Sei Nazioni Under 20: i Dragoni sono azzurri, impresa Italia in Galles (7-18)

Decisive le mete in rolling maul di Mancini Parri e Luccardi. Prima vittoria dopo quattro anni di astinenza nel torneo

Ph. Sebastiano Pessina

Gli Azzurrini iniziano subito la sfida costringendo gli avversari all’indisciplina: sugli sviluppi di una touche offensiva susseguente ad una punizione guadagnata in mezzo al campo, infatti, è Mancini Parri a trasformarsi nel timoniere vincente di una maul che entra in area di meta con un’azione di forza. Al sesto quindi il risultato si muove sullo 0-5, poichè Rizzi non trova la conversione.

Sotto la pioggia incessante, la squadra di Roselli e Moretti è lucida, mentre i rivali faticano concedendo penalty in tutte le zone del terreno di gioco. Al diciannovesimo, poi, Rizzi piazza da posizione centrale e non troppo distante dai pali. Il pallone viaggia bene per lo 0-8. I gallesi provano a reagire, ma appaiono imprecisi e confusi. L’Italia è padrona del campo. A cavallo della mezz’ora le occasioni per allungare fioccano, senza però trovare esiti vincenti: prima è Batista a non controllare una palla sull’assistenza di piede della coppia Rizzi-Mazza, poi è la partenza di Koffi sugli sviluppi di una mischia ad infrangersi contro la barriera britannica.

La contesa quindi prosegue con buona intensità, le compagini si alternano nel pallino del gioco senza riuscire però ad essere incisive. Il pilone gallese Carre si fa notare per due break a cui manca comunque l’assistenza dei compagni per avere miglior fortuna. Nel finale l’unica emozione la regala un errore alla presa di Biondelli che da estremo si fa sfuggire l’ovale regalando a Rogers, il quale però sparacchia direttamente in touche con i piedi mandando di fatto le squadre negli spogliatoi.

Il restart è davvero negativo per gli azzurrini: Cai Evans raccoglie al volo un calcio di liberazione dal box di Casilio bucando la rete difensiva italiana e servendo Morgan; il mediano riesce a servire l’accorrente Rogers che va oltre schiacciando. Lo stesso numero quindici dei baby Dragoni converte per il 7-8. Gli ospiti avrebbero subito una grande occasione per rispondere, con Forcucci che salito da spia sfrutta un errore gallese e si invola in area di meta, dove però Baldwin annulla prima che l’ala schiacci.

La partita resta molto chiusa ed equilibrata. Gli Azzurri avrebbero una touche dentro i 22 gallesi, ma il lancio di Luccardi è totalmente fuori misura e provoca un brutto turnover. Evans, dalla lunga distanza, potrebbe portare in vantaggio il Galles ma non centra di poco i pali.

Al 52′, in un’offensiva dei padroni di casa, De Masi placca alto Morgan e viene ammonito, costringendo Lamaro&co. a rifugiarsi in trincea; la linea Maginot azzurra funziona splendidamente, riuscendo prima a disossare una maul sui 5 metri e poi recuperando per due volte il pallone costringendo al fallo i Dragoni.

Il lancio di Luccardi e la touche tuttavia continuano ad essere il punto debole dell’Italia in questo secondo tempo, il che rende complicata l’uscita dalla propria metà campo per i ragazzi di Roselli. Al 62′ l’ennesimo fallo gallese concede un’opportunità a Rizzi da oltre 40 metri, e il mediano del Petrarca non sbaglia portando i suoi sul 7-11.

Nel frattempo, gli Azzurrini tornano in 15 e tornano a bussare forte nei 22 gallesi, dopo due belle incursioni di Biondelli e Batista. Dalla penaltouche successiva – finalmente portata bene a terra – l’Italia imposta un’altra rolling maul imperiosa che Luccardi concretizza per il 7-18, dopo la trasformazione di Rizzi.

Agli ospiti ora tocca di nuovo difendere sulla propria linea di meta: gli Azzurrini tengono botta e placcano duro, ma un fallo un po’ ingenuo di Ghigo nel rientrare in linea porta ad un altro cartellino giallo al 72′ per l’Italia, che resterà in inferiorità fino al fischio finale. Il Galles spinge per cercare la marcatura, ma un turnover di Forcucci fa momentaneamente respirare i suoi.

Al nuovo assalto, i Dragoni schiaccerebbero in meta con Goodchild ma l’assist per l’ala gallese è un offload in avanti; si ritorna sul vantaggio, ma i padroni di casa commettono un errore nella trasmissione e perdono diversi metri. Nel finale Forcucci avrebbe la possibilità di  risalire il campo coast-to-coast, ma viene fermato in tempo dai gallesi. I Dragoni commettono fallo, gli Azzurrini optano per la touche ma perdono palla. L’ultimo pallone è per i padroni di casa, ma fanno in avanti. Finisce 7-18.

Galles: 15 Cai Evans, 14 Joe Goodchild, 13 Corey Baldwin, 12 Callum Carson, 11 Tommy Rogers, 10 Ben Jones, 9 Harri Morgan, 1 Rhys Carre, 2 Dewi Lake, 3 Kemsley Mathias, 4 Owen Lloyd, 5 Max Williams, 6 James Botham, 7 Will Jones
8 Taine Basham
A disposizione: 16 Iestyn Harris, 17 Jordan Walters, 18 Rhys Henry, 19 Alun Lawrence, 20 Lennon Greggains, 21 Reuben Morgan-Williams, 22 Max Llewellyn, 23 Rio Dyer

Marcatori Galles
Mete: Rogers (41)
Conversioni: Cai Evans (42)
Punizioni:

Italia: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Alessandro Forcucci, 13 Andrea De Masi,12 Damiano Mazza, 11 Albert Einstein Batista, 10 Antonio Rizzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Antoine Kouassi Koffi, 7 Michele Lamaro (c), 6 Davide Ruggeri, 5 Edoardo Iachizzi, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri, 2 Matteo Luccardi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Niccolò Taddia, 17 Leonardo Mariottini,18 Guido Romano, 19 Matteo Canali, 20 Enrico Ghigo, 21 Luca Crosato, 22 Filippo Di Marco, 23 Alessandro Fusco

Marcatori Italia
Mete: Mancini Parri (6), Luccardi (65)
Conversioni: Rizzi (65)
Punizioni: Rizzi (19, 62)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I convocati dell’Italia per il World Rugby Under 20 Championship 2019

Definite le scelte di Fabio Roselli per il torneo in programma in Argentina

item-thumbnail

L’Italia Under 18 ha perso in Francia 34-22

Era la prima uscita stagionale per gli azzurrini allenati dal CT Mattia Dolcetto, che torneranno in campo il 13 aprile

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: all’Italia manca solo la vittoria. A Biella, la Francia si impone 31-35

Gli azzurrini lottano alla pari con i pari età transalpini ottenendo sia il punto di bonus difensivo sia quello offensivo

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: l’Italia chiude il suo torneo contro la Francia

I Bleus fanno ruotare diversi giocatori, lasciando fuori i big, Roselli opera tre cambi. Diretta streaming su OnRugby alle 19

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: la diretta streaming di Italia-Francia

Potete seguire e commentare la partita dell’Italia su OnRugby. Calcio d’inizio alle ore 19

  1. DropMan 9 marzo 2018, 22:12

    SIIIII! Difesa eroica! Grazie ragazzi!

  2. gattonero 9 marzo 2018, 22:12

    gran gran difesa gli ultimi 10 minuti,bravi tutti…

  3. Galeone 9 marzo 2018, 22:15

    Vittoriona !!! bene cosi’

  4. lupobz 9 marzo 2018, 22:15

    Bravissimi i ragazzi, piu forti di gufi e scetticismo….

  5. carpediem 9 marzo 2018, 22:15

    bene!
    comunque caxxo di un caxxo, qualcuno sa dirmi perchè, visto che lo scrivente non capisce una sega di rugby, il ns #20 ha preso il giallo nel secondo tempo?
    gavazzi, tira fuori i coglioni e fatti sentire(se sei capace) nel bord!!!

    • wolframius 9 marzo 2018, 22:17

      Era già un po’ che facevamo falli a ripetizione ai 5m. Rientrando dal placcaggio il 20 è andato (involontariamente per me, ma è sempre fallo) a interferire col mediano e quindi l’arbitro, che ci aveva avvisato, ha tirato fuori il cartellino.

    • Arazon 9 marzo 2018, 22:18

      per 2 motivi: primo è passato davanti al numero 9 gallese mentre rientrava dietro la linea(fuorigioco); secondo era il terzo fallo dell’italia che era pure stata avvertita. Giallo giusto.

    • try 10 marzo 2018, 02:23

      areo carpediem fatti un flebo di camomilla. Invece di offendere leggiti il regolamento. Il giallo era sacrosanto e comunque lo scrivente (come lo chiami tu) ha ha scritto:
      “un fallo un po’ ingenuo di Ghigo nel rientrare in linea porta ad un altro cartellino giallo”
      Se tu sei un inetto non è colpa di chi scrive.

      • tifoso ignorante 10 marzo 2018, 08:33

        Guarda che per “scrivente” intendeva se stesso..

      • carpediem 10 marzo 2018, 09:04

        try, fatti una flebo di italiano, lo scrivente sono io, non venirmi più a rompere!!!!

    • mockba 10 marzo 2018, 03:20

      Diamo a Cesare…finalmente un arbitro degno…a me personalmente ha fatto un ottima impressione. Altri “arbitri” che abbiamo avuto la “fortuna” di trovare nel Pro14 questo c’è l’avrebBero fatta perdere

    • Dusty 10 marzo 2018, 09:42

      E ti pareva che arrivava puntualissimo il colorito invito all’incapace Gavazzi per un giallo sacrosanto. Ormai certi fenomeni da tastiera sono talmente obnubilati nel loro pensare che vedono in ogni angolo dell’universo mondo una congiura gavazziana. Ma van a ciapà i rat!

  6. sanfrancesco 9 marzo 2018, 22:16

    complimenti a tutti i ragazzi

  7. fabiogenova 9 marzo 2018, 22:17

    Difesa d’alti tempi e vittoria non casuale. Forse è la prima volta che vedo una nazionale italiana vincere giocando molto meglio dei propri avversari. Da rivedere la touche, ottimi in chiusa e un coraggio come non vedevo da tempo. Bravissimi ragazzi. Sono orgoglioso di voi.

  8. Meridion 9 marzo 2018, 22:17

    Cerco l’estate tutto l’annooo
    e all’improvviso eccola qua.
    Lei è partita per le spiagge
    e sono solo quassù in città,
    sento fischiare sopra i tetti
    un aeroplano che se ne va.
    Azzurrooooo
    il pomeriggio è troppo azzurro
    e lungooo per meeee
    Mi accorgooooo
    di non avere più risorse,
    senza di teeeee

  9. carpediem 9 marzo 2018, 22:18

    comunque, qualcuno dica a Batista che con un terreno/tempo simile la mossa migliore è quella di avanzare al piede e non tentare di usare le mani.

    • balin 9 marzo 2018, 22:38

      Tranquillo questo è un ragazzino ancor più degli altri ha almeno un altr’anno di u20, Imparerà .
      Bravissimi erano anni che aspettavo una vittoria così
      Ora ritornare al piano terreno , contro,la scozia si ripartirà da zero!

  10. TommyHowlett 9 marzo 2018, 22:19

    Finalmente è arrivata. Bravi ragazzi. Che sia finalmente un inizio

  11. Appassionato_ma_ignorante 9 marzo 2018, 22:20

    Bellissima vittoria, di forza e di carattere. A cui bisogna aggiungere che abbiamo giocato in 14 per 20 minuti. 😀

  12. gatsu78 9 marzo 2018, 22:21

    Partita non bellissima dei nostri ma fioi…che pack!difesa fantastica!Lamaro è andato a ripetizione da Favaro e la mischia che in 7 ara la loro?ne vogliamo parlare?peccato non fosse tempo per i 3/4 avrei voluto rivederli in azione!grandi!

    • Hullalla 10 marzo 2018, 00:39

      Andare a scuola a Padova aiuta.

      • tinapica 10 marzo 2018, 06:18

        Eheheh… ma naturalmente per la maggioranza degli appassionati ovali e, quel che è peggio, per la dirigenza federale questo non significa che bisogna ridare pari dignità a tutte le squadre italiane in un campionato che attribuisca un “vero” titolo di “Campione di Italia”.; al contrario significa espropriare questi giocatori a chi li ha formati per destinarli alle due squadre superiori per titolo dall’alto. Prima o poi, nonostante la immensa passione che fà da humus alle radici del movimento patavino, anche a Padova si la pianta si seccherà per indiscriminata potatura e non è detto che gli innesti su altra pianta andranno a buon fine, anzi…

    • try 10 marzo 2018, 02:31

      bravo che lo hai sottolineato, in 7 hanno dato una arata ai gallesi che se la ricorderanno per un pezzo. Avanti una spanna sopra a loro. La vittoria è stata senza dubbio merito loro in più un ottimo Rizzi ha fatto il resto. Questo ragazzo (Rizzi) non sarà un carter ma ha una convinzione e una caparbietà fuori dal comune.
      Lamaro in veste Favaro mi ha impressionato. Cannone che altre volte ho visto un po pesante ha fatto un’ottima partita assieme a Iachizzi. Quest’ultimo a mio avviso ha più margini di miglioramento di Cannone. Se gestito bene può diventare un’ottima seconda.

      • mockba 10 marzo 2018, 03:25

        Carter chi’? :))) Rizzi sarà titolare della maggiore per i prox 5 anni minimo e lo penso da 2 anni a questa parte…non si scopre di certo oggi che sia un più che ottimo giocatore. Umile ma deciso…un leader nato secondo me

      • tifoso ignorante 10 marzo 2018, 08:53

        Bisogna offrire a questi ragazzi una prospettiva “professionistica”, sia a livello di preparazione che di remunerazione. Altrimenti se ne vanno all’estero a giocare.
        Rizzi Lamaro e Cannone non sono “virgulti padovani”, ma sono stati portati all’inizio di quest’anno ( vedi https://www.onrugby.it/2017/07/05/petrarca-padova-la-carica-dei-98-ecco-rizzi-lamaro-e-cannone/ ) perché a Padova c’è un ambiente rugbysticamente sano, dei bravi allenatori e perché il campionato di Eccellenza garantisce un livello adeguato a chi ancora non è pronto per il professionismo.
        Ma quando saranno cresciuti pensi che possano restare a Padova? A fare i semi-dilettanti?

        • tifoso ignorante 10 marzo 2018, 08:56

          Scrivevo a Tinapica

        • tinapica 10 marzo 2018, 15:08

          L’idea è di far crescere tutto il movimento gradualmente e di pari passo, in modo che il Campionato Italiano, adesso chiamato di “Eccellenza”, possa dare la pagnotta a chiunque vi si impegna. Ci vorranno decenni, ma è la sola strada percorribile dopo aver estirpate le radici piantate nel secolo scorso, per far riattecchire la passione in ogni vivaio nazionale, passione che deve poter condurre ad una crescita non individuale (con fuga altrove non appena si intravedono qualità) ma di squadra. Solo così sarà possibile colmare il divario con nazioni che già hanno più o meno dieci squadre professionistiche a cui attingere per le rispettive Nazionali (e che per di più attingono a piene mani dalle nostre fonti). Al limite si potrebbe anche pensare a due sole squadre professionistiche (a me continuerebbe a sembrare uno spreco di risorse) purché non scelte dall’alto, consentendo a qualsiasi altra squadra ne abbia mezzi e capacità di “salire di categoria”, prendendone il posto.

  13. Raugmar 9 marzo 2018, 22:21

    Applausi per tutti, grandissimi ragazzi!!!

  14. faduc 9 marzo 2018, 22:22

    Francia a parte, e in parte inghilterra, questi se la giocano con tutti. Una generazione che l’anno prossimo dovrà essere traghettata in modo intelligente nelle franchigie… Bravo Rizzi, un’apertura di qualità

    • Hullalla 10 marzo 2018, 00:41

      Andare a scuola a Padova aiuta.

      • Camoto 10 marzo 2018, 02:04

        E dai Hulalla. Vero che Padova è Padova ma Lamaro era forte già l’anno scorso e Rizzi addiritrura è stato chiamato in u20 quando era u18.

        • Hullalla 10 marzo 2018, 04:05

          Infatti non ho scritto che andare a scuola a Padova trasforma i brocchi in campioni, ma che aiuta.

          Rizzi, Lamaro e Cannone durante questa stagione, settimana dopo settimana, hanno avuto una bella crescita che forse in altri posti non avrebbero avuto. Magari hanno trovato dei bravi maestri.

  15. sol69 9 marzo 2018, 22:23

    antigioco, ha ostruito il mediano o il passaggio non ricordo, doveva aspettare … in più erano a 2 metri dalla meta… giallo ci stava.
    touche inguardabile, grande difesa … cavolata di Rizzi che al posto di liberare si è fatto buttare fuori.. da quel momento non siamo più usciti dai nostri 22.
    bravi

  16. parega 9 marzo 2018, 22:24

    x la prima volta in questo sei nazioni abbiamo avanti non solo grossi ma anche veloci
    trequarti ancora con tanti margini di miglioramento
    ma bene bene
    difesa bellissima durissima e veloce
    grandi

    • parega 9 marzo 2018, 22:25

      cioe’ la prima volta da sempre
      volevo dire

    • DropMan 9 marzo 2018, 23:39

      In effetti i 3/4 un po’ deludenti. Fischetti, Luccardi, Mancini Parri, Cannone, Lamaro e Rizzi già pronti per il salto in nazionale maggiore secondo me.

      • Hullalla 10 marzo 2018, 00:56

        Forse pronti ad entrare in una rosa di Pro14, anche se un altro anno in Eccellenza non farebbe male.

        • tinapica 10 marzo 2018, 06:23

          Con rammarico constato di aver male interpretato i suoi commenti più sopra: “va be’, continuiamo così, facciamoci del male!” (citazione Morettiana)

        • gian 10 marzo 2018, 11:22

          dipende, a certi sì, per altri forzerei il salto, perchè l’eccellenza non può dargli molto di più, e torniamo al discorso che serve un altro gradino di sviluppo/prova, o si lavora per alzare il livello professionale dell’eccellenza a livelli di pro d2 o si crea un qualcosa dal nulla sullo stile A&W cup dove giochino 6/8 squadre (con doppio tesseramento alle franchigie) dove tenere i più celtizzabili ed averli pronti per testarli in nazionale o in franchigia

  17. faduc 9 marzo 2018, 22:25

    Certo che man of the match un’apertura italiana contro la scuola gallese è da non crederci fino a poco tempo fa…

    • parega 9 marzo 2018, 22:40

      fino all’anno scorso da sempre
      davvero incredibile x un paese rugbystico come il galles

  18. carlo s 9 marzo 2018, 22:25

    bravi… ottime seconde linee questa nazionale

  19. andreac 9 marzo 2018, 22:29

    bravissimi splendida vittoria, finalmente un fine settimana che inizia nel modo migliore. Difesa organizzatissima e fisico devastante hanno fatto portare a casa una partita ancora una volta effettuata in difficili condizioni metereologiche. Tantissimi ottimi prospetti che spero il prossimo anno trovino spazio nelle franchigie. Per me l’arbitro è stato discreto con equilibrio nelle fischiate . Primi 8 uomini oggi veramente spaziali ed anche la mediana ha giocato molto bene. Bravi ragazzi, dopo la Francia una rivincita del genere ci voleva proprio

  20. aries 9 marzo 2018, 22:36

    Pack rocciosissimo… Galles veramente sottomesso! Sotto la pioggia loro commettono una marea di errori, e si che di acqua ne vedono parecchia da quelle parti! Bravi azzurrini, alla touche ci ripenserete lunedì mattina, intanto godetevi la vittoria! Grandi!

  21. irish shrink 9 marzo 2018, 22:40

    La bbc ha dato il man of the match a rizzi e non ci possono credere che hanno perso. Io non ci capisco cosi tanto ma Oshea disse che lo dovevamo giudicare dopo 4 anni.. Possibile che sia vero e che questi ragazzini siano il nostro futuro?

  22. Lachie71 9 marzo 2018, 22:41

    sapete se c’è modo di rivederla da qualche parte?

  23. Mr Ian 9 marzo 2018, 22:45

    Finalmente una buona notizia, con questi ragazzi il pack azzurro può tornare ad essere dominante.

  24. ermy 9 marzo 2018, 22:48

    Bravi, bravi, bella partita!

  25. Airone valle Olona 9 marzo 2018, 23:21

    Grandissima prestazione..
    Applausi ed ancora applausi.

  26. tony 9 marzo 2018, 23:36

    Partita non vista , però felicissimo del risultato , da quanto visto finora inferiori a Francia e Inghilterra , ma ce la giochiamo con gli altri.

  27. onit52 9 marzo 2018, 23:38

    Leggo con piacere della bella prestazione, anche di carattere per difendere, alla fine, quella che è la prima vittoria dopo quattro anni.
    Prima vittoria dopo quattro anni.😂😂
    Questi se la ricorderanno per un pezzo.
    Ciliegina sulla torta : italiano m.o.m. !
    Leggendo poi i partecipanti al blog si capisce che fame ci sia nel popolo ( seppur sparuto ) rugbista.

  28. drixi 9 marzo 2018, 23:52

    Era dall’anno scorso che si cominciavano a vedere i progressi di un certo livello……questa di oggi è una ulteriore conferma….anche se la Francia resta veramente lontana…speriamo che sti ragazzi abbiano la possibilità di crescere ancora di più in un ambiente adatto

  29. gioviale 9 marzo 2018, 23:59

    Proprio ieri scrivevo commentando un altro articolo che questi ragazzi mi sembravano promettere bene, molto bene. Mi è stato risposto che non era poi così vero …. Io me ne intendo poco, ma a me sembrano forti. Non cosa sia successo contro la Francia, ma le partite che ho visto mi hanno letteralmente entusiasmato: quella con New Zeland e Iralnda l’anno scorso. Quella con Irlanda in 14 quest’anno e quella di stasera ….
    BRAVI!!
    Mi chiedo solo se sia legittimo ed abbia senso pensare ad un futuro della nazionale maggiore più roseo viste queste promesse. Non so capire quanto abbia senso aspettarsi un risultato simile contro il Galles tra 4-5 anni al 6 nazioni senior….
    Speriamo, intanto mi godo queste partite e questi momenti.

    • rd973 10 marzo 2018, 05:59

      Purtroppo adesso viene la parte più difficile, continuare a far crescere questi talenti! E noi al momento non siamo bravi quanto le altre nazionali del VI Nazioni. Da un lato ci manca un campionato di livello adeguato in cui farli giocare, ma sopratutto ci manca la mentalità di dare lo spazio a questi giovani per giocare!

      • davo 10 marzo 2018, 12:51

        beh @rd973 nemmeno scozia, irlanda e galles hanno campionati locali o nazionali adeguati (guarda il livello delle loro “premiership” locali ed e’ quasi come quello Italiano, se non meno…). MA loro hanno strutture e connessioni con i club e remano tutti nella stessa direzione. E poi alcune franchigie (vedi scozia) hanno le loro “accademie”

  30. Camoto 10 marzo 2018, 02:11

    Sono d’accordo con Lamaro. Questa squadra ha meno individualità dell’anno scorso ma gioca meglio come gruppo.
    Pensare che i trequarti non sono tutti i titolari e che abbiamo pure perso nel frattempo due terze linee di livello.
    Bravi ragazzi e bravo Rosselli.

    • try 10 marzo 2018, 02:41

      Bhe io ho visto ottime individualità sopratutto nei primi 5 uomini e Lamaro + Rizzi.
      Se poi si è lavorato anche sul gruppo tanto meglio.

      • Camoto 10 marzo 2018, 09:01

        Certo ci sono. Ma i migliori c’erano anche l’anno scorso. Nel frattempo togli Cioffi, Zanon, Riccioni, Licata, Panunzi, Trussardi. Schiabel.
        Tutti giicatori che stanno dicendo la loro tra eccellenza e alto livello.

  31. try 10 marzo 2018, 03:00

    per i gallesi occhio a sto Max Williams

  32. mockba 10 marzo 2018, 03:11

    3am è ho appena finito di vederla…emozionante. Che difesa per tutta la partita mai vista simile intensità da parte di nessuna nazionale Italiana. Dopo la mancata liberazione di Rizzi verso il 65mo sono stati eroici. Nulla toglie che Rizzi sia stato il man of the match, gran giocatore, gran carattere, un vincente….e mi viene da dire finalmente. Unica grave pecca e’ non aver chiuso prima questa di poteva vincere, anzi si doveva con almeno 20-25 punti di scarto (la Scozia secondo me se la sta già facendo sotto). Come ho scritto della nostra maggiore dopo la partita contro la Francia…man vs boys…qui esattamente lo stesso discorso ma finalmente a parti invertite. Grandi prospetti, way to go boys, questi ragazzi si toglieranno grandi soddisfazioni. Ma adesso back to work & study 🙂

  33. arali 10 marzo 2018, 05:41

    kinky dove sei? Non ti sarai mica perso proprio questa storica vittoria…

  34. gian 10 marzo 2018, 08:16

    molto bravi, ottima, prima di tutto, testa, mostrata dalla difesa rocciosa sullo stretto ed asfissiante appena si poteva fuori, togliendo spazio ed idee agli avversari, galles che legge male dove, forse, soffrivamo di più (al largo), ma forse colpa del tempo, e ci si butta in bocca, bravissimi noi a sfruttare questo “errore”.
    ancora tante cose su cui lavorare, individualmente, come reparti e come squadra, ma questa è una nazionale in cui si vede un lavoro in corso, ed i risultati ci sono.
    il salto al pro vero ed alla maggiore penso possa avvenire per 4/5 ragazzi, la prox stagione, non di più, e capire come si adattano al livello, producendo così per altri 4 anni, il materiale umano farà un passo avanti per la maggiore, ma se non migliorano i gradini intermedi non vedo particolari campioni in rampa di lancio

  35. TommyHowlett 10 marzo 2018, 08:57

    Ottimo 6N fin qui, al netto della vacanza in terra francese. Peccato per la partita contro l’Irlanda, poteva essere un altro scalpo, ma è innegabile che questa U20 stia pian piano acquisendo personalità. Manca ancora quel quid che permetta ai ragazzi di essere più performanti in determinate situazioni di gioco o davanti ad avversari di caratura superiore (vedi Francia), ma arriverà anche quello; per adesso va più che bene così, considerando anche che una buona U20 può garantire materiale umano di qualità per la maggiore

  36. Giovanni 10 marzo 2018, 12:32

    Complimenti ai ragazzi, davvero bravi a non mollare un centimetro nè mentalmente nè fisicamente, specie quando per ben due volte son rimasti in 14 e negli ultimi 10 minuti quando han dovuto difendere ai 5 metri. Va detto, per obiettività, che il Galles visto ieri ha fatto vedere molto poco, specie nella mediana povera di idee di gioco e nei trequrti, ma ciò non sminuisce i meriti dei ragazzi, bravi in mischia ordinata e sempre avanzanti con la linea difensiva. E ci sono ancora margini di miglioramento per i prossimi impegni, specialmente alcune ingenuità da limare, come quando Batista raccoglie l’ovale-saponetta invece di calciarlo a seguire verso i 22 o Koffi riparte alla mano invece di indugiare un attimo in più per vedere se la mischia riesce ad avanzare sui 5 metri avversari. Anche la meta gallese è frutto di una salita non corretta della nostra linea difensiva, tutti dettagli sui quali si può lavorare. Molto bene Rizzi, meritato MoM, Lamaro e Casilio. Mancini Parri sempre più una sicurezza. Ed ora sotto con la Scozia!

  37. giangian 10 marzo 2018, 14:11

    Scusate, ma solo io ho visto in Fischetti nettamente il migliore in campo?

  38. fabrio13H 10 marzo 2018, 15:23

    Forse devo smettere di guardare le partite! Non è la prima volta che quando non posso vederla “una” Italia ci regala la sorpresa. Meglio così: una bella vittoria che cercherò di guardarmi nei prossimi giorni. Speriamo soprattutto che vi siano veramente un po’ di giovani buoni per la Maggiore, almeno per mantenere i nostri livelli con “prodotti locali” e magari migliorali.

Lascia un commento