Italia: per Leonardo Ghiraldini rottura del crociato del ginocchio destro

Il Tolosa e lo staff medico della nazionale valuteranno insieme il piano per l’intervento e la riabilitazione

COMMENTI DEI LETTORI
  1. aries 18 Marzo 2019, 16:59

    In bocca al lupo campione!!

  2. try 18 Marzo 2019, 17:26

    Forza Leo.
    Ti aspettiamo per settembre!!

  3. Marte_ 18 Marzo 2019, 17:43

    E’ fattibile per il mondiale?

    • aries 18 Marzo 2019, 17:50

      Io non credo proprio… E mi dispiace tanto!
      Immagino però che non si possa far chiudere con una giornata come sabato.

    • masterbo 18 Marzo 2019, 18:03

      I tempi ci sono, si parla di 4 mesi per il ritorno in campo con le operazioni moderne. Nel frattempo mettiamo Parisse in una teca!!!!

  4. Nuvole! 18 Marzo 2019, 20:53

    Capisco il desiderio umano di tornare in campo prima il possibile, peró… non acceleriamo i tempi oltre il consigliabile, che ci va di mezzo la salute.

  5. xnebiax 18 Marzo 2019, 21:15

    In bocca al lupo. Io ci spero… ma di solito ci vogliono un paio di mesi in più. :/

  6. DropMan 18 Marzo 2019, 22:25

    In bocca al lupo!
    Per il mondiale comunque si può fare.

  7. mic.vit 19 Marzo 2019, 00:30

    crociato anteriore o posteriore?
    la differenza è enorme…perchè se è il primo, impossibile…se è il secondo le probabilità di disputare il mondiale ci sono!

    • luke10 19 Marzo 2019, 10:02

      Credo proprio sia anteriore, per il tipo di movimento. Mbanda per la stessa operazione ci ha messo 7/8 mesi per tornare in campo.

      • mic.vit 19 Marzo 2019, 16:06

        allora c’è poco da fare…. se non augurargli buona guarigione…

  8. Machete 19 Marzo 2019, 10:06

    considerando che è il suo ultimo appuntamenteo internazionale ci sta provarci anche col rischio che gli salti di nuovo alla prima partita
    conterà anche la parola del Tolosa…..anche se non ricordo se il rinnovo era fino al 2019 o 2020
    le possibilità sono veramente minime
    considerando la rieducazione
    la perdita di massa muscolare
    e l’eta

  9. aries 19 Marzo 2019, 12:13

    Ho letto di un’ipotesi piuttosto particolare, non conosco così bene la chirurgia da poter dire se sia vera o meno, parlano di espiantare un pezzo di legamento da un cadavere e trapiantarlo per accelerare il decorso… Boh!

    • mic.vit 19 Marzo 2019, 16:10

      la rottura totale comporta il fatto di doverti prendere un pezzo di legamento da qualche altra parte del corpo per poterlo riattaccare sennò è troppo corto…lo si fa con gli innesti di osso…esiste una specifica banca a bologna…ma si è soggetti a crisi di rigetto ed a quel punto si ricomincia tutto da capo…non è questo il caso…

  10. tommy64 19 Marzo 2019, 20:50

    Forza e coraggio vecio!

Lascia un commento

item-thumbnail

Onrugby Relive: Italia-Georgia, è il match da rivivere nel sabato azzurro

La sfida del novembre 2018, disputata al Franchi, vide la squadra di O'Shea imporsi nettamente sui rivali

22 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Maxime Mbandà “Ho provato sensazioni mai immaginate prima”

Il flanker delle Zebre e della Nazionale racconta la sua lunga esperienza con la Croce Gialla di Parma

21 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

91 anni di Azzurri!

Dal Montjuic di Barcellona all'Olimpico, auguri alla Nazionale italiana di rugby

20 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cosa ci fa l’Italia (ancora) nel Sei Nazioni?

Dopo l'editoriale del Times che auspica l'uscita dell'Italia dal Torneo abbiamo provato a fare un'analisi sul perché sia una cosa senza senso per tutt...

18 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cosa fanno oggi gli azzurri del XV ideale dell’epoca Sei Nazioni?

Solo 5 sono ancora in attività. Per gli altri una nuova carriera

17 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come gioca l’Italia di Franco Smith

Una analisi del gioco d'attacco degli Azzurri, sulla base delle tre gare giocate nel Sei Nazioni 2020

17 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale