Bernard Laporte: “Contiamo di avere il pubblico a settembre”

Il Presidente della FFR ha parlato di armonizzazione dei calendari citando le parole di Richie McCaw

Bernard Laporte, vice-presidente di World Rugby e massimo dirigente della federazione francese, ha rilasciato un’intervista all’Equipe nella quale ha provato a “fare le carte” al futuro del rugby, sia transalpino che mondiale. Facendo il punto sulla situazione odierna, Laporte ha sottolineato come si possa parlare in maniera decisamente più ottimistica rispetto a poche settimane fa, con le prime luci verdi del governo francese che, ad esempio, permetteranno ai club di tornare ad allenarsi. Preparazione a partire da luglio, e poi a settembre via col nuovo campionato, nel quale potrebbe esserci il pubblico “Hanno riaperto i bar e altre attività, vuol dire che ci potranno essere tifosi negli stadi. Non sono preoccupato per il futuro, magari il 70/80% dei posti potrà essere riempito”.

Leggi anche: Le 10 regole sperimentali approvate da World Rugby per la ripartenza del gioco

Queste le parole di Laporte, che ha poi ampliato lo sguardo dalla Francia al mondo intero, dove i problemi invece non mancano: “Questo periodo è stato molto duro, soprattutto per l’incertezza che ha portato. Ci sono ancora situazioni complicate, com’è il caso del rugby a 7: non sappiamo se le World Series ripartiranno presto, è molto complicato pensare di spostare così tanti atleti provenienti da paesi e situazioni diverse, ed è impossibile metterli in quarantena prima e dopo ogni torneo”.

C’è anche il discorso legato ai test-match previsti per novembre, dopo che quelli di luglio sono stati sospesi, per i quali il dirigente francese indica giugno come data entro la quale si chiarirà la situazione, sottolineando come non morirà nessuno se per una stagione non si incontrassero i due emisferi. A proposito di questo, si è parlato anche dell’armonizzazione dei calendari: “Stiamo andando avanti molto bene, lavorando a stretto contatto con le federazioni. Ho molto apprezzato Richie McCaw che ha parlato dell’esigenza di allineare i pianeti, serve fare in modo che ogni partita valga per qualcosa. Anche un singolo test match deve mettere in palio dei punti per decretare alla fine un vincitore”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Le 10 persone più influenti ad Ovalia per Rugby World Magazine

In vetta Siya Kolisi, capitano degli Springboks campioni iridati 2019

7 Luglio 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

5 talenti che avremmo potuto vedere al mondiale Under 20

Scelti fra coloro che non abbiamo già visto nello stralcio di Sei Nazioni under 20 contro gli azzurrini

29 Giugno 2020 Rugby Mondiale / JR Rugby World Cup
item-thumbnail

Matt Giteau a Los Angeles?

Per i media australiani è fatta: un anno in più per il centurione australiano che aveva annunciato il ritiro a fine stagione

28 Giugno 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: tutte le cifre del più grande evento sportivo dell’anno scorso

Una Coppa del Mondo vinta soprattutto fuori dal campo. Impatto eccezionale del turismo

24 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Test match: Giappone, Fiji e Sei Nazioni, come potrebbe essere il prossimo novembre

E come invece dovrebbe funzionare il calendario internazionale da approvare entro agosto

24 Giugno 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rassie Erasmus ha lottato silenziosamente per la propria salute durante la Rugby World Cup

L'ex Munster non ha voluto che i media distogliessero l'attenzione dalla squadra, mantenendo privata la faccenda

21 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup