dato tanto”. Ovviamente anche i dirigenti del club sono stati estremamente soddisfatti di quanto fatto da Carter, che ha portato loro l’attenzione di tutto il mondo ovale. Chris McMillan, manager di Southbridge: “Tutte le nostre strutture erano affollate di gente anche dopo la partita, meglio di così non poteva andare. Abbiamo avuto incassi mai visti prima, e questo ci aiuterà a lavorare nel prossimo futuro”. McMillan ha poi detto come Carter aveva programmato di giocare circa 60 minuti, salvo poi rimanere in campo per tutto l’arco della gara, e di come lo abbia visto davvero in forma. Un’ultima piccola curiosità sulla giornata di ieri ha riguardato il seconda linea Isi Fine, che ha raggiunto i 100 caps con la maglia biancoblù. Il primo l’aveva raccolto proprio nell’ultima partita giocata da Carter con Southbridge nel 2014.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Australia: David Pocock si ritira dal rugby

Il leggendario avanti degli Wallabies appende gli scarpini al chiodo definitivamente

23 Ottobre 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

L’Argentina finalmente torna a giocare una partita (amichevole)

Sabato la squadra sudamericana tornerà in campo dopo tanti mesi. Cheika ha raggiunto Ledesma nel ritiro dei Pumas

21 Ottobre 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Gli All Blacks selezionati per il Tri-Nations 2020

Sono 38 i giocatori selezionati per il viaggio in Australia: non tutti saranno disponibili da subito, e ci sono due novità molto interessanti

20 Ottobre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

TJ Perenara lascia la Nuova Zelanda e vola in Giappone

Il mediano di mischia di Hurricanes e All Blacks giocherà con i Red Hurricanes nella prossima stagione, ma non chiude le porte a un suo ritorno

20 Ottobre 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Super Rugby Unlocked: highlights e commento della seconda giornata

Tre partite decise per un soffio, l'esordio degli Stormers e una vittoria a sorpresa (nonchè l'unica) in trasferta

20 Ottobre 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Bledisloe Cup: dov’è stata vinta (e persa) la partita di domenica

Il parziale di 17-0 ottenuto dagli All Blacks nella prima parte della ripresa è un'estrema sintesi della partita

19 Ottobre 2020 Emisfero Sud