Pro14: Benetton, un altro scontro diretto contro gli Scarlets

I Leoni puntano al successo a Llanelli, dove la vittoria è sempre sfuggita negli ultimi due anni. Kick-off alle ore 20:35

benetton rugby

ph. Ettore Griffoni

Le ultime due partite giocate dal Benetton a Llanelli hanno seguito lo stesso filo conduttore. Scarlets in vantaggio, Leoni rimasti in 14 per un cartellino rosso, partita apparentemente finita e invece ribaltata grazie a prestazioni superlative da parte dei biancoverdi, che poi nel finale però hanno pagato ugualmente l’inferiorità numerica perdendo in volata.

Una vittoria in trasferta, però, ora sarebbe fondamentale per la squadra trevigiana, che deve necessariamente iniziare a vincere anche lontano fuori dall’Italia. L’ultimo successo all’estero dei Leoni risale all’1 dicembre 2018 contro i Kings, in Sudafrica: nel frattempo sono arrivati dei prestigiosi pareggi contro Ulster e Leinster, ma nessuna vittoria. A ottobre i biancoverdi hanno sprecato una grossa occasione contro gli Ospreys, ma ora hanno di nuovo la possibilità di mettere nel mirino un successo in terra straniera, in quello che può essere considerato (insieme a Munster-Ulster) il match più importante del sesto turno di Pro14.

Rispetto alla partita di Swansea di qualche settimana fa, naturalmente, la sfida agli Scarlets è decisamente più complicata. La squadra allenata dal neozelandese Brad Mooar ha vinto quattro partite su cinque, perdendo solo a Edimburgo in maniera inaspettatamente pesante (46-7); in casa però ha già battuto Connacht e Cheetahs, mentre in trasferta si è imposta a Glasgow contro i Warriors. Il cambio della gestione tecnica, insomma, per ora non ha pesato nell’economia del gioco degli Scarlets, che hanno mantenuto la consueta fluidità in fase offensiva e sono capaci di segnare mete in tanti modi diversi.

Il Benetton visto contro Edimburgo non è ancora la squadra dello scorso anno, nonostante la vittoria. Del resto, quella di sette giorni fa è stata solo la prima partita della stagione biancoverde con tanti nazionali in campo, molti dei quali saranno di nuovo in azione al Parc y Scarlets. In questo senso, i Leoni possono vantare un discreto vantaggio: gli Scarlets per forza di cose non possono contare ancora su nessun giocatore reduce dal Mondiale, mentre Kieran Crowley ha a disposizione diversi pilastri della nazionale italiana come Hayward, Allan, Tebaldi, Steyn, Negri, Ruzza e il rientrante Riccioni (con Pasquali e Budd in panchina).

Ma soprattutto in campo ci sarà anche Nasi Manu: dopo aver giocato la Rugby World Cup con Tonga, il lungo viaggio dopo la malattia dello scorso anno si concluderà idealmente a Llanelli, dove il tongano tornerà a vestire la maglia del Benetton dopo oltre un anno e mezzo (ultima presenza nell’aprile 2018). La presenza di Manu è importante anche per dare riposo a Toa Halafihi, che da quando è arrivato a Treviso ha giocato letteralmente tutte le partite iniziando sempre dal primo minuto. Rientra anche Ioane, mentre è fuori per infortunio Tavuyara tra le ali.

L’unico giocatore internazionale a disposizione di Mooar, invece, è il nazionale scozzese Blade Thomson, terza linea di ottime mani. Per la difesa dei Leoni, coriacea contro Edimburgo, sarà uno dei giocatori da tenere d’occhio insieme al mediano di mischia Kieran Hardy e all’estremo Johnny McNicholl.

– Leggi anche: l’intervista a Ignacio Brex prima di Scarlets-Benetton

Calcio d’inizio alle ore 20:35, diretta streaming su DAZN

Le formazioni

Scarlets: 15 Johnny McNicholl, 14 Corey Baldwin, 13 Steff Hughes (c), 12 Paul Asquith, 11 Steff Evans, 10 Dan Jones, 9 Kieran Hardy, 1 Phil Price, 2 Taylor Davies, 3 Samson Lee, 4 Lewis Rawlins, 5 Steve Cummins, 6 Ed Kennedy, 7 Josh Macleod, 8 Blade Thomson
A disposizione: 16 Marc Jones, 17 Rob Evans, 18 Werner Kruger, 19 Juandre Kruger, 20 Uzair Cassiem, 21 Dane Blacker, 22 Ryan Lamb, 23 Kieron Fonotia

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (c), 9 Tito Tebaldi, 8 Nasi Manu, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio
A disposizione: 16 Engjel Makelara, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Niccolò Cannone, 20 Dean Budd, 21 Giovanni Pettinelli, 22 Dewaldt Duvenage, 23 Antonio Rizzi

Daniele Pansardi

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Se Ioane torna, bene, altrimenti faremo a meno di lui”

Il capo allenatore dei Leoni è stato chiaro: "Per me vige il concetto di squadra, non del singolo"

item-thumbnail

Benetton, Zatta: “Abbiamo obiettivi importanti. La Challenge? Non esistono squadre facili”

Il presidente introduce la stagione 2022-23: "Puntiamo a giocarci le nostre carte"

item-thumbnail

United Rugby Championship: le date e gli orari delle partite del Benetton

Tutte le informazioni su quando giocheranno i Leoni nel prossimo campionato

item-thumbnail

Benetton Rugby, Sam Hidalgo-Clyne: “Voglio portare il mio contributo proponendo un gioco rapido e istintivo”

Il mediano di mischia ha raccontato le sue prime impressioni con indosso la maglia biancoverde

item-thumbnail

Benetton-Ioane, la rabbia di Zatta: “Non ha rispettato i patti”, si rischiano le vie legali

Il presidente: "Prima Garbisi, poi Gustard. Non possiamo rimetterci ogni volta"

item-thumbnail

Benetton, Lorenzo Cannone: “Parto dai Leoni e punto alla maglia della Nazionale maggiore”

L'avanti dei Leoni è reduce dalla prima settimana di lavoro in biancoverde e non nasconde grandi ambizioni per la prossima stagione