Sei Nazioni: la Scozia è ancora troppo forte per l’Italia

Al BT Murrayfield finisce 33-20 con i Dark Blues che si prendono il bonus in poco meno di un’ora. Italia buona a tratti in difesa, non altrettanto in fase offensiva

ph. Sebastiano Pessina

EDIMBURGO – La Scozia rovina la festa di capitan Parisse (oggi entrato nella storia del Sei Nazioni come il giocatore con più presenze in assoluto) e Leonardo Ghiraldini (diventato oggi un Centurion azzurro), aprendo il suo Torneo nel modo migliore possibile, ovvero con un successo con bonus contro l’Italia.

Gli Azzurri sono costretti a effettuare un cambio dell’ultim’ora alla squadra annunciata in settimana, perché Tebaldi, per un problema alla schiena, deve dare forfait. Al suo posto, O’Shea inserisce Palazzani a mediano di mischia e Tommaso Benvenuti si siede in panchina.

La Scozia parte meglio e dopo due minuti crea la prima occasione, quando Hogg avanza sulla fascia sinistra e, poco prima di finire oltre il campo, serve Laidlaw con un offload; il capitano dei Dark Blues, anziché servire il compagno all’interno calcia in avanti e Hayward si salva in rimessa laterale. La Scozia tiene il possesso in touche e va oltre la linea con Gilchrist, ma Pearce si affida al TMO che annulla la marcatura per ‘doppio movimento’ del seconda linea scozzese.

L’Italia non riesce ancora a scrollarsi di dosso la Scozia ma riesce almeno ad impedire ai padroni di casa di andare oltre la linea – ottimo e determinante il placcaggio di Allan su Hogg, come quello poco prima di Hayward su Kinghorn che aveva già mandato due Azzurri a vuoto.

Dopo qualche minuto un pò difficile, è l’Italia ad andare per prima avanti con un piazzato di Allan (punizione assegnata per placcaggio ‘a ribaltare’ di Ritchie su Parisse, che oggi diventa il giocatore con più presenze in assoluto nel Sei Nazioni); l’apertura del Benetton Rugby è preciso e al 9′ gli Azzurri conducono (0-3).

Il vantaggio azzurro dura poco, perchè all’11’ Kinghorn, servito al piede da Russell con uno dei suoi passaggi ‘Finntastic’, va oltre la linea in tuffo sotto il Main Stand; Laidlaw manca la trasformazione (e questa è una notizia) ma la Scozia adesso è davanti (5-3).

Alla ripresa del gioco, Townsend è costretto a sostituire Sam Skinner (problema alla caviglia, poco dopo siede in panchina vicino ad un paio di stampelle), inserendo al suo posto Josh Strauss; Seymour va vicinissimo all’intercetto su un passaggio che intendeva servire Campagnaro ma si fa scappare l’ovale e si riparte con una mischia, che viene resettata un paio di volte e da cui il possesso torna alla Scozia che può tornare a macinare gioco.

Gli Azzurri, ben addentro i propri 22m, commettono un brutto errore (quando Tommy Castello si fa scappare l’ovale) regalando una mischia sui 5m da cui nasce la seconda meta dei padroni di casa.

Pack scozzese in controllo, Strauss serve Laidlaw che ricicla all’interno, l’ovale corre veloce sull’asse Russell-Johnson-Russell-Hogg prima che ancora Kinghorn, ancora in tuffo sotto il Main Stand, vada oltre la linea battendo il disperato recupero difensivo di Hayward. Stavolta Laidlaw è preciso dalla piazzola e la Scozia scappa oltre il break (al 22′, 12-3).

Al 26′ Allan lascia il campo per un HIA (che supera, al suo posto è entrato temporaneamente Ian McKinley) poco dopo che WP Nel avesse costretto al fallo Lovotti in mischia chiusa (che si rifà con gli interessi nella mischia successiva). La Scozia sceglie la penal’touche ma l’Italia difende bene e disinnesca un potenziale pericolo, ripetendosi poco dopo quando McKinley libera bene dai propri 5m, nonostante la grande pressione avversaria.

La Scozia continua comunque ad avere troppo possesso e l’Italia, seppur senza particolare affanno, è quasi sempre costretta a giocare (e per lunghi tratti a difendere) nella propria metà campo; solo al 35′, infatti, il gioco al piede azzurro (finora piuttosto deficitario) offre la prima vera piattaforma, perchè Hayward rispedisce, dai propri 10m, la Scozia nei suoi 5m con un ottimo calcio di avanzamento.

Steyn quasi ruba l’ovale su lancio scozzese e Laidlaw libera poco dopo, ma l’Italia recupera l’ovale e riesce a passare attraverso le fasi – prima di concedere una punizione per tenuto (ottimo lavoro di Seymour su Campagnaro), ricambiata dalla Scozia nell’azione successiva. L’Italia ha l’ultimo possesso della prima frazione con una touche sulla metà campo, ma la maul che nasce da questa viene spinta fuori dal campo.

Pearce manda le squadre a riposo sul punteggio di 12-3 per la Scozia, risultato tutto sommato giusto per quanto visto finora in campo.

Il drop di Stuart Hogg dà il via alla ripresa e la Scozia mette subito gli Azzurri sotto pressione, ma dopo tre minuti di assedio (azione nata dal calcio dal box di Palazzani murato) Ryan Wilson si fa scappare l’ovale in-avanti e consegna il possesso all’Italia.

McInally (entrata laterale su Budd) regala una punizione agli Azzurri che però, ancora una volta, non riescono a costruire una piattaforma per i loro attacchi – e poco dopo la Scozia va in meta per la terza volta.

Parisse ferma Seymour lanciatissimo verso la linea italiana, ma Laidlaw (con vantaggio accordato) tiene vivo l’ovale, Russell calcia avanti e Hogg batte Esposito toccando l’ovale a terra (Pearce si affida al TMO prima di convalidare la marcatura, Hogg tocca l’ovale a terra con la punta delle dita). Laidlaw trasforma e la Scozia scappa (19-3 al 48′).

Palazzani per poco non riapre i giochi, ma viene fermato sui 5m scozzesi (prima di perdere l’ovale in-avanti); O’Shea toglie Castello, spostando Campagnaro al centro e inserendo Padovani che va all’ala al posto del trequarti degli Wasps. Il cambio non dà l’effetto sperato, perchè la Scozia ha ormai in mano l’inerzia della partita e vuole adesso completare la giornata prendendosi anche il punto di bonus offensivo.

Che arriva nell’azione successiva, quando al termine di una bellissima azione in velocità (c’è il dubbio che il passaggio di Laidlaw su Russell fosse avanti), Blair Kinghorn mette a segno l’hat-trick che chiude virtualmente il match. Laidlaw trasforma e porta il risultato sul 26-3 con venticinque minuti ancora da giocare.

L’Italia, adesso, ha mollato e la Scozia ne approfitta, andando ancora in meta poco dopo l’ora di gioco con Chris Harris (in un’azione in cui Hayward, decisamente uno dei migliori dell’Italia assieme a Campagnaro, era riuscito a fermare Toolis che sembrava ormai lanciato). Con Laidlaw fuori, ci pensa Russell a trasformare da sotto i pali per il 33-3, risultato che inizia a diventare un pò troppo pesante per l’Italia.

Con la gara ormai scappata di mano, gli Azzurri provano a costruire qualcosa, entrando anche nei 22m avversari – territorio, quest’oggi, quasi inesplorato. La Scozia concede tre punizioni consecutive e Berghan, dopo il richiamo di Pearce, paga per tutti per crollo della maul e finisce nel sin bin (al 70′); l’Italia sfrutta subito la superiorità numerica trovando la prima meta con Palazzani, bravo ad aggirare il raggruppamento e ad infilarsi in uno dei pochi buchi concessi oggi dalla difesa scozzese.

Allan trasforma per il 33-10, Hogg alla ripresa del gioco va in meta ma il direttore di gara annulla (ostruzione di Ali Price su Bigi) e l’Italia si ributta in avanti di nuovo, trovando la seconda meta con Padovani (servito da Ruzza) al 74′ dopo qualche fase sulla sinistra d’attacco. McKinley spedisce la trasformazione di poco a lato ma l’Italia, in quattro minuti, ha quasi dimezzato lo svantaggio, complice anche il calo di attenzione della Scozia, oltre a sfruttare la superiorità numerica.

Campagnaro guida ancora gli assalti azzurri, sostenuto dai nuovi entrati e l’Italia va in meta ancora, al 78′, con Esposito (servito proprio dal trequarti degli Wasps) che spedisce però la trasformazione sul palo.

Finisce 33-20.

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Blair Kinghorn, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Jamie Ritchie, 6 Sam Skinner, 5 Grant Gilchrist, 4 Ben Toolis, 3 WP Nel, 2 Stuart McInally, 1 Allan Dell
A disposizione: 16 Jake Kerr, 17 Jamie Bhatti, 18 Simon Berghan, 19 Gary Graham, 20 Josh Strauss, 21 Ali Price, 22 Adam Hastings, 23 Chris Harris

Marcatori Scozia
Mete: Kinghorn (11′, 22′,54′), Hogg (48′), Harris (61′)
Trasformazioni: Laidlaw (22′, 48′, 55′), Russell (62′)
Punizioni:

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Luca Morisi, 12 Tommaso Castello, 11 Michele Campagnaro, 10 Tommaso Allan, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Sergio Parisse (c), 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 David Sisi, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traorè 18 Tiziano Pasquali, 19 Jimmy Tuivaiti, 20 Federico Ruzza, 21 Tommaso Benvenuti, 22 Ian McKinley, 23 Edoardo Padovani

Marcatori Italia
Mete: Palazzani (70′), Padovani (74′), Esposito (78′)
Trasformazioni: Allan (71′)
Punizioni: Allan (9′)

Matteo Mangiarotti

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019, Alfredo Gavazzi: “Comprendiamo e accettiamo la scelta dell’organizzazione”

Il presidente federale ha espresso la propria posizione attraverso un comunicato stampa

10 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: per la panchina spunta anche il nome di Vern Cotter

Il presidente Gavazzi ha fatto il punto della situazione sulla "questione allenatore" a margine della presentazione del Top12

10 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, le parole di O’Shea e Parisse: “Finire la Coppa del Mondo in questo modo non è piacevole”

Il tecnico e il capitano delusi e arrabbiati. Ghiraldini e Zanni non riusciranno a chiudere la loro carriera giocando contro gli All Blacks

10 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Italia-All Blacks e Inghilterra-Francia cancellate per il tifone Hagibis

Restano in dubbio invece le partite di domenica prossima

10 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

80° minuto: l’analisi tattica di Italia-Sudafrica

Numeri, percentuali e situazioni di gioco della sfida disputata dagli azzurri contro gli Springboks allo Shizuoka Stadium

9 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le parole di Sebastian Negri e Federico Ruzza dal ritiro italiano

Dopo la partita contro il Sudafrica "il morale è stato un po' basso, ma stiamo recuperando confidenza", ha detto il seconda linea

7 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
  1. LiukMarc 2 Febbraio 2019, 17:08

    Italia che ci ha provato, ma giocato una partita quasi esclusivamente difensiva.
    Tra noi e loro oggi ci sono almeno 15/20 punti, che sono espressi da una differenza in competenze nel gioco aperto e passaggio, confidenza nel proprio gioco, qualità individuale, ritmo, bravura in difesa.
    Riuscissimo in qualche anno a chiudere un po’ il gap. Sisi e Ruzza belle notizie di giornata

    • tony 2 Febbraio 2019, 18:00

      Concordo su Ruzza e Sisi che con Hayward sono stati i migliori, ci sono superiori e il risultato lo rispecchia, però a questo livello se non giochi il più possibile ai ritmi di questi livelli Ti massacrano, quando siamo riusciti ad alzare il ritmo siamo stati pericolosi, peraltro è coinciso con il loro calo fisiologico per aver tenuto un ritmo troppo alto per poterlo sostenere tutta la partita.

  2. aristofane 2 Febbraio 2019, 17:10

    Se il fitness era l’obiettivo ci siamo, alla fine di benzina ce n’era…ma l’organizzazione è stata terribile per tutta la partita. Praticamente l’Italia è TV depotenziata, togli Ioane, Tavuyara e Duvenage e mettici un po’ di disorganizzazione in più et voilà. Che poi questi scozzesi sono davvero quelli che affronti ogni we in pro14, tolto Russell (che è tanta roba).

    • tony 2 Febbraio 2019, 18:03

      @Aristofane la benzina che uno ha alla fine dipende anche da quanto hai speso l’Italia aveva tenuto ritmi bassi per il livello e alla fine ne aveva, la Scozia ha tenuto sempre l’acceleratore premuto e alla fine non ne aveva più.

  3. insidecenter 2 Febbraio 2019, 17:10

    Ripartiamo dagli ultimi 20 minuti!! Mah quante volte siamo ripartiti dagli ultimi 20’? Avanti così e speriamo sempre nel match successivo!!

  4. vittochan 2 Febbraio 2019, 17:11

    Mio modestissimo parere (per quanto possa valere): Palazzani inguardable! Parisse da tenere in panca e farlo giocare gli ultimi venti minuti (mettiamo al suo posto Barbini), sicuramente Ruzza da preferire a Sisi mille volte.

    • pippuzzo 2 Febbraio 2019, 17:22

      No guarda se vuoi mettere Rizza e ci sta, non togli Sisi che oggi ha giocato bene ma Budd che chi l’ha visto è bravo.

    • gian 2 Febbraio 2019, 17:27

      parisse ha fatto un partitone, non cominciamo a sparare a caso nel mucchio, la mischia ha giocato tutta bene, l’unico neo non essere mai riusciti a prendere l’abbrivio se non alla fine con ruzza che l’avversario lo salta e non gli sbatte addosso, ma neanche budd ha giocato male e tuivaiti, quando è entrato, si è dannato l’anima, i problemi sono stati altri

    • rd973 2 Febbraio 2019, 17:29

      Palazzani attualmente è quello che è! Una riserva in PRO14, ma chi altro potevamo schierare? È il ruolo in cui siamo più scoperti

    • Dusty 2 Febbraio 2019, 20:37

      Sissi ha tirato la carretta dall’inizio mentre Ruzza è entrato a giochi fatti.

      • giomarch 3 Febbraio 2019, 01:47

        Sisi ha tirato la carretta dall’inizio perché è stato schierato dall’inizio, migliore in campo con hayward..
        Ruzza vero che è entrato a giochi fatti per gli scozzesi, ma ogni gioco che abbiamo fatto noi non si può negare che sia passato per le sue mani, mete incluse, ma soprattutto touche rubate, avanzamento, ricicli da terra, lavoro sporchissimo, tutto quanto fa settimanalmente in franchigia..
        Un delitto privarsene, con buona pace dei commenti alla questi siamo, loro erano stanchi, loro erano appagati e un barbini non cambierebbe nulla…

  5. narodnik 2 Febbraio 2019, 17:11

    ma puo’ essere che a partita finita hanno messo da parte il game plan e hanno deciso di giocare si orgoglio?cmq zero punti e record di sconfitte che si allunga,ma attendiamo oshea che parla di strada giusta….

    • Maggicopinti 2 Febbraio 2019, 17:17

      Ad occhio il game plan era calciare di la. Fatto per tutto il primo tempo, con risultato che non avevamo mai la palla.

      • narodnik 2 Febbraio 2019, 17:19

        si,ultima parte m’ha ricordato la seconda contro il giappone,mi sa tanto che oltre a skills individuali ci sono enormi problemi dello staff a preparare le partite.

        • rd973 2 Febbraio 2019, 17:34

          Il problema è che il “game plan” scozzese era di non farci vedere il pallone e ci sono riusciti benissimo! Il ns problema è stato di non essere in grado di “rubare” la palla, ma qui si parla di skills dei singoli giocatori. Non c’è game plan che tenga se nell’uno contro uno non siamo allo stesso livello

          • narodnik 2 Febbraio 2019, 17:39

            gli scozzesi la palla la perdevano anche,hanno fatto anche diversi falli il problema e’ che o con calci o con errori i nostri individuali la rendevano subito,davvero mi stupirei a vedere la scozia che ne vince due quest anno,per me e’ stato un mix di errori individuali e pessimo game plan,ma una volta eliminato sto calciare al vento e hanno provato qualche fase di passaggi hanno fatto tre mete,ok a partita finita ma sara’ un caso?

          • giomarch 3 Febbraio 2019, 01:50

            Appunto, a volte quando una squadra decide di far da sola senza lo staff, se lo reputa inadeguato può arrivare anche a un calcio dalla RWC, Francia docet…
            Questo sarà anche un caso isolato per carità però…

          • Nuvole! 3 Febbraio 2019, 01:56

            Se poi quando rubi la palla, poi la calci a caso di lá senza portare pressione…

  6. Machete 2 Febbraio 2019, 17:12

    abbiamo visto un’Italia discreta
    buona difesa
    nessun fallo gratuito
    a parte l’errore di castello che ha portato alla seconda meta scozzese nessuno regalo agli avversari
    eppure eravamo sotto di 30
    purtroppo il livello è ancora troppo per me
    non commento quello che è successo dopo perché è evidente che gli scozzesi hanno smesso di giocare
    il livello si è alzato ulteriormente……per vincere i nostri avversari devono giocare davvero male

  7. Camoto 2 Febbraio 2019, 17:12

    Poco di serio da dire, dopo il dominio blu.
    Solo alcuni appunti:
    Ruzza merita di essere titolare e se ci mettiamo anche Barbini…..
    Palazzani si conferma uomo da ultimi 20 minuti. Ottimo il suo ingresso al 60esimo.
    Morisi ha dimenticato come si fa il secondo centro, oramai è un primo.
    Tuivaiti meglio di Negri oggi, nessuno scandalo averlo tra i 23.
    Fitness è finalmente tra i nostri. Tecnica non siamo ancora riusciti ad ingaggiarla per mancanza di filosofie in comune.

    • LiukMarc 2 Febbraio 2019, 18:08

      Tecnica individuale, velocità di gioco e capacità di interpretare la partita sono ancora molto distanti. Anche in difesa son più bravi di noi

      • giomarch 3 Febbraio 2019, 01:54

        Vero anche che la. Difesa abbiamo scelto di non testarla prima del sessantesimo..

  8. Giana7 2 Febbraio 2019, 17:13

    poi è un peccato fare 3 mete quando la partita è finita, perchè qualcuno può sempre insinuare che la partita era finita….. degli starter indubbiamente Hayward migliore dei nostri secondo me, anche Sergio bene…. buona difesa in alcuni momenti, errori nostri pagati molto caro nel primo tempo, Palazzani probabilmente non al livello, ma credo non sia semplice entrare in partita in questa maniera, quindi non mi sento di colpevolizzarlo più di molto…. testa alla prossima

    • Giana7 2 Febbraio 2019, 17:16

      dimenticavo, voglio sottolineare una buona disciplina finalmente

    • Skarafaz 2 Febbraio 2019, 17:22

      Non c’è niente da insinuare, la Scozia ha chiuso la pratica e ha tirato i remi in barca. Le tre mete dell’Italia hanno lo stesso valore delle tre mete finali della Lazio con il Rovigo la settimana scorsa, cioè 0.

  9. demon1981 2 Febbraio 2019, 17:13

    Una Scozia per niente mastodontica, vince grazie ad un Game Plain inesistente da parte di un Italia che ha come suo tallone d’Achille tutto il suo staff.
    La dimostrazione palese sono stati i continui calci di alleggerimento lanciati sempre su HOG, il più talentuoso della squadra scozzese.
    La prima cosa che ti insegna l’allenatore é quella di non passare o agevolare i giocatori più forti..e invece…
    Continuo a pensare che individualmente l’Italia non sia inferiore alla Scozia.
    Il problema risiede purtroppo nel costruire un organizzazione ed una struttura di gioco che permetta di massimizzare la qualità di determinati elementi (vedi Campagnano o Morisi oppure Ruzza).
    Invece ci troviamo con uno staff dannoso che evidentemente non sa che pesci prendere e tira a campare….
    E per favore smettetela di dire che con qualsiasi allenatore sarebbe la stessa solfa perché io proprio NON CI CREDO!!!

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:17

      Se per te ad oggi Russell, Hogg e Laidlaw sono allo stesso livello di Palazzani, Hayward e Allan allora passa al cricket che è meglio…

      • demon1981 2 Febbraio 2019, 17:31

        Si gioca in 15..
        Laidlaw discreto, hogg fortissimo ma oggi i migliori passaggi glieli abbiamo forniti noi coi calci di alleggerimento.
        Bastava calciare fuori oppure tenere l’ovale e avrebbe avuto la metà del possesso.
        La differenza sta tutta nei due staff e nel modo di allenare le due squadre…
        Ripeto, l’Italia qualitativamente non é inferiore alla Scozia che se porta a casa 2 Vittore in questo Torneo deve festeggiare.

        • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:34

          Bastava tenere il pallone dici… ma se ogni volta che provavano a giocarlo, glielo rubavano in ruck con una facilità immensa, di cosa vogliamo parlare? Ovvio che calciavano! Altrimenti gli scozzesi piantavano le tende nei nostri 22 e non li schiodavi neanche se tenevi il pallone mezzora di fila, tanto era rapidi a rubarlo nei raggruppamenti. Definire discreto Laidlaw poi… noi che a 9 abbiamo il nulla cosmico mi fa proprio ridere! Questa critica la può fare un irlandese, un gallese ma non certo un italiano!

          • rd973 2 Febbraio 2019, 17:41

            condivido in pieno!

          • demon1981 2 Febbraio 2019, 17:43

            Ti ripeto, se la Scozia vince due gare in questo torneo deve festeggiare!

        • TheTexanProp 2 Febbraio 2019, 18:00

          Giudichi la Scozia dopo una partita vita, contro un Italia che tecnicamente è mediocre. Siamo messi bene siamo. Giocare contro Italia non è come giocare contro Inghilterra, soprattutto per uno scozzese. Motivazioni diverse. Aspettiamo e vedremo a fine torneo quante ne vincerà.

          • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:04

            L’Italia tecnicamente non é inferiore alla tua Scozia..
            La differenza sta nel lavoro certosino portato avanti dallo staff scozzese e l’inadeguatezza di quello italiano.
            E ripeto, se la Scozia vince due partite in questo Torneo deve festeggiare!

      • ginomonza 3 Febbraio 2019, 17:35

        Infatti, Giambo, sono d’accordo e in piu : i nostri centri sono superiori agli scozzesi?le ali?
        boh molti commentano non sapendo di cosa parlano!

    • LiukMarc 2 Febbraio 2019, 18:18

      Io non trovo più di 4/ 5 giocatori su 23 dove i nostri possono dirsi tecnicamente superiori ai loro

      • LiukMarc 2 Febbraio 2019, 18:22

        Mancava un “dirsi tecnicamente simili o superiori”

        • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:28

          Pensa che trovo solo Hogg superiore e gli altri molto simili.
          Una squadra davvero forte non prende 3 mete in 10 minuti.

          • Giambo 2 Febbraio 2019, 18:34

            Ripeto: solo per il fatto di definire la mediana Allan-Palazzani simile o superiore a Russell-Laidlaw dimostra come il rugby non sia il tuo sport…

          • TheTexanProp 2 Febbraio 2019, 18:44

            A livello tecnico e confidenza siamo parecchio lontani da loro. Non è solo lo staff ma pure il materiale umano con cui puoi lavorare. Non puoi paragonarmi Castello con un solo dei centri loro. O Palazzani con Laidlaw. Fisicamente siamo la, forse pure qualcosa di più ma tecnicamente (mani, come si usa il fisico etc) siamo tristemente lontani ora più di anni precedenti.

          • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:45

            Giambo porta rispetto.
            E credimi, uno che pensa che Budd sia più forte di Ruzza dimostra che questo non é il tuo sport…

          • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:52

            The TexanProp senza dubbio individualmente la Scozia può avere qualche elemento in più.
            Ma quello che manca davvero all’Italia é un identità di gioco, un organizzazione di gioco, una struttura di gioco e soprattutto a volte devi anche giocare sull’avversario.
            E quando dico che bisogna giocare sull’avversario vuol dire limitare i giocatori più forti (vedi Hogg) e invece noi puntualmente con i nostri calci scellerati regalavano regolarmente l’ovale proprio ad Hogg che poteva accelerare e mettere in difficoltà la difesa.
            E credimi, uno staff competente durante la preparazione la match avrebbe dovuto allenare la squadra proprio su questo punto.
            Allora , se invece é successo l’esatto contrario mi viene il dubbio che durante gli allenamenti vengano fatte giusto delle scampagnate.

          • TheTexanProp 2 Febbraio 2019, 20:22

            No. Un allenatore della nazionale non può cambiare ciò che fa parte delle skills individuali/mentali di una persona. Ha capacità decisionali e valuta in game plan + formazione e allena i giocatori per quella partita ma stai sopravvalutando la staff nazionale e confondendolo con qualcosa che una federazione dovrebbe sistemare. Cioe tu pensi che se un giocatore con le mani di piombo con CoS diventi magicamente Carter? Non è possibile. I limiti dei giocatori sono evidenti e puoi mettere chi vuoi alla guida, poco cambierà. Non è nelle loro skills mentali ne tecniche. Un allenatore può mettere in campo questi giocatori per giocare al meglio ma i limiti tecnici sono evidenti. Cos da questo punto non ne puo Nulla come non sono riusciti gli allenatori precedenti.
            Non è cambiato molto in 10 anni di 6 nazioni: buona difesa, attacco tristissimo, mediana mediocre. Cos, mallet, barbizier, CoS, il baffo non hanno cambiato nulla!

  10. Giorgio Brera 2 Febbraio 2019, 17:13

    Italia pessima, arbitro pessimo, Scozia buonina.
    Entrare 1 sola volta nei primo tempo nei 22 avversari è davvero poco, anche perché poi l’abbiamo persa per un in-avanti.
    Troppo facile bucarci i loro centri in tutto il primo tempo.
    Seconda meta molto dubbia e quella di Hogg pure. L’arbitro doveva almeno chiedere al TMO, ma si è fidato, sbagliando, del guardialinee.
    La Scozia alla fine si è seduta e ci ha lasciato giocare. Non sarei contento al posto loro. Ci hanno rimesso in partita e ci hanno quasi lasciato l’occasione di prendere due punti di bonus.
    Progressi pochi. La crescita ancora non c’è.

    • rollus 2 Febbraio 2019, 17:29

      Giusto un appunto: la meta di Palazzani mi sembra, ma non ho avuto molto modo di rivederla, simile alla meta annullata scozzese, cioè con il doppio movimento… poi c’era vantaggio e quindi probabilmente l’ha concesso per questo, ma teoricamente era da annullare.

  11. narodnik 2 Febbraio 2019, 17:14
  12. Giambo 2 Febbraio 2019, 17:15

    Scozia brutalmente perfetta, che non concede nulla e lascia segnare gli azzurri a partita ormai chiusa e strachiusa. Impressionante vedere il ritmo e la qualità del gioco dei Cardi, davvero ormai di un altro pianeta.
    Però… io trovo che l’Italia non abbia giocato male. Non è mai riuscita ad impensierire gli scozzesi è vero, ma ha difeso bene, ha dovuto giocare in trincea e l’ha fatto bene per circa 50 minuti. Da notare che le prime 3 mete scozzesi sono nate tutte e 3 da un guizzo di classe della loro mediana, mai da un gioco corale (Nella prima Russell che si inventa un calcio d’esterno fantastico per Kinghorn, nella seconda Laidlaw che con tre uomini addosso ricicla il pallone divinamente, e nella terza di nuovo Russell che si inventa un calcetto per Hogg altrettanto geniale). Ogni volta che provavano ad andare in meta attraverso il loro gioco venivano fermati. Non è molto, ma è già qualcosa essere riusciti a mettergli della sabbia negli ingranaggi.
    Italia che come detto coraggiosa in difesa, ma incapace di togliere certezze agli scozzesi, che permettono agli azzurri di segnare a partita ormai chiusa. Il confronto tra la nostra mediana e la loro è imbarazzante (benché Palazzani non abbia demeritato) e ogni volta che provavamo a giocare il pallone loro ce l’ho impedivano con una facilità impressionante. Demeriti nostri o meriti loro? Penso 50 e 50.
    Arbitraggio buono, ma con un errore grave sulla coscienza ad inizio ripresa, quando Skinner colpisce sulla schiena volontariamente Budd in ruck e non l’ha buttato fuori. Nella famigerata partita con gli Scarlets, Herbs fu cacciato per un intervento molto meno pericoloso. Sono convinto che con il loro numero 6 fuori poteva diventare un’altra gara, ed nulla mi toglie dalla testa che nel rugby professionistico moderno la maglia che si indossa conta (e pure parecchio) quando si subisce una decisione arbitrale.

    • rd973 2 Febbraio 2019, 17:49

      Concordo con te che l’Italia non è stata deludente nell’organizzazione complessiva del gioco, ma a preoccuparmi è stata l’incapacit di andare a interferire con il possesso scozzese. Purtroppo qui si parla di skill nell’uno contro uno e quelle non le coltivi in poco tempo… speriamo nelle prossime generazioni di giocatori!

    • TheTexanProp 2 Febbraio 2019, 17:51

      Concordo pienamente. La difesa ha retto bene e ha incasinato un po’ i movimenti della Scozia. La nostra mediana a confronto è imbarazzante ma soprattutto a 9. Palazzani ha giocato nella sua normalità e da riserva di Pro14 e si è dimostrato ancora una volta un uomo da ultimi 20 min. Non so se sia mentale la cosa (tipo si sveglia in ritardo) o altro. Ma il succo è che L’ Italia oggi mi è sembrata una Benetton più incasinata perché senza gli stessi giocatori a giocare. Buona difesa ma gioco offensivo difficile da fare, ancora più difficile in nazionale.
      Amalgama dei giocatori con gioco talmente differente (Benetton zebre) si dimostra negativo in Nazionale.

    • massimiliano 2 Febbraio 2019, 18:49

      Russel stratosferico ma nessuno a pensato a mettergli I bastoni tra le.ruote

  13. DropMan 2 Febbraio 2019, 17:15

    Beh vorrei ricordare ai ragazzi che non bisogna iniziare a giocare solo gli ultimi 10 minuti e con gli avversari in inferiorità numerica; lo stesso Palazzani, ha aumentato la velocità di uscita dalle ruck solo alla fine, ma qui probabilmente c’è lo zampino dello staff a cui piace “lento…lento”.
    Per favore, dite ad O’Shea che non si può non mettere Ruzza dal primo minuto, dai! Traoré bisogna testarlo dal primo minuto visto che Lovotti sta diventando tutto fuorché irrinunciabile; considerando che è stata la sua prima partita in nazionale, catapultato subito in un 6 nazione, molto molto bene Sisi; bene Parisse, Morisi, Hayward e Campagnaro quando è stato messo nel suo ruolo naturale, spero sia finita qui la grande ideona di metterlo all’ala.
    Poi, un’altra cosa, lo scorso sei nazioni abbiamo fatto comunque abbastanza schifo, però almeno si erano viste buone cose in attacco come i dummy runner, passaggi lunghi ad allargare il gioco, ma oggi proprio il nulla…

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:20

      E’ difficile giocare quando l’altro ti ruba il pallone ogni volta che tenti 2 passaggi di fila. Oggi non siamo riusciti a combinare nulla, ma credo che ci sia molto merito scozzese in questo, non certo perché l’Italia non ci abbia provato.

    • DropMan 2 Febbraio 2019, 17:23

      Ah un’altra cosa, la disciplina! Quando si dice che ti fa perdere la partita, oggi la Scozia ha concesso 11 penalità, noi 3. Purtroppo i problemi sono altri…

  14. ermy 2 Febbraio 2019, 17:17

    Dai, tranquilli, stiamo migliorando, c’è profondità, lasciateci lavorare, siamo molto considerati nelle stanze che contano, non vedete che Gavazzi siede addirittura di fianco alla principessa… è colpa di quei cattivoni degli scozzesi che non ci hanno dato la palla e se la sono tenuta tutta per loro, uffa… però alla fine, eh, visto? Con la palla gli abbiamo cacciato 3 mete 3! La prossima volta chiamo a mio cuggino!
    😂😂😂

    • Machete 2 Febbraio 2019, 17:25

      si 3 mete a babbo morto….scozzesi che si erano messi il kilt e stavano sorseggiano whisky torbato
      dai su!!

      • ermy 2 Febbraio 2019, 17:33

        Ti sbagli, quelli erano gli accappatoi dopo la doccia e i boccali erano di birra, quella che ti offrivano nei vasconi di acqua calda sotto le tribune del vecchio Murrayfield! 😃

  15. Raugmar 2 Febbraio 2019, 17:18

    Praticamente in attacco il buio più totale per 65 minuti, tratti di difesa buona, una meta regalata agli avversari e una (la quarta) evidentemente viziata da un passaggio in avanti, poi complice il rilassamento scozzese e forse anche come dice qualcun’altro l’abbandono del piano di gioco, si vede un’italia completamente diversa che spinta da qualcuno che sa giocare (campagnaro) e qualcuno che dovrebbe giocare (ruzza) segna tre belle mete…
    Avessimo delle ali sarebbe bello vedere morisi-campa insieme, magari anche con ruzza e barbini titolari

  16. tifoso ignorante 2 Febbraio 2019, 17:19

    Ma Goosen allena la difesa anche dell’Italia?
    Non capisco perché l’Italia difenda in maniera diversa rispetto a Treviso.
    Sembrava di vedere le Zebre…
    Certi buchi…..

  17. Twickers 2 Febbraio 2019, 17:19

    COS un minimo di umilta’ ormai e’ ovvio che non ci capisci e ti improvvisi da partita a partita…..squadra impreparata, Parisse da pensione, giocatori che non placcano! Giocatori che dovrebbero essere al massimo in panchina o a casa, a casa giocatori che dovrebbero essere in campo. Oggi una Scozia “mediocre” un Italia neanche da Pro 14…..vattene COS stai rubando lo stipendio……abbiamo giocatori da vincere partite, basta saper’ scegliere quelli giusti!!!

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:24

      Chi avrebbe lasciato a casa COS? Barbini? Va bene, e poi? Canna? Davvero crediamo che con Barbini e Canna oggi si domava una Scozia indiavolata come quella vista? Un Canna che alle Zebre l’ultima partita decente l’ha giocata ad ottobre contro Edimburgo? Ma vogliamo essere un minimo obbiettivi? Ad oggi la Scozia ci è superiore in quasi tutti i ruoli, se non in tutti. Arrabbiarsi perché si è perso a casa loro (dove solo NZ e Sud Africa hanno vinto negli ultimi 3 anni!) mi sembra parecchio presuntuoso. Poi possiamo parlare della prestazione corale e dei singoli, ma credo che solo un folle possa arrabbiarsi per la sconfitta di oggi contro questa Scozia. Sono più forti, punto. Tutto il resto sono chiacchiere da bar.

    • demon1981 2 Febbraio 2019, 17:25

      No dai, perché te la prendi con COS?
      Non vedi che bel gioco ha dato alla nostra Nazionale?
      Io direi di fargli fare il Mondiale.
      Se lo merita😂😂😂😂😂😂😂

      • Twickers 2 Febbraio 2019, 17:36

        Ho appena ascoltato il dopo partita di COS: “siamo sulla strada giusta etc, etc” dopo 2 anni stessi discorsi…. dovrebbe aver’ fatto il politico, a discorsi, tutto bene…contento dei ragazzi, si migliorera da partita in partita…Pomposo e arrogante come sempre, ho visto il bellissimo filmato delle Zebre, dove COS e’ presente stravaccato sulla sedia come fosse “il Guru del rugby” con commenti saggi e pesati….Il ‘body language’ di uno che spera di non essere scoperto!!

  18. fabrio13H 2 Febbraio 2019, 17:21

    Ma perché non ci fanno giocare contro avversari in 14 e un po’ allegrotti? 😀

  19. gian 2 Febbraio 2019, 17:24

    note positive nei singoli ci sono, la mischia sta cominciando a dare risposte positive, il futuro, inteso come giocatori, c’è e sa giocare, il fiato pure, ecco, finite le buone notizie, giochiamo 60 minuti in difesa incapaci di reagire, forse con un mediano che avesse dato più ritmo qualcosa cambiava, ma tutto da dimostrare, difendiamo anche bene, ma a forza di bussare, prima o poi le porte si aprono, qualche errore di troppo, ma fino a quando la partita è stata vera la differenza l’ha fatta il fatto che noi non si prendeva un metro e loro erano sempre in avanzamento, quindi noi dovevamo sparacchiarla il avanti ogni 5/6 fasi, se già non ci cascava o ce la fregavano, e loro continuavano a trovare soddisfazione e ritmo, onestamente a mediani invertiti non so come sarebbe finita dato che palazzani aspettava spesso troppo, ma sicuramente meglio il loro di avanzamento (stranamente mai a sportellate dirette…) e di struttura di rilancio.
    adesso veniamo a babbo morto, loro hanno sicuramente mollato l’osso, ma improvvisamente, appena siamo riusciti a velocizzare l’uscita della palla ed ad avere gente che non si buttava solo nella tonnara, abbiamo fatto i più bei 20 minuti degli ultimi due anni, c’è da pensarci, dobbiamo accelerare la velocità di uscita ed avere varietà nel modo di attaccare, ruzza ha dimostrato quanto bene può farci, messo insieme a negri, tuivaiti, steyn che percuotono dritto per dritto e a sisi, buonissima partita, e parisse che sanno variare l’impatto, si potrebbe provare a costruire qualcosa di buono, ma la palla dobbiamo averla noi

    • tony 2 Febbraio 2019, 18:09

      @gian concordo ……. ci sarebbero alcune precisazioni da fare sul ritmo , ma credo che di dovere abbia capito..

    • DropMan 2 Febbraio 2019, 18:41

      Si ma a chi possiamo dare la colpa se non allo staff tecnico della velocità di uscita dalle ruck?! Il mediano di mischia era sempre lo stesso.

  20. Skarafaz 2 Febbraio 2019, 17:25

    Perché l’Italia gioca nel 6 (chiedo scusa, nel 5) nazioni? E’ imbarazzante per tutti.

  21. Giovanni 2 Febbraio 2019, 17:26

    Piuttosto è l’Italia che è un po’ troppo debole per questa Scozia. Oggi i ragazzi hanno salvato l’onore solo per il cuore e l’amor proprio che ci hanno messo fino al 80′, ma tutto il resto è da dimenticare. E’ sembrato a tratti di rivedere la partita dello scorso anno contro l’Irlanda, con gli avversari a metterci sotto forte pressione fin dai primissimi minuti ed i nostri costretti a difendersi alla disperata e calciar via palloni per rifiatare. Piano di gioco di COS dopo oltre due anni e mezzo: non pervenuto. Certo, se si viene dominati sui breakdown, se la mischia è spesso in difficoltà e se non si riesce a sporcare le touche avversarie diventa dura far gioco. Se poi, quelle rarissime volte che abbiamo possesso, si fan degli errori non procurati, allora viene meno tutto. Spiace dirlo, ma c’è gente in campo palesemente non adatta al livello tecnico richiesto dalla competizione, al netto del fatto che tutti abbiano dato il 100% fino alla fine. La cosa più preoccupante per il futuro è che non si riesce a sviluppare una nostra precisa identità, con la quale porci nelle condizioni di metter noi sotto pressione gli avversari. Un’ultima annotazione: non dò molto peso all’ultimo quatro d’ora (vedi Irlanda-Italia di un anno fa), perchè ormai i nostri avversari erano con la testa altrove (difficile non esserlo sul 33-3) e Townsend aveva già provveduto a tirar fuori Laidlaw e Huw Jones, però mi chiedo come si faccia ad insistere su elementi pesanti ma tecnicamente grezzi e tener fuori giocatori tecnici come Ruzza (due mete su tre vengono da suoi assist) o addirittura non considerarne altri come Barbini. Dice: “tanto non abbiamo fuoriclasse e non cambia nulla”. Beh, dico io, prima di dirlo diamogli qualche opportunità da giocarsi fino in fondo (leggasi 80′ da titolari) così tocchiamo con mano se è davvero così.

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:31

      Ruzza fa la riserva a Budd a Treviso, spiegate perché in nazionale debba essere diverso. Quando anche a Treviso avrà scalzato Budd, potrà essere titolare in nazionale.
      Detto questo, sta storia dei giocatori la trovo stucchevole, almeno oggi. Contro questa Scozia si poteva fare ben poco, almeno con il materiale che abbiamo. Le nostre 3 mete sono nate perché gli scozzesi stavano già pensando al whisky da ingurgitare nel terzo tempo, stop. Se avessero voluto giocare seriamente fino all’80, neanche quelle segnavamo.

      • demon1981 2 Febbraio 2019, 17:37

        Budd non vale nemmeno un unghia di Ruzza..
        Solo un folle potrebbe pensare il contrario…

        • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:38

          Vallo a dire a Crowley che è un folle… uno che ha portato in 3 anni Treviso ha giocarsi i playoff di Pro14 con Budd titolare e Ruzza riserva!

          • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:39

            a giocarsi, non ha…

      • Giovanni 2 Febbraio 2019, 17:38

        Ma hai letto cosa ho scritto?? “non dò molto peso all’ultimo quatro d’ora”, dopodichè, se uno ha mani buone e lo dimostra, non vedo perchè debba preferirgli certe manidi pietra viste oggi. Treviso o non Treviso, Budd o non Budd.

        • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:48

          Ho letto, ma ti sei comunque contraddetto. Dici che l’ultimo quarto d’ora non vale, ma poi dici che coloro che in quei 15 minuti si sono distinti devono avere più spazio. E comunque, non mi hai ancora risposto su Ruzza: per quale motivo in nazionale dovrebbe essere titolare, se a Treviso fa la riserva? Sono pazzi quelli di Treviso? Non mi sembra, a giudicare dai risultati…

          • demon1981 2 Febbraio 2019, 17:58

            Perché Treviso ha un organizzazione che questa Nazionale se la sogna…
            E dunque Budd in questa Nazionale non può giocare!!!
            Ti ricordo che non meno di 5/10 anni fa Pavanello era capitano e titolare nel Benetton e la Nazionale l’ha vista col binocolo…
            le diverse qualità dei due giocatori si vedono..e pure tanto!

          • Giovanni 2 Febbraio 2019, 18:40

            Rispondo ora, perchè stavo vedendo Irl-Eng.
            No, ho detto una cosa diversa: che non dò peso agli ultimi 15′, però se uno dimostra di avere mani buone non capisco perchè tenerlo fuori o usarlo poco. Quindi non facevo riferimento SOLO a quei 15 minuti, ma anche a quanto mostrato nel corso della stagione in più occasioni.
            Aggiungo una cosa: la tattica di andare con gli uomini pesanti non sta portando frutti: se i nostri carrier non mettono sul piede avanzante la mediana e il nostro gioco latita, allora è meglio provare qualcosa di differente. Oggi ho visto varie mani di pietra in campo, le pochissime volte che abbiamo avuto pallone giocabili abbiamo mostrato tutti i nostri limiti. E i carrier, o funzionano sul serio, oppure diventano controproducenti.

      • Camoto 2 Febbraio 2019, 17:47

        Budd 579 minuti finora. Ruzza 861.
        Certo Budd è stato assente per problemi famigliari nelle ultime gare. Ma dire che Ruzza sia la sua riserva è falso.
        Aggiungo poi che il Benetton quest’ anno resta in partita con un’ottima prova corale e la gestione di Duvenage e di Tebaldi per poi vincere con le accelerazioni di Ioane, Tavuyara e Hayward e le invenzioni li davanti di Ruzza e Barbini che spaccano il match.
        3 sono stranieri, Tebaldi si è fatto male e fin qui Cos non può farci nulla, ma non vedere quello che fanno quei 2 è criminale.

        • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:01

          Giambo era un po’ distratto…😂😂😂

        • Giambo 2 Febbraio 2019, 18:06

          L’hai detto tu stesso: Budd non ha giocato molte gare per problemi famigliari. Nelle partite che contano, Crowley l’ha sempre messo se poteva.

          • Camoto 2 Febbraio 2019, 18:14

            I problemi sono di gennaio. A novembre erano 447 Budd 509 Ruzza.

  22. TheTexanProp 2 Febbraio 2019, 17:27

    Commento a caldo. Italia praticamente è un Benetton più incasinato tatticamente e fa pensare come possa essere che la mentalità cambi drasticamente da TV a nazionale. Scozia ha una gestualità e confidenza che noi ci sogniamo. Non ci siamo svegliati alla fine, loro semplicemente sono andati a letto. C è un gap di 20 punti con loro ed è tutto demerito nostro e della nostra federazione. Castello partita ok ma ha le mani di piombo, terza linea mancata. Parisse partita normale ma abbiamo bisogno di più carisma fisico in quella posizione: è cotto e si vede. Palazzani non mi convince per niente. Per fortuna avevamo Hayward dietro che ha coperto tatticamente bene. Siamo anni luce dalle prime 5, ora peggio del solito storicamente parlando. La vedo agra quest’anno anzi è agra da un paio di anni.

