Meglio il rugby a 15 o a 13?

La “Clash of the codes” mise di fronte Bath e Wigan nel 1996: scopriamo chi ebbe la meglio

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Galeone 2 Maggio 2020, 13:04

    Mi sono divertito, di questi tempi è gia’ qualcosa, bell’idea…..
    Che fine avra’ fatto il J. Tedesco cosi forte nel XIII ? Non è che ha voglia di passare al 15 magari in Europa, magari con la Benetton al posto, fra un paio di anni , di Hayward ???

    • RFC 2 Maggio 2020, 13:21

      Seee, magari!
      Tedesco é una superstar del league e credo che quello che guadagna lì nell’union neanche se lo sognerebbe.
      Ragazzi, ci sono dei giocatori nel league che farebbero sfracelli nell’union.
      Diciamo così: i migliori del league sono decisamente meglio dei migliori del league a livello fisico e tecnico.
      Poi nell’union ci sono altre componenti che contano, ma, tanto per capirci, in media un giocatore di league vince sempre l’uno contro uno.

    • Waene 2 Maggio 2020, 21:54

      Tedesco è a Sydney, sponda Roosters, e sta bene lì! 😆
      Comunque, queste sfide fra codici se ne vedono ancora di tanto in tanto, anche se a livello amatoriale o poco più.

  2. RFC 2 Maggio 2020, 13:22

    Ovviamente dei migliori dell’union…

  3. Camoto 2 Maggio 2020, 15:09

    La perfezione non esiste.
    I 6 tentativi al posto delle ruck mi sembrano ridicoli, d’altro conto non sopporto molto le touche/maul. Il gesto della touche è bellissimo, ma spesso la maul che ne consegue premia i più furbi. Mi piacerebbe limitare i metri che si possono guadagnare a 2/3, premiando le piattaforme che ne possono derivare.

    • RFC 2 Maggio 2020, 20:30

      In realtà i 6 tentativi ti obbligano a non fare errori, cosa che, invece, nell’union è molto più concesso.
      Posso solo invitarti a guardare un po’ di partite di Nrl (non c’è paragone con la super league). Più lo conosci e più sarai in grado di apprezzare i dettagli.
      In più ci sono due cose che me lo fanno preferire all’union degli ultimi tempi:
      1) regole chiare, facilmente interpretabili e uso molto più avanzato del “tmo” che, per esempio, viene sentito da tutto lo stadio. Il doppio arbitro fa il resto.
      2) il comportamento dei giocatori che sono da sempre professionisti per cui hanno il loro stile che, paradossalmente, è più simile a quello amatoriale dell’union di qualche tempo fa. I “nostri” professionisti, invece, a me sembrano sempre più dei calciatori…

      • Waene 2 Maggio 2020, 22:01

        Non ho capito bene cosa intendi al secondo punto, ma sull’atteggiamento di molti league footballers in NRL ce ne sarebbero di cose da dire.

        • RFC 3 Maggio 2020, 10:22

          Intendo che il fatto di essere professionisti da sempre ha fatto in modo che certi comportamenti “sportivi” e rispettosi non si sono mai persi. Nell’union, invece, a me sembra che la giovane trasformazione al professionismo abbia in qualche modo portato più a scopiazzare i calciatori che a mantenere certi valori fondamentali e che hanno reso il nostro sport differente.
          Io vedo sempre più atteggiamenti pallonari (vedi per esempio il campionato francese e tutte le sceneggiate su calciatori che vengono sfiorati dopo aver calciato).

          • Waene 3 Maggio 2020, 17:14

            Beh, seguo l’NRL da una vita e ti assicuro che di proteste contro gli arbitri o di scorrettezze nei confronti degli avversari se ne vedono più lì che in tutti i maggiori campionati Union messi insieme. Se poi ci mettiamo anche le polemiche e le diatribe fra tifosi…

  4. Sandokan 2 Maggio 2020, 15:19

    Scott Quinell ci ha fatto tantissimo male con la maglia del Galles…

  5. Andrea B. 2 Maggio 2020, 22:38

    A me il League piace e non piace. Vedere gli highlights è molto divertente, se osservi quelli di partite di anni fa vedi schemi offensivi che poi il rugby ha copiato solo anni dopo. Però una partita intera mi annoia un po’… azione placcaggio ripartire dal punto , azione placcaggio ripartire dal punto, così via per cinque volte e a quel punto, con ancora un placcaggio da “spendere”, se sei troppo lontano dalla linea di meta avversaria per sperare di segnare, un bel calcio di liberazione per far partire gli avversari più indietro possibile… Fa un po’ film porno per intero: 80 minuti della stessa azione a martello 😅
    Qualcuno ha detto che rugby e league sono come scacchi vs dama quanto a varietà e profondità e forse è vero, il rugby anche grazie alla mischia ha più varietà e combinazioni.
    Piccola nota storica: il league nasce inizialmente come scisma nel rugby perché i club “proletari” in Inghilterra volevano che ai loro giocatori fosse riconosciuto un compenso per le giornate di lavoro perse (all’epoca non c’era la mutua) a causa di eventuali infortuni in campo… I club di aristicratici e di universitari dissero no e così i club più popolari si fecero una “lega” tutta loro. La differenzazione nelle regole e il permesso al professionismo vennero successivamente. Siccome la maggior parte dei club di league erano nelle città operaie del nord, la particolarità geografica si è mantenuta al punto che, ai tempi del dilettantismo nel rugby, andare a giocare a league per guadagnare si esprimeva con il termine “goin’ north”…

  6. RigolettoMSC 2 Maggio 2020, 22:50

    Da ignorante del Rugby a 13 vorrei fare una domanda, ma Bath nella prima sfida non ha, in un certo senso, sbagliato formazione? Voglio dire, Bath ha schierato Yates (pilone) e Haag (seconda), giocatori in ruoli che in un gioco molto estremamente dinamico come il Rugby a 13 a occhio non sono molto a loro agio. Poi, di sicuro, avrebbero perso lo stesso, sono sport simili e comunque profondamente diversi e una squadra ai massimi livelli di un codice difficilmente può perdere con un’analoga dell’altro codice, ma così secondo me si sono votati alla catastrofe, che infatti è arrivata.
    Poi, magari, ho detto una bestialità.
    Tanto, una più una meno… 🙂

    • RigolettoMSC 2 Maggio 2020, 23:55

      Poi scritta così… Ho corretto (male) un testo che non mi soddisfaceva producendo questa perla. Meglio andare a dormire.

  7. RigolettoMSC 2 Maggio 2020, 22:59

    Per la redazione: ogni volta che si accede al vostro sito certificare di non essere un bot, attraverso verifiche ripetute e spesso piuttosto sibilline, è un po’ seccante,
    1 – succede solo a me e allora bon;
    2 – una volta accertato che un dato account non è un bot insistere con la richiesta di verifica mi pare un eccesso di zelo che non solo è seccante, ma scoraggia l’accesso al vostro sito;
    3 – scoraggiare l’accesso è esattamente l’effetto che si vuole ottenere.
    Volevo dirvi che se si tratta del caso 3 con me state avendo successo. 😉

    • Redazione 3 Maggio 2020, 01:15

      In fianco al bottone login e sotto al captcha basta mettere un flag su “Ricordami” così non sarà costretto a fare login tutte le volte. (Purtroppo il sistema non può riconoscerla a priori e sapere che il suo account è accertato se ancora non ha effettuato i login… 🙂

  8. mic.vit 2 Maggio 2020, 23:49

    parto dal dettaglio ma per me seguire una partita di league è impossibile, dopo 10 minuti o tolgo l’audio o non riesco più ad ascoltare la chiamata dell’arbitro durante placcaggio e liberazione…quel mouuuuve che diventa ripetitivo, monocorde…un calvario!
    poi le fasi statiche sono irrinunciabili, certo se le mischie non cadessero, se le touche fossero più veloci…basterebbe fischiare molti più falli indiretti…e la 6a azione del league sarebbe di fatto acquisita…

    • RFC 3 Maggio 2020, 11:02

      Ma quindi, tu ti entusiasmi a vedere partite con 30 fasi di un passaggio e ruck?
      No, perché ormai il rugby è diventato questo…
      Almeno nel league ne puoi fare solo 6 (che, nella sostanza sono 4…).

      • mic.vit 3 Maggio 2020, 15:04

        si, anche 40! dipende dal contesto ovviamente…guarda che il league può sembrare molto più spettacolare ma è di una sistematicità assurda…

        • aries 3 Maggio 2020, 22:16

          Aahhh… Sto ancora sbavando dopo 5 minuti che ľho rivista! E ho sbavato per un paio di giorni dopo quella partita! Quel calcio dopo 20 fasi, ho raggiunto tipo 180 pulsazioni al minuto! 🤤

          • mic.vit 4 Maggio 2020, 01:59

            quei momenti in cui vorresti farti un sorso di birra ma non riesci ad alzare la bottiglia perchè hai paura di coprire la fase giusta…per la serie: eresie tipo la birra con la cannuccia ed eventuali eccezioni…

Lascia un commento

item-thumbnail

Il simpatico consiglio di Nigel Owens a Rob Kearney, per il post carriera

L'arbitro gallese si è espresso nel merito, attraverso twitter

21 Settembre 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Il Galles e Macron insieme per i prossimi 7 anni

L'azienda Italiana diventa sponsor tecnico delle nazionali gallesi con un accordo che coinvolge anche il rugby di base

17 Settembre 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #76: la bella sconfitta di La Rochelle

La meta più bella è degli sconfitti dello scorso weekend, in una partita contro Tolosa che ha regalato tesori per gli occhi

17 Settembre 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Georgia: spara a un giocatore, arrestato il vicepresidente della federazione

Merab Beselia ha ferito ad una gamba l'ex capitano della nazionale Sevens Ramaz Kharazishvili

17 Settembre 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto tv del weekend ovale

Due match in programma con titoli in palio: Ranfurly Shield e Super Rugby australiano. Chi li alzerà al termine degli 80 minuti?

17 Settembre 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Autumn Nations Cup in tv: Amazon Prime trasmetterà ufficialmente il torneo nel Regno Unito

14 partite (su 16) verranno trasmesse così su un "nuovo" broadcaster

11 Settembre 2020 Terzo tempo