Bernard Laporte: “Contiamo di avere il pubblico a settembre”

Il Presidente della FFR ha parlato di armonizzazione dei calendari citando le parole di Richie McCaw

Bernard Laporte, vice-presidente di World Rugby e massimo dirigente della federazione francese, ha rilasciato un’intervista all’Equipe nella quale ha provato a “fare le carte” al futuro del rugby, sia transalpino che mondiale. Facendo il punto sulla situazione odierna, Laporte ha sottolineato come si possa parlare in maniera decisamente più ottimistica rispetto a poche settimane fa, con le prime luci verdi del governo francese che, ad esempio, permetteranno ai club di tornare ad allenarsi. Preparazione a partire da luglio, e poi a settembre via col nuovo campionato, nel quale potrebbe esserci il pubblico “Hanno riaperto i bar e altre attività, vuol dire che ci potranno essere tifosi negli stadi. Non sono preoccupato per il futuro, magari il 70/80% dei posti potrà essere riempito”.

Leggi anche: Le 10 regole sperimentali approvate da World Rugby per la ripartenza del gioco

Queste le parole di Laporte, che ha poi ampliato lo sguardo dalla Francia al mondo intero, dove i problemi invece non mancano: “Questo periodo è stato molto duro, soprattutto per l’incertezza che ha portato. Ci sono ancora situazioni complicate, com’è il caso del rugby a 7: non sappiamo se le World Series ripartiranno presto, è molto complicato pensare di spostare così tanti atleti provenienti da paesi e situazioni diverse, ed è impossibile metterli in quarantena prima e dopo ogni torneo”.

C’è anche il discorso legato ai test-match previsti per novembre, dopo che quelli di luglio sono stati sospesi, per i quali il dirigente francese indica giugno come data entro la quale si chiarirà la situazione, sottolineando come non morirà nessuno se per una stagione non si incontrassero i due emisferi. A proposito di questo, si è parlato anche dell’armonizzazione dei calendari: “Stiamo andando avanti molto bene, lavorando a stretto contatto con le federazioni. Ho molto apprezzato Richie McCaw che ha parlato dell’esigenza di allineare i pianeti, serve fare in modo che ogni partita valga per qualcosa. Anche un singolo test match deve mettere in palio dei punti per decretare alla fine un vincitore”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

World Rugby: rivisto il sistema di scelta della sede per il Mondiale 2027, con l’Australia indicata come migliore opzione

Discorso analogo, sul fronte femminile, per la (caldeggiata) scelta dell'Inghilterra nel 2025

25 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby cambia la regola sull’eleggibilità nel rugby internazionale

La cosa riguarda il possibile cambio di "casacca" di giocatori che hanno già all'attivo dei caps

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Dubai 7s, le World Series ripartono con un doppio appuntamento

Con il doppio appuntamento di Dubai 7s, dal 26 novembre prendono il via le Sevens World Series 2022, con formula ad hoc per la crisi Covid. Nuova Zela...

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Rob Kearney saluta il rugby, sabato l’ultima recita in maglia Barbarians

La partita si disputerà sabato a Twickenahm contro Samoa

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Stephen Larkham non rinnova con Munster, tornerà in Australia

La scelta dettata da ragioni personali

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Ranking femminile: la Francia sfiora la storia, trema la Nuova Zelanda

Novembre terrificante per le Black Ferns, sconfitte in maniera netta per quattro volte. Vincono Inghilterra, Canada e Irlanda

23 Novembre 2021 Rugby Mondiale