Serie A: Verona batte Valsugana ed è campione d’Italia di categoria

Gli scaligeri vincono 20-14. Nel finale due rossi per il Valsugana

ph. Verona Rugby

Verona e Valsugana, regine della serie A, che avevano già conquistato l’obiettivo della promozione in Eccellenza una quindicina di giorni or sono, si sono ritrovate quest’oggi allo Stadio Mirabello di Reggio Emilia, per l’assegnazione del titolo di campione nazionale di categoria.

Il successo è andato ai ragazzi guidati da Zanichelli, che hanno archiviato la vittoria nei primi 50 minuti di gioco, chiusi avanti di una ventina di punti (20-0). Gli scaligeri, poi, hanno mantenuto saldamente il controllo delle operazioni con una difesa arcigna, nonostante gli sforzi pregevoli del Valsugana, concedendo solo la meta di Ferraresi attorno all’ora di gioco, prima della fiammata finale di Rossi a tempo ormai scaduto per il definitivo 20 a 14. Valsugana che, per altro, ha chiuso in 13 uomini, per i rossi negli ultimi minuti a Sanavia e Pivetta.

Il tabellino

Verona Rugby: Gaston, Melegari, Pavan (1’ s.t. Zanon), Quintieri (33’ s.t. Neethling M.), Beltrame, McKinney, Soffiato (21’ s.t. Mariani); Riccioli (35’ s.t. Zago), Rossi Ale., Artuso (C) (35’ s.t. Braghi), Cattina, Montauriol, D’Agostino (9’ s.t. Tomei, 24’ s.t. D’Agostino), Silvestri (35’ s.t. Neethling R.), Furia (38’ Rizzelli, 32’ s.t. Furia) All. Zanichelli;

mete: Quintieri, Artuso;
trasformazioni: McKinney (2);
punizioni: McKinney (2);

Valsugana Rugby Padova: Paluello (10’ s.t. Rossi Alb.), Lisciani, Dell’Antonio (21’ s.t. Caione), Calderan, Beraldin, Sartor (15’ s.t. Scapin), Benetti; Ferraresi, Sironi, Rizzo (4’ s.t. Maso), Liut (34’ s.t. Caporello), Cardo (15’ s.t. Caldon), Varise (4’ s.t. Paparone), Pivetta (C), Lastra Masotti (35’ Caporello, 24’ s.t. Sanavia) All. Roux;

mete: Ferraresi, Rossi;
trasformazioni: Benetti (2);

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top12: i primi due acquisti dei Lyons

A Piacenza arrivano due piloni sinistri, Romulo Acosta e Enrico Cafaro

item-thumbnail

Serie A: i Lyons hanno vinto la finale contro il Colorno

Decisivo il primo tempo e il piede di Guillomot, oltre a due mete di Bruno e Subacchi

item-thumbnail

Serie A, la finale: Lyons Piacenza-Colorno Rugby vale il titolo

Entrambe le squadre sono già sicure della promozione in Top12. La preview della partita: dichiarazioni e formazioni

item-thumbnail

Filippo Frati: l’arrivo al Cus Milano e la voglia di far tornare protagonista la squadra meneghina

Il tecnico ha deciso di sposare il progetto del club, che ripartirà dalla Serie B

item-thumbnail

Verona e Valsugana: obiettivo tornare in Top12 il più presto possibile

Dopo la retrocessione entrambe le compagini venete puntano a tornare nel massimo campionato domestico italiano

item-thumbnail

Serie A: Colorno batte la Capitolina e centra la promozione in Top 12

Prima storica promozione nella massima serie per il club emiliano

  1. Obelix-it 27 maggio 2018, 20:34

    Verona ha meritato decisamente la vittoria, arbitro tragico per fortuna alla sua ultima partita…

    • buk 28 maggio 2018, 00:35

      Ma le regole del rugby le conosci o parli per sentito dire? Hai mai letto il regolamento, i principi su cui si basa questo sport prima di sentenziare? Il comportamento tragico a mio avviso è quello che gira intorno a questo sport, sempre più privo di valori, uno dei quali è il rispetto.

      • Obelix-it 28 maggio 2018, 12:05

        No, dai, sono arrivato qui ieri giusto per criticare l’arbitro, no??
        Parli di ripetto, ma vedo che non sai neppure cose sia. L’arbitro sbaglia, come sbagliano tutti, e quindi si puo’ criticare finche’ non si cerca di usarlo come alibi o gli si attribuisca una qualche partigianeria, o lo si incolpi di avere ‘indirizzato’ la partita.
        Da un arbitro di finale di serie A mi aspetto un livello maggiore di quello che posso trovare nei “pischelli” della U14, e francamente, ho visto arbitri in serie minori arbitrare molto meglio (anche molto peggio, ovviamente)
        Poi, anche i commentatori sono rimasti decisamente perplessi su molte decisioni dell’arbitro, irrispettosi pure loro??
        Commentare la prestazione dell’arbitro si puo’ e si deve. Non c’e’ il dogma dell’infallibilita’, eh, non e’ che per forza doobbiamo sempre dire che e’ erfetto, altirmenit poi ci troviamo, appunto, con prestazioni del genere in una gara di un certo livello.

      • Nuvole! 28 maggio 2018, 21:58

        Il capo mondiale degli arbitri qualche anno fa ha pubblicamente e irrispettosamente criticato un arbitro “reo” di aver fatto fare brutta figura (NON perdere, solo far fare brutta figura…) alla “sua” nazionale.
        IRB (all’epoca non c’era ancora WR) non ha avuto niente da eccepire e nessuno si é scusato.
        Evidentemente il calo del rispetto in questo sport é stato coltivato dalle piú alte cariche mondiali, per cui non ci lamentiamo se un po’ tutti si adeguano alla loro linea.

  2. Nuvole! 28 maggio 2018, 05:04

    Complimenti al Verona e peccato che la partita non sia stata bellissima, inframmezzata da troppi cartellini gialli e rossi. Non essendoci “nulla in palio se non l’onore”, avrebbe potuto essere una partita votata allo spettacolo, ma cosí non é stato.
    Passiensa, capita.
    I tifosi del Valsu si tireranno su il morale con la squadra femminile che ha conquistato l’ingresso in finale e la U18 che ha conquistato la semifinale. Peccato che tutti questi appuntamento di fine anno fossero praticamente in contemporanea, costringendo i tifosi biancazzurri a sparpagliarsi a seguito delle varie squadre, ma credo che questo sia una coseguenza della stagione eccezionale un po’ su tutti i fronti e difficilmente i calendari ad inizio stagione possono tenere in conto che magari una sola societá potrebbe arrivare al successo quasi ovunque…
    Vittime del proprio successo….:)

Lascia un commento