Galles, nessuna fusione: le Regions resteranno le stesse

In un comunicato ufficiale la federazione ha scongiurato ogni ipotesi di fusione per il 2020/2021

Ph. Luca Sighinolfi

In Galles il Professional Rugby Board composto da membri della federazione gallese e rappresentanti delle quattro franchigie di Pro14 ha diffuso un comunicato in cui viene posta la parola fine a qualsiasi ipotesi di fusione ventilata nelle scorse settimane.

Mentre il Galles veleggiava, infatti, verso un glorioso Grande Slam, fra le mura di casa spiravano venti di bufera: sembrava praticamente certo lo scioglimento degli Ospreys in una delle altre Regions gallesi.

Una successiva battaglia portata avanti sia dalla squadra di Swansea, che dagli Scarlets e da diverse parti sia dell’opinione pubblica gallese che degli addetti ai lavori ha portato a una marcia indietro certificata nella mattinata di mercoledì dal comunicato congiunto fra Professional Rugby Board e Welsh Rugby Union.

“Nonostante il PRB abbia precedentemente supportato nei principi una fusione fra due squadre, l’opzione è stata successivamente tolta dal tavolo da entrambe le parti interessate – si legge – Questo significa che i budget sono quindi stati approvati e le trattative con i giocatori possono essere concluse, con una enfasi sull’assicurarsi i talenti gallesi.”

Fino a martedì, infatti, vi erano grossi dubbi sul destino di tanti giocatori, anche di primissima fascia. Le speculazioni di mercato erano già incominciate e Warren Gatland stesso aveva ammesso che il discorso stava turbando la serenità della nazionale gallese in ritiro.

Gareth Anscombe, precedentemente avvicinato a un futuro a Bath, non ha nascosto in settimana il suo disappunto: “Siamo una squadra di livello mondiale e i giocatori meritano di essere protetti. Abbiamo fatto molto di cui la federazione può essere orgogliosa, ora speriamo che Union e Regions possano venirsi incontro e proponga il miglior accordo possibile ai giocatori.”

Tutto rimarrà così, quindi, almeno per la prossima stagione. Il comunicato della federazione gallese si conclude poi con un invito: “Speriamo che i sentimenti generati dall’ipotesi di una fusione possano ora essere tradotti in un supporto per le squadre professioniste gallesi, per aiutare a creare un futuro sostenibile per il gioco in Galles.”

Insomma, a furor di popolo la situazione rimane quella che è, ma alcuni problemi di fondo da cui prendeva le mosse il cosiddetto Project Reset rimangono all’orizzonte.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Un grande lavoro di squadra, ma troppi errori ci hanno condannato”

Mike Bradley analizza la prestazione delle Zebre contro Edimburgo, fra aspetti positivi e altri su cui lavorare in vista delle prossime partite.

item-thumbnail

URC: le metamorfosi di Zebre e Benetton

Rispetto ai migliori risultati della propria storia, le due franchigie hanno capovolto le loro identità

24 Ottobre 2021 United Rugby Championship
item-thumbnail

URC: nel quinto turno cadono Ulster e Munster

I risultati delle altre: Leinster ancora imbattuto, Cardiff batte i Dragons nel derby gallese, a riposo le sudafricane

item-thumbnail

URC, le Zebre fanno progressi ma gli errori sono tanti. Vince Edimburgo 27-10

I ducali lasciano tutto sul campo, ma in attacco sono ancora balbettanti. Gli scozzesi centrano il bonus a tempo scaduto

item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Edimburgo

Gli emiliani cercano la prima vittoria stagionale, gli scozzesi invece vogliono riconfermarsi. Kick off alle 14

item-thumbnail

Benetton Rugby, Marco Bortolami: “Ci è mancata un po’ di pazienza e lucidità in attacco”

Il tecnico ha parlato al termine della partita persa di misura contro gli Scarlets