Dopo Zebre-Benetton: le parole dei protagonisti in conferenza stampa

Bradley si complimenta per “una delle migliori prestazioni stagionali”. Per Goosen ha vinto “la squadra con più fortuna”

COMMENTI DEI LETTORI
  1. tifoso ignorante 24 Dicembre 2018, 09:50

    Per completezza:
    Possesso e territorio 60% Zebre 40% Benetton
    Le Zebre sono diventate improvvisamente disciplinatissime (3 punizioni concesse contro le 14 di Treviso) hanno dominato le fasi statiche (8/8 mischie vinte + 2 rubate contro Benetton 4/6 vinte e nessuna rubata, e 15/18 touches vinte contro le 4/6 di Treviso), hanno passato 213 palloni contro i 135 di Treviso e hanno attaccato la linea 153 volte per 404 metri (Treviso 12 per 353mt).
    Morale:
    Le Zebre hanno tenuto tanto il pallone, partendo da solide basi di conquista, ma il possesso è stato sterilizzato dall’ottima difesa di Treviso (89% placcaggi riusciti, meglio delle Zebre con 85%).
    Con il 50% di palloni in meno Treviso ha creato 7 break contro i 9 delle Zebre e ha confezionato 13 offload contro i 9 degli avversari, quindi ha attaccato meno ma con più efficacia, ha perso meno palloni (11 vs 18) e difeso meglio le maul avversarie (neutralizzate 4 su 7).
    A livello individuale Barbini ha fatto un po’ meglio di Giammarioli sia in attacco, attaccando la linea 5 volte con 30 metri percorsi (lo zebrato 10 attacchi con 21 metri), un clean break e due offload (contro 0 e 1) che in difesa (9 placcaggi su 10 contro 9 su 12), oltre ad un paio di grillotalpate niente male…

  2. Zamax 24 Dicembre 2018, 10:23

    Le Zebre hanno avuto possesso e territorio, e sono state più efficaci nelle fasi statiche, ma sono state sterili. La sterilità può essere dovuta a due cause (oltre che alla difesa avversaria): o si sono create occasioni, sia nelle fasi di gioco aperto sia con la pressione a pochi metri dalla linea di meta, e non sono state sfruttate; o non sono state create occasioni e tutto si è risolto in mancanza effettiva di pericolosità. Ieri in sostanza è successa la seconda cosa. Quindi non mi pare che ci siano i presupposti per dire che le Zebre ieri meritassero “veramente” di vincere. Certo Canna per una volta ha “cannato” alla grande su piazzati e trasformazioni. Ma il Benetton ha avuto occasioni vere per chiudere la partita: salvataggi in extremis su Barbini e McKinley, e mischie in attacco presso la linea dei 5 perdute malamente, se non ricordo male. Poteva andare in un modo o nell’altro: ha vinto la squadra che nel poco è stata più efficiente, pericolosa e fortunata.

    • maxsavo 24 Dicembre 2018, 13:13

      è vero che McKinley poteva chiuderla, ma alla fine dei conti le Zebre hanno raccolto molto meno di quanto fatto e che secondo me meritavano. Treviso deve ringraziare Canna due calci centrali sbagliati malamente e l’ultimo non tentato per paura di sbagliare di nuovo: mi dispiace ma non si può proprio vedere.

      • Zamax 24 Dicembre 2018, 13:48

        “hanno raccolto molto meno di quanto fatto”: il …fatto è che a conti …fatti le Zebre, nonostante il tanto …fatto, hanno creato molto poco in …fatto di occasioni e di reale pericolosità. Anche se Canna avesse avuto una percentuale del 100% sui calci il risultato sarebbe stato 16-10 per le Zebre. Ma il Benetton può rimpiangere da parte sua di avere sfiorato per un nulla o quasi la meta in due occasioni, con potenziali 14 punti all’attivo. In teoria, naturalmente, perché i punti fatti o non fatti hanno una loro influenza sull’aspetto psicologico della partita.

    • Parvus 24 Dicembre 2018, 15:05

      ara che beo eser un post con termini come efficenza…..
      questi dovrebbero essere i termoni di un giornalista o di un commentatore televisivo…..

      bravo zamax

  3. Pif87 24 Dicembre 2018, 11:46

    Ascoltando il commento di Goosen riguardo alla scelta di Sgarbi e Brex messi in campo cone “interditori” delle fonti di gioco zebrate, vado controcorrente e dico che Treviso ha ottenuto il massimo col minimo sforzo facendo una gran partita. Tanti giocatori (Ferrari in primis, ma anche Negri, Steyn, Quaglio…) sono evidentemente spremuti e i risultati soprattutto in mischia sono palesi. Affrontare una partita garibaldina contro le zebre sarebbe stato un suicidio, mentre un approccio da trincea ha pagato. Resta il fatto poi che le rarissime volte che la Benetton ha mollato il freno a mano è arrivata una meta e due azioni a un centimetro. Le Zebre sono state più volitive, ma nonostante la mole di gioco risultati pochi. Per Barbini le chiacchere sono finite: lo si convochi e finiamola

    • ginomonza 24 Dicembre 2018, 12:02

      Mah… sarà come dici tu ma a me sembra che TV debba ringraziare il Fornaio Canna che ha infornato ciabatte ieri.

      • gattonero 24 Dicembre 2018, 12:10

        hai ragione,inutile girarci attorno, Canna e’ stato disastroso sui piazzati e alla fine l’unico responsabile della sconfitta zebrata, treviso puo’ ringraziare solo lui per la vittoria altrimenti era persa malamente.

      • kinky 24 Dicembre 2018, 19:40

        Hai perfettamente ragione Gino. Questa partita è stata più persa dalle Zebre che vinta da Treviso! Ps ieri si è capito perché in nazionale ci va Bisegni e non Brex o Sgarbi!

  4. fabrio13H 24 Dicembre 2018, 13:08

    Certo che a parole il rugby italiano, anche nei suoi interpreti “di formazione straniera” 😀 , non difetta di ottimismo.

  5. fabiogenova 24 Dicembre 2018, 13:45

    Belin Castello, t’aei un bravvu figgeu, ti vegni da Zena e l’ae bellu cuscie, o compagno o se difende, va ben, mae la partìa contro o Trevisso du Canna l’è davveiu a partìa d’un malingraiou..Ogni santa votta che aveiva o ballon in ti pae l’oea un inciastro. Nun ti poae parlà ben stavotta? Allua ti stae in silensio, ch’a l’è megio.

  6. fulvio.manfredi 24 Dicembre 2018, 13:47

    Su Canna: oramai tutti sappiamo quanto sia capace di esaltarsi o deprimersi nell’ambito di una stessa gara. E’ il Suo (grave) limite e Gli costa, tra l’altro, il posto da titolare in nazionale.
    Quando non è in giornata non deve calciare! Ma è possibile mai che fra Padovani, Palazzani, Brummer.. non si trovi uno uno capace di ciabattare dentro un piazzato davanti ai pali come quello del 72′ minuto?! E via..!!

  7. Parvus 24 Dicembre 2018, 15:08

    barbini è grande….

    • franzele 25 Dicembre 2018, 08:36

      È grande, ma non è grosso.
      Lo dico a malincuore, ma secondo me a livello internazionale rischia di essere maltrattato, è talentuoso, intelligente, el ex beo come el sòl, ma i n8 che giocano con i nostri avversari sono di un’altra dimensione fisica e un allenatore deve pensare anche a quello, quindi convocherà sempre uno molto meno dotato, con meno talento, ma più presente dal più di vista fisico. Quindi ci cucchiamo ancora Steyn, se Parisse non dovesse tornare in qua.
      E mi dispiace un sacco, ma i conti oramai si fanno in chili.

  8. franzele 25 Dicembre 2018, 08:38

    Ah…. buon Natale a tutti!!!

Lascia un commento

item-thumbnail

Benetton, Federico Zani: “Voglio che la mia duttilità sia un plus per la squadra”

Il ruolo dell'azzurro emiliano avrà ancor più importanza nella rosa dei Leoni, dopo le notizie sul fronte infortunati

4 Agosto 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Jamie Roberts torna in Galles a distanza di 7 anni

Giocherà con i Dragons

3 Agosto 2020 Pro 14
item-thumbnail

Benetton, per la prima linea spunta il nome di Ivan Nemer

Il pilone italo-argentino del Casale potrebbe colmare la falla creatasi con gli infortuni di Drudi e Appiah

3 Agosto 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: infortuni per Matteo Drudi e Derrick Appiah

Brutte notizie dall'infermeria biancoverde, coi due piloni costretti a uno stop dopo gli infortuni riportati in allenamento

1 Agosto 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Ian Keatley: “Tutti stanno cercando di alzare il livello”

L'apertura non vede l'ora di ricominciare a giocare e di porsi nuovi obiettivi di squadra per il futuro

31 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Joaquin Riera: “Sono pronto ad alzare l’asticella”

Già permit player lo scorso anno, il trequarti argentino è pronto a una stagione da protagonista

29 Luglio 2020 Pro 14 / Benetton Rugby