All Blacks, Ian Foster favorito per il post-Hansen? Dave Rennie più defilato. E Schmidt…

L’attuale assistant coach sarebbe in pole position, mentre il tecnico dei Chiefs sembra avere altri progetti

ph. Action Images/Henry Browne

ph. Action Images/Henry Browne

Con la Rugby World Cup 2019 l’era di Steve Hansen sulla panchina degli All Blacks dovrebbe (condizionale quantomai d’obbligo) volgere al termine. E dalla Nuova Zelanda trapelano già le prime indiscrezioni sul possibile sostituto dell’attuale ct campione del mondo. Per bocca di Steve Tew, Ceo della Federazione, il futuro allenatore dei tuttineri potrebbe essere selezionato tra i tecnici più in vista durante gli stessi Mondiali in Giappone, senza specificare se la scelta verrà operata all’interno dello staff che affiancherà Hansen oppure all’esterno degli All Blacks. A riportarlo è stuff.co.nz. Due tra i primi nomi sulla lista come Warren Gatland e Vern Cotter, tuttavia, sarebbero tagliati fuori poiché non rientrerebbero nei criteri imposti dalla NZRU, secondo cui un allenatore deve essere a contatto con il rugby kiwi nei dodici mesi precedenti alla decisione, oltre a non poter essere preso in considerazione se ha lasciato la Nuova Zelanda da almeno cinque anni al momento della scelta. Diversa invece la posizione di Joe Schmidt, intorno al quale persistono le voci di un eventuale ritorno in patria nelle prossime stagioni che lo riporterebbe in corsa per gli All Blacks.

 

Ad oggi, insomma, il grande favorito sarebbe l’attuale assistente di Hansen Ian Foster, da sette anni al suo fianco, anche perché la soluzione ‘interna’ rappresentata da Dave Rennie sembrerebbe di più difficile realizzazione, sebbene il tecnico dei Chiefs sia uno dei grandi favoriti per la panchina All Black. “Non mi vedo in un ruolo di assistente – ha detto l’allenatore a stuff.co.nz – Se dovessi rimanere in patria rimango solo ai Chiefs. E poi chi lo sa, magari Hansen rimane fino al 2023 o al 2027… Comunque io ora penso solo ai Chiefs, e quello di head coach degli All Blacks per quanto importante non è l’unico lavoro in giro e sicuramente in tanti lo vogliono. Ma non sono affatto sicuro che tutti stiano ad aspettare per averlo, serve anche un po’ di fortuna nel timing ed esserci nel momento in cui diventa disponibile”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby Championship in sede unica: un’ipotesi che potrebbe tornare in voga anche nel futuro

Andy Marinos non ha escluso la possibilità di riproporre quanto visto in questo inedito 2020

8 Dicembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Tri Nations: highlights di Australia-Argentina

Tutte le emozioni del match giocato a Sydney: una meta per parte, e un calcio che avrebbe potuto cambiare tutto...

5 Dicembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Tri Nations: Incredibile, Australia e Argentina pareggiano ancora!

Questa volta la rimonta è messa a segno dai Wallabies. Partita dura, una meta per parte e equilibrio totale

5 Dicembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Tri Nations: la formazione dell’Argentina dopo il caos-Matera

Un nuovo capitano, ben 11 cambi, e gli occhi del mondo ovale addosso: ecco i Pumas che sfidano l'Australia

4 Dicembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Tri Nations: la formazione dell’Australia per l’ultimo duello contro l’Argentina

James O'Connor torna dal 1'. Petaia-Paisami in mezzo al campo

3 Dicembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

La storia del tributo degli All Blacks a Maradona

Chi ha avuto l'idea della maglietta numero 10? Gli argentini sapevano cosa sarebbe successo prima della Haka? Ne parlano i capitani

30 Novembre 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship