David Pocock non giocherà più in Australia in carriera

Lo ha annunciato lo stesso terza linea, che ora cercherà di recuperare da un complicato infortunio al polpaccio per giocare la Rugby World Cup

ph. Jason O’Brien/Action Images

David Pocock ha annunciato ufficialmente che non giocherà più per i Brumbies e nel Super Rugby nella sua carriera. Era una decisione che si attendeva da qualche giorno, dopo le recenti dichiarazioni di Dan McKellar in cui il coach della franchigia aveva anticipato una possibile chiusura anticipata della stagione con il club da parte del terza linea. Pocock dunque salterà le ultime partite del Super Rugby con i Brumbies e cercherà di recuperare da un complicato infortunio al polpaccio in tempo per la Rugby World Cup 2019, il reale obiettivo del giocatore. A fine anno, invece, le strade per Pocock sono due: una nuova esperienza all’estero (ha già giocato in Giappone) oppure il ritiro dal rugby.

È frustrante – ha detto Pocock – Ho cercato di lavorare per essere in piena forma a dicembre, e poi al primo giorno di raduno a gennaio ho avuto questo strappo al polpaccio. Da quel momento è stato un continuo problema […] Dopo aver parlato con il coach e con il CEO Phil Thomson, penso che la cosa migliore ora sia non avere troppo stress e fare le cose nel modo giusto, piuttosto che continuare a fare quello che stavo facendo”.

“Tutti gli specialisti con cui ho parlato hanno detto che il mio infortunio è piuttosto raro, per cui ho davvero bisogno di seguire un percorso corretto e ricavarmi un po’ più di tempo – ha continuato Pocock, parlando del problema al polpaccio – Sono stato vicino a essere al 70-80% della forma e pensavo di essere ormai vicino al rientro”.

In questa stagione, Pocock ha giocato appena 150 minuti in tre partite: la sua ultima apparizione con i Brumbies resterà dunque quella dell’8 marzo contro i Rebels, la 112esima nel Super Rugby. In una carriera sempre tormentata dai tanti infortuni, Pocock ha giocato solo 43 partite con i Brumbies, saltandone 57, sufficienti comunque per far dire a Dan McKellar che il suo impatto sulla squadra è stato “enorme”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Gli infiniti viaggi dei Sunwolves

Quanti aerei cambiano i nipponici per le trasferte del Super Rugby? Lo ha riassunto in un tweet Harumichi Tatekawa

18 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Cosa è successo nell’ultima giornata del Super Rugby 2019

Alla fine la Nuova Zelanda ha portato ancora quattro squadre ai playoff. E poi la vittoria allo scadere degli Sharks, il ritorno dei Bulls e molto alt...

16 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2019: il tabellone dei playoff

Le vittorie di Bulls, Chiefs, Highlanders e Sharks hanno definito i quarti di finale, che inizieranno il prossimo weekend

15 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Malcolm Marx rinnova il contratto e si prende un periodo sabbatico dopo la RWC

Il nuovo contratto tutelerà il giocatore concedendogli sei mesi di pieno recupero

14 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Nehe Milner-Skudder dovrà essere operato per la terza volta

Sempre alla spalla, la stessa già operata nel 2016 e nel 2017. Il trequarti non gioca dallo scorso novembre

11 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Cos’è successo nella penultima giornata di Super Rugby

Jaguares e Brumbies hanno vinto le rispettive Conference. Ancora da decidere gli ultimi slot per i playoff

9 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby