Mondiali under 20 2018: la formazione dell’Italia per i Pumitas

Qualche cambio nel XV degli Azzurrini che puntano al secondo posto nella difficile sfida all’Argentina

italia under 20

ph. Federugby

La nazionale azzurra under 20 guidata da Fabio Roselli scenderà in campo a Beziers giovedì prossimo alle ore 18:30, con in mente un solo obiettivo: battere l’Argentina e conquistare il secondo posto nel girone, che significherebbe un posto fra le prime otto della rassegna iridata di categoria.

Una partita assolutamente non facile quella contro i Pumitas, che hanno dimostrato contro la Scozia tutto il loro valore. In caso di vittoria l’Italia si andrà a giocare con ogni probabilità i posti dal quinto all’ottavo, mentre sarà difficile spodestare la Francia dal ruolo di migliore seconda e andarsi a giocare le semifinali. Dovessero avere la meglio gli argentini, si dovrà andare a vedere gli altri risultati per capire se l’Italia rientrerà ancora fra le prime otto o se si classificherà come peggiore terza, finendo quindi a giocarsi i posti dal nono al dodicesimo. In caso di pareggio, la spunterebbe comunque l’Argentina per miglior differenza punti.

Qualche novità nel XV azzurro che vede Alessandro Fusco trovare spazio dal primo minuto con la maglia numero 15, mentre Antonio Rizzi, fresco di trasferimento al Benetton Treviso, viene relegato in panchina e gli viene preferito Filippo di Marco all’apertura.

Rispetto alla partita con l’Inghilterra, capolista del girone e una delle favorite alla vittoria finale, tornano in campo dal primo minuto il mediano di mischia Nicolò Casilio, il numero 8 Lodovico Manni e l’ala Andrea De Masi.

La partita si potrà seguire in diretta sulla pagina Facebook della FIR e su therugbychannel.it.

Italia under 20

15 Alessandro FUSCO (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

14 Andrea DE MASI (Mogliano Rugby)*

13 Matteo MOSCARDI (FEMI-CZ Rovigo)

12 Damiano MAZZA (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

11 Giovanni D’ONOFRIO (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

10 Filippo DI MARCO (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

9 Nicolò CASILIO (Patarò Calvisano)*

8 Lodovico MANNI (Mogliano Rugby) 

7 Michele LAMARO (Petrarca Padova)* – capitano

6 Jacopo BIANCHI (Fiamme Oro Rugby)*

5 Matteo CANALI (Rugby Colorno)*

4 Niccolò CANNONE (Petrarca Padova)*

3 Michele MANCINI PARRI (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

2 Matteo LUCCARDI (Patarò Calvisano)*

1 Danilo FISCHETTI (Patarò Calvisano)*

A disposizione

16 Niccolò TADDIA (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

17 Guido ROMANO (Rugby Colorno)*

18 Matteo NOCERA (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

19 Davide RUGGERI (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

20 Antoine KOFFI (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*

21 Luca CROSATO (Lafert San Donà)*

22 Antonio RIZZI (Petrarca Padova)* 

23 Albert Einstein BATISTA (Rugby Etruschi Livorno 1995)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Benetton Treviso e Accademia Nazionale U20 FIR: un allenamento congiunto che ha fatto bene a entrambi

Una bella iniziativa di grande valore tecnico e motivazionale per i giovani dell'Accademia federale

item-thumbnail

Mondiali Under 20 2019: programma e orari della prima fase. L’Italia con Australia, Inghilterra e Irlanda

Il torneo iridato si giocherà fra Santa Fe e Rosario, con i Pumas che se la vedranno contro la Francia campione in carica

item-thumbnail

Italia, Under 20: a Grenoble gli azzurrini chiudono il loro raduno battendo 19-33 i padroni di casa

Successo convincente contro l'Espoir transalpine: ora l'avvicinamento verso il Sei Nazioni 2019

item-thumbnail

Italia, Under 20: i convocati per il raduno di Parma

Quattro giorni di attività per i 26 convocati e un allenamento congiunto con le Zebre

item-thumbnail

Italia Under 20: ventisei convocati per un raduno a Calvisano

In programma anche un allenamento congiunto con la squadra bresciana al San Michele

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019, Under 20: ecco le sedi casalinghe degli Azzurrini

La nazionale giovanile affronterà in casa Galles, Irlanda e Francia rispettivamente l'8 febbraio, il 22 febbraio e il 15 marzo