Marzio Innocenti ha lasciato Pronti al Cambiamento

Innocenti era il leader del principale movimento di opposizione politica ovale. La decisione presa durante l’ultima assemblea

ph. Sebastiano Pessina

Marzio Innocenti non è più il leader di Pronti al Cambiamento, che aveva rappresentato alle elezioni federali del 2016 e principale movimento di opposizione nella politica ovale italiana. L’annuncio è arrivato al termine di un’assemblea straordinaria, tenutasi a Bologna sabato 8 settembre, con un comunicato stampa:

“Nel corso del dibattito, Marzio Innocenti ha dichiarato le proprie irrevocabili dimissioni dall’Associazione, dichiarando a qualunque titolo conclusa la sua esperienza al suo interno – si legge nella nota diffusa da Pronti al Cambiamento – L’assemblea ha preso dolorosamente atto della decisione personale di Innocenti, proseguendo la discussione fino alla votazione finale con la quale Pronti al Cambiamento ha determinato di non definire con così largo anticipo il proprio candidato ma di lavorare per costruire, insieme a tutti coloro che desiderano un reale cambiamento della gestione politica del rugby italiano, un programma ed una candidatura vincente e credibile”.

Domenica sera, però, il presidente del Comitato Veneto ha pubblicato un post su Facebook in cui dice di non aver comunicato la sua uscita dal movimento all’inizio dell’assemblea, ma “dopo più di due ore di discussione sulla proposta di Roman di distinguere la posizione di Leader, che mi veniva riconosciuta, da quella di candidato alle prossime elezioni che poteva essere un altro”, scrive Innocenti.

“Alla mia richiesta di conoscere chi fosse questa alternativa si è risposto che non c’era e che si sarebbe cercato. Ho fatto presente che questo è il modo migliore per perdere e che non potevo accettare una scelta politica così nefanda – ha continuato Innocenti – Visto che si voleva una conta ho capito che Pronti al Cambiamento diviso in due era morto e che chiunque avesse vinto avrebbe avuto solo rovine. A quel punto non ho accettato di mantenere in vita un paziente ormai morto come evidentemente la ipocrisia democristiana suggeriva ed ho staccato la spina”.

Alle ultime elezioni federali del 2016, vinte dall’attuale presidente Alfredo Gavazzi, Marzio Innocenti aveva ottenuto 30.566, pari al 44,65%.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La FIR ha approvato il bilancio consuntivo del 2018 e il bilancio preventivo del 2019

Entrambi sono stati chiusi con degli utili. Nel 2018 è cresciuto il valore della produzione

10 giugno 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

È stato nominato un nuovo vice presidente della FIR

È Onorio Rebecchini, uno dei fondatori dell'Unione Rugby Capitolina. Succede al dimissionario Salvatore Perugini

6 giugno 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Le prime dichiarazioni di Salvatore Perugini dopo le dimissioni da vice presidente FIR

L'ex pilone azzurro ha parlato a OnRugby della sua decisione ufficializzata qualche giorno fa

17 aprile 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Salvatore Perugini si è dimesso da vice presidente della FIR

La decisione è arrivata durante l'ultimo consiglio federale, in critica con la gestione attuale

15 aprile 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Parla Marzio Innocenti: “Nessun Pronti al Cambiamento 2. Rispetto Gavazzi, ma abbiamo idee diverse”

Il presidente del Comitato Veneto conferma la propria candidatura e chiarisce le ragioni della frattura con Palc

3 dicembre 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha approvato il bilancio consuntivo 2017

L'anno contabile, come da previsione del bilancio preventivo, si chiude in attivo.

11 ottobre 2018 Rugby Azzurro / Vita federale