Italia: Ghiraldini ottimista per il recupero dall’infortunio

Il tallonatore vuole esserci nella sua Padova. Settimana speciale anche per Mattia Bellini: “È una grande emozione”

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Per un padovano come Leonardo Ghiraldini, il Test Match di sabato allo stadio Euganeo della sua città nativa non rappresenta una partita come tutte le altre. Anche per questo, il tallonatore azzurro e del Tolosa sta correndo contro il tempo per recuperare dall’infortunio patito al gomito destro nel finale di Italia-Argentina ed essere disponibile per la sfida contro gli Springboks. “È interessato il muscolo estensore – spiega in un’intervista rilasciata al Mattino di Padova – e con questo genere di infortuni bisogna andarci piano. Ma siamo solo a martedì, si gioca fra quattro giorni, credo di potercela fare”. La speranza, per Ghiraldini, è di poter “ricambiare tutto l’affetto che ci è stato riservato in queste settimane, perché ci teniamo a far bene”.

 

Contro il Sudafrica, battuto un anno fa e già affrontato a Padova nel 2014 (finì 6-22) “è una sfida molto fisica, e quindi come minimo dobbiamo essere pronti proprio fisicamente, perché loro punteranno ad essere superiori sotto tale aspetto – spiega il prima linea, 84 cap in azzurro – Hanno un gioco basato molto sulla fisicità, sul guadagnare la linea del vantaggio con degli ottimi ball carrier. Per cui dovremo sfidarli noi, essere precisi e mantenere il nostro piano di gioco, cosa che ci è mancata la settimana scorsa contro l’Argentina, perché altrimenti saremmo riusciti a portare a casa la partita”.

 

Sarà una settimana particolare anche per un altro padovano come Mattia Bellini: “È sempre una grande emozione ritornare qui. Abito a cinque minuti dal nostro albergo: potete immaginare cosa stia provando ora. Se dovessi essere in campo sabato… sarà sicuramente una bella sensazione vestire la maglia della Nazionale davanti alla mia famiglia e al pubblico padovano. Giocheremo contro alcuni dei migliori giocatori al mondo. Il nostro obiettivo è quello di rendere al meglio senza mai farci condizionare dall’avversario”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia: Luca Bigi e l’importanza del primo raduno dopo lo stop forzato

Il capitano azzurro racconta i primi giorni di lavoro della Nazionale al raduno di Parma dopo tanti mesi senza rugby

9 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Monty Ioane, i primi passi in azzurro. Bisegni e Riccioni segnano la strada

Sta nascendo la "nuova" nazionale di Franco Smith

8 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Opportunità è responsabilità: inizia il nuovo ciclo degli Azzurri

A Parma incomincia il primo raduno della nuova stagione: un'Italia di giovani con l'occasione di prendere in mano il proprio futuro

6 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dean Budd si è ritirato

Il seconda linea ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo, lo ha annunciato tramite i suoi profili social

4 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: i convocati per il raduno di Parma

Franco Smith chiama 28 giocatori. Prima da invitati per Monty Ioane, Paolo Garbisi e Michele Lamaro

2 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby e allenamento: la FIR propone sessioni virtuali in compagnia degli azzurri

Sedute di allenamento nella palestra all'aria aperta delle montagne del Trentino

22 Giugno 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale