Italia: Callum Braley vuole cogliere l’opportunità di giocare in azzurro

Il numero 9 di Gloucester si è detto entusiasta di far parte del gruppo di Conor O’Shea

COMMENTI DEI LETTORI
  1. LiukMarc 7 Marzo 2019, 11:30

    Be il ragazzo mi sembra bello entusiasta e pronto a giocarsi un posto quando sarà il momento. Per quanto a molti (me compreso) la pratica di prendere i giocatori per via di nonni e parenti faccia un po’ storcere il naso (con i dovuti distinguo, per esempio Sisi dice di essere da sempre molto legato all’Italia e alla sua famiglia italiana), Braley mi sembra una buona iniezione in un ruolo dove dipendiamo troppo da quella che può essere la crescita prossimo-futura di un pugno di 20enni (in attesa del miglior Violi post infortunio).

    • Fabruz 7 Marzo 2019, 13:21

      Sempre meglio prendere uno di 22 anni perché ha un nonno italiano che fare come fanno altri che prendono isolani di 14 anni senza alcun legame specifico e portarseli in casa. La nazionalità non è formazione rugbistica o sportiva, è appartenenza di sangue e di cultura

      • fracassosandona 7 Marzo 2019, 15:33

        questo passeggia con un maiale al guinzaglio, non sa mangiare gli spaghetti senza il cucchiaio e ordina il cappuccino insieme agli spaghetti alla bolognese… e tu mi vieni a parlare di appartenenza di sangue e cultura? fammi un favore, parla per te, va…

  2. pippobrutto 7 Marzo 2019, 13:08

    Onestamente, spero di vederlo dopo la coppa del mondo. Lui e Trussardi mm del futuro

    • balin 7 Marzo 2019, 15:03

      mi sa che Violi, Tebaldi e non solo loro, se han letto, hanno almeno pensato: ma guarda tu sto PippoBRUTTO …. 😉

      • pippobrutto 7 Marzo 2019, 18:29

        Ops violi… Te ghé nason, e anca do bee recie. Beh 3 mm is mei che tu

  3. Darko 7 Marzo 2019, 13:36

    Il miglior modo per far crescere gli italiani è affiancarli con giocatori internazionali di livello, solo con squadre competitive e vincenti puoi creare i presupposti per formare campioni in casa nostra. Treviso ne è l’esempio emblematico, affianchi Ioane e Duvenage a giovani di formazione italiana e ti vengono fuori dei campioni come Ruzza e Lamaro. Ti intestardisci a cercare la purezza italiana e ti trovi a perdere sempre e a formare giocatori insicuri e perdenti. Poi tutti a scandalizzarsi se l’Italia le busca dal Giapponese…squadra notoriamente purissima…

    • Nuvole! 7 Marzo 2019, 16:45

      Diciamo anche che giocatori come Ruzza e Lamaro ti vengono fuori se qualcuno li porta a giocare quando sono alle elementari e gli insegna qualcosina di sensato per fare in modo che, quando saranno grandi, abbiano la capacitá di imparare da genre come Ioane e Duvenage, eccetera.
      Ci vogliono piú societá reclutatrici e formatrici e bisogna sostenerle molto di piú.
      Altrimenti puoi mettergli di fianco chi vuoi.
      Non é un caso che Ruzza e Lamaro vengano fuori proprio da societá che investono moltissimo delle poche risorse che ahnno in formazione. O no?

  4. Parvus 7 Marzo 2019, 14:28

    la nostra nazionale è in ritardo su tutti i fronti.

  5. Danthegun 7 Marzo 2019, 15:09

    In tutta sincerità io un esordio in questo 6 nazioni lo averi concesso. Per bloccarlo prima di tutto (non si sa mai) e per liberare Palazzani che potrebbe far bene alle Zebre.
    Qualche rischio me lo prenderei senza pensarci troppo…

    • LiukMarc 7 Marzo 2019, 16:54

      C’è ancora la partita con la Francia, e sai mai che ci faccia un pensiero…

  6. massimiliano 7 Marzo 2019, 15:31

    certo che se lui teme di essere in competizione con Palazzani…con tutto il rispetto per quest’ultimo beninteso. a questo giro lo avrei portato in panca, per provarlo a casa sua. e mi sarei portato anche Zanon, per fagli assaggiare il livello per qualche minuto.

  7. gian 7 Marzo 2019, 15:42

    almeno ha le idee belle chiare e sono sicuro che sputerà il sangue non per convenienza, ma, perlomeno, per i suoi obbiettivi

  8. cammy 7 Marzo 2019, 16:44

    Tranquillo Callum che ha già tutto pianificato.. forse x il 2023 uno spezzone te lo farà fare..

  9. aries 7 Marzo 2019, 19:39

    Se ci fosse bisogno per ľesordio con la Francia mi offro come porksitter, ghiande di leccio e castagne a pioggia…

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni 2022, Italia: il calendario degli azzurri, con luoghi, date e orari

Due soli impegni casalinghi contro Inghilterra e Scozia

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: in vendita i biglietti per le partite casalinghe dell’Italia

Gli azzurri ospiteranno all'Olimpico Inghilterra e Scozia, rispettivamente alla seconda e alla quarta giornata del torneo

25 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, un amaro ritorno alla vittoria

Una vittoria è una vittoria, ma è doveroso costruire qualcosa di più nel minor tempo possibile

21 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

L’Italia vince a Parma. Uruguay sconfitto 17-10

Al Lanfranchi decidono le mete dei debuttanti Pierre Bruno e Hame Faiva

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay, Crowley: “Teniamoci solo la vittoria. Serve lavorare molto sul breakdown”

L'head coach azzurro e il capitano Michele Lamaro sono intervenuti in conferenza stampa dopo la vittoria sui Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Uruguay: gli azzurri devono tornare al successo

Vittoria che manca dal Mondiale 2019, e che rappresenta l'obiettivo contro i Teros

20 Novembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale