Sudafrica, a Firenze arriva un malato non immaginario

Cinque sconfitte e quattro mediane diverse nelle ultime sei uscite. E una pressione altissima…

sudafrica

ph. Toby Melville/Action Images

Quello che sabato scenderà in campo a Firenze contro l’Italia, è un Sudafrica in profonda crisi di identità e risultati. Del difficile post Rugby World Cup, culminato con l’esonero di coach Meyer nonostante il terzo posto e una semifinale persa di un soffio contro gli All Blacks, abbiamo parlato più e più volte. E i recenti risultati dimostrano che la crisi fuori dal campo sta avendo effetti nefasti anche dentro il rettangolo verde, dove gli Springboks hanno collezionato cinque sconfitte nelle ultime sei uscite. L’ultima in ordine di tempo, sabato a Twickenham contro l’Inghilterra, ha evidenziato ancora una volta la mancanza di una precisa identità di gioco oltre che banali errori difensivi, costati le due mete costruite da Youngs che con leggerezza ha eluso la prima guardia.

 

Tutti i dubbi di coach Coetzee sono ben testimoniati dagli esperimenti in mediana, con quattro coppie diverse nelle ultime sei uscite (Paige-Lambie, de Klerk-Steyn, Paige-Steyn e de Klerk-Jantjies). E l’aspetto che forse dà più grattacapi allo staff tecnico Springboks è che lo cose sono funzionate meglio proprio con l’esperto Steyn in regia (18-10 contro l’Australia). La coppia Lions de Klerk-Jantjies, che tanto ha fatto bene nel Super Rugby, mal si adatta al tradizionale gioco Springboks. La sensazione è che il dopo Mondiale abbia avuto strascichi pesantissimi per il rugby sudafricano, tra questione quote nere (policy praticata nelle Union), numero di giocatori elevatissimo che anche per le quote scelgono l’estero (e non solo atleti di prima fascia o ex top player a fine carriera) e mancanza di leadership nel gruppo. Perdere in un colpo solo Matfield, Pienaar, de Villiers, Burger, i du Plessis e du Preez non sarebbe facile per nessuno (tranne per quelli in maglia nera), ma per una squadra che ha fatto della fisicità e dell’ “intimidazione” (rugbistica, sia chiaro) una propria chiave per mettere sotto gli avversari, lo è ancora di più. Senza contare l’importanza che il ruolo di mediano di mischia ha nell’economia del piano di gioco sudafricano.

 

Dopo Twickenham, per Strauss e compagni è fondamentale vincere a Firenze, dove gli Springboks arrivano con un carico di pressione enorme e che la squadra dovrà dimostrare di saper sostenere. “Quando iniziamo a sbagliare diventiamo noi stessi i nostri peggiori avversari – ha dichiarato Coetzee nel post Inghilterra – Ci sono cose che dobbiamo sistemare al più presto possibile, soprattutto in difesa […] E’ ora che i nostri giocatori prendano responsabilità in campo. Non abbiamo più scuse”. Vero che parlare di pronostici è azzardato, ma questi Springboks hanno tanto da perdere dagli 80 minuti del Franchi. Tantissimo.

 

Infermeria Springboks: secondo Rugby365, Eben Etzebeth sarà costretto a saltare la partita con l’Italia causa infortunio rimediato durante la partita contro l’Inghilterra in occasione di uno scontro con Billy Vunipola.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

In Nuova Zelanda temono di aver regalato all’Irlanda un altro potenziale titolare internazionale

James Lowe, Gibson-Park e Bundee Aki: ora c'è lo spettro di un nuovo errore

item-thumbnail

Test Match Summer Series 2024: due partite verranno dirette da arbitri italiani

Una partita a fine giugno e una a metà luglio. Ci sono anche designazioni da assistenti

item-thumbnail

I primi convocati dell’Inghilterra per il raduno di preparazione ai Test Match estivi

Sette esordienti per Steve Borthwick, privo degli atleti impegnati nelle semifinali di Premiership

item-thumbnail

Springboks e All Blacks: l’idea di due tour completi fra Sudafrica e Nuova Zelanda

Le nazionali più titolate del mondo stanno cercando un accordo per il futuro

item-thumbnail

Test Match estivi: l’Inghilterra perde una pedina importante per il tour in Giappone e Nuova Zelanda

Steve Borthwick affronterà gli impegni di giugno e luglio con alcune assenze di rilievo

item-thumbnail

Gatland ha rivelato che c’è “una porta aperta per il ritorno di George North in Nazionale”

Il tecnico ha detto che valuterà le condizioni della leggenda gallese, che potrebbe concedersi un'altra "Last Dance" dopo il finale deludente di Cardi...