“Speciale Serie A”: seconda puntata, l’Unione Rugby Capitolina

Il viaggio alla scoperta dei club cadetti fa tappa nella Capitale. Dove tanti atleti azzurri sono di casa…

unione rugby capitolina

Il viaggio iniziato la scorsa settimana alla scoperta dei club che militano questa stagione in Serie A prosegue e fa tappa nella Capitale, nella bella struttura dell’Unione Rugby Capitolina.

 

Un po’ di storia
L’Unione Rugby Capitolina nasce nell’estate del 1996 per opera di un gruppo di Fondatori composto di giocatori, allenatori ed anche genitori che non avevano mai praticato il rugby. Tutti erano spinti da un unico desiderio, avviare un vero e proprio “club”, inteso non solo come un luogo fisico ma anche, e forse più, come una comunità che insieme al rugby curasse lo sviluppo e la crescita dei giovani “a tutto tondo”. Tra il 2002 e il 2003 si ricordano due momenti fondamentali per la vita sportiva e sociale: si apre il ristorante del club (l’Hostaria del campo) direttamente gestito dalla Capitolina e la squadra U19 vince la finale del campionato Italiano. Il movimento giovanile è consolidato, l’impianto ormai quasi terminato. e la dirigenza nota che Roma ha un vuoto nella prima divisione (il Super 10) professionistica. La Capitolina progetta un percorso pro per arrivare al Super 10 nel 2006 ma verso la fine del 2008 la nascita delle franchigie che parteciperanno alla Celtic League e le difficoltà di sostenibilità portano il club a lasciare il progetto professionistico. Dal 2009 si riparte dalla B solo con giocatori soci amatori e senza stranieri, e tranne nel 2013 una parentesi in Eccellenza, milita in serie A con la totalità della rosa di giocatori romani e qualche non romano che per studio e lavoro risieda a Roma ma rigorosamente Socio pagante.

 

Bacino di riferimento
La maggior parte dei giocatori proviene dal bacino dei quartieri di Roma Nord e Centro. Sporadici dalla provincia Nord o dai quartieri più lontani. Dallo scorso anno si è aperta una Scuola Rugby fino alla U12 nel territorio della Sabina a Nord di Roma.

 

Palmares
Campione d’Italia Serie A 2005-2006 2012-2013
Campione d’Italia Under 19 2002-2003 2007-2008
Campione d’Italia Under 17 2006-2007
Campione d’Italia Under 16 2010-2011 2012-2013 2013-2014

 

Allenatori e giocatori celebri
Giulio Toniolatti: formatosi dal minirugby. E’ di casa benché giochi alle Zebre, appena a Roma passa al club.

Matteo e Andrea Pratichetti: giovanili nel club. Ogni tanto vengono a salutare. Ora il nipote è nel minirugby.

Riccardo Bocchino: proveniente da Viterbo arriva a quattordici anni in Capitolina, Gioca con la prima squadra da tre stagioni dopo aver lasciato il professionismo.

Gianbattista Venditti: giovanili nel club. Rimasto molto attaccato alla Capitolina quando è a Roma viene sempre a fare una visita.

Andrea Castellani: nel periodo professionistico prima giocatore, poi allenatore nella Capitolina, è rimasto legato al club e da due anni collabora sulla mischia con giovanili e seniores.

Carlo Pratichetti: nel periodo professionistico allenatore della Capitolina. Sempre al club nei momenti liberi anche perché il figlio gioca in U12.

Claudio Tinari: fondatore, presidente e attualmente old in attività e sempre presente.

Massimo Mascioletti: nel periodo professionistico allenatore della Capitolina, è restato in grandi rapporti di amicizia e di affetto con il club e fa visita spesso. Ha lasciato un imprinting agonistico a tutto il club.

 

Momenti significativi
La prima stagione nel 1996/97 con quaranta bambini dai 6 ai 14 anni a cercare un campo per allenarsi ed essere ospitati dalla Lazio nelle aree di meta.

La stagione della promozione in Super 10 con la squadra professionistica nel 2005/06 al termine di una stagione di tutte vittorie con bonus ed una finale al Flaminio con la R. Roma.

La domenica di maggio con la promozione in Eccellenza nel 2013/14 con una squadra completamente amatoriale e soci del Club,Tutti giocatori di Roma dei quali il 90% nati nel club, in contemporanea alla vittoria del campionato U16 con il Benetton con punteggio di 60 a 0.

 

Obiettivi Prima Squadra stagione 2015/2016
Entrare nella Pool promozione Serie A, facendo giocare tanti giovani nati dal 1994 in poi.

 

Rosa Serie A 2015/16
Avanti: Marsella , Forgini, Rampa, Polioni, Bitonte, Monanni, Berardi, Scoccini, Manozzi, Belcastro, Mantegazza, Martire, Cerqua, De Michelis, Budini, Dionisi, Bitetti, Conti, Iachizzi, Bernasconi

Trequarti: Vannini, Piccinetti, Colitti, Bocchino, Iacolucci, Masetti, Gualdambrini, Molaioli, Aquisti, Tartaglia, Del Monaco, Rota, Recchi, Rebecchini G, Cesari, Battarelli

 

Puntate precedenti: Reggio Emilia.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Giovanbattista Venditti giocherà con l’Avezzano, il suo primo club

L'abruzzese torna casa, militerà con i gialloneri di Serie B, la squadra dove ha iniziato ha giocare a rugby

item-thumbnail

Serie B: Cus Milano, Florentia, Villorba e Primavera si impongono a valanga

Le leader dei quattro gironi non sbagliano un colpo proseguendo le loro corse di testa

item-thumbnail

Serie A: Accademia Nazionale, Verona e Noceto volano in testa ai rispettivi gironi

Partite vinte di misura e duelli decisi all'ultimo respiro: tutto questo nella dodicesima giornata della serie cadetta

item-thumbnail

Serie B: si è chiuso il girone d’andata

Dopo metà campionato, CUS Milano, Florentia, Bologna e Primavera guidano le classifiche dei quattro gironi.

item-thumbnail

Serie A: Verona torna a correre. Quante sorprese nel girone 3

Prima vittoria per Romagna. Prosegue il duopolio al vertice nel girone 1

item-thumbnail

Serie B: Primavera vince lo scontro al vertice con Avezzano, il CUS Milano fa 10 su 10

Florentia Rugby, altra squadra a punteggio pieno, a riposo