Sei Nazioni Under 20: i Dragoni sono azzurri, impresa Italia in Galles (7-18)

Decisive le mete in rolling maul di Mancini Parri e Luccardi. Prima vittoria dopo quattro anni di astinenza nel torneo

Ph. Sebastiano Pessina

Gli Azzurrini iniziano subito la sfida costringendo gli avversari all’indisciplina: sugli sviluppi di una touche offensiva susseguente ad una punizione guadagnata in mezzo al campo, infatti, è Mancini Parri a trasformarsi nel timoniere vincente di una maul che entra in area di meta con un’azione di forza. Al sesto quindi il risultato si muove sullo 0-5, poichè Rizzi non trova la conversione.

Sotto la pioggia incessante, la squadra di Roselli e Moretti è lucida, mentre i rivali faticano concedendo penalty in tutte le zone del terreno di gioco. Al diciannovesimo, poi, Rizzi piazza da posizione centrale e non troppo distante dai pali. Il pallone viaggia bene per lo 0-8. I gallesi provano a reagire, ma appaiono imprecisi e confusi. L’Italia è padrona del campo. A cavallo della mezz’ora le occasioni per allungare fioccano, senza però trovare esiti vincenti: prima è Batista a non controllare una palla sull’assistenza di piede della coppia Rizzi-Mazza, poi è la partenza di Koffi sugli sviluppi di una mischia ad infrangersi contro la barriera britannica.

La contesa quindi prosegue con buona intensità, le compagini si alternano nel pallino del gioco senza riuscire però ad essere incisive. Il pilone gallese Carre si fa notare per due break a cui manca comunque l’assistenza dei compagni per avere miglior fortuna. Nel finale l’unica emozione la regala un errore alla presa di Biondelli che da estremo si fa sfuggire l’ovale regalando a Rogers, il quale però sparacchia direttamente in touche con i piedi mandando di fatto le squadre negli spogliatoi.

Il restart è davvero negativo per gli azzurrini: Cai Evans raccoglie al volo un calcio di liberazione dal box di Casilio bucando la rete difensiva italiana e servendo Morgan; il mediano riesce a servire l’accorrente Rogers che va oltre schiacciando. Lo stesso numero quindici dei baby Dragoni converte per il 7-8. Gli ospiti avrebbero subito una grande occasione per rispondere, con Forcucci che salito da spia sfrutta un errore gallese e si invola in area di meta, dove però Baldwin annulla prima che l’ala schiacci.

La partita resta molto chiusa ed equilibrata. Gli Azzurri avrebbero una touche dentro i 22 gallesi, ma il lancio di Luccardi è totalmente fuori misura e provoca un brutto turnover. Evans, dalla lunga distanza, potrebbe portare in vantaggio il Galles ma non centra di poco i pali.

Al 52′, in un’offensiva dei padroni di casa, De Masi placca alto Morgan e viene ammonito, costringendo Lamaro&co. a rifugiarsi in trincea; la linea Maginot azzurra funziona splendidamente, riuscendo prima a disossare una maul sui 5 metri e poi recuperando per due volte il pallone costringendo al fallo i Dragoni.

Il lancio di Luccardi e la touche tuttavia continuano ad essere il punto debole dell’Italia in questo secondo tempo, il che rende complicata l’uscita dalla propria metà campo per i ragazzi di Roselli. Al 62′ l’ennesimo fallo gallese concede un’opportunità a Rizzi da oltre 40 metri, e il mediano del Petrarca non sbaglia portando i suoi sul 7-11.

Nel frattempo, gli Azzurrini tornano in 15 e tornano a bussare forte nei 22 gallesi, dopo due belle incursioni di Biondelli e Batista. Dalla penaltouche successiva – finalmente portata bene a terra – l’Italia imposta un’altra rolling maul imperiosa che Luccardi concretizza per il 7-18, dopo la trasformazione di Rizzi.

Agli ospiti ora tocca di nuovo difendere sulla propria linea di meta: gli Azzurrini tengono botta e placcano duro, ma un fallo un po’ ingenuo di Ghigo nel rientrare in linea porta ad un altro cartellino giallo al 72′ per l’Italia, che resterà in inferiorità fino al fischio finale. Il Galles spinge per cercare la marcatura, ma un turnover di Forcucci fa momentaneamente respirare i suoi.

Al nuovo assalto, i Dragoni schiaccerebbero in meta con Goodchild ma l’assist per l’ala gallese è un offload in avanti; si ritorna sul vantaggio, ma i padroni di casa commettono un errore nella trasmissione e perdono diversi metri. Nel finale Forcucci avrebbe la possibilità di  risalire il campo coast-to-coast, ma viene fermato in tempo dai gallesi. I Dragoni commettono fallo, gli Azzurrini optano per la touche ma perdono palla. L’ultimo pallone è per i padroni di casa, ma fanno in avanti. Finisce 7-18.

Galles: 15 Cai Evans, 14 Joe Goodchild, 13 Corey Baldwin, 12 Callum Carson, 11 Tommy Rogers, 10 Ben Jones, 9 Harri Morgan, 1 Rhys Carre, 2 Dewi Lake, 3 Kemsley Mathias, 4 Owen Lloyd, 5 Max Williams, 6 James Botham, 7 Will Jones
8 Taine Basham
A disposizione: 16 Iestyn Harris, 17 Jordan Walters, 18 Rhys Henry, 19 Alun Lawrence, 20 Lennon Greggains, 21 Reuben Morgan-Williams, 22 Max Llewellyn, 23 Rio Dyer

Marcatori Galles
Mete: Rogers (41)
Conversioni: Cai Evans (42)
Punizioni:

Italia: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Alessandro Forcucci, 13 Andrea De Masi,12 Damiano Mazza, 11 Albert Einstein Batista, 10 Antonio Rizzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Antoine Kouassi Koffi, 7 Michele Lamaro (c), 6 Davide Ruggeri, 5 Edoardo Iachizzi, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri, 2 Matteo Luccardi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Niccolò Taddia, 17 Leonardo Mariottini,18 Guido Romano, 19 Matteo Canali, 20 Enrico Ghigo, 21 Luca Crosato, 22 Filippo Di Marco, 23 Alessandro Fusco

Marcatori Italia
Mete: Mancini Parri (6), Luccardi (65)
Conversioni: Rizzi (65)
Punizioni: Rizzi (19, 62)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

L’Italia Under 18 ha perso in Francia 34-22

Era la prima uscita stagionale per gli azzurrini allenati dal CT Mattia Dolcetto, che torneranno in campo il 13 aprile

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: all’Italia manca solo la vittoria. A Biella, la Francia si impone 31-35

Gli azzurrini lottano alla pari con i pari età transalpini ottenendo sia il punto di bonus difensivo sia quello offensivo

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: l’Italia chiude il suo torneo contro la Francia

I Bleus fanno ruotare diversi giocatori, lasciando fuori i big, Roselli opera tre cambi. Diretta streaming su OnRugby alle 19

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: la diretta streaming di Italia-Francia

Potete seguire e commentare la partita dell’Italia su OnRugby. Calcio d’inizio alle ore 19

item-thumbnail

Sei Nazioni under 20: la formazione dell’Italia per l’ultimo incontro

A Biella gli Azzurrini affrontano la Francia venerdì alle ore 19:00