Ufficiale: Luca Bigi giocherà nelle Zebre Rugby dalla prossima stagione

Il tallonatore del Benetton e della nazionale si trasferirà a Parma per restare più vicino alla propria famiglia

luca bigi

Luca Bigi durante Benetton-Harlequins (ph. Ettore Griffoni)

Luca Bigi sarà un nuovo giocatore delle Zebre Rugby a partire dalla prossima stagione. Il tallonatore reggiano si sposterà a Parma dopo quattro stagioni con il Benetton, in cui ha collezionato 56 presenze e 8 mete. Alla base di questo trasferimento, per Bigi – che aveva rinnovato lo scorso anno fino al 2019 – ci sono dei motivi familiari: “Da circa un anno mia moglie e mio figlio vivono a Reggio Emilia ed ovviamente hanno bisogno di me, per cui la priorità in questo momento è avvicinarmi alla mia famiglia. Alle Zebre porterò la mia esperienza e la mia voglia di rimettermi in gioco cercando anche nuovi stimoli e ritrovando amici e compagni di nazionale”.

Il 27enne, passato nel corso della carriera da Viadana, Reggio e Petrarca prima di salire nel Pro14, ha esordito in nazionale nel giugno del 2017, giocando da quel momento 19 partite in azzurro di cui 9 da titolare. “Ovviamente sono molto dispiaciuto di lasciare, dopo quattro stagioni, questo club in cui sono cresciuto umanamente e sportivamente diventando il giocatore che sono […] Ringrazio il club e tutti coloro con cui ho collaborato, adesso ci attende un finale di campionato che potrebbe portarci a raggiungere traguardi storici per cui intento dare il massimo e chiudere nel miglior dei modi la mia parentesi a Treviso”.

Del trasferimento di Bigi ha parlato anche il direttore sportivo Antonio Pavanello. “Ci dispiace perdere un giocatore ma soprattutto una persona come Luca, in questi quattro anni lui è cresciuto noi e noi siamo cresciuti con lui. Siamo veramente rimasti contenti del percorso che ha fatto, negli anni si è dimostrato sempre di più una pedina importante all’interno della nostra squadra – ha detto Pavanello –  Luca ci lascia per motivi familiari, sportivamente ci dispiace, ma allo stesso tempo siamo contenti per lui perché continuare a giocare a rugby a questi livelli stando vicino a sua moglie ed al piccolo”.

Il reparto dei tallonatori delle Zebre – composto al momento da Oliviero Fabiani, Massimo Ceciliani e Luhandre Luus – si arricchisce quindi di un giocatore solido ed esperto a livello Pro14 e internazionale. Il Benetton, che ora in rosa ha Hame Faiva, Tomas Baravalle, Engjel Makelara e Ornel Gega, al momento non è sul mercato per sostituirlo.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Marco Lazzaroni ed il club dei centurioni (in attività) del Benetton Rugby

Il ragazzo friulano è il sesto in rosa ad abbattere la barriera delle 100 presenze in biancoverde

20 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: nel consiglio direttivo si è parlato dell’Accademia U20 per la stagione 2020/21

Il rinnovo con FIR per il PRO14 e ulteriori migliorie al Monigo sono alcune dei temi discussi dall’assemblea dei vertici del club

20 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Il Benetton dopo Dublino: intervista a Giovanni Pettinelli

"Abbiamo giocato con una fisicità e un'intensità veramente importante", ha detto il flanker, che ha parlato anche della sua crescita personale

18 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Champions Cup: gli highlights di Leinster-Benetton

Una partita da otto mete: cinque degli irlandesi, tre degli italiani

17 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

La sfida al colosso Leinster e l’emozione di un ritorno: il Benetton Rugby in Champions Cup

Parte da Dublino il viaggio del Benetton nell'Europa che conta, fra difficoltà e voglia di vincere

16 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: la formazione per l’esordio in Champions Cup con Leinster

Kieran Crowley sceglie Ian Keatley in cabina di regia. Assenti Monty Ioane e Ratuva Tavuyara

15 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. gian 29 Marzo 2019, 14:38

    molto bene per le zebre e per il panorama PRO italico, la distribuzione delle forze non può che far bene a livello movimento, treviso, invece, perde una bella pedina, diciamo che ha di cui consolarsi, ma è, comunque, una uscita importante

  2. SilverShadow 29 Marzo 2019, 14:41

    Positivo per il giocatore e la sua famiglia
    Positivo per le Zebre
    Negativo per Treviso, che perde un tallonatore affidabile
    (forse) Positivo per Treviso e la nazionale, segno di un possibile rientro di Gega, su cui non avevo personalmente speranze

    • LiukMarc 29 Marzo 2019, 15:12

      Se a Treviso stanno tutti bene, hanno la coperta per la stagione (4 tallonatori non sono pochi). Eventualmente ci sono un paio di giocatori in Top12 che potrebbero fare comodo come permit se serve.
      Mossa positiva per la famiglia di Bigi sicuramente, e intelligente per la nazionale, che cosi “spalma” i tallonatori in maniera più bilanciata tra Parma e Treviso

  3. Dusty 29 Marzo 2019, 15:37

    Bel colpo per le Zebre che dimostrano di avere ancora a disposizione qualche euro da spendere. A questo punto credo che uno dei due giovani tallonatori saluterà Parma.

  4. xnebiax 29 Marzo 2019, 15:38

    Se le Zebre avessero 2 giocatori di qualità in ogni ruolo sarebbe già un grande passo in avanti. Meglio sarebbero tre, ma mancano i soldi.

    • gian 29 Marzo 2019, 16:24

      resto dell’idea che l’ideale sarebbero delle rose da 40 giocatori con un paio di “titolari” per ruolo (poi chiaro che 2+2 ali sono una cosa e 2 piloni dx e 2 sx un altra e ce ne vogliono altri 1 o 2 minimo per questo ruolo), tra italiani e stranieri, il meno possibile, e un giovane in formazione per spot, più una decina di PP, a franchigia e con contratti brevi, se poi volessimo fare dei contratti centralizzati ad una ventina di giocatori, da gestire come vuole lo staff tecnico della nazionale, sia come distribuzione alle squadre, che come impiego, invece di girare i soldi ai club, sarebbe ancora meglio

  5. gian 29 Marzo 2019, 16:18

    comunque da altre fonti sembra che sia un trasferimento abbastanza preparato a tavolino, non tanto una scelta del ragazzo avvallata dal club, ciò non sarebbe assolutamente male, anzi, ma vorrei capire meglio, qualcuno ha notizie più precise?

  6. LiukMarc 29 Marzo 2019, 17:01

    Ma sbaglio o a Parma dovrebbe arrivare anche Buonfiglio?

    • xnebiax 29 Marzo 2019, 20:50

      Pare di sì, ma da quel che ho capito non Fischetti che farà solo il permit. (È un’idiozia perché 4 piloni sx sono una quantità normale, ma probabilmente mancano i soldi per ingaggiarne 4 nello stesso ruolo).

      • LiukMarc 30 Marzo 2019, 08:52

        Si abbastanza un’idiozia. A destra dovrebbero tenerne 4, ma sinceramente uno non ha dimostrato granché a questo livello.
        Dovrebbero arrivare Lucchin e Bruno, spero vivamente anche Bianchi, lasciarlo in Top12 sarebbe idiozia ancora maggiore

  7. cammy 29 Marzo 2019, 17:54

    Buona cosa x le Zebre.. un pò meno in chiave nazionale.. se ghiraldini si ritira dalla nazionale come pare.. dei 4 tallonatori di Treviso, i due + forti non sono ancora nazionabili(mi pare), uno è un giovane che giocherebbe 20 minuti ogni tanto mentre Gega viene da un infortunio che l’ha visto fuori x quasi 2 anni.. mi pare difficile che i due italiani riescano a mettere in difficoltà Baravalle e Faiva.. mentre alle Zebre si ritroverebbero con i due papabili titolari in nazionale(escluso ghiraldini) che si rubano minutaggio l’un con l’altro.. potrebbe facilmente venir fuori un casino come è successo quest’anno x il ruolo di mm..

    • Camoto 29 Marzo 2019, 18:19

      Baravalle è stato puntato dai Pumas che hanno rinunciato a convocare solo chi gioca per squadre argentine.
      Comunque Makelara è un ottimo prospetto che ha fatto bene a Treviso nelle poche occasioni avute, penso sia uno di quei giocatori che verrà testato nel prossimo ciclo quadriennale. Il problema semmai sarà nel breve periodo, ovvero i mondiali, non tanto per la nazionale ma per le Zebre.
      Faiva dovrebbe essere convocabile da dicembre 2020.

  8. onit52 29 Marzo 2019, 22:49

    L’ anno scorso Bigi fu l’unico a firmare il rinnovo per un anno …dove tutti formavano per due.

  9. stmod 30 Marzo 2019, 10:13

    Mi pare di avere letto da qualche altra parte che c’e’ una possibilita’ che Ghiraldini torni a Treviso.
    Se fosse vero, con in contestuale recupero di Gega, questa mossa avrebbe senso.

  10. Parvus 30 Marzo 2019, 16:16

    felice per le zebre, un pò preoccupato per treviso che gli mancherà un bell’atleta.

  11. Sandokan 9 Maggio 2019, 02:24

    A suo tempo De Marchi e Ruza passarono da Parma a Treviso per avvicinarsi alla famiglia, questa volta e’ Bigi a fare il percorso inverso per lo stesso motivo.
    Ci sta.

Lascia un commento