OnRugby “Speciale Serie A”: prima puntata Reggio Emilia

Comincia dalla squadra emiliana il nostro viaggio alla scoperta dei 24 club cadetti

reggio

Inizia oggi la pubblicazione di uno speciale dedicato ad ognuna delle 24 squadre che militano nel campionato di Serie A. L’intento è di dare visibilità alla serie cadetta del nostro rugby: ogni settimana le società “si racconteranno” partendo da un breve profilo storico che ripercorre i momenti più significativi e le stagioni più importanti – dall’anno di fondazione ai giorni nostri – presentando non solo le vicende sportive ma anche i nomi di chi, allenatore o giocatore o dirigente, le ha vissute da protagonista contribuendo tassello dopo tassello alla nascita prima e alla crescita poi del proprio club. OnRugby ha lanciato l’invito alle società, che hanno risposto con entusiasmo inviando il materiