Guinness Pro14: Zebre pesantemente al tappeto in Sudafrica. I Cheetahs si impongono per 61-28

Gli emiliani vengono travolti subendo 9 mete

ph. Luca Sighinolfi

La partita inizia subito a buon ritmo e con le difese piuttosto allegre: ne scaturiscono due azioni al largo, una per parte, che fanno immediatamente sbloccare il risultato. A passare in vantaggio sono per primi i padroni di casa con la corsa scaltra e vincente di Maxwane a cui risponde Balekana – in casa Zebre – che pareggia i conti dopo l’ottimo lavoro di Biagi. Schoeman non converte, Canna invece si: si va sul 5-7.
Non c’è un attimo di respiro in Sudafrica, e non solo per il caldo, sugli sviluppi di una touche la squadra di Bradley prova a rendersi abrasiva in attacco ma mentre è in spinta perde l’ovale, con Nche che strappa letteralmente il pallone dalle mani di Licata: è la scossa che mette in moto i trequarti arancioni. Nico Lee riceve trasmettendo all’esterno per Jaer, che batte il diretto avversario e vede aprirsi un varco per involarsi verso la marcatura pesante. L’estremo non si fa pregare. Schoeman dalla piazzola questa volta non sbaglia, per il 12-7. Gli emiliani accusano il colpo. Sul restart, i Cheetahs recuperano il possesso immediatamente riproiettandosi in zona rossa (complice anche un fallo zebrato). Arrivano una serie di cariche, sino a quella vincente portata da Manjezi. Il seconda linea va oltre, sotto ai pali. Al cooling break di metà frazione, ci si arriva sul 19-7.
Le Zebre non riescono a trovare il bandolo della matassa, anzi sembrano perdere sempre di più il filo del discorso. Una serie di infrazioni al regolamento si susseguono, con la compagine di Franco Smith ad approfittarne. Alla mezz’ora infatti la risalita porta i padroni di casa nei ventidue d’attacco: Meyer scandisce il ritmo trovando Schoeman, che fissa la difesa liberando la corsa di taglio di un esplosivo Nonkontwana; il quale va a marcare pesante. E’ la quarta segnatura, quella del punto di bonus offensivo che si traduce nel 26-7.
Il tempo scorre negli ultimi seicento secondi, le emozioni latitano e al quarantesimo i giocatori vanno al riposo senza ulteriori modifiche nel punteggio.

La ripresa si apre sempre sotto il segno della formazione locale. Le Zebre sono sempre costrette a difendersi in maniera prolungata. Al quarantasettesimo, poi, il subentrato Venter riparte rapido da una ruck creando il buco nel quale si infila un prontissimo Ox Nche: il pilone è una forza della natura. Nessuno riesce a placcarlo con efficacia. E’ ancora meta. Si va sul 33-7, ma sulla ripartenza del gioco Biagi e soci hanno un sussulto praticamente immediato che consente loro di tornare in attacco. Licata svolge un gran lavoro sfoderando un bel sottomano per l’accorrente Meyer che resiste andando oltre. Canna converte i punti del 33-14.
Una scossa fortissima. La franchigia italiana all’improvviso riesce ad assumere il comando delle operazioni avanzando. Dalla panchina gli avanti che fanno il loro ingresso in campo, tra cui Fischetti, supportano un ispirato Licata. Il numero otto infatti è una forza della natura nell’innescare l’azione che porta Tauyavuca a marcare, nuovamente di forza. Lo score si sistema sul 33-21. 
Arriva il sessantesimo e in concomitanza con lo scoccare dell’ora di gioco, i Cheetahs sprecano un’occasione d’oro per andare in meta. Lee commette un in-avanti quando è quasi tutto solo sotto ai pali, l’arbitro ravvisa l’errore facendo ripartire gli emiliani con una mischia che però si rivela nociva per la formazione ospite. Le prime linee cedono il passo commettendo fallo. Venter si impossessa del pallone ripartendo veloce andando a segnare. Il gap si dilata nuovamente, per il 40-21.
E’ il definitivo colpo del ko, a cui fa eco pochi minuti dopo la realizzazione alla bandierina di Pokomela che concretizza comodamente un veloce multifase. Arrivano i due punti addizionali: significano 47-21.
Il confronto è praticamente finito, scollinato il settantesimo però c’è il tempo di registrare la meta di Biagi. La segnatura del capitano zebrato vale il punto di bonus offensivo e il 47-28 sul tabellino provvisorio del match. Nel finale, nonostante l’inferiorità numerica legata all’espulsione di Basson, il team allenato da Franco Smith bussa ancora alla porta delle Zebre con Venter, che fa doppietta, e van Rensburg. Il punteggio finale è pesantissimo, i Cheetahs chiudono sul 61-28.

Cheetahs: 15 Malcolm Jaer, 14 William Small-Smith, 13 Benhard Janse van Rensburg, 12 Nico Lee, 11 Rabz Maxwane, 10 Tian Schoeman, 9 Tian Meyer (c), 8 Gerhard Olivier, 7 Abongile Nonkontwana, 6 Junior Pokomela, 5 Walt Steenkamp, 4 Sintu Manjezi, 3 Aranos Coetzee, 2 Joseph Dweba, 1 Ox Nche
A disposizione: 16 Reinach Venter, 17 Charles Marais, 18 Luan de Bruin, 19 Justin Basson, 20 JP du Preez, 21 Niell Jordaan, 22 Shaun Venter, 23 Louis Fouche

Marcatori Cheetahs
Mete: Rabz Maxwane (3), Malcolm Jaer (15), Sintu Manjezi (20), Abongile Nonkontwana (31), Ox Nche (47), Shaun Venter (61,77), Junior Pokomela (65), Benhard Janse van Rensburg (80)
Conversioni: Tian Schoeman (16, 21, 32, 48, 63, 66, 78)
Punizioni:

Zebre: 15 Francois Brummer, 14 Paula Balekana, 13 James Elliott, 12 Tommaso Boni, 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Giovanni Licata, 7 Johan Meyer, 6 Jacopo Bianchi, 5 George Biagi (c), 4 Samuele Ortis, 3 Eduardo Bello, 2 Luhandre Luus, 1 Daniele Rimpelli
A disposizione: 16 Massimo Ceciliani, 17 Danilo Fischetti, 18 Dario Chistolini, 19 Apisai Tauyavuca, 20 James Brown, 21 Riccardo Raffaele, 22 Maicol Azzolini, 23 Giovanbattista Venditti

Marcatori Zebre
Mete: Paula Balekana (6), Johan Meyer (51), Apisai Tauyavuca (53), George Biagi (72)
Conversioni: Carlo Canna (7, 52, 54, 72)
Punizioni:

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre Rugby: le parole di Giovanbattista Venditti dopo la vittoria a Treviso

L'ala dei ducali ha sottolineato la bella difesa della sua squadra, senza dimenticare i problemi in maul

14 Settembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Pettinelli: “Lavoreremo sulla disciplina. Quest’anno voglio confermarmi”

Abbiamo parlato del derby contro le Zebre con il flanker classe '96

14 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Le migliori istantanee della prima notte ovale della stagione a Monigo

La serata trevigiana raccontata attraverso le foto di Ettore Griffoni

14 Settembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Le Zebre Rugby vincono a Monigo: Benetton Rugby sconfitto 12-19

I ducali si impongono in rimonta. Decisiva la meta di Ratko Jelic nel finale

13 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: la prima uscita per Benetton Rugby e Zebre Rugby

Le due franchigie si affrontano stasera in un derby amichevole a Monigo. Debutto stagionale per entrambe

13 Settembre 2019 Pro 14
item-thumbnail

Benetton Rugby: i convocati per l’amichevole contro le Zebre Rugby

I veneti sono pronti a scendere in campo nella prima delle due amichevoli contro gli emiliani

12 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. Marte_ 26 Gennaio 2019, 16:04

    Meggiu che ninte

    • Nuvole! 26 Gennaio 2019, 21:50

      Infatti: almeno un punto l’hanno portato a casa…

  2. Bariddu 26 Gennaio 2019, 16:05

    da salvare Licata, Biag, il waterbrack e la biondina ripresa sugli spalti.

  3. demon1981 26 Gennaio 2019, 16:07

    Che disastro..!
    Subire 2 mete in superiorità numerica, serve aggiungere altro?
    Il gioco che continuano ostinatamente ad offrire le Zebre del c.t. Bradley é semplicemente dannoso e deliterio.
    C’è poca professionalità, sintomo di una gestione al quanto approssimativa.
    D’altronde, in un torneo nel quale non esistono retrocessioni e soprattutto quando le risorse sono pubbliche questo é il risultato (in Italia).
    Dopo queste indegne figure in altri Paesi qualcuno ( staff intero) dovrebbe dare le dimissioni..
    E invece tutto continua come se nulla fosse, idem le loro retribuzioni.

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 17:59

      giustissimo demon.

    • Nuvole! 27 Gennaio 2019, 03:55

      In Sudafrica (dove di rugby ne sanno un pochino) l’anno scorso (e nei Kings anche quest’anno) hanno fatto figure anche peggiori, eppure non ci sono stati epurazioni in massa.
      Nel rugby si costruisce passino passino e, c’é poco da fare, le Zebre hanno ancora molta strada da fare sotto tutti i punti di vista, ma comunque nelle ultime due stagioni hanno raggiunto risultati mai visti prima dalla seconda franchigia nazionale.
      É poco? É tanto? Io, piú che puntare il dito sugli allenatori, lo punterei sui dirigenti.

    • Nuvole! 27 Gennaio 2019, 04:06

      I Dragons sono forse messi anche peggio delle Zebre, eppure il loro staff é appena stato riconfermato.
      Il problema delle Zebre é che sembrano continuare a navigare a vista come societá, stagione dopo stagione 🙁

  4. sanfrancesco 26 Gennaio 2019, 16:09

    Licata in grande spolvero unica buona notizia. Troppi giocatori, Luus, Bello, Elliot, Brummer non al livello pro14

    • pippuzzo 26 Gennaio 2019, 16:34

      Bello è un buon giocatore. I problemi grossi erano a sinistra.

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 18:01

      si san francesco…, ne hanno troppi che dovrebbero essere nel nostro domestic…….., non nel celtic.

  5. Fabio1982 26 Gennaio 2019, 16:19

    Sembrava l’armata Brancaleone, senza alcuna pretesa. Che scendono a fare in campo?

  6. kinky 26 Gennaio 2019, 16:22

    Che figuraccia! …e poi credo che debbano dare delle spiegazioni sugli ultimi 8 minuti che in superiorità numerica abbiamo subito 2 mete! Inaccettabile! Questo è sinonimo che con la testa non ci si è proprio! Come detto sopra unici da salvare Biagi e Licata!
    Che poi a pensarci bene devo ancora capire se sia un bene o un male che il leader della squadra sia un ragazzo di 21 anni!

    • Lazzaro 26 Gennaio 2019, 17:08

      Pensaci bene Kinky perché da quello che dici dipendono le sorti del Paese. Biagi tutta la vita, gli altri testa bassa e pedalare, in serie B, poi in A, poi nel 12… Gli unti dal signore non piacciono a nessuno. Ma se sono dei veri talenti, come lo sono Licata, Bianchi eccetera, gli porti via l’unica cosa che servirebbe veramente: umiltà !

      • pippuzzo 26 Gennaio 2019, 17:23

        Basta un bestione sudafricano di 120 kg a fartela tornare… altro che b, a e 12

      • kinky 26 Gennaio 2019, 17:27

        Quindi secondo te Licata non è stato il migliore delle Zebre ma è andato in campo solo con sbruffonaggine? Mi spiace ma visto che intervieni sempre e solo per spalare merda contro chi scrive o giocatori (e noto sempre quelli giovani…qualcosa di personale?) volevo farti notare che se appunto Licata oggi non lo salvi tra i giocatori delle Zebre metto in dubbio le tue conoscenze di rugby! …e risparmiati le battutine ironiche del menga, falle a chi conosci di persona!
        Altra cosa: vista che tiri in ballo l’umiltà, a me i giocatori non umili in campo non mi dispiacciono! Sono sempre stato contro Sacchi e la sua ‘umiltè!

        • pippuzzo 26 Gennaio 2019, 17:34

          Ineccepibile e nel merito se quelli buoni lk metti a intristirsi in serie b, a e 12… al pro14 rischiano di non arrivarci neanche.

        • Lazzaro 26 Gennaio 2019, 17:46

          Mi spiace Kinky ma l’hai girata in commedia. Ho detto che hanno talento. Forse non hai letto. Quanto al personale mi spiace ma mio fratello ha passato i trenta da un po’ quindi non posso perorarne la causa obbiettivamente. E Sacchi a parte l’umiltà di cui parlo è quella fuori dal campo. E te lo dico proprio perché si parla di uffici stampa poco umili e poco obbiettivi. Di selfie con lingua di fuori, di valori perduti. Quindi rilassati, la birra te la offro quando vieni in Valganna e ti confermo: di rugby non ne aprisco nulla perché faccio le salamelle in club house da volontario, ma gli uomini e le loro patologie li conosco molto ma molto bene perché dal mio studio ne passano a decine…

          • kinky 26 Gennaio 2019, 18:04

            Ecco allora la prossima volta premetti che di rugby ne capisci poco e vuoi parlare di altri fattori importanti (perché oggettivamente lo sono, ci mancherebbe, ed hai pure ragione), perlomeno risulti, passami il termine, più digeribile da leggere!

        • Lazzaro 26 Gennaio 2019, 18:08

          Ok, perfetto e scusami.

  7. mamo 26 Gennaio 2019, 16:25

    Criticarle sarebbe vile come prendere a calci un uomo mortente.
    Però non ci si può nascondere e credo che la Federazione debba prendere delle decisioni, anche forti, perchè quella franchigia rischia di mettere in imbarazzo l’intero rugby italiano.

    • narodnik 27 Gennaio 2019, 01:27

      Per 7 anni con Treviso hanno lottato per il penultimo posto perché imbarazzo ora?la federazione dovrebbe solo tacere,la squadra è messa su da loro senza risorse adeguate.

      • mamo 27 Gennaio 2019, 09:37

        Buongiorno @Narodnik, ricordo solo che due anni fa il Ceo del Pro14 è venuto in Italia per ricevere garanzie (di impegno e crescita) dai nostri 2 club.
        Luciano Benetton (primo a esser interpellato) è stato di parola.
        Non aggiungo altro.

        • narodnik 27 Gennaio 2019, 10:43

          benetton e’ la storia e molto probabilmente il futuro del rugby professionistico italiano,senza i suoi soldi si faceva ben poco,non vedo cosa c’entra questo con le zebre che stanno con le pezze al culo,se in italia c’e’ solo un miliardario disposto a investire pesantemente sul rugby professionistico mettiamoci l’anima in pace due franchigie non sono sotenibili,io da mo scrivo che bisogna tenere solo la franchigia di treviso,con budget federale aumentato,ma dichiarare di avere fallito non rientra proprio nei piani della federwzione mi sa.

          • mamo 27 Gennaio 2019, 11:06

            No, non condivido.
            Se Gavazzi ha garantito al Ceo che gli impegni sulle Zebre sarebbero stati adeguati vuol dire che confidava nella sponsorizzazione di qualche munifico benefattore, altrimenti perchè prendere Dalledonne ?
            Evidentemente quel “prodotto” non ha convinto perchè va ben esser munifici e benefattori ma tonti no.

          • narodnik 27 Gennaio 2019, 11:21

            gavazzi ha fatto il passo piu’ lungo della gamba,benefattori non ce ne sono stati anzi si scannavano per 300mila euro alle zebre private,se ha dato garanzie non le ha mantenute,per i bilanci vendono le giacenze di magazzino,esatto il prodotto non ha convinto e la colpa e’ solo della federazione non vedo cos’hanno da farsi sentire se si sono scavati la fossa da soli.

        • ginomonza 27 Gennaio 2019, 11:04

          con i milioni della Federazione .
          Anche io sarei di parola.

          • giomarch 27 Gennaio 2019, 15:07

            Rileva tu le zebre allora, sembra che storicamente proprio quella federazione che ha fatto morire gli aironi abbia affidato poi la licenza a chiunque, se respiri sei sicuramente più solvibile di chi ti ha preceduto..

  8. tobat7 26 Gennaio 2019, 16:33

    Squadra troppo debole. Le zebre giocano in 7, dal 4 al 10.
    Prime linee 0 in mischia e touch, canna e renton non si fidano a passarla ai 3/4 e questo naturalmente aumenta il loro tasso di nervosismo ed errori.
    Canna involuto nel gioco e nelle gerarchie per colpe non sue, merita un ingaggio in squadra di livello superiore. La questione allan/canna non mi appassiona, ma tommy in questa squadra cosa farebbe di più?

    • Il Bonzo Tama 26 Gennaio 2019, 16:37

      Secondo me, Canna dovrebbe prendersi una pausa dalla nazionale e cercare fortuna all’estero, possibilmente in Premiership

      • marcoV 26 Gennaio 2019, 17:18

        In quale squadra di premier metterebbe minuti importanti? È da uno-due anni che seguo poco gli altri campionati, ma finché l’ho seguita ricordo aperture di una solidità (fisica e soprattutto mentale) che non mi sembra Canna abbia, ad oggi.

      • fabiogenova 26 Gennaio 2019, 19:31

        Canna è un giocatore legato alle Fiamme Oro, per cui non può andare all’estero a giocare, pena il licenziamento dalla polizia di Stato. Finchè gioca in Italia, va bene. Era il discorso che si era fatto anche per Favaro, che ha preferito però giocare direttamente nelle Fiamme.

        • Nuvole! 27 Gennaio 2019, 05:30

          Anch’io la sapevo cosí: se Canna volesse andare a giocare all’estero, dovrebbe dimettersi dalla PPSS, cose che potrebbe ovviamente decidere di fare, ma probabilemte per convincerlo ci vorrebbe una super offerta alla quale non si puó dire di no.

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 18:06

      giustissimo per colpe non sue.
      canna è un ottimo giocatore, dovrebbe avere una squadra normale…….. tutto qui!!!!

  9. tobat7 26 Gennaio 2019, 16:42

    A chi critica lo staff chiedo però cosa farebbe anche il padreterno senza titolari agli spot 1, 2, 4, 6, 8, 9, 11, 12, 13, 15.

    • mamo 26 Gennaio 2019, 17:00

      Credo che sia finito il tempo di rimpiangere gli assenti; ha fatto effetto per un po’, ma ora direi che sia arrivato il momento di guardare in faccia la realtà.
      Tutte le squadre, chi più chi meno, hanno (o hanno avuto) giocatori in infermeria.
      Non sta certo a un minus come me dire cosa si debba fare ma è dovere della Federazione trovare una soluzione perchè, mi ripeto, questo Club sta mettendo in imbarazzo il rugby italiano.

    • gian 26 Gennaio 2019, 17:02

      verissimo, ma non devi trovarti in condizione di dover giocare con il nulla a quelli spot, se i titolari non ci sono, e questa non è colpa dello staff, ma di chi fa la squadra

      • gian 26 Gennaio 2019, 17:29

        e comunque nella lista hai messo 4-ortis, che non sta crescendo male, 6-bianchi che è un permit e non puoi chiedergli molto di più, 8-licata che è stato uno dei pochi che si è salvato, 11- di giulio che dovrebbe essere un titolare, 12-boni che ha fatto un giro in nazionale, anche, che sarebbe l’alternativa a castello, senza contare luus che pareva dovesse essere un fenomeno, qualche anno fa, tanto da strapparlo al SA, di gente che non c’entra, al massimo ce ne sono 5, quindi qualcosa non funziona anche tra quelli “buoni”

    • Dusty 26 Gennaio 2019, 17:19

      Il problema non è chi è assente ma le riserve che non sono all’altezza del livello richiesto. Qui b sogba trovare qualche mlione extra, sostituire parte dello staff tecnico e dei manager veri e nel n farlocchi come ad esempio De Rossi.

  10. xnebiax 26 Gennaio 2019, 16:44

    Comunque, se scarseggiano sia i soldi che i giocatori per allestire due squadre competitive, allora forse sarebbe meglio puntare su una squadra, con sotto una accademia affiancata e un campionato Top8 con sistema di permit alla scozzese. E se avanzano giocari forti questi possono andare all’estero.
    Non è ideale ma forse è più realistico. E non è detto che funzioni tanto peggio, anzi, il percorso da U20 a Pro14 sarebbe probabilmente più delineato ed efficiente.

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 18:11

      xne si avresti ragione in via di massima, ma spero che l’attuale presidnete delle zebre abbia ancora la possibilità di tirar su qualche sponsor pesante ed allestire una bella squadra,,,,,,,
      però sono convinto anche che servirebbe uno staff più accuminato.
      ho usato un termine molto strano ma spero si capisca…..

    • sanfrancesco 26 Gennaio 2019, 18:12

      Io sulla franchigia singola non sono d accordo. Nei avresti solo 25-30 abituati a giocare a livelli alti. Tra nazionale e infortuni a febbraio e novembre con chi giochi in pro14?

      • ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:38

        sono d’accordo

      • Camoto 26 Gennaio 2019, 20:22
      • narodnik 27 Gennaio 2019, 01:43

        All estero gli altri,Dove sarebbe allenati e pagati meglio,magari sviluppando mentalità vincente,una squadra così solo a rimediare queste figure serve.se i giocatori sono pochi con una squadra dimezzi il problema,riduci le spese,in pro14-12 sono anni che prendono bastonate durante il 6 nazioni,e cmq non ci sono i soldi per 2 franchigie al prossimo bilancio vediamo come la finiscono,intanto vediamo come vanno gli incassi del 6 nazioni.

  11. Dusty 26 Gennaio 2019, 16:55

    Comunque alla fine per come erano messi si sono presi un punto. La Benetton quanti punti aveva preso coi cheetahs?

    • balin 26 Gennaio 2019, 17:16

      In effetti nel 2017 era andata quasi nello stesso modo, subito 8-9 mete e fatto un punto di bonus offensivo. Il problema è che quest’anno ci si aspettava una crescita ulteriore di questa squadra ed invece non è così, le assenze sono pesanti e le seconde le linee sono deludenti, per me in particolare si paga una scelta degli stranieri abbastanza triste, soliti problemi societari che impediscono di cercare e decidere a tempo. Ecco, il fatto che la Benetton con i chetaas non abbia fatto punti non conta nulla, contano tutte le,altre differenze che puoi leggere nelle parole precedenti. 🙂

  12. Lazzaro 26 Gennaio 2019, 17:05

    Ho disdetto l’abbonamento a DAZN dopo aver sentito per l’ennesima volta il commentatore tessere le lodi della prima linea… ma non avevamo scritto qui che non era adeguata al livello ? Sono confuso, torno a vedere la C1

  13. marcoV 26 Gennaio 2019, 17:19

    Io direi che serve… la terza franchigia!
    🙁

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 18:14

      la terza franchigia….!!!!!!!!!
      ah ah ah…………
      ma se non risusciamo a valorizzare quella federale ????!!!!
      bisognerebebe che qualche riccone romano scatenasse una franchigia che prevedesse il taglio dell’obolo da parte della federazione…….

      • narodnik 27 Gennaio 2019, 02:13

        Ahahah già un terzo dei giocatori è straniero figurati quanto serve un’altra franchigia,con questo appeal che ha la nazionale al massimo uno può investire coi soldi del monopoli..

  14. aries 26 Gennaio 2019, 17:42

    Visti gli ultimi 20 minuti, volevo darmi fuoco…

  15. ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:05

    Beh i kings hanno battuto edinmburgo

    • mic.vit 26 Gennaio 2019, 18:12

      l’ultima meta ultimo passaggio un tantinello in avanti?

      • ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:24

        direi di no ma vige sempre la legge di BOSKOV 😉

      • aries 26 Gennaio 2019, 19:27

        Non ho visto la partita e il passaggio incriminato, ma direi bene così… Anche se fosse stato mandato in meta da un lancio di un quarterback! Se ogni tanto sbagliano, anche indirettamente, a favore nostro…
        Tanto il saldo rimane sempre negativo.

    • gian 26 Gennaio 2019, 18:25

      adesso a treviso cosa devono fare? accendere un cero alla madonna, che questo giro gli ha detto benissimo (due punti contro ulster, e dirette avversarie che non sfruttano la partita contro il leinster C e i sudafricani più scarsi) o si masticano gli attributi per aver perso due punti a tempo scaduto nel turno in cui potevano scavare il solco, a bocce ferme?

      • ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:32

        se a treviso accendono un cero a Belfast devono fare i fuochi d’artificio magari accesi da Nigel che cmq ritengo sempre sia il migliore e mio preferito! 🙂 🙂

      • aries 26 Gennaio 2019, 19:39

        Sono d’accordo con entrambi, anche se credo che nel weekend dei ceri, quello più grosso debbano accenderlo a Belfast…

  16. giomarch 26 Gennaio 2019, 18:09

    Che dire li abbiamo fatti sembrare il leinster…
    Situazione che pesantemente è condizionata dalle scelte o non scelte federali.
    Percorsi preferenziali portano ad essere titolari in pro14 gente che faceva panchina a Calvisano, accademia spostata a Calvisano e mercato del pesce pacifico hanno fatto il resto.
    I ragazzi sono quelli con meno colpa e spiace per loro…

    • Parvus 26 Gennaio 2019, 18:17

      si i ragazzi hanno le colpe mnori…, qui la mano lunga della federazione ha dato uno dei suoi massimi picchi.

    • ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:29

      Apisai è un buon giocatore e nel Pro 14 ci può stare!
      Penso anche Balekana possa starci al contrario di quello che pensano altri!

  17. mic.vit 26 Gennaio 2019, 18:15

    timbratori di cartellino in gita sudafricana…quando si decideranno a chiudere definitivamente questa 2a franchigia sarà sempre troppo tardi visti i soldi buttati via e sottratti alla base del movimento…
    ultima:Canna irritante, spero di non vederlo neppure in panca sabato prossimo…

    • ginomonza 26 Gennaio 2019, 18:36

      non mi sembra convocato : cmq non è giusto prendersela sempre con Canna : questa stagione a Parma non c’è niente che vada bene!

      • mic.vit 27 Gennaio 2019, 11:13

        pensavo fosse tra i 32…
        ti aspetti sempre di più dal suo talento piuttosto che calci sparacchiati tanto per…

  18. deegan 26 Gennaio 2019, 19:12

    …..bellaaaaaaaaaa

  19. Marte_ 26 Gennaio 2019, 19:17

    Secondo me bisogna essere coerenti con i commenti alla formazione. Eravamo concordi nel dire che la formazione non era adeguata a causa dei soliti problemi. Sono usciti con il bonus ed è quanto di meglio si potesse sperare purtroppo.
    Una corazzata come Treviso (per i nostri standard) ci ha perso, non vedo perché le Zebre avrebbero dovuto vincere. Poi sono incacchiato per le mete troppo facili concesse ma l’andata al Lanfranchi, con i nazionali, mi ha deluso 100 volte tanto

    • Camoto 26 Gennaio 2019, 20:26

      Vero sull’ andata. È stata peggio di questo perché c’erano più titolari in campo.

  20. Giacomo 26 Gennaio 2019, 20:59

    Credo che i ragazzi abbiano l’autostima in ferie, perché tolti 3/4 giocatori gli altri ho avuto l’impressione non avessero nessuna voglia di giocare, placcare, vincere, il che è preoccupante.

  21. Twickers 26 Gennaio 2019, 21:44

    Grande partita di Biagi da giocatore e da Capitano……non capisco la sua non convocazione in Scozia come giocatore e Capitano…..tutto meritato!

    • narodnik 27 Gennaio 2019, 01:52

      Sei un nostalgico,vorresti vedere seconde in seconda?robba vecchia ora si gioca con 5 terze,poi se touche e mischia vanno male so momenti,prima o poi,o poi o poi,quando sarà il momentum,ne riparleremo sorseggiando birrette..

      • Twickers 27 Gennaio 2019, 09:30

        Bravo, la parola giusta ‘nostalgico’! Staremo a vedere COS come ci giustifica la partita del 2 Feb….

  22. And 27 Gennaio 2019, 02:02

    Partita piuttosto divertente. Delle Zebre si salvano Licata, Meyer e Biagi. Non pervenuti Bianchi ed Ortis, manco in telecronaca. Imbarazzante la nostra prima linea in mischia chiusa, bene nel gioco aperta paradossalmente. Choc pure la difesa da rolling maul. Cinquantello risultato più giusto, il folle offload di Canna nel finale regala un possesso e lo sforamento dei 60pti. Che si metteva male s’è visto già al minuto 13 quando credo fosse Jaer che scappava sull’out destro ed uno dei nostri avanti manco accennava il placcaggio e sembrava già in debito di ossigeno, al minuto 13! Spettacolare il pilone Ox Nche e sospetto di steroidi x il mediano subentrato dei Cheetahs (Venter) che di fatto ci ha ammazzato: fisico innaturale.

    • And 27 Gennaio 2019, 02:04

      anche Jesse Kriel è dopato x me.

    • aldo68 27 Gennaio 2019, 15:41

      Purtroppo la squadra ha prima di tutto bisogno di un lavoro mentale enorme. Boni camminava scoraggiato, Licata che chiede a Biagi cosa doveva fare, Brummer che non placca neanche a pagarlo, Renton sempre nervoso, giocate quasi sempre isolate e sostegni mai presenti…

  23. Parvus 27 Gennaio 2019, 15:02

    lanicio un messaggio alaa redazione, un articolo che lanci una serie di ipotesi per aiutare le zebre.

Lascia un commento