Il rugby professionistico inglese dice addio ai London Welsh

La Federazione ha escluso dal Championship lo storico club fondato nel 1895

London Welsh

ph. Paul Harding/Action Images

I London Welsh cessano ufficialmente di esistere come club professionistico. La Federazione inglese non ha accordato agli Exiles il permesso di continuare a giocare nel campionato di Championship fino al termine della stagione, dopo che a dicembre la RFU aveva già concesso al club di Richmond di disputare due partite del torneo cadetto in più nonostante la liquidazione volontaria annunciata dal presidente, Gareth Hawkins. La RFU, tuttavia, ha constatato come non ci fossero le condizioni per poter estendere la licenza ai Welsh, ragion per cui i Dragons sono stati esclusi con effetto immediato dalla competizione e dal rugby d’élite inglese. “La situazione era insostenibile – ha dichiarato il presidente della RFU, Andy Cosslett – È deplorevole essere arrivati fino a questo punto. Sappiamo che si tratta di un giorno triste per tutti coloro legati ai London Welsh. La tristezza per aver perso questo club tra i professionisti è condivisa da tutti“. La dirigenza dei Welsh aveva provato a giocarsi le sue ultime carte cercando di presentare un piano per completare la stagione come una “phoenix company”, ovvero un ente creato appositamente nel momento in cui un’altra azienda diventa insolvente per portare avanti le stesse attività. Alla Federazione, tuttavia, non è stata fatta pervenire alcuna garanzia sul pagamento completo di tutti i creditori.

 

I London Welsh, nati nel 1895 a Londra da una comunità gallese, hanno fornito alla nazionale dei Dragoni ben 177 giocatori, mentre in 43 hanno rappresentato i British & Irish Lions nel corso degli anni. L’ultima apparizione in Premiership risale al 2014/2015, quando il club dell’Old Deer Park è stato retrocesso perdendo tutte le ventidue partite in programma. Nella stagione in corso, prima della penalizzazione di 20 punti che lo ha portato all’undicesimo posto, il club si trovava alla quinta posizione in classifica.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

I Saracens battono un colpo, e che colpo (!) anche in entrata

Nonostante la retrocessione in Championship, i londinesi piazzano un colpo di rilievo in mediana

27 Maggio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Il Top 14 del 2010: l’indimenticabile prima volta di Clermont

Dopo una serie lunghissima di finali perse finalmente il paradiso per la squadra di Gonzalo Canale

24 Maggio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

“Due match a porte chiuse e falliremo”

I Presidenti delle squadre di Top 14 lanciano un grido d'allarme. Impensabile per loro non giocare con i tifosi sugli spalti

23 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Quando l’arbitro internazionale allena gli avanti

Il francese Alexander Ruiz dirigerà la mischia di un piccolo club francese, e nemmeno per la prima volta

23 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Galles: 5 curiosità su George North, dentro e fuori dal campo

Fra record e passioni: la vita del trequarti gallese

22 Maggio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Nigel Owens, pazza idea: “Arbitrare un match di calcio in Premier League? E’ una cosa che mi piacerebbe fare”

Il direttore di gara gallese parla di errori arbitrali, di un possibile futuro e delle regole per la mischia

21 Maggio 2020 Emisfero Nord