  23. Zamax 2 Febbraio 2019, 17:34

    Non si può imputare tutto al gap tecnico. Questa squadra non ha un’identità, né caratteriale né di gioco. Qualcuno critica Steyn. Ma perché allora col Benetton funziona alla grande? Perché qui non sa bene cosa fare, deve mettersi a pensare… cosa che non fa per lui. Secondo me l’Italia subisce, difende e calcia non perché questo sia il presunto piano di gioco, ma perché i giocatori non avendo chiare le idee in testa, fanno giocoforza le cose a metà, e questa è la ricetta per essere sempre sotto pressione. Nel finale un po’ la Scozia tira in remi in barca, un po’ l’Italia a frittata fatta si libera psicologicamente e vengono fuori tre mete molto lusinghiere dal punto di vista prettamente statistico.
    La meta di Hogg non ci sta proprio. Allunga le dita della mano e tocca in avanti il pallone ormai prossimo al contatto col terreno. Si capisce anche dalla ripresa frontale. Ma da quella laterale ancora meglio.

    • pippuzzo 2 Febbraio 2019, 18:43

      Condivido il discorso generale però anche le differenze qualitative dei singoli incidono sulla chiarezza del piano di gioco e sulle possibilità del piano di gioco. Steyn non so a cosa debba pensare nell’Italia a cui non deve pensare a Treviso. Se gliela passano deve andare in avanti senza isolarsi, cosa che tende a fare, se è in difesa deve placcare cosa che se preso in velocità fatica a fare. Vale per tutti, è il livello complessivo che è diverso. Quello che fa Russel Allan non lo fa. Quello che fa Laidlaw non lo fa Palazzani e così via. Sono più forti. Si potevano limitare meglio? Forse sì. Ma veramente oggi si è vista una squadra che per errori vari di interpretazione e di qualità non é riuscita a tenere la palla. Sembravano non avere fiducia. Se la palla arriva dietro in mischia, giocatela. Se hai una palla pulita da touche prova a giocarla anche nei tuoi 22, nei tuoi 40 metri. Sembrava che fossero convinti di tenerli a bada per sempre nei nostri 22. Cosa che nel primo tempo non avevano fatto neanche malissimo. Ma prima o poi gli devi portare un po’ di palle in faccia, devi provare ad andare al larg una volta. Sempre in ritardo nel fare uscire il pallone dalla Maul. Sempre in ritardo nel riposizionarsi.

  24. Iterumruditleo 2 Febbraio 2019, 17:34

    Credo che stavolta la colpa sia di COS e Cat. Non credo sia un caso che la partita sia cambiata, non solo perché gli scozzesi hanno mollato e non è così, ma perché sono entrati i ragazzini e Ruzza in particolare.
    La difesa si è cementata e in attacco Ruzza con la mobilità delle braccia fa la differenza. Parisse è un monumento da usare nei momenti chiave, e lo stesso dicasi per Ghiraldini. Ci vuole Lamaro. Ma soprattutto…. non so come sia successo… non possiamo avere un NOVE come Palazzani che non ha un sostituto e regala 12 punti per le sue incertezze. E’ un giocatore che ha dei limiti enormi. Il coach deve riflettere. Devono giocare i ragazzi di TV, giovani, forti e veloci. Servono Lazzaroni e Lamaro. Questa squadra è forte e può vincere a patto che la si schieri correttamente e che si facciano i cambi al 45o non al 65o. La partita si poteva vincere. I giocatori delle Zebre, Parisse e Ghirladini, francamente sotto tono. Forza per il Galles, riordinare le idee COS.

    • demon1981 2 Febbraio 2019, 18:12

      Vedrai che COS schiererà la stessa identica formazione spremendo a più non posso i giocatori.
      É evidente che Parisse, Ghilardini Budd e Steyn non possono giocare più 30/35 minuti.
      É palesemente evidente!

      • giomarch 3 Febbraio 2019, 02:05

        …sognalo, per me toglierà sisi migliore in campo e ruzza in tribuna..

  25. kinky 2 Febbraio 2019, 17:34

    Almeno oggi tutti hanno capito che Ruzza deve giocare!

  26. Iterumruditleo 2 Febbraio 2019, 17:36

    Qualcuno mi spiega perché oggi ha giocato Palazzani e non c’erano mediani di mischia per sostituirlo? Tutti infortunati o scelta tecnica? Tebaldi, Gori????

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:41

      Tebaldi si è fatto male prima della partita, c’è scritto. Gori ha giocato 3 partite da settembre ad oggi e di queste ne ha giocate bene 1. L’unica sarebbe dare una chance a Trussardi, ma francamente non credo sia pronto per questo livello…

  27. Niven 2 Febbraio 2019, 17:37

    Certo la Scozia, come tutte le altre del 6 Nazioni, è piu forte di noi ma…Partita persa dalla solita tattica del tecnico di calcio (calcio italiano ovviamente) Conor O’Shea. Calci, lentezza di manovra, gioco arioso e offensivo pari a zero. Dalle immagini in tv ho notato che a Catt hanno già tolto la sedia, grazie al cielo. Migliori in campo Russell e l’arbitro Pearce che si preannuncia il nuovo (o meglio la copia migliorata) di Nigel Owens per il futuro del rugby mondiale arbitrale. Bravo ! Mentre scrivo O’Shea sta rispondendo a dmax e sembra un bambino che dice il motivo per il quale non ha fatto i compiti. Tutti ammalati. Con la differenza che il bambino non ha alternative che studiare. Il tecnico manager anglosassone pagato se le trova le alternative, non oggi ma da tre anni, caro Conor. Infine io davvero non mi capacito di come non si possa vergognare Vittorio Munari (un monumento del rugby giocato ed allenato) a continuare a dire scemenze in telecronaca togliendo la parola al bravo e puntuale Antonio Rimondi. Davvero Vittorio ma come fai a continuare a parlare di soldatini, infradito e minch… varie quando in campo ci sono 15 ragazzi che stanno combattendo e migliaia di appassionati che seguono la partita e vorrebbero sentire cose tecniche o la telecronaca. Lo scrivo qui Vittorio e te lo dirò di persona appena ti incontro. Promesso. Cambia mestiere non sei adatto a raccontare una partita !! E francamente, (altamente dimostrabile con filmati e parole dette), porti anche un po sfortuna di chiunque parli nel bene o nel male, puntualmente capita esattamente il contrario….fateci caso ! Ahia Munari !

    • aries 2 Febbraio 2019, 17:50

      Su questo devo concordare, Munari fa delle gufate da far invidia al grande Pizzul dei tempi migliori. La prima edizione senza di lui, Italia campione del mondo di calcio 2006!

    • Obelix-it 2 Febbraio 2019, 20:44

      Per carita’, VM farebbe bene a smetterla con le sue minchiate e’ palese, ma definire ‘bravo e puntuale’ Raimondi richiede coraggio….
      Continua a sembrarmi impossibile che non si possano trovare due telecronisti decenti….
      Per il portare sfiga, concordo, chedere ai francesi iersera….

  28. Machete 2 Febbraio 2019, 17:38

    oggi dare addosso a Palazzani che è la terza scelta nelle Zebre e si è dovuto sorbire 80 minuti a causa d’infortuni altrui vuol dire non capire veramente un H

    • Giovanni 2 Febbraio 2019, 20:00

      Concordo. Palazzani ha dei limiti ben precisi, ma oggi difficilmente gli si poteva chiedere più di quanto abbia fatto: scendere in campo all’ultimo momento sapendo di non avere un cambio in panca oltretutto non aiuta. Mi ha fatto piacere che abbia avuto la soddisfazione di una meta, perchè se l’è meritata. Resta il fatto che in una nazione in grado di produrre più giocatori di alto livello, lui probabilmente non rientrerebbe nei primi 30, ma quella non è certo una sua colpa.

  29. zattozatto 2 Febbraio 2019, 17:41

    Le squadre anglosassoni solitamente non tirano i remi in barca….. credo che l italia sappia giocare a rugby, ma credo anche a disposizioni tattiche che castrano il talento di alcuni, non contestare le touche, non contrattaccare mai, non ha portato i risultati che ogni tanto con la scozia si sono ottenuti. Normalmente gli scozzesi dopo tot fasi si sfaldano, ma questa scozia ha fatto dei miglioramenti che non ci consentono piu di placcare e aspettare che perdano il pallone

    • Giambo 2 Febbraio 2019, 17:45

      Sul 33-3 qualsiasi squadra mentalmente tira i remi in barca. Forse solo Irlanda e Nuova Zelanda tengono il piede sull’acceleratore. Lo stesso fatto che Townsend abbia messo in panchina i migliori era indice che per lui la gara era chiusa. Non cerchiamo di nasconderci dietro un dito. Bravi i nostri a reagire, ma di 20 punti, 17 sono un regalo degli scozzesi, nulla di più.

      • Iterumruditleo 2 Febbraio 2019, 17:49

        Non la vedo così. La squadra ha iniziato a difendere e la cosa è coincisa con l’ingresso di Traorè, Pasquali, Bigi, Ruzza. Non sottovaluterei questo fatto più che altro per la settimana prossima. Non mi dire che non hai visto per lo meno un altro spirito in campo. Credi che se ti possono fare 20 mete te ne fanno 20 e te lo dovrebbe dimostrare il fatto che si sono fatti dare un giallo per non farci segnare a risultato acquisito.

        • Machete 2 Febbraio 2019, 18:05

          non contestavano più…..se non ti sembra un tirare i remi in barca……

        • Giambo 2 Febbraio 2019, 18:12

          Beh, ovvio che non hanno disteso il tappeto rosso ai nostri, ma confronta l’intensità dei punti di incontro della prima ora di gioco con gli ultimi 20 minuti. Era palese che gli scozzesi avevano già la testa al terzo tempo, con whisky annesso.

  30. Iterumruditleo 2 Febbraio 2019, 17:47

    Posso chiedere una cosa a voi esperti? Ma il buon Monty Ioane quand’è che possiamo naturalizzarlo? L’anno prossimo? Credo che con la penuria in attacco sia fondamentale questa mossa.

    • fabrio13H 2 Febbraio 2019, 17:53

      Presto avremo un’Italia con 11-12 giocatori su 15 e 17-18 su 23, non di formazione italiana, ma, molto probabilmente non vinceremo neanche allora 😀

    • narodnik 2 Febbraio 2019, 17:56

      ah cosi’ si che risolvono,i barbaritalians!i risultati danno ragione a questo trend si si …..

      • Giambo 2 Febbraio 2019, 18:02

        La Scozia oggi su 23 giocatori ne aveva 7 naturalizzati e nessuno si è lamentato, per non parlare di altri di formazione inglese e non scozzese.

        • narodnik 2 Febbraio 2019, 18:05

          la scozia qualche partita la vince,fa parte della zona delle home unions,non equipqrano vunisa wosavai haimona tuivati a caso dai.

          • Giambo 2 Febbraio 2019, 18:14

            Oggi hanno fatto esordire un australiano… nazione generalmente affine con la Scozia…

          • fabrio13H 2 Febbraio 2019, 18:15

            …ve l’ho detto, possiamo metter 23 australiani a referto che perdiamo…e netto 😀

          • narodnik 2 Febbraio 2019, 18:18

            e’ affine eccome parlano la stessa lingua e le radici sono quelle,stessa cultura stessi discendenti,non trovo giusto neanche questo ma sono due cose diverse.

          • balin 2 Febbraio 2019, 18:53

            @fabrio nel 13 con 13 italo-australiani non vanno poi così male 😉

            comunque quel che fatico a capire è perchè da quasi tre anni siamo superiori noi nell’U20 (senza equiparati) e poi …. ??

          • fabrio13H 2 Febbraio 2019, 19:11

            @balin vanno cosi’ forte che alla Coppa del Mondo non hanno mai passato il girone e questo in una specialità (appunto il League) dove vi sono forse 6-7 Nazionali competitive e giusto perchè sono costituite per intero o quasi da giocatori oceanici. Mi pare che, al giorno d’oggi, l’Oceania e l’Inghilterra siano gli unici posti dove si sfornano in quantità giocatori di League di livello assoluto, quindi scalare le gerarchie con le equiparazioni avrebbe dovuto essere piu’ facile e portare a risultati molto maggiori di quello che si è visto. Invece ben pochi risultati e pressochè nessuno a livello di diffusione del League in Italia.

          • balin 2 Febbraio 2019, 19:37

            @fabrio proprio non ne so’ nulla di 13,. ricordavo solo che qualche anno fa era andata abbastanza bene, in effetti è una cosa degli oceanici, ci scherzavo solo un po’ (oggi l’aria da funerale è già abbastanza spessa) comunque io penso che le equiparazioni dovrebbero essere un po’ meno, tanto alla fine le cose non cambiano.

    • zattozatto 2 Febbraio 2019, 17:56

      Magari! Grande difensore oltre che ottimo attaccante! Naturalizzare giocatori forti va bene!

    • rd973 2 Febbraio 2019, 17:57

      Io farei un pensierino anche a Douvenage

    • kinky 2 Febbraio 2019, 18:02

      Credo dal 6nazioni 2021!

    • tony 2 Febbraio 2019, 18:13

      Monty da DIcembre 2020.

  31. pippuzzo 2 Febbraio 2019, 18:11

    Troppo forti. Facciamo tutto a metà. Saliamo bene ma non benissimo, placchiamo ma non benissimo e loro fanno sempre qualche metro, scivolano bene ma non benissimo. Quello che facciamo generalmente male è calciare, troppo e male e portate palla, poco e con pochi metri.

  32. fabrio13H 2 Febbraio 2019, 18:25

    Non vinciamo, neanche con 23 australiani e neozelandesi. Pensiamo al 19 agosto con la Russia poi Namibia e Canada (che magari si faccia un po’ meno fatica delle altre volte) 😀

  33. fabrio13H 2 Febbraio 2019, 18:30

    Non troverei per nulla da scandalizzarsi neanche se la Federazione spostasse il 75% del bilancio sul rugby femminile. Farebbe cosi’ schifo una Nazionale italiana che potrebbe forse ragionevolmente arrivare a competere per vincere la Coppa del Mondo?

    • narodnik 2 Febbraio 2019, 18:49

      io non troverei nulla da scandalizzarsi se qualcuno attribuira’ i loro successi a oshea,un po’ come gia’ succede per treviso e u20,vanno bene?ah si si vede la programmazione del nostro movimento dovuta a lui….

    • balin 2 Febbraio 2019, 18:59

      insisto (e me le tiro, probabilmente …) perchè accipicchia da due anni siamo 8^ squadra del mondiale U20 (gli scozzesi poi li abbiamo suonati tre volte di fila tra 6N under e mondiale junior) e poi … cosa capita? cambia la dieta? (e se qualcuno vuol leggerci riferimenti a certe dichiarazioni di Brian O.D. le legga pure)

      • Machete 2 Febbraio 2019, 19:52

        tecnici competenti…giocatori che non ammuffiscono 3/4 anni in un campionato minore ma esordiscono in prod14 ……schemi di gioco imparati a memoria…e poi c’è Russell

        • giomarch 3 Febbraio 2019, 02:25

          È il chiaro percorso, lamaro e Zanon hanno dimostrato che i giovani se hanno qualità possono alzare il livello, se gli facciamo fare il chiaro percorso è solo fargli perdere i due anni più importanti, quando gli altri si confrontano col rugby pro noi rinculiamo in nome dell’indennità di formazione..
          Accademia in a è una pagliacciata, accademia in franchigia = farli esordire come i celtici, accademia a remedelsano = xxxxxxxx
          Mi autocensuro..

  34. Jason85 2 Febbraio 2019, 18:47

    Nella prima ora di gioco abbiamo tenuto il pallone nei loro 22 per 14 secondi. Non credo che ci sia altro da aggiungere, abbiamo subito anche poco considerando che non abbiamo mai tenuto il pallone…

  35. pippuzzo 2 Febbraio 2019, 19:12

    Mi dispiace dirlo ma Castello non é tranquillo. Mi dispiace anche dire che uno dei più bei talenti degli ultimi anni, Morisi, non l’ho praticamente notato. Penso che Sisi-Rizza valga di più di Zanni-Budd. Non so chi possa giocare a 12 con profitto ma Campagnaro deve tornare a 13. Traore per Lovotti non é una bestemmia. O comunque cambiare un po’ le linee, mettendo la migliore Benetton con Traore Bigi ferrari per cambiarla con i restanti 3 nella ripresa. La terza linea è quella. Al massimo provare Barbini a 7.

    • aldo68 2 Febbraio 2019, 21:05

      Perfettamente d’accordo con te. Per qualche motivo Castello si è involuto, non ha mai avuto mani di velluto, ma ultimamente ha due saponette. Speriamo torni su livelli più alti.

      • aries 2 Febbraio 2019, 21:24

        Penso che Castello stia anche scontando il periodo veramente negativo delle zebre, nelle ultime interviste post-partita mi è sembrato veramente affranto, chiaro che in nazionale si vorrebbe vedere un reset, ma come fai a resettare? Io mi metto anche nei loro panni, è dura, molto dura!

        • aldo68 3 Febbraio 2019, 09:02

          Vero e lo capisco. Forse come dicevo in un altro post, alle zebre servirebbe un forte supporto psicologico, un mental coach come dicono i fini 🙂

      • Andrea B. 3 Febbraio 2019, 19:42

        Credo che il problema di Castello non sia nelle mani… a livello internazionale non può essere… non stiamo parlando di rugby giovanile dove magari trovi ancora chi non riesce a fare gli spin pass lunghi dritti e tesi nelle mani del compagno di squadra, oppure sa farli solo da un lato ( a proposito: certe mancanza del genere che vediamo da noi, ci saranno in Scozia? ).
        Ho ancora in negli occhi le scelte di Castello in attacco contro la Georgia…

  36. deegan 2 Febbraio 2019, 19:20

    Sei Nazioni 2019: Scozia-Italia per testare la forza degli azzurri…………………….

  37. deegan 2 Febbraio 2019, 19:23

    Ottimismo…..

  38. Bariddu 2 Febbraio 2019, 19:38

    stati d’animo dopo la partita…

  39. And 2 Febbraio 2019, 20:21

    Chiamasi rugby union ma per lunghi tratti l’Italia ha giocato come a league in XIII. Palazzani ed Esposito due imbucati nel Torneo + antico del mondo. Il primo è lì x caso, mediano improvvisato, non sa cosa bene cosa fare ai piedi della ruck e sembra spaesato. Cresce alla distanza ma è tardi.
    Il secondo è da mani nei capelli sin dalla prima lettura difensiva. La Scozia lo sa e x pura casualità segna sempre dalla sua parte…Si riscatta con un turnover in difesa ma non basta.

  40. pippuzzo 2 Febbraio 2019, 20:40

    Pensa che oggi per fare lo stesso risultato ci sarebbe bastato il solo Hayward

  41. Jason85 2 Febbraio 2019, 21:55
  42. Federico Barbarossa 2 Febbraio 2019, 22:35

    Al 60′ mi sono addormentato. Italia penosa.

  43. And 2 Febbraio 2019, 22:38

    @camoto

    chiedo scusa. Non ce l’ho con Ian.

  44. And 2 Febbraio 2019, 22:41

    @ aries

    Sono d’accordo, Ian è un grande, ma x il livello richiesto dal Test Rugby non so se può dare il 100%.

  45. Redazione 2 Febbraio 2019, 23:01

    Ci scusiamo per il commento che è stato postato dall’utente And che è stato immediatamente bannato!

  46. LiukMarc 3 Febbraio 2019, 00:29

    Comunque io sto ancora pensando a come ha fatto Esposito a sbagliare la trasformazione…

  47. Dvd 3 Febbraio 2019, 00:39

    È stato scritto di tutto, ma, secondo me dovrebbe essere inserito qualche altro neozelandese ed inglese nello staff della federazione in modo da poter migliorare l’impostazione delle giovanili italiane. Che si rechi nelle società di rugby e tenga corsi agli allenatori che purtroppo ancora non sono all’altezza, essendo molto spesso dei genitori o ex rugbysta che lo fanno per passione…

  48. RFC 3 Febbraio 2019, 07:40

    Qualcuno mi spiega cosa ci fa Castello in campo?
    Detto questo, noi siamo di poco sotto al livello top. É esattamente quello che succede a Treviso: ce la giochiamo (alla grande) in Challenge e in Pro14, ma appena arriva Leinster prendiamo 30 punti. Allo stesso modo, se giochiamo con le stesse squadre in pro 14 o in Champions, il risultato é completamente diverso (vedi gli Scarlets a Monigo le due partite dell’anno scorso).
    Siamo ancora distanti dal top, ma non così tanto, per cui appena so abbassa di poco il livello diventiamo subito competitivi.

    • Corry.ro 3 Febbraio 2019, 09:21

      Al netto di Russell i giocatori scozzesi sono gli stessi che Treviso e Zebre hanno battuto in P14! Si continua a colpevolizzare sempre e ingiustamente i giocatori! Ora chiedo c.e’ mai stata una partita anche tra quelle poche vinte con lo staff attuale che abbia pienamente convinto? Non me ne ricordo una! Quando vinciamo lo facciamo soffrendo, quando perdiamo ci asfaltano fino a dire basta! Manco ai tempi di Mallett con i giocatori dall.eccellenza cio’ avveniva! Per COS e i suoi filistei siamo sempre in crescita! La vede solo lui e qualche suo adepta del forum! Mai un.assunzione di responsabita’. Sempre ripartire o dai primi 20m o dagli ultimi 10! La squadra non ha gioco e non e’ solo colpa di chi la compone. Le mete scozzesi e quelle mancate nascono da impostazioni di gioco da far vedere e rivedere ai ragazzini! Sono convintissimo che a tecnici invertiti non avremmo fatto tale figura meschina. (14secondi nei 22 in tutto il primo tempo passato a difendere e basta!!!) Con questo staff tecnico non si cresce, punto.

      • Machete 3 Febbraio 2019, 17:12

        se Castello ha le mani di burro non è colpa di COS…….se Esposito non sa coprire e lo bucano di continuo non è colpa di COS….se si costretti a schierare il terzo mediano delle zebre non è colpa di COS
        a volte certi commenti fanno tenerezza…….gli schemi possono essere anche ottimi ma in campo di vanno i giocatori….altrimenti basterebbe chiamare Hansen e di colpo diventeremo come gli AB
        parli di pro14 …ma è evidente che i nostri avversari (che non battiamo regolarmente) quando vanno in nazionale alzano l’asticella…..cosa che noi non riusciamo a fare non perché non vogliamo ma perché al momento non siamo proprio in grado di farlo

  49. Parvus 3 Febbraio 2019, 09:49

    un buon giorno a tutti,
    ieri non riuscivo a scirvere niente, ho solo letto i vostri splendidi post, amari, ma che toccavano la realtà della nostra nazionale……..
    pipuzzo, giovanni, iterum, niven, e moltissimi altri hanno acceso per bene i riflettori……..
    ruzza deve giocare, i senatori come parisse, ghiraldini ecc…., dovrebbero essere usati negli ultimi 30-35 minuti, lamaro dovrebbe essere valorizzato visto che ci manca uno come polledri……
    rimane comunque che le franchigie devono scegliere e naturalizzare giocatori più performanti…., e qundi scegliere meglio come lo sta già facendo treviso.
    lasciare a due le franchige e non aumentarle a tre.
    e cercare di dirottare il bravo e competente cos nella veste di DOR con un vero tecnico per la nazionale maggiore.
    lancio anche l’idea se possibile con il bugdet federale, di aumentare lo staff delle nazionali under 16-18-20…, mi pare che bortolami stia svolgendo un ottimo lavoro a treviso….
    secondo lancio, incomincare a corteggaiare uno come masi……., per portarlo in federazione….
    mi fa piacere sentire che qualcuno si incazzi per le infradito di munari…….., perché uno come vittorio che per me ha testa da vendere…, non dovrebbe ridurre così una telecronaca………
    ultimo ma non ultimo…., la pochezza di rugby social club……, se questi vanno in scozia a proporre una trasmissione così, prima non la producono, secondo gli danno il foglio di via immedito per ritornare in italia.
    forza italia e forza noi che la guardiamo.

  50. Frankybat 3 Febbraio 2019, 12:20

    Mi chiedo cosa riusciremo a fare con il Galles. I Gallesi hanno giocato male il primo tempo con la Francia ed hanno vinto grazie ad alcune iniziative individuali, molto belle, ed a delle grosse leggerezze della Francia. Tuttavia credo che con loro potremo essere più performanti almeno nel primo tempo ma temo un crollo nel finale soprattutto se il Galles farà entrare i senatori, vedi Biggar, nel secondo tempo. Comunque il problema principale dell’Italia è la mediana. Sinceramente non abbiamo una mediana di qualità dai tempi di Troncon e Dominguez. Se non hai chi inventa il gioco e perdi tutti i palloni nelle ruck non vedo come puoi pensare di vincere con squadre di questo livello. Forse dovremmo tornare a naturalizzare qualche argentino o australiano che tanto lì di ragazzi di origine italiana ce ne sono tanti e trovare spazio nelle loro nazionali è difficile, almeno finché quello di buono che c’è nella under 20 non arrivi in nazionale maggiore ma temo che ci voglia ancora qualche anno. I ragazzi non vanno bruciati ma almeno Lamaro per ora andrebbe inserito tanto che abbiamo da perdere. Le figuracce le facciamo comunque.

  51. steo 3 Febbraio 2019, 14:26

    Buongiorno a tutti! Credo che esprimere la propria opinione sia un delle basi della democrazia, per cui, dopo aver visto e rivisto la partita e letto i commenti legati a questo ed altri articoli, mi permetto di esprimere la mia. Trovo assurdo e tragicomico che si attacchi uno staff che, arrivando in Italia, si è trovato il nulla; nulla nel gioco, nulla nella crescita, nulla a livello federale. Adesso si inizia realmente a vedere il lavoro che stanno svolgendo e lo si evince anche e soprattutto in PRO dove risultati MAI visti stanno diventando una routine! Paghiamo, come nazionale, una panchina cortissima; due soli MM di livello (Violi e Tebaldi) entrambi fuori, così come fuori abbiamo giocatori in ogni ruolo (Fabiani, Gega, Polledri, ecc….!!)!! adifferenza di nazioni meglio strutturate federalmente che hanno 4 o 5 scelte di livello per ruolo, noi siamo cortissimi!! Ma stiamo crescendo… ci vuole tempo…. ci vogliono sponsor… ci vogliono persone serie… ci vogliono programmi!! Attualmente vedo persone serie nel solo staff tecnico della nazionale; professionisti di caratura e livello internazionale! Gli atleti li abbiamo… pochi ma buoni e nei periodi di infortunio e malattie la coperta diventa obbligatoriamente corta! Il tempo c’è, i grandi sponsor ancora no! Ma rimango ottimista… con i risultati arriveranno anche quelli (vedi anni ’90 la nazionale guidata da Velasco)!! Ma servono anche i tifosi seri, persone che non tirano a chi ne prende di più nel mucchio, ma che pazientano, tifano, incoraggiano senza scadere in commenti al limite del banale, dell’ offensivo, del ridicolo!! Buon rugby a tutti e sempre… FORZA RAGAZZI!!!

Lascia un commento