Test Match 2018: l’Irlanda dilaga contro gli Stati Uniti

I verdi completano un novembre da sogno, sconfiggendo gli USA 57-14 nella sfida dell’Aviva Stadium

carbery irlanda

ph. Reuters

L’Irlanda chiude in bellezza il proprio novembre memorabile, sconfiggendo anche gli USA 57-14, al termine di una gara che ha visto i locali dilagare nella ripresa. Con una formazione stravolta rispetto a quella in grado di sconfiggere gli All Blacks una settimana fa, con il solo Garry Ringrose confermato tra i titolari di Joe Schmidt, i padroni di casa partono fortissimo, con un paio di marcature pesanti del trequarti di Munster Andrew Conway, pur non riuscendo a scappare subito nel punteggio, perché i nordamericani, almeno nel primo quarto di gara, rispondono colpo su colpo, con la segnatura pesante di Taufetee e la meta tecnica che al 22′ rimette la sfida in perfetta parità.

Nella ripresa, tuttavia, l’intensità irlandese è troppo alta per gli ospiti, che capitolano ripetutamente al cospetto delle giocate difficilmente decriptabili dei ragazzi di Schmidt. Alla fine sono 8 le mete dell’Irlanda, che archivia così, con un poker da urlo, un mese che resterà negli annali dell’ovale dell’Isola di Smeraldo.

Leggi anche: Test Match 2018: un inizio di fuoco basta al Galles per vincere sul Sudafrica 20 a 11;

Il tabellino

Irlanda: 15 Will Addison, 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Stuart McCloskey, 11 Darren Sweetnam, 10 Joey Carbery, 9 John Cooney, 8 Jack Conan, 7 Jordi Murphy, 6 Rhys Ruddock (c), 5 Iain Henderson, 4 Tadhg Beirne, 3 Finlay Bealham, 2 Niall Scannell, 1 Dave Kilcoyne.
A disposizione: 16 Rob Herring, 17 Cian Healy, 18 John Ryan, 19 Quinn Roux, 20 Josh van der Flier, 21 Luke McGrath, 22 Ross Byrne, 23 Sam Arnold.

Mete: Conway (2′, 16′, 76′), Conan (33′), Beirne (52′), McCloskey (58′), Roux (65′), Ryan (80′);
Trasformazioni: Carbery (3′, 17′, 34′, 53′, 66′, 77′, 81′);
Punizioni: Carbery (26′)

USA: 15 W. Hooley, 14 B. Scully, 13 B. Campbell, 12 P. Lasike, 11 M. Brache, 10 W. Magie, 9 S. Davies, 1 T. Lamositele, 2 J. Taufete’e, 3 P. Mullen, 4 G. Peterson, 5 N. Civetta, 6 J. Quill, 7 H. Germishuys, 8 C. Dolan.
A disposizione: 16 D. Fawsitt, 17 C. Wenglewski, 18 D. Waldren, 19 S. Manoa, 20 D. Tameilau, 21 R. De Haas, 22 G. Moore, 23 R. Matyas.

Mete: Taufetee (11′), meta tecnica (22′)
Trasformazioni: Magie (12′)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Quattro stelle di Tolone per i Barbarians

Inizia a definirsi la squadra per la sfida all'Inghilterra XV del 2 giugno prossimo, in cui ci sarà anche l'esordio delle ragazze

item-thumbnail

E se fosse Warren Gatland il nuovo allenatore della Francia?

Il tecnico neozelandese è ambito da molte squadre fra cui anche i Bleus, che intanto pensano a O'Gara per la RWC

item-thumbnail

British & Irish Lions: la scelta del prossimo tecnico passa del Sei Nazioni, ma attenzione a Hansen

Gatland, Schmidt e Jones sono in lizza. All'orizzonte però ci potrebbe essere un clamoroso accordo col tecnico degli All Blacks

item-thumbnail

Americas Rugby Championship: l’Argentina XV fa en plein

Grande Slam per la seconda selezione argentina, che ha battuto nettamente il Cile nell'ultima giornata del torneo delle Americhe

item-thumbnail

La partita più importante nella storia del rugby olandese

Sabato si gioca la partita decisiva del Rugby Europe Trophy, seconda divisione dell'ovale europeo fuori dal Sei Nazioni

  1. demon1981 25 novembre 2018, 08:16

    Dilaga, che titoli ..
    La stessa distanza della partita di Chicago tra noi e l’Irlanda.
    Con la differenza che noi giochiamo nel 6 Nazioni da quasi 20 anni!

    • Giambo 25 novembre 2018, 12:35

      Proponi al board del torneo di fare cambio allora, così il tuo disfattismo continuo sarà soddisfatto una volta per tutte.

    • Hands off 25 novembre 2018, 14:05

      USA con squadra titolare, che arriva da parecchie vittorie, che non ha niente da perdere o altre partite importanti da giocare, noi no. Contestualizzata questa partita mi fa pensare che, come al solito, siamo una via di mezzo tra tier 1 e 2, secondo me meglio degli USA

  2. And 26 novembre 2018, 00:38

    peccato x Sweetnam che nn ha partecipato alla festa

  3. And 26 novembre 2018, 00:39

    Irlanda con 2/3 scelte in tutti i ruoli, nel 6N manderà la squadra B contro di noi ma ci farà il culo lo stesso

Lascia un commento