Americas Rugby Championship: Argentina in trionfo, storica vittoria dell’Uruguay negli Stati Uniti

I Pumas tornano a vincere il titolo dopo tre anni grazie alla vittoria sul Canada. A Seattle cadono ancora gli USA

Americas Rugby Championship 2019

L’Argentina festeggia il titolo dell’Americas Rugby Championship 2019 (ph. Erich Eichhorn/Facebook Sudamerica Rugby)

Il risultato più sorprendente della quarta giornata dell’Americas Rugby Championship 2019 è arrivato da Seattle. Gli Stati Uniti infatti sono stati battuti per la prima volta in casa dall’Uruguay, capace di vincere 25-32 in una partita che, per molti, è diventata quasi una sorta di messaggio anche a World Rugby dopo le indiscrezioni circolate sulla World League, la competizione che prevederebbe dodici squadre fisse, senza promozioni né retrocessioni, compresi gli USA.

Agli Eagles non è bastata la tripletta del tallonatore Joe Taufete’e e i tentativi di rimonta nel secondo tempo; Los Teros, dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo per 13-19, hanno segnato altre due mete nel secondo tempo, costringendo sempre i padroni di casa a rincorrere da lontano, fino al calcio piazzato di Vilaseca a tempo scaduto che ha fissato il punteggio sul 25-32 finale. Per gli Stati Uniti campioni uscenti è la seconda sconfitta nel torneo dopo quella contro l’Argentina, che fanno compiere un deciso passo indietro alla squadra di Gary Gold dopo un brillante 2018; per l’Uruguay, invece, si profila una ghiotta occasione di vincere per la prima volta ben quattro partite in un’unica edizione del torneo.

Nella notte italiana di venerdì, invece, l’Argentina B si era già assicurata la vittoria aritmetica del trofeo grazie al successo esterno sul Canada, a Langford. Per gli albiceleste è il secondo trionfo nell’Americas Rugby Championship, dopo quello del 2016. Sul campo dei Canucks, i sudamericani hanno avuto la meglio per 23-39 in una partita che sembrava chiusa già nel primo tempo, chiuso dagli ospiti sul 6-22. Due mete canadesi hanno invece riaperto il match al 56′ (20-22), prima delle mete decisive arrivate nell’ultimo quarto d’ora che hanno lanciato i Pumas verso la vittoria.

Nell’altra partita in programma, il Brasile ha battuto il Cile per 15-10 a Jundiaí. In una partita caratterizzata dal solito dominio brasiliano in mischia chiusa, tutti i punti per i Tupis sono stati segnati da Reeves, che con due piazzati al 68′ e al 76′ in particolare ha dato la vittoria ai suoi. Hanno giocato da titolare sia Matteo Dell’Acqua sia Lorenzo Massari, i due giocatori che militano in Italia nel Valorugby e nel Parabiago.

I risultati della 4^ giornata

Canada v Argentina B 23-39
Stati Uniti v Uruguay 25-32
Brasile v Cile 15-10

Classifica: Argentina B 20 (campione), Uruguay 13, Stati Uniti 12, Brasile 9, Canada 6, Cile 1

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Semi Radradra alle Olimpiadi, le Fiji ci provano

Il centro dei Bristol Bears vorrebbe provare a portare la seconda medaglia olimpica al suo paese

6 Gennaio 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Il rugby che ci aspetta nel 2021 – tutti gli appuntamenti

Dodici mesi oltremodo intensi in arrivo

1 Gennaio 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

I migliori assist delle mete segnate alla Rugby World Cup

Un concentrato di creatività e altruismo, per alcuni delle marcature più iconiche della storia della Coppa del Mondo

27 Dicembre 2020 Foto e video
item-thumbnail

La prima posizione ufficiale di World Rugby, RFU e WRU sulla questione ‘malattie neuro-degenerative’

Attraverso un comunicato congiunto, hanno confermato di aver ricevuto una lettera dagli avvocati degli atleti che avevano annunciato la possibilità di...

17 Dicembre 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: definite le date della prima parte delle qualificazioni europee

Rugby Europe Championship 2020 (in parte) e 2021 si svolgeranno nell'anno solare che sta per cominciare

17 Dicembre 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: le reazioni degli allenatori ai sorteggi

Il pensiero dei coach sull'esito dell'estrazione di ieri a Parigi

15 Dicembre 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023