Dopo Zebre-Brive: le parole di Michael Bradley e Giulio Bisegni

Focus sulla brutta parte finale di partita, ma anche soddisfazione per la seconda vittoria consecutiva in casa ducale

ph. Massimiliano Carnabuci

Michael Bradley e Giulio Bisegni sono intervenuti in conferenza stampa dopo Zebre-Brive di Challenge Cup per commentare la seconda vittoria consecutiva dei ducali, ottenuta davanti ai circa 2000 spettatori del San Michele, a Calvisano. Il primo a parlare è stato il laziale, confermato come capitano per il terzo match di fila, che si è soffermato anche sulle difficoltà nella gestione del match nel finale, quando i francesi hanno sfiorato una clamorosa e impronosticabile (fino al 65′ circa) rimonta.

B”Il nostro feedback principale deve essere il primo tempo, dove abbiamo tenuto sotto controllo l’avversario sia in possesso sia in territorio. Non è successo nel secondo tempo, con quel finale un po’ al cardiopalma. Mentalmente dobbiamo stare sempre sul pezzo. C’è stata una mancanza di concentrazione nel secondo tempo e loro sono stati in grado di riaprire la partita, sfruttando anche i cambi”.

“Sappiamo che le squadre francesi sono molto fisiche e amano giocare sulla continuità diretta – ha continuato Bisegni – Sapevamo di dover mettere bene pressione e di farli correre, utilizzando anche il gioco al piede”.

“Nel primo tempo abbiamo vinto la partita e abbiamo conquistato i cinque punti – ha detto Bradley – Abbiamo avuto qualche opportunità di aumentare questo vantaggio nel secondo tempo. Non l’abbiamo fatto, ma in genere in tutte queste partite il momentum cambia sempre. Abbiamo cominciato a concedere loro qualche occasione e le hanno sfruttate. Ci sta prendere una meta, ma dopo abbiamo subito troppi falli, un giallo e poi un’altra meta: abbiamo perso il nostro momentum, mentre Brive ha preso confidenza. Dobbiamo imparare a gestire queste situazioni sul campo”.

“Abbiamo ottenuto due vittorie, magari ce ne sarà una terza ” – ha continuato sorridendo Bradley, interrotto poi da Bisegni che gli suggerisce: “Magari anche quattro”, riferendosi al derby pre-natalizio contro il Benetton. “Wait, wait, wait…”, è la risposta di Bradley, divertito dal siparietto. “Guardiamo alle prossime partite sicuramente con fiducia, ed è molto positivo per noi”.

A Bisegni poi è stato chiesto un commento sull’accoglienza ricevuta a Calvisano, dopo il cambio di location nei giorni precedenti alla sfida a causa dell’impraticabilità del campo al Lanfranchi. “È una città che risponde benissimo a questi eventi, perché vive di questo. Il tifo è stato lo stesso che abbiamo in genere a Parma. Qui c’è una tradizione più radicata rispetto a Parma, il fatto che sia una cittadina piccola per dimensioni ha influito nella risposta a questa partita”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Contro Glasgow create molte opportunità, risultato deludente”

Michael Bradely si dice deluso per il risultato del match contro Glasgow Warriors di sabato, ma guarda avanti con ottimismo verso il futuro.

item-thumbnail

Video, URC: gli highlights di Zebre-Glasgow Warriors

6 punti per i ducali tutti dal piede di Canna

item-thumbnail

URC: Glasgow è scialba, ma le Zebre commettono solo errori

Finisce 17-6 per gli scozzesi la sfida del Lanfranchi. Partita alla portata, ma Zebre sprecone. Quarta sconfitta consecutiva

item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors

Gli emiliani vanno a caccia della prima vittoria, gli scozzesi vogliono continuare a fare bene. Calcio d'inizio alle ore 14

item-thumbnail

Zebre: lungo stop per Gabriele Di Giulio

Frattura scomposta del piatto tibiale esterno, per lo sfortunato trequarti ducale

item-thumbnail

Zebre: rivoluzione nel XV di partenza che aspetta Glasgow

Dodici novità dal primo minuto per i ducali che inseriscono tanti giocatori nel giro della Nazionale per puntare al primo successo stagionale