Inghilterra: Federazione, Associazione Giocatori e Premiership introducono i periodi di riposo

Il “Welfare” al centro del nuovo protocollo, soprattutto per i giocatori di caratura internazionale

COMMENTI DEI LETTORI
  1. And 24 Ottobre 2018, 13:59

    invocherei differenze tra 3/4 e avanti, dato che un’ala in una partita può vedere la palla 5 volte x tempo mentre una terza ha un work-rate diverso.

  2. Nuvole! 25 Ottobre 2018, 05:44

    Comunque si parla di 35 partite all’anno (>20 minuti) oppure 30 da 80 minuti… mica bruscolini… poi non capisco perché dare piú riposo ai giocatori internazionali che agli altri, come se i non internazionali fossero carne da macello… 🙁

  3. TommyHowlett 25 Ottobre 2018, 14:52

    L’idea è buona, la realizzazione un po’ fumosa; al di là dei calcoli da ricerca universitaria per capire quanto e come uno si deve fermare, trovo un po’ ridicola la “riduzione” a 35 partite l’anno o a 30 da 80 minuti. Siamo punto a capo; considerando la concomitanza 6N-Premiership in quasi tutte le partite del Torneo, un internazionale inglese, pur con i riposi obbligatori, potrebbe giocare quasi tutte le partite, coppe comprese. E poi, come ricorda Nuvole! poco sopra, perché gli internazionali meritano più riposo degli altri? Non mi pare che una partita dell’Inghilterra sia tanto più dura di uno scontro diretto di alta classifica in Premiership o di un playoff di Champions.

Lascia un commento

item-thumbnail

Conor O’Shea: “Per poco Danny Care non scoprì i piani per la Fox”

L'ex tecnico azzurro racconta il piccolo, curioso retroscena che coinvolge Ugo Monye e un barbiere di Londra

26 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Monumenti: Barry John

Il miglior numero 10 di tutti i tempi, almeno secondo i pareri raccolti dalle parti di Cardiff

26 Maggio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Scozia: John Jeffrey nuovo presidente federale

Lo Squalo Bianco nominato per il momento ad interim. Intanto Dave Rennie lascia Glasgow con un mese di anticipo

26 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Eddie Jones vorrebbe sedersi in panchina durante le partite, come gli allenatori di calcio

Il tecnico dell'Inghilterra pensa a un'evoluzione del ruolo, che andrebbe a impattare anche sull'aspetto emotivo del gioco

26 Maggio 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Leggende ovali: Shane Williams, il rapporto con Paul O’Connell e il valore di Brian O’Driscoll

L'ex ala gallese svela retroscena del tour dei Lions 2009 e non solo

item-thumbnail

E se il rugbymercato diventasse simile al calciomercato?

Scott Johnson lancia l'idea dall'Australia

26 Maggio 2020 Emisfero Sud