Top 14 e ProD2: il quadro sui campionati pro francesi ’18/’19

Con la sentenza che ha riabilitato Biarritz conosciamo tutte le 30 squadre delle prime 2 serie transalpine

tolone top 14

ph. Reuters

Lo scorso weekend ovale, in Francia, è stato un punto di svolta importante anche per ciò che concerne la stagione ’18/’19 dei campionati professionistici transalpini. Infatti, dopo che, lo scorso maggio, il Biarritz Olympique era stato retrocesso in terza serie per motivi finanziari al termine dell’annata sportiva ’17/’18, il comitato dedito all’analisi ricorsi della FFR ha cambiato le carte in tavola, ripulendo il club basco da tutti i provvedimenti disciplinari relativi ai problemi economici, e riammettendolo alla seconda divisione francese.

Una decisione che ha delineato in maniera definitiva il quadro delle 30 compagini che prenderanno parte ai due campionati professionistici francesi, Top 14 e ProD2, il prossimo anno. Confermato il numero di squadre in ambedue i tornei, con la massima serie composta da 14 team (come, del resto dice il nome) e quella cadetta da 16. Diamo, dunque, uno sguardo a quali sono le zone d’oltralpe a maggior tasso ovale (pro).

Geografia del Top 14

Come da abitudine, fatta eccezione per i club parigini (i vice campioni d’Europa del Racing 92 ed il rinnovatissimo Stade Francais), il resto delle squadre di Top 14 proviene dal centro-sud della Francia. Le 2 regioni più rappresentate sono Nuova Aquitania (La Rochelle, Pau, Agen, e Bordeaux) ed Occitania (Tolosa, i campioni in carica Castres, la neopromossa Perpignan e la finalista perdente Montpellier) con 4 team a testa. Insegue a quota 3, invece, l’Alvernia-Rodano-Alpi (Clermont, l’altra neopromossa Grenoble e Lione), con Tolone unica rappresentante della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Come detto, nessuna compagine per Paesi della Loira, Normandia, Alta Francia, Corsica, Centro-Valle della Loira, Bretagna, Borgogna e Grand Est.

Geografia del ProD2

Situazione più variegata al piano di sotto, anche se la costante resta la Nuova Aquitania, leader relativamente alla quantità di squadre presenti anche in cadetteria. Cinque, in tutto, con la retrocessa Brive a far da capofila a Stade Montois, Bayonne, Biarritz e Soyaux Angouleme. Subito in scia, l’Occitania, che, proprio come in Top 14, può contare su 4 formazioni pure in ProD2 (Carcassone, Beziers, Montauban e Colomiers). A quota 3 si issa l’Alvernia-Rodano-Alpi, con la neopromossa Bressane, la retrocessa Oyonnax ed Aurillac. Una singola squadra a testa, invece, per la Bretagna (Vannes), Ile-de-France (Massy), Borgogna (Nevers) e Provenza-Alpi-Costa Azzurra (l’altra neopromossa Provence Rugby).

Sunto regione per regione

Nuova Aquitania (9): La Rochelle, Pau, Agen, Bordeaux,Brive, Stade Montois, Bayonne, Biarritz e Soyaux Angouleme;
Occitania (8): Tolosa, Castres, Perpignan, Montpellier, Carcassone, Beziers, Montauban, Aurillac;
Alvernia-Rodano-Alpi (6): Clermont, Grenoble, Lione, Bressane, Oyonnax, Aurillac;
Ile-de-France (3): Racing 92, Stade Francais, Massy;
Provenza-Alpi-Costa Azzurra (2): Tolone, Provence Rugby;
Borgonga (1): Nevers;
Bretagna (1): Vannes;

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: gli arbitri dei quarti di finale

Definiti i direttori di gara per le quattro sfide iridate del weekend

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Francia-Galles: quell’unico, storico, precedente Mondiale macchiato di rosso

Le due compagini si sono affrontate una sola volta nella storia della Coppa del Mondo, in una partita, però, ha lasciato un segno importante nella sto...

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019, Inghilterra: Vunipola c’è

Il fondamentale numero 8 ha superato il cruciale test fisico di questo pomeriggio, rendendosi disponibile per il quarto di finale

16 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Viadana: botto sudafricano in chiusura di campagna acquisti

Il club lombardo ha puntellato la prima linea con l'ingaggio di Lee Marvin Mazibuko

16 Ottobre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Botta e risposta Gavazzi-Innocenti, il presidente FIR: “Il prossimo tecnico sarà neozelandese”

Doppia intervista sulle pagine del Gazzettino: Innocenti attacca, il presidente tocca anche il tema del prossimo coach

16 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: Magia nera

Gli All Blacks collezionano una sfilza di gesti tecnici abbacinanti per segnare l'ultima meta dell'incontro con la Namibia

16 Ottobre 2019 Terzo tempo