Petrarca-Rovigo, le voci dei protagonisti dopo il derby

Andrea Marcato soddisfatto della voglia di lottare dei suoi, Casellato spiega il perché della scelta di non andare mai per i pali

ph. Rugby Rovigo

Non è stata una partita da tramandare ai posteri. Il derby d’Italia tra Petrarca e Rovigo va in archivio al termine di ottanta minuti lottati, sudati ma fondamentalmente mediocri, senza grandi spunti degni di nota ad eccezione della meta di Riera. Ha vinto la squadra più rodata e più consistente durante tutto l’arco del match, che ha sfruttato le occasioni a propria disposizione e nel secondo tempo è ricorsa alla difesa che le ha portato lo Scudetto la scorsa primavera.

“È stato un derby di stampo antico, come quelli di una volta, con tanto da battagliare – ha dichiarato il direttore sportivo del Petrarca, Corrado Covi, al Gazzettino – Ci sono delle cose ancora da aggiustare, ma è normale, siamo a inizio stagione. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, che ha sempre trovato la maniera per reagire”.

“Questo derby è servito a farmi capire che la squadra non è appagata, che la voglia di lottare c’è sempre” – ha sottolineato invece Andrea Marcato, che come di consueto non fa mancare qualche rimprovero ai suoi: “Però alcuni giocatori entrati nel secondo tempo non mi sono per niente piaciuti come mentalità e lunedì, quando ci ritroveremo, non gliele manderò a dire”. La chiosa è dedicata all’episodio che ha portato al cartellino giallo di Vian, che non ha fatto una gran figura nemmeno con il gesto rivolto ad un petrarchino uscendo dal campo. “C’è bisogno di introdurre il TMO. La reazione di Vian che ha colpito Mancini Parri era da cartellino rosso”, ha detto Marcato.

Rovigo non finiva una partita a zero punti in campionato dalla stagione 2006/2007, più precisamente dal 23 settembre 2006. Praticamente dodici anni esatti. Anche allora i Bersaglieri rimasero a secco in un derby, con la vittoria esterna del Petrarca per 0-17 al “Battaglini”.

Gli uomini di Umberto Casellato avrebbero anche avuto alcune chance per sbloccare il tabellino, ma l’allenatore nel post partita ha spiegato che la scelta di cercare sempre la meta ignorando i possibili piazzati è stata sua. “Sono stato io a dire ai giocatori di calciare sempre in rimessa laterale e non cercare i pali su punizione, perché avevamo la necessità di provare ad andare in meta” – ha dichiarato al Gazzettino.

“Non ho nulla da recriminare sulla legittimità del successo dei padovani, anche se c’è un certo rammarico per il punteggio finale – continua Casellato – Per i primi 30′ siamo stati poco reattivi, non abbiamo giocato in modo collettivo e in questo modo diventa impossibile”. Il secondo tempo è stato migliore del primo, ma non è comunque bastato per aprire una breccia nella difesa padovana. “Abbiamo attaccato, ma non siamo riusciti a fare la partita che volevamo soprattutto per merito del Petrarca, che non a caso è campione d’Italia, che è davvero forte e lo ha dimostrato. Abbiamo commesso tanti errori anche banali, e le responsabilità vanno divise tra tutti”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Elite: Mogliano scatenata sul mercato. Arriva un giovane tallonatore

Il club veneto continua a inserire degli avanti nel suo roster

18 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: un pilone campione d’Italia per Mogliano

Dopo Ferraro e Pettinelli, un altro grande innesto fra gli avanti per i biancoblu

16 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Colorno: presentato il nuovo capoallenatore

Gli emiliani sono pronti a ripartire per la stagione 2024-2025

14 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Viadana, coach Pavan: “Ora è vietato fermarsi. Questa grande stagione dev’essere una base di partenza”

Il tecnico: "Prima eravamo una sorpresa, poi siamo diventati una realtà, adesso dobbiamo riconfermarci"

13 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Giovanni Pettinelli è ufficialmente un giocatore del Mogliano

L'organico dei biancoblù si arricchisce di un innesto importante per la stagione 2024/25

12 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Viadana: altri quattro rinnovi per la stagione 2024/25

Prende corpo l'organico della squadra finalista del campionato 2023/24

12 Giugno 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite