L’Italia? Gioca meglio senza Parisse. Parola di Mario Ledesma

Il coach della mischia Wallabies applica la Ewing Theory agli Azzurri

italia australia parisse

ph. Sebastiano Pessina

Si chiama The Ewing Theory: una squadra gioca meglio quando manca il suo giocatore più forte. Perché tutti danno più del 100%, perché manca la propria star, perché fare bene diventa una sfida prima ancora che un compito. Un po’ come quando resti in 14 ma tiri fuori una prestazione con la P maiuscola. Questo pensa Mario Ledesma dell’Italia senza Parisse.

 

L’indimenticato tallonatore Pumas, ora allenatore della mischia Wallabies, ha parlato del match di sabato contro gli Azzurri. “E’ uno dei numeri 8 più forti al mondo – ha dichiarato in conferenza stampa – Ma credo che ora come ora, l’Italia giochi meglio senza di lui”. Il perché è presto detto: “Quando è in campo, tutto gira attorno a lui. Porta palla, chiama le giocate in mischia e touche, dice cosa fare. Credo che in sua assenza, gli altri giocatori possano avere una buona occasione per esprimersi”.

“Sia chiaro – prosegue l’84 caps – non voglio togliere assolutamente nulla alla sua qualità, lo conosco bene, è un giocatore eccellente. Ma credo che la squadra giochi meglio in sua assenza”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Test Match Estivi 2021: i convocati delle Fiji per le sfide contro gli All Blacks

La selezione isolana si presenterà con un gruppo formato da 33 giocatori

item-thumbnail

Irlanda: i convocati verdi per i test estivi, con 11 possibili esordienti

Mancano ovviamente i Lions, ed alcuni veterani di rilievo come Sexton, a cui è stata concesso una finestra di riposo

item-thumbnail

Australia: i convocati per la serie con la Francia

Sono 38 i giocatori scelti da Dave Rennie per Australia-Francia, con tanti giovani e una struttura di esperienza a fare da contraltare

13 Giugno 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Inghilterra: i 34 convocati per lavorare in vista dei test match estivi

Sono ben 21 i potenziali esordienti nel primo gruppo di lavoro selezionato da Eddie Jones per le sfide a USA e Canada

item-thumbnail

Mornè Steyn, rileggiamo la carriera di un mito del rugby mondiale

Contro i Lions potrebbe tornare a vestire la maglia degli Springboks uno dei più grandi giocatori degli ultimi 20 anni