Francia: verso il Sei Nazioni 2016 con Trinh-Duc, ma senza Bastareaud

Ci sono i primi 30 convocati di Guy Novès per uno stage d’avvicinamento al torneo, con alcune novità importanti

ph. Charles Platiau/Action Images

ph. Charles Platiau/Action Images

Il neo ct della Francia Guy Novès ha annunciato tramite il sito della federazione una prima lista di 30 giocatori selezionati per affrontare uno stage di preparazione in ottica Sei Nazioni 2016. In quel di Marcoussis, il 4 gennaio, il tecnico avrà per la prima volta a disposizione un gruppo di giocatori su cui iniziare ad edificare la sua nuova squadra.
A catturare l’occhio degli addetti ai lavori, sono state sicuramente alcune scelte: rientrano infatti nei Bleus giocatori come François Trinh-Duc, Paul Jedrasiak, Sébastien Bezy, mentre gli “epurati” dopo il Mondiale hanno la faccia di Mathieu Bastareaud, Rory Kockott, Sebastien Tillous-Borde e Noa Nakaitaci.

 

Ecco i 30: Uini Atonio (La Rochelle), Eddy Ben Arous (Racing 92), Sébastien Bezy (Toulouse), Hugo Bonneval (Stade Français), Yacouba Camara (Toulouse), Damien Chouly (Clermont), Jonathan Danty (Stade Français), Alexandre Dumoulin (Racing 92), Benjamin Fall (Montpellier), Gaël Fickou (Toulouse), Alexandre Flanquart (Stade Français), Wesley Fofana (Clermont), Loann Goujon (Bordeaux-Bègles), Guilhem Guirado (Toulon), Paul Jedrasiak (Clermont), Benjamin Kayser (Clermont), Rémy Lamerat (Castres), Wenceslas Lauret (Racing 92), Bernard le Roux (Racing 92), Maxime Machenaud (Racing 92), Yoann Maestri (Toulouse), Maxime Medard (Toulouse), Morgan Parra (Clermont), Louis Picamoles (Toulouse), Jules Plisson (Stade Français), Jefferson Poirot (Bordeaux-Bègles), Rabah Slimani (Stade Français), Scott Spedding (Clermont), François Trinh-Duc (Montpellier), Sébastien Vahaamahina (Clermont).

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia