Eccellenza: Viadana passa a Mogliano. Le Fiamme Oro vincono il derby. Corsa playoff apertissima

Nessun problema per Calvisano e Padova. Vince anche Rovigo

COMMENTI DEI LETTORI
  1. gian 25 Marzo 2017, 17:09

    Il petrarca devastante, anche con qualche errore di gestualità di troppo, reggio, che finora ha dato filo da torcere un po’ a tutti, è riuscito a mettere della sabbia nel motore nero solo nel primo tempo nelle fasi statiche, ma appena il petrarca riusciva ad accellerare si apriva il mar rosso.
    Tra i neri si sono viste ottime individualità e bei ritorni, ancora più importante non vedere cali di prestazione con i cambi, anzi la freschezza dei subentrati alzava ulteriormente la cilindrata.
    se questo incontro è il primo con meccanismi funzionanti, escludo una reggio così tanto sottotono, forse comincia un altro campionato per il petrarca

    • Camoto 25 Marzo 2017, 17:13

      Ho visto solo a tratti il primo tempo. Petrarca impressionante in tutti i ruoli oggi. Michieletto poi penso aveva un gran voglia di giocare, devastante.

      • gian 25 Marzo 2017, 17:17

        Pareva un adulto che giocasse contro degli U18, più grosso, più veloce e più tecnico, veramente un’iradiddio

      • ermy 25 Marzo 2017, 17:54

        Come ha giocato Rossi? Io lo vedrei subito a Treviso… che dici?

        • gian 25 Marzo 2017, 18:02

          Il ragazzo ha delle potenzialità notevoli e messo nello spazio tra gambe e fisico può far veramente la differenza, oggi, come altre volte, mostra alcuni limiti di gestione della palla e di situazione, non riesco a capire se siano lacune tecniche o peccati di supponenza dovuti alla cosapevolezza di essere forte. riuscisse ad essere un minimo più concreto sarebbe un fattore. vista la concorrenza in giro il salto proverei a farglielo fare

          • gian 25 Marzo 2017, 18:04

            Oggi in particolare ha fatto il bello e cattivo tempo, ha segnato da ala pura, da terza (schierato) in sostegno sulla verticale, ha corso mille traiettorie diverse, veramente bello

          • ermy 25 Marzo 2017, 18:28

            Eh, per questo lo metterei subito in mano a un Crowley… subito ad allenarsi e giocare a un livello superiore…
            mi son guardato le mete su Rugby Channel, la prima veramente notevole… anche se il livello difensivo di Reggio… insomma! 🙂
            Che venga su una bella concorrenza con Bellini, Buondonno, Sperandio… Abbiamo bisogno come il pane di ali veloci che saltino l’uomo, basta con i carri armati su binario, non se ne può più!

          • Camoto 25 Marzo 2017, 18:36

            @ermy tra i trequarti Rossi e Minozzi pronti per l’alto livello e con buone speranze che siano migliori degli attuali. Non dimentichiamo anche Bettin che primo dell’ infortunio era il metamen del Petrarca, quest’ anno spostato all’ ala. Non ha tutti i numeri di Rossi ma un senso tattico migliore.

          • jacoponitti 25 Marzo 2017, 23:00

            Quoto. Anche secondo me Rossi potrebbe diventare una delle migliori ali che abbiamo in Italia. Il problema è che non ha più tutto questo tempo per fare il salto nell’alto livello. Se non sbaglio è un ’91

    • gian 25 Marzo 2017, 17:15

      Per quanto riguarda la corsa PO direi che mogliano al 90% è fuori per le fiamme dura dura, volatona viadana vs san donà con quest’ultimo che ha un calendario leggermente migliore, bisognerà capire la volontà di lottare delle avversarie le ultime due giornate

    • Appassionato_ma_ignorante 25 Marzo 2017, 17:25

      Reggio non pervenuto. Sono incapace di dire se e quanto sia merito del Petrarca e demerito del Reggio: probabilmente le due cose sommate. E il risultato è una batosta. Ricordo che anche nella partita di andata ci fu un’asfaltata.
      Reggio deve imparare a dare continuità alle prestazioni. Ora la salvezza si gioca nei due scontri diretti con Lazio e Piacenza in casa (a Calvisano mi sa che si va a fare gli sparring partner).

      • gian 25 Marzo 2017, 17:35

        Non è che non ci abbia provato, in realtà, ma proprio pareva disarmata

  2. brokenarm 25 Marzo 2017, 17:17

    Rovigo inguardabile…squadra che è gia sicura dei po e nn gioca a rugby. Campioni d italia….ma dove? …squadra che vedrà la finale in televisione…e la vedo buia per il prossimo anno….Città in mischia? ..no no e no. Pochissimi spettatori al Battaglini quando si gioca in casa…e questa sarebbe la squadra campione?? Prevedo anni bui davanti come il Petrarca dopo lo.scudetto 2011 che ebbe 4/5 anni da incubo….bisognava aprire un ciclo e non accontentarsi di uno scudetto dopo.26 anni….deluso e amareggiato….questi non sono degni di portare quella maglia….a parte alcuni ( Lubian, Barion, Ferro, Basson e qualche giovane)…..ho il magone per l ennesinlma dimostrazione di pochezza…

    • Lazzaro 25 Marzo 2017, 17:22

      Avuta la stessa impressione !

    • Appassionato_ma_ignorante 25 Marzo 2017, 17:26

      Finito un gioco bisogna sempre metterne in piedi un altro.

      • brokenarm 25 Marzo 2017, 17:40

        Mentalità rovigotta…non basta indossare la maglia rossoblu per vincere…nn ho parole.

    • gian 25 Marzo 2017, 17:41

      Il petrarca, in realtà, quello scudetto non lo programmò, ma lo vinse sfruttando tutte le occasioni al meglio e dopo quell’anno aveva le casse quasi vuote, l’anno dopo fallì i PO pagando tutta la buona sorte dell’anno prima e dosmise la squadra cominciando a costruire da casa propria la squadra che c’è adesso, la situazione è un po’differente.
      la vera delusione è vedere come il pubblico, una volta appagato dell’orgasmo della vittoria, si sia semsibilmente ridotto

      • fracassosandona 25 Marzo 2017, 20:14

        Resto convinto che il pubblico petrarchino non sia solamente in calo, ma che si stia estinguendo. In guizza pare di stare al museo egizio.
        Nemmeno gli ex giocatori vanno più a vedersi una partita.
        La società e la squadra ci sono. La club house rinnovata pare un lounge club. Tribunetta coperta comodo parcheggio bel gioco e poca gente lo stesso. Snob. 🙂

        • vedonero 25 Marzo 2017, 23:28

          A me sembra un problema di tutti gli stadi da rugby italiani….persino a Rovigo ce stato un vistoso calo!

          • Appassionato_ma_ignorante 26 Marzo 2017, 08:36

            È un problema di tutti gli stadi italiani e non solo di rugby.

        • gian 26 Marzo 2017, 07:06

          Io di rovigo parlavo, il petrarca è calato, ma non così tanto

    • vedonero 25 Marzo 2017, 19:14

      Si è vero, dopo lo scudetto ci sono stati anni fuori dai playoff! ma non tutto il male viene per nuocere! Hanno incominciato a tenere più in considerazione una cosa che poche squadre hanno….un forte vivaio!

    • james1971 26 Marzo 2017, 15:33

      Ferro e Basson da salvare? Ma quando ma come? Il primo avrà circa 10 kg di sovrappeso e si vede…. se continua a giocare così può essere sostituito da una terza di linea dell’Under 18 che sicuramente non farà meno di lui… Basson? A parte i calci non ricordo una sola azione d’attacco cui abbia partecipato diventando incisivo…. Uno straniero deve fare la differenza e lui non la fa più…

  3. Camoto 25 Marzo 2017, 17:31

    Derby romano senza particolare tifo per quanto mi riguarda.
    Lazio precisa e grintosa nel primo tempo, sugli scudi la mischia, le terze linee ed il 9 Bonavolontà che ha un bel bagaglio di passaggi da mettere in mostra, meritata la convocazione Seven. Calandro, senza essere appariscente il suo lo fa sempre, meglio di Miller.
    Le Fiamme in pratica giocano solo per 20 minuti, certo 20 minuti di fuoco dove il pacchetto si sveglia e Marinaro (in ombra fino a quel momento) copre le imprecisioni degli altri, Bacchetti e Wilbore sono una garanzia, Azzollini sempre meglio nei calci da fermo (trova delle touche lunghissime) ma nel primo tempo troppi errori in regia. Soprattutto non mi spiego la regressione di Tenga senza Di Stefano sono dolori. Buona nel complesso la tenuta difensiva.

  4. prop3 25 Marzo 2017, 18:04

    Fatali alla Lazio i primi 10 minuti del secondo tempo. Per quanto riguarda la mischia anche nel secondo tempo la Lazio non ha certo subito l’ingresso di Di Stefano ( che tra l’altro incrociava sempre sul sinistro della Lazio) e Crocivera,

    • Camoto 25 Marzo 2017, 18:32

      Bella mischia oggi la Lazio, che prende falli a favore anche nel finale di partita, ma nel primo tempo mandava indietro di 10 metri quella cremisi. Mi piacciono entrambi i tallonatori tra l’altro, Cugini sembra il nuovo Fabiani.
      Il discorso sulle Fiamme è generalizzato sulla stagione, Tenga l’anno scorso è stato tra i migliori piloni destri e doveva essere un surplus, mentre la carretta la tirano avanti ancora Di Stefano e Cocivera. Non penso sia diventato un brocco ed è questo che non mi spiego.

  5. gino 25 Marzo 2017, 18:26

    Tempo fa ho scritto che la presunzione non porta da nessuna parte. Oggi il Petrarca ha dimostrato che senza tante chiacchiere e lavorando seriamente si possono raggiungere certi risultati. Continuò a non capire il Reggio, 15/20 minuti di riscaldamento oggi prima della partita. Boh….. Forse qualcuno in società è troppo presuntuoso per poter pensare di perdere contro il Petrarca. Cavinato 2 Manghi 0 Addolorato per i giocatori del Reggio un po’ meno per la società. 77 a 7 impensabile.

    • Appassionato_ma_ignorante 25 Marzo 2017, 19:10

      Non è la prima volta che nei tuoi commenti noto del rancore nei confronti del Reggio. Che cosa hai fatto alla società per volerle così male?

      • deegan 25 Marzo 2017, 19:47

        gli spigoli?

        • jackblack 25 Marzo 2017, 21:13

          Ahahahahah deegan!! Sicuramente sarà uno degli uomini di cavinato. Ricordo che tra lui e manghi non corre buon sangue!

        • jackblack 25 Marzo 2017, 21:15

          Comunque 77 punti non danno nessun tipo di alibi!! Oggi hanno ragione i tuttineri

        • Appassionato_ma_ignorante 25 Marzo 2017, 21:31

          Nessun alibi per Reggio. Infierire non ha senso. Recriminare neppure. Voltiamo pagina e avanti. Anzi, “Sempre Avanti” (vero, Ovilio?). 😀

          • jackblack 25 Marzo 2017, 21:51

            D’accordissimo!! Lotteranno anche per lui

  6. frank 25 Marzo 2017, 19:25

    niente terzo tempo per 6nazioni

  7. fano 25 Marzo 2017, 22:17

    ho visto sul mitico rugby channel calvisano san donà.a parte lo speaker (spagnolo?argentino?) che la mena sempre con la lentezza delle mischie(stai sereno le mischie sono così nel rugby) a san donà gli è stata data una meta tecnica alla prima mischia nei suoi 5 metri.a viadana x 3 volte l arbitro dava vantaggio al viadana ed eravamo nei 5 metri di calvisano,ma non dava la meta tecnica.calvisano è un pò come la juve nel calcio,la più forte ma nel dubbio la più tutelata.

  8. fano 25 Marzo 2017, 22:30

    panico pilone sinistro della nazionale e del calvisano perennemente storto,con tanto di speaker(spagnolo?argentino?)che lo dice in diretta ma nè il guardalinee nè l arbitro prendono provvedimenti.è più facile spingere sul collo dell avversario piuttosto che spalla contro spalla in una spinta dritta come dice il regolamento delle mischie.

  9. fano 25 Marzo 2017, 23:40

    spadoni arbitro di calvisano vs san donà X ME ha arbitrato bene a parte qualche errore.secondo lo speaker ha perso un pò il controllo della gara quando ha dato 10 metri di penalità perchè qualcuno del calvisano parlava troppo.infatti l arbitro mima con la mano il gesto della papera.a mio avviso ha fatto bene e dimostra anche una certa personalità nonostante si trovi in casa della capolista e gli fischia giustamente contro.in fin dei conti nel rugby l arbitro è sacro, non è come nel calcio,e con lui ci parla il capitano.

    • ombranera77 26 Marzo 2017, 01:28

      Oggi ero a Padova e devo dire che il Petrarca è stato super ( e questo fa ben sperare per la fase finali) mentre il Reggio che abbiamo visto oggi non ha alibi (l’ombra della squadra vista nelle partite precedenti). Visto che avete parlato di arbitri volevo dire che nelle ultime 2 giornate alla Guizza ( contro Piacenza ed oggi contro Reggio) ho assistito a due ottimi arbitraggi. L’arbitro di oggi è riuscito in quello che era stato “sperato” da Cavinato in settimana : garantire palle veloci e bel ritmo, tutelando e favorendo lo sviluppo del gioco. Arbitraggi come quello di oggi possono solo far bene allo spettacolo ed alla crescita dei giocatori. Sinceramente non ricordo il nome ma spero di vedere sempre più spesso questi giovani “anonimi” al posto dei soliti vecchi “famosi”. Forza NERI.

  10. BLMcalister 26 Marzo 2017, 06:06

    Prima osservazione: vedo che NESSUNO dei tifosi padovani ha commentato quello che è successo al minuto 75 (circa), rugbychannel non lo ha filmato ma chi era allo stadio ha visto Menniti Ippolito rincorrere Matteo Dell’Acqua e sferrargli un calcio da dietro..un gesto veramente imbarazzante. Se guardate la partita su rugbychannel be, sappiate che quella maxi rissa è partita per questo. Ma Menniti-Ippolito non prenderà nessuna squalifica. E non venite a chiedere perché non ha mai fatto il permit player, davvero

    • gian 26 Marzo 2017, 07:16

      Dallo streaming si intravede solo una gran botta su menniti, non si capisce se regolare o meno, il commentatore parla di una reazione, ma se è come dici tu, molto grave il gesto.
      Sul discorso pro non è del tutto esatto, anche al petrarca ci sono molti “dopolavoristi” insieme ad altri più professionali. In eccellenza le più professionalizzate sono ffoo, calvisano e rovigo, il petrarca, forse, si piazza buon quarto

      • BLMcalister 26 Marzo 2017, 17:35

        @gian confermo, placcaggio al limite di Dell’Acqua su Menniti, Menniti si alza, lo rincorre e gli sferra un calcione da dietro

        • Antonio9 26 Marzo 2017, 21:51

          Meglio per Reggio che il GS non riveda il video, perché rischierebbe di perdere almeno 4 giocatori fino a fine stagione. Fra placcaggi in ritardo (quello che citi era il terzo su Menniti) voglia di far rissa e di sfogare una evidente impotenza, hanno dato veramente un brutto spettacolo.

          • jackblack 26 Marzo 2017, 22:34

            Ah Antonio quindi il calcio di Menniti è giustificato? Rimango decisamente perplesso

          • BLMcalister 27 Marzo 2017, 08:35

            @Antonio9 scusami ma non capisco. Dell’Acqua ha preso un giallo a inizio secondo tempo per placcaggio pericoloso e un altro a fine secondo tempo per la scazzottata. È stato sanzionato giustamente entrambe le volte.
            Menniti ha rincorso un giocatore e gli ha sferrato un calcio da dietro. Per regolamento sono 3 mesi di squalifica (che non arriveranno, anche se dalla tribuna lo abbiamo visto tutti). La verità è che Menniti dovrebbe tornare in campo a fine Giugno. Non capisco altri discorsi.

          • BLMcalister 27 Marzo 2017, 08:36

            Precisazione: l’arbitro al terzo tempo spiegava chiaramente che il placcaggio che provoca la reazione ridicola di Menniti era un placcaggio regolare.

  11. BLMcalister 26 Marzo 2017, 06:11

    Seconda osservazione: Probabilmente osservazione banale, Padova troppo superiore a Reggio in tutto, semplicemente. Differenza tra una squadra di professionisti e una squadra di studenti e lavoratori….non ci vedo niente di strano. Cio che mi fa strano è quando Reggio (studenti e lavoratori) batte Viadana (professionisti), non quando Reggio (studenti e lavoratori) perde 77-7 contro Padova (professionisti). Questo dovrebbe essere il normale divario tra le due diversi e realtà. E penso che Cavinato 2 Manghi 0 sia un grande errore, Cavinato 0 Manghi 1 già da due annetti. Ma Cavinato probabilmente sta perdendo contro tutti, indipendentemente dai risultati sul campo 😉

    • brancaleon 26 Marzo 2017, 08:25

      In effetti in questa stagione ci sono stati dei risultati molto strani soprattutto per l’assegnazione dei punti di bonus

      • jackblack 26 Marzo 2017, 22:36

        Se non ricordo male era Manghi 4 Cavinato 0 (parlando di punti ahahah)

  12. BLMcalister 26 Marzo 2017, 06:12

    Terza osservazione: Padova é nettamente la squadra più forte del campionato. Si, anche di Calvisano. E se non vince, sarà una grande sconfitta per coach Cavinato.

  13. gino 26 Marzo 2017, 10:14

    Ciao appassionato,non ho niente contro il Reggio anzi. Non capisco certe cose e mi fanno arrabbiare. Non puoi usare la panchina così male come fa l’allenatore del Reggio, ieri l’unico che ha fatto fare un tenuto e stato un panchinaro, l’unico che ha fatto un buco di 30 metri è stato un panchinaro il pilone che a messo in difficoltà il pilone avversario è stato un panchinaro. Con questo non voglio dire che sono più forti i panchinari dei titolari,ma se hai una panchina così usala prima come farebbe qualsiasi allenatore. I cambi del Petrarca ieri erano tutti programmati,il Reggio no. Capisci appassionato perché sono arrabbiato…un saluto.

  14. dmc63 26 Marzo 2017, 18:21

    per quel che so,paga meglio padova di calvisano,anche nei tempi dovuti

    • Antonio9 26 Marzo 2017, 21:53

      Forse sarà vero (dubito) ma a Calvisano c’è il “chiaro percorso” …

Lascia un commento

item-thumbnail

Serie A Elite: i numeri di Viadana e Petrarca

Padova ha segnato 20 mete in più dei mantovani, realizzando 100 punti in più dei gialloneri

30 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, verso la finale: dalla carica di Ciofani alle strategie di Marcato

Viadana ha fame di risultati, il Petrarca studia il piano migliore: come si avvicinano le due squadre al match decisivo del 2 giugno

29 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: è ufficialmente (ri)nata la Lega Rugby

Dopo 15 anni dallo scioglimento della LIRE i Club del massimo campionato danno vita a un nuovo sodalizio

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: svelata la quaterna arbitrale che dirigerà la finale

Viadana-Petrarca, il match del 2 giugno che vale lo scudetto

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: eletto l’MVP della stagione 2023-2024

Il premio torna a essere vinto da un avanti

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite: Polla Roux fa il punto su Sperandio e sul mercato di Rovigo

Le trattive sono tante e a breve saranno ufficializzati nuovi giocatori in entrata

27 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite