Italia: Ghiraldini ottimista per il recupero dall’infortunio

Il tallonatore vuole esserci nella sua Padova. Settimana speciale anche per Mattia Bellini: “È una grande emozione”

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Per un padovano come Leonardo Ghiraldini, il Test Match di sabato allo stadio Euganeo della sua città nativa non rappresenta una partita come tutte le altre. Anche per questo, il tallonatore azzurro e del Tolosa sta correndo contro il tempo per recuperare dall’infortunio patito al gomito destro nel finale di Italia-Argentina ed essere disponibile per la sfida contro gli Springboks. “È interessato il muscolo estensore – spiega in un’intervista rilasciata al Mattino di Padova – e con questo genere di infortuni bisogna andarci piano. Ma siamo solo a martedì, si gioca fra quattro giorni, credo di potercela fare”. La speranza, per Ghiraldini, è di poter “ricambiare tutto l’affetto che ci è stato riservato in queste settimane, perché ci teniamo a far bene”.

 

Contro il Sudafrica, battuto un anno fa e già affrontato a Padova nel 2014 (finì 6-22) “è una sfida molto fisica, e quindi come minimo dobbiamo essere pronti proprio fisicamente, perché loro punteranno ad essere superiori sotto tale aspetto – spiega il prima linea, 84 cap in azzurro – Hanno un gioco basato molto sulla fisicità, sul guadagnare la linea del vantaggio con degli ottimi ball carrier. Per cui dovremo sfidarli noi, essere precisi e mantenere il nostro piano di gioco, cosa che ci è mancata la settimana scorsa contro l’Argentina, perché altrimenti saremmo riusciti a portare a casa la partita”.

 

Sarà una settimana particolare anche per un altro padovano come Mattia Bellini: “È sempre una grande emozione ritornare qui. Abito a cinque minuti dal nostro albergo: potete immaginare cosa stia provando ora. Se dovessi essere in campo sabato… sarà sicuramente una bella sensazione vestire la maglia della Nazionale davanti alla mia famiglia e al pubblico padovano. Giocheremo contro alcuni dei migliori giocatori al mondo. Il nostro obiettivo è quello di rendere al meglio senza mai farci condizionare dall’avversario”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia: Conor O’Shea si è dimesso con effetto immediato

L'allenatore irlandese non guiderà gli azzurri al Sei Nazioni 2020. "Spero di aver lasciato il rugby italiano in una posizione migliore"

16 Novembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Come sarà l’Italia della Rugby World Cup 2023?

Abbiamo provato a immaginare delle liste di 31 convocati per il prossimo Mondiale. Ecco cosa ne è uscito fuori

13 Novembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match 2020: il probabile calendario dell’Italia, tra luglio e novembre

Per gli azzuri, tour americano in estate e sfide di lusso a novembre

7 Novembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

80° minuto: la Rugby World Cup dell’Italia vista con gli occhi di Mattia Bellini

Intervista all'ala che nella rassegna iridata giapponese è stato uno dei migliori del gruppo azzurro

1 Novembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Conor O’Shea dovrebbe ricoprire un ruolo all’interno della RFU a partire dal 2020

Secondo il 'Daily Telegraph', l'allenatore irlandese avrebbe già raggiunto un accordo con la federazione britannica

27 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

80° minuto: il mondiale di Braam Steyn attraverso le sue parole

Intervista al terza linea della nazionale dopo l'avventura in Giappone, fra numeri, ruoli e risultati

25 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale