Test Match: solita e solida Inghilterra, Galles battuto 27-13

A Twickenham equilibrio nel primo tempo, poi la squadra di Jones domina la ripresa

ph. Henry Browne/Action Images

ph. Henry Browne/Action Images

Prima azione e bella corsa di Watson e Burrell che trovano il break profondo mettendo già molta pressione. Al primo possesso il Galles però marca: buona piattaforma da rimessa laterale nei 22 e serie di cariche fuoriose che portano Evans in meta, con ben tre opzioni visibili per Webb in pochi metri. Altra sventagliata da touch con carica per linee laterali, doppio fallo inglese sul breakdown e Biggar porta i Dragoni sopra break. Le cose più belle per i padroni di casa arrivano dalla linea veloce, elettrica e brava nello stretto a dare avanzamento. E al ventesimo arriva la meta proprio di Burrell, che indovina l’angolo e allunga la mano. Dalla piazzola arriva però il secondo errore di Ford. La partita è piacevole e giocata a viso aperto, su turnover ball Hamos corre 50 metri ma Webb sbaglia a giocare il lato corto dove Baldwin è da solo. Si resta comunque nella metà campo di casa da dove arrivano altri tre punti di Biggar. Il momento resta comunque positivo per la squadra di Eddie Jones e dopo bell’avanzamento per vie verticali l’ovale viaggia fino a Watson che pesta sulle gambe e schiaccia. I primi quaranta si chiudono così sul 13-10 Galles.

 

Pronti via e dopo quattro minuti Youngs regala ai suoi il primo vantaggio del match: touche ai dieci metri, palla al mediano di mischia che sguscia tra i placcatori eludendoli grazie ai molti sostegni disponibili. Tre minuti più tardi su errore di handling gallese con tocco inglese (per il TMO indietro), Clifford raccoglie e si invola sotto i pali. La quinta meta di casa arriva con Yarde dopo lunga azione con triplo cambio di possesso e con un Galles che ha in parte mollato. Anche le fasi di conquista sono di marca inglese e per possesso e territorio il secondo tempo ha solo un padrone. Finisce 27-13.

 

 

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Luther Burrell, 11 Marland Yarde, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Jack Clifford, 7 James Haskell, 6 Teimana Harrison, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Matt Mullan
A disposizione: 16 Tommy Taylor, 17 Ellis Genge, 18 Paul Hill, 19 Dave Attwood, 20 Matt Kvesic, 21 Danny Care, 22 Ollie Devoto, 23 Elliot Daly

Marcatori Inghilterra
Mete: Burrell (20), Watson (32), Youngs (44), Clifford (47), Yarde (60)
Conversioni: Ford (47)
Punizioni:

 

Galles: 15 Liam Williams, 14 George North, 13 Scott Williams, 12 Jamie Roberts, 11 Hallam Amos, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Dan Lydiate (c), 6 Ross Moriarty, 5 Alun Wyn Jones, 4 Jake Ball, 3 Samson Lee, 2 Scott Baldwin, Rob Evans
A disposizione: 16 Kristian Dacey, 17 Gethin Jenkins, 18 Rhodri Jones, 19 Josh Turnbull, 20 James King, 21 Lloyd Williams, 22 Rhys Priestland, 23 Gareth Anscombe

Marcatori Galles

Mete: Evans (5)
Conversioni: Biggar (5)
Punizioni: Biggar (13, 27)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Dai British & Irish Lions 2009 ai British & Irish Lions 2021: il punto di vista di Peter de Villiers

Non solo ricordi legati alle partite, ma anche a tutto l'indotto portato dalla selezione d'oltremanica

26 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Rassie Erasmus: “Pur di giocare contro i Lions siamo disposti a qualsiasi cosa”

Il responsabile tecnico degli Springboks esprime il suo punto di vista sulla vicenda

18 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: petizione popolare, con richiesta di rinvio del tour al 2022

I tifosi si schierano dalla parte della storia itinerante della selezione, senza dimenticare l'indotto turistico sudafricano

13 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Joel Stransky: “Cancellare il tour dei Lions sarebbe un disastro”

Lo storico numero 10 degli Springboks vede un futuro nero per l'atteso scontro tra Sudafrica e Lions

item-thumbnail

British & Irish Lions: e se il Tour del 2021 contro il Sudafrica si disputasse “in casa”?

La clamorosa ipotesi è al vaglio: da valutare ci sono incastri economici, logistici, sanitari, finanziari e tecnici

item-thumbnail

Gareth Anscombe è tornato ad allenarsi dopo 17 mesi d’assenza

Il trequarti gallese sembra vedere la luce infondo a un tunnel fatto di buio e di infortuni