British&Irish Lions, Hansen: serve un match di preparazione

Il tecnico All Blacks sicuro: la migliore selezione degli ultimi anni. In infermeria intanto…

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Archiviato il Sei Nazioni con la vittoria dell’Inghilterra, l’attenzione internazionale si sposta ora sul tour dei Lions in Nuova Zelanda. E dopo quanto visto nei 5 weekend di Championship, siamo sicuri che il livello delle tre partite contro gli All Blacks sarà altissimo.

 

 

Per affrontare i migliori Lions degli ultimi anni serve un match di preparazione

In casa All Blacks si cerca di organizzare un match che preceda il primo Test, in calendario il 24 giugno. “La selezione e la preparazione sono fondamentali per iniziare bene – ha dichiarato allo Star-Times il tecnico – Nelle prossime settimane prenderemo una decisione: che sia tra di noi o contro un avversario, faremo qualcosa”. “Siamo vulnerabili soprattutto nel primo Test – ha confermato Grant Fox, vincitore del tour 1993 iniziato con una sconfitta – Il problema è che non ci sono stati incontri prima. I Lions vi arrivano dopo sei incontri e dopo la preparazione, noi dopo due settimane di raduno. E’ una questione importante”.

Hansen parla poi degli avversari. Teme che sia “la miglior selezione da un bel po’ di tempo a questa parte“, a numero 10 “hanno enorme profondità, i giocatori inglesi stanno giocando davvero bene e sarà interessante capire la logica delle convocazioni. La cosa più complicata è che Gatland non può essere Eddie Jones, rimarrà Gatland: con tute le differenze del caso”.

 

 

Infortunati che non preoccupano

Il Super Rugby intanto inizia a lasciarsi alle spalle i primi infortunati. Il nome più altisonante è senz’altro quello di Israel Dagg, faro dei Crusaders in quest’inizio di stagione e uscito malconcio dalla trasferta di Brisbane contro i Reds: l’estremo 28enne si è sottoposto ad intervento chirurgico al ginocchio destro e resterà ai box per un periodo di almeno sei settimane. Il rientro, previsto per fine aprile, dovrebbe comunque permettere a Dagg di recuperare la forma migliore per far parte del gruppo che affronterà i British & Irish Lions. Per Steve Hansen non arrivano buone notizie nemmeno da Nehe Milner-Skudder, rientrato ad inizio stagione dopo aver saltato l’intero 2016 per infortunio. La sconfitta contro i Chiefs è costata cara all’ala degli Hurricanes (8 cap con gli All Blacks), a cui è stata riscontrata una piccola frattura al piede destro che lo costringerà a restare fermo pure lui per sei settimane, senza ricorrere a nessuna operazione.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

I primi convocati dell’Inghilterra per il raduno di preparazione ai Test Match estivi

Sette esordienti per Steve Borthwick, privo degli atleti impegnati nelle semifinali di Premiership

item-thumbnail

Springboks e All Blacks: l’idea di due tour completi fra Sudafrica e Nuova Zelanda

Le nazionali più titolate del mondo stanno cercando un accordo per il futuro

item-thumbnail

Test Match estivi: l’Inghilterra perde una pedina importante per il tour in Giappone e Nuova Zelanda

Steve Borthwick affronterà gli impegni di giugno e luglio con alcune assenze di rilievo

item-thumbnail

Gatland ha rivelato che c’è “una porta aperta per il ritorno di George North in Nazionale”

Il tecnico ha detto che valuterà le condizioni della leggenda gallese, che potrebbe concedersi un'altra "Last Dance" dopo il finale deludente di Cardi...

item-thumbnail

Sudafrica, Rassie Erasmus: “Pronti a ripartire. Ci attende un 2024 intenso”

Il tecnico degli Springboks carica i suoi in vista di un calendario fitto di impegni

item-thumbnail

Anche Hugo Keenan verso il Sevens olimpico

L'irlandese si unisce al già nutrito contingente di giocatori che passano temporaneamente al rugby a sette