Top 14 e ProD2: il quadro sui campionati pro francesi ’18/’19

Con la sentenza che ha riabilitato Biarritz conosciamo tutte le 30 squadre delle prime 2 serie transalpine

tolone top 14

ph. Reuters

Lo scorso weekend ovale, in Francia, è stato un punto di svolta importante anche per ciò che concerne la stagione ’18/’19 dei campionati professionistici transalpini. Infatti, dopo che, lo scorso maggio, il Biarritz Olympique era stato retrocesso in terza serie per motivi finanziari al termine dell’annata sportiva ’17/’18, il comitato dedito all’analisi ricorsi della FFR ha cambiato le carte in tavola, ripulendo il club basco da tutti i provvedimenti disciplinari relativi ai problemi economici, e riammettendolo alla seconda divisione francese.

Una decisione che ha delineato in maniera definitiva il quadro delle 30 compagini che prenderanno parte ai due campionati professionistici francesi, Top 14 e ProD2, il prossimo anno. Confermato il numero di squadre in ambedue i tornei, con la massima serie composta da 14 team (come, del resto dice il nome) e quella cadetta da 16. Diamo, dunque, uno sguardo a quali sono le zone d’oltralpe a maggior tasso ovale (pro).

Geografia del Top 14

Come da abitudine, fatta eccezione per i club parigini (i vice campioni d’Europa del Racing 92 ed il rinnovatissimo Stade Francais), il resto delle squadre di Top 14 proviene dal centro-sud della Francia. Le 2 regioni più rappresentate sono Nuova Aquitania (La Rochelle, Pau, Agen, e Bordeaux) ed Occitania (Tolosa, i campioni in carica Castres, la neopromossa Perpignan e la finalista perdente Montpellier) con 4 team a testa. Insegue a quota 3, invece, l’Alvernia-Rodano-Alpi (Clermont, l’altra neopromossa Grenoble e Lione), con Tolone unica rappresentante della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Come detto, nessuna compagine per Paesi della Loira, Normandia, Alta Francia, Corsica, Centro-Valle della Loira, Bretagna, Borgogna e Grand Est.

Geografia del ProD2

Situazione più variegata al piano di sotto, anche se la costante resta la Nuova Aquitania, leader relativamente alla quantità di squadre presenti anche in cadetteria. Cinque, in tutto, con la retrocessa Brive a far da capofila a Stade Montois, Bayonne, Biarritz e Soyaux Angouleme. Subito in scia, l’Occitania, che, proprio come in Top 14, può contare su 4 formazioni pure in ProD2 (Carcassone, Beziers, Montauban e Colomiers). A quota 3 si issa l’Alvernia-Rodano-Alpi, con la neopromossa Bressane, la retrocessa Oyonnax ed Aurillac. Una singola squadra a testa, invece, per la Bretagna (Vannes), Ile-de-France (Massy), Borgogna (Nevers) e Provenza-Alpi-Costa Azzurra (l’altra neopromossa Provence Rugby).

Sunto regione per regione

Nuova Aquitania (9): La Rochelle, Pau, Agen, Bordeaux,Brive, Stade Montois, Bayonne, Biarritz e Soyaux Angouleme;
Occitania (8): Tolosa, Castres, Perpignan, Montpellier, Carcassone, Beziers, Montauban, Aurillac;
Alvernia-Rodano-Alpi (6): Clermont, Grenoble, Lione, Bressane, Oyonnax, Aurillac;
Ile-de-France (3): Racing 92, Stade Francais, Massy;
Provenza-Alpi-Costa Azzurra (2): Tolone, Provence Rugby;
Borgonga (1): Nevers;
Bretagna (1): Vannes;

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

OnRugby Relive: Dragons v Benetton, Pro12 2011/2012 & Italia v Tonga, RWC 1999

Due partite molto diverse, per ritmo, risultato, emozione e sentimento. Entrambe riproposte questa sera

30 Maggio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Video: le dichiarazioni di Franco Smith dopo la conferma

"Contribuire a far crescere questo movimento per me è motivo d'orgoglio"

30 Maggio 2020 Foto e video
item-thumbnail

Gli staff tecnici della nazionale under 20 e dell’Accademia Nazionale per il 2020/2021

Il consiglio federale ha comunicato una parte degli staff tecnici per la prossima annata agonistica

30 Maggio 2020 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Italia: Franco Smith è ufficialmente il capo allenatore fino al 2024

Si aggregherà allo staff anche Alessandro Troncon, che lascia le Zebre

30 Maggio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rovigo, Zambelli: “Proseguo per un anno per senso di responsabilità. Poi, pronto a lasciare il rugby come presidente”

Il numero 1 dei Bersaglieri ha parlato nella prima conferenza dopo lo stop dei campionati

30 Maggio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il Sei Nazioni non si tocca, parola del CEO dell’Irlanda

"Dobbiamo preservare ciò che abbiamo. Niente miglioramenti con la Georgia al posto dell'Italia", ha spiegato al Podcast 'Off the Ball'

30 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni