Sei Nazioni 2018: La Scozia si riprende la Calcutta Cup!

Finisce 25-13. Dopo dieci anni la Scozia batte l’Inghilterra e torna anche in corsa per il Titolo

COMMENTI DEI LETTORI
  1. frank 24 Febbraio 2018, 19:41

    Ma la Scozia cosa porta?

    • demon1981 24 Febbraio 2018, 19:49

      Fossi uno scozzese oggi sarei orgoglioso della mia Nazionale!

      • mistral 24 Febbraio 2018, 19:58

        …se tu fossi uno scozzese avresti una nazione, oltre che una nazionale! 😉

  2. demon1981 24 Febbraio 2018, 19:44

    Partita bellissima e soprattutto Scozia FAVOLOSA!!!
    La Scozia oggi ha dimostrato che alla fisicità della squadra avversaria puoi contrapporre ferocia, tecnica e gioco di squadra!!!
    BASTA con questa balla che ci viene propinata per trovare una scusa alle nostre sconfitte vergognose!!!
    Ma perché volete dirmi che la Scozia ha più fisicità di noi?
    La verità è che loro hanno uno staff che lavora sui giocatori cercando di ottimizzare le loro qualità e soprattutto creando uno gioco di squadra di altissimo livello!!!
    Non hanno nessun fenomeno eppure oggi hanno battuto una delle squadre più forti al mondo.
    Forse la Federazione e COS dovrebbero riflettere su quello che stanno facendo..

    • Galeone 24 Febbraio 2018, 19:51

      Beh insomma dire che siamo come la Scozia , anche solo come fisicità, mi sembra molto ardito….
      Confronta i tre quarti loro coi nostri: il nostro migliore ( Campagnaro ) farebbe da loro panchina, e non parliamo del confronto delle seconda linea……

      • demon1981 24 Febbraio 2018, 19:56

        Ragazzi niente scuse..
        Al livello fisico non sono superiori a noi..
        E che loro da anni lavorano bene e stanno cogliendo i frutti!
        Noi invece arrangiamo sia a livello federale che menageriale.
        Basta vedere le convocazioni di COS e il cosiddetto game plain che in ogni partita ci viene propinato.

        • davo 24 Febbraio 2018, 22:09

          c’e’ anche da dire che da quanti anni in Scozia hanno sistemato il movimento in modo da avere solo due franchigie “pro”, con due accademie e i club ormai solo come “amatoriali”? (D’altronde la loro BT Premiership vale una nostra serie A). Invece da noi da quanti anni non riusciamo a creare un vero e proprio sistema “pro”? la colpa’ e ripartita 50:50 tra club di eccellenza e federazione naturalmete. Ma stiamo perdendo solo tempo. O si crea un vero sistema cone due franchigie pro e tutti gli annessi e connessi o non si va’ da nessuna parte.

          • tinapica 25 Febbraio 2018, 05:21

            Ma perché, adesso che Treviso e Zebre possono impunemente saccheggiare gli organici delle altre squadre il nostro sistema com’è? Forse equilibrato tra tutte le squadre? Non credo proprio.

          • davo 25 Febbraio 2018, 09:47

            @tinapica: vedi e’ proprio qui il punto, tu parli di “saccheggio” io invece no. Vedi le altre 3 nazioni Celtiche come sono organizzate in termini di franchgie-accademie-club e poi ne riparliamo. Per me i club di eccellenza non sono, e non devono, essere considerati club pro, ma solo amatoriali. Fanno formazione e basta, il professionismo si deve fare solo nelle due Franchigie. Altrimenti dalla fine degli anni 90 ci si sarebbe dovuti attrezzare con club con investimenti diversi per essere pro. Invece a me sembra che in Italia i club di eccellenza continuano e “vedersi” come club pro con le Franchigie come “fastidio”. E questo non va’, o si risolve questo nodo oppure non si faranno mai progressi.

        • rd973 25 Febbraio 2018, 08:30

          “E che loro da anni lavorano bene e stanno cogliendo i frutti!”

          Dici bene, sono ANNI, che stanno lavorando bene partend e solo ora cominciano a raccogliere qualcosa, quindi perché pensi che COS possa fare i miracoli in soli due anni partendo da una situazione disastrosa?

      • Machete 24 Febbraio 2018, 22:59

        si continua in questo blog come in generale…con l’equivoco più grosso=più forte……..non è con 10kg di muscoli in più che vinci partite come queste ma con l’intensità e la capacità di reggere ritmi asfissianti…..

    • lexv 24 Febbraio 2018, 20:00

      Sottoscrivo…a parte sul fatto che qualche fenomeno ce l’hanno, vedasi Gray o Hogg.

      • demon1981 24 Febbraio 2018, 20:08

        Sicuro Lexv ma al livello tecnico c’è una abisso tra Scozia e l’Inghilterra.
        Eppure…

        • marcoV 25 Febbraio 2018, 11:08

          Questo lo dici tu, non lo dice nemmeno il campo.
          Puoi dire che tra Nel e Cole, tra Brown e Hogg, tra Ford e Russell, tra Laidlaw e Care “a livello tecnico c’è un abisso” ? Vuoi che andiamo avanti coi confronti nei primi 23-30 giocatori?
          Solo a livello di profondità c’è ancora un grosso vantaggio per gli inglesi e ci mancherebbe: i numeri dietro al movimento son diversi; ogni anno l’U20 inglese è la migliore o una delle migliori al mondo e questo parla da solo.

    • fabrio13H 24 Febbraio 2018, 20:01

      A me, oltre al fatto che probabilmente hanno lavorato meglio di noi da ormai diversi anni che un po’ quello che dici tu, mi pare però anche che abbiano qualche campione in più, o se vogliamo dirla in altro modo, un tasso di talento più elevato. Sul fisico sono in parte d’accordo con te. Infatti penso che si possa arrivare ad essere molto più efficaci anche negli impatti e nelle ruck e nei tentativi di turn-over, anche con un lavoro sulle tecniche da adottare in quelle situazioni. Poi certo, il fisico ha sempre contato in una squadra di rugby e oggi più di prima però mi pare che in molti sia passato un pensiero, anche qui sui forum, secondo il quale nelle fasi di gioco in questione, il fisico conta per il 90% e penso che sia un pensiero sbagliato anche perché, se qualcuno obietta che a parità di tecnica conquistano la palla i più grossi rispondo che non è affatto detto che il più grosso riesca a sviluppare la stessa capacità tecnica del più piccolo.

      • demon1981 24 Febbraio 2018, 20:06

        Fabio13H sicuramente hanno due o tre di livello assoluto ma come dici, hanno uno staff che lavora sui particolari, sulle zone di gioco, sulle tecniche di placcaggio.Praticamente su tutto.
        Noi invece continuano a commettere sempre gli stessi errori come se negli allenamento non si facesse nulla.

    • Cannonball 24 Febbraio 2018, 21:18

      Non hanno nessun fenomeno? Stuart Hogg e Huw Jones sono nel loro ruolo forse i giocatori più forti dell’Emisfero Nord. E Laidlaw? Nella sua affidabilità non è fenomenale? Finn Russell? Dire che sono una squadra con tanti giocatori “operai” è vero, ma è altrettanto vero che possono vantare delle individualità di livello mondiale.

    • cammy 24 Febbraio 2018, 22:21

      da questo commento si riesce solo a capire che non conosci i giocatori.. meglio che rifletti tu prima di scrivere stupidaggini.. va a vedere dove giocano o hanno giocato i giocatori scozzesi e comparali con quelli italiani..

    • TommyHowlett 26 Febbraio 2018, 17:32

      Nessun fenomeno? Hogg, H.Jones, Russell, R.Gray (fuori per infortunio) sono riconosciuti tra i migliori d’Europa; e per chi sostiene che la Scozia usi parecchi oriundi/equiparati, questi qua, così come quasi tutto il XV che ha battuto gli inglesi, sono tutti scozzesi di nascita e formazione

  3. fabrio13H 24 Febbraio 2018, 19:49

    Grande Scozia e complimenti super a loro, ma anche nel giorno della batosta, quanto sia alto il loro livello gli inglesi lo hanno mostrato, tanto per dirne una, nell’azione in cui negli ultimi cinque minuti, con gli scozzesi che resistevano in modo indemoniato e in una situazione di partita ormai fortemente compromessa, sono risaliti dai loro 22 fino a un paio di metri dalla linea di meta, attraverso un’infinità di fasi, commettendo poi un tenuto forse anche un po’ discutibile, andando a un pelo dal riaprirla.

  4. gattonero 24 Febbraio 2018, 19:50

    che invidia…

  5. onit52 24 Febbraio 2018, 19:50

    Partita dominata.
    Anche noi oggi abbiamo vinto qualche cosa.

  6. mic.vit 24 Febbraio 2018, 19:51

    di rudezza ne avevamo ancora da vedere stasera o siamo arrivati al limite assoluto???!…certo i scozzesi quando ripongono il motosega e tirano fuori cuore e carattere fanno paura…
    ma quindi se l’irlanda vince con bonus contro la scozia si aggiudica il 6n

    • Obelix-it 25 Febbraio 2018, 21:35

      Ma anche la Scozia se dovesse vincere col Bonus contro l’Irlanda metterebbe una grossa ipoteca sulla vittoria finale sul 6N.

      Si prospetta un Irlanda – Scozia interessante…

  7. ginoginetto 24 Febbraio 2018, 19:57

    bellissima partita da cui intuire molte cose. E’ vero che non hanno più fisicità di noi ma il senso di squadra è innegabile. E poi si trattava di scozia inghilterra le cui motivazioni sono inferiori secondo me (per cultura storia , guerre , tradizioni) solo a Celtic- Ranger nel calcio ( cattolici vs protestanti) o Barca- Real Madrid, ( catalani contro franchisti)…. spero ci sia qualche amico senese che in linea per poter aver il permesso di citare, se è vero,che tutto ciò nonn è paragonabile a oca vs torre…. Le motivazioni contano molto…ma davvero molto…dobbiamo ricordarcelo sempre !!!

    • demon1981 24 Febbraio 2018, 20:10

      Si vero, ma noi al livello di tenacia e furia agonistica siamo lontani anni luce!

    • tinapica 25 Febbraio 2018, 05:44

      Ma perché, adesso che Treviso e Zebre possono impunemente saccheggiare gli organici delle altre squadre il nostro sistema com’è? Forse equilibrato tra tutte le squadre? Non credo proprio.

      • tinapica 25 Febbraio 2018, 05:53

        Sbagliai a replicare qui questa risposta scritta ad un commento più in alto. Qui volevo sostenere che, se l’ho ben capito, condivido il pensiero di ginoginetto (ginettaccio? Bartali di nuovo tra di noi? Che bello!). dalle motivazioni che la rivalità suscita scaturisce l’impegno a provare ad andare oltre i propri limiti, ammesso che gli sforzi possano essere ripagati giocandosele alla pari. Per chi vince, primeggiando in classifica senza limiti imposti da una suddivisione che stabilisce a priori che esistano figlio di un dio minore ed altri che mai rischiano di “retrocedere” eche mai debbano riaffermare sul campo la propria superiorità su tutto il movimento perché a loro verrà sempre riconosciuta per diritto divino.

  8. balin 24 Febbraio 2018, 20:10

    Oh stai un po’ a vedere che ad allenarsi con la Georgia …..
    Brava Scozia, arriverà a Roma non favorita ma superfavorita

  9. Rabbidaniel 24 Febbraio 2018, 20:16

    W le motoseghe! W la Scozia che non porta niente! W Glasgow città bruttissima!

    • balin 24 Febbraio 2018, 20:26

      A parte ogni giudizio rugbistico riguardo al bello di una città continua a non esserci partita tra Italia e Scozia, possiamo usare altri paragoni,
      la bellezza la storia l’arte e la cultura lasciateli pure stare , per quanto ci impegnamo a farci del male da soli in quello tra italia e Scozia non c’è partita.

      • Rabbidaniel 24 Febbraio 2018, 23:34

        Glasgow città bruttissima l’ha detto il presidente FIR in ambito rugbistico. Non si vince a rugby facendo a gara sul patrimonio artistico.

  10. Giovanni 24 Febbraio 2018, 20:25

    Vittoria storica e meritatissima per i cardi: lo confesso, quando ho visto con quale intensità giocavano ho pensato che gli ultimi 15-20 minuti sarebbero crollati fisicamente ed invece hanno tenuto magnificamente fino in fondo. Lavoro feroce delle terze sui breakdown, ma anche tanta intelligenza da parte di Russell (finalmente positivo) e Laidlaw nel mischiare le carte, ora attaccando la linea del vantaggio, ora calciando sulla profondità, ora cercando il grubber per aggirare la linea avanzante dei bianchi. Il resto lo hanno fatto le cariche di Hogg e Seymour ed un Jones formato-Wallabies, tagliente come pochi. Barclay e Gray meravigliosi nella battaglia uno-contro-uno e Horne prezioso come non mai, perfino come carrier. Perfino McInnaly si rende utile e indovina quasi tutti i lanci, tranne uno. Nel finale gloria anche per Nel. Mischia chiusa e lineouts su cui i bianchi non riescono mai ad imporsi, vedendo progressivamente inaridirsi le fonti del proprio gioco. Il resto lo fanno i placcaggi furibondi dei padroni di casa, che riescono a fermare le corse di Watson, May e Nowell. Bianchi che vedono venir meno una serie di certezze, pagano un inizio un po’ troppo supponente e non riescono mai a trovare il consueto workrate dei vari Itoje, Robshaw e Lawes. Ford in ombra, come pure Care, l’ultimo ad arrendersi è un ottimo Farrell. Per la verità già il Galles aveva posto loro vari punti interrogativi.

  11. franzele 24 Febbraio 2018, 20:52

    Guardi queste partite e pensi: che figata il rugby!
    Grande difesa degli scozzesi, i bianchi sempre respinti, sacrificio, ferocia agonistica, gli scozzesi sono come noi, non hanno bestioni enormi, ma tanta tanta tanta voglia di combattere. E organizzazione.

  12. Hastings15 24 Febbraio 2018, 20:54

    Immensi.. Dico solo questo..

  13. mistral 24 Febbraio 2018, 20:59

    …un bel pomeriggio che riconcilia con il rugby giocato bene, va a finire che i sostenitori del quattro nazioni non avessero tutti i torti!… un quattro nazioni celto/anglosassone ed un’altro latino/slavo et voilà… e poi magari ogni due anni una supercoppa continentale, tanto per far incontrare ogni tanto i francesi con le antiche nazioni…

  14. Twickers 24 Febbraio 2018, 21:30

    Esattamente…….una Scozia priva di fenomeni…..ma con CT di altissimo livello, quello che da anni manca a noi, COS non e’ di altissimo livello……questo si vede da chi mette in campo, e si sente dalle parole che usa…..sara’ mai possibile che la FIR abbia paura di prendere e pagare un CT di altissimo livello che sappi consolidare la nostra Nazionale come ha fatto Cotter con la Scozia poi continuato da Townsend che per anni era assistente CT……vi ricordo che la stessa squadra + o – e’ la stessa che abbiamo battuto 2 anni fa’…… quando noi e la Scozia si faceva a guerra per il cucchiaio di legno…..Cosa ha portato la Scozia al livello visto oggi……e cosa ci ha portato noi al livello di ieri contro la Francia……..mi pare ovvio……….. il CT.

    • lexv 24 Febbraio 2018, 23:30

      Il CT non può fare nulla senza materiale buono creato dal movimento…la Scozia ha materiale ottimo, noi no. Punto.

  15. Machete 24 Febbraio 2018, 22:16

    Non hanno fenomeni mah avrei da ridire
    russell dopo Sexton è il miglior 10 dell’emisfero nord……Hogg in attacco non lo scopriamo ora è se poi si mette anche a difendere…..Jones è un gran primo centro …..Horne molto sottovalutato …..wpNel…..Gray che è un trattore …..ovvio non sono gli AB ma quasi ci vincevano contro ……poi hanno ancora i loro blackout…..ma la mano di Townsend già si vede…..

  16. try 24 Febbraio 2018, 22:25

    Tutto quello che volete, ma io non ho mai visto uno spirito di sacrificio come quello messo in campo dagli scozzesi oggi, Irlandesi e gallesi molte altre volte. Quando metteremo la stessa carica agonistica e spirito di sacrificio loro, allora molti aspetti negativi che noi abbiamo si vedrebbero molto ma molto meno.
    Poi ci vuole tutto il resto, logicamente, ma nel rugby questo è imprescindibile se vuoi vincere certe partite.

    • mistral 25 Febbraio 2018, 09:23

      @try, riprendo ma non più come battuta, quanto ho scritto sul primo intervento di demon: …se tu fossi uno scozzese (o irlandese o gallese) avresti una nazione, oltre che una nazionale, per cui batterti!…

  17. sandro 24 Febbraio 2018, 23:34

    E io che credevo che:
    L’Inghilterra con EJ fosse imbattibile
    L’Inghilterra con EJ avrebbe vinto lo scorso mondiale
    I Lions con EJ avrebbero vinto facilmente il tour in Nuova Z
    … mah!???

  18. lexv 24 Febbraio 2018, 23:52

    Se per giornata no dell’Irlanda la Scozia vincesse a Dublino e la Francia resistesse in casa con gli albionici…la Scozia praticamente vincerebbe il 6 nazioni!

  19. tinapica 25 Febbraio 2018, 05:18

    Che bello tornare a casa e scoprire una notizia come questa! Adesso posso andare serenamente a dormire…

  20. Giorgio Scrivere 25 Febbraio 2018, 18:30

    Avevo visto la Scozia contro gli All Blacks a Novembre ad Edimburgo e mi aveva impressionato per la loro organizzazione di gioco, la capacità di variare gli schemi offensivi, l’intensità difensiva.
    Beauden Barrett ha bloccato sotto i miei occhi Hogg che stava per segnare una meta storica, dando la vittoria per la prima volta alla Scozia contro gli All Blacks.
    Due piccole osservazioni:-
    1) Eddie Jones vuole lo scalpo degli All Blacks? Penso dovrà farsene una ragione, Loro sono troppo forti per la sua Inghilterra.
    2) Irlanda o Scozia forse vincono loro il Sei Nazioni
    3) Italia – troppi errori banali, touches sbagliate, passaggi sbagliati, alcuni addirittura dando “BALA OMO”, lentezza nei movimenti, sportellate contro i bestioni senza velocità……..Spero davvero O’Shea riesca nel miracolo di far crescere il movimento di base.

Lascia un commento

item-thumbnail

Dal Sudafrica: “Gli Springboks entreranno di sicuro nel Sei Nazioni”

L'amministratore delegato degli Sharks non ha dubbi, e torna a parlare del sistema promozione-retrocessione citando l'Italia

24 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni under 20: la diretta streaming di Galles-Scozia

I padroni di casa possono superare gli Azzurrini, gli scozzesi vogliono evitare di finire a 0. Collegamento alle 20:45

13 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni under 20: la diretta streaming di Irlanda-Francia

Le due squadre si giocano il secondo posto nel Torneo. Collegamento alle 17:30

13 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: Italia coraggiosa ma l’Inghilterra passa 27-17

Dopo un primo tempo difficile gli azzurrini tengono duro e poi mettono sotto gli inglesi, che vengono fuori solo nel finale e vincono partita e Sei Na...

13 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia Under 20: la formazione per la gara con l’Inghilterra

Andreani guida una formazione che vede in mediana la coppia Garbisi-Ferrarin. Kick off previsto per domani alle ore 14.45

12 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: programma e dirette tv e streaming della quinta giornata

Il torneo si chiude martedì 13 luglio, con alcuni cambiamenti orari rispetto ai primi quattro turni

11 Luglio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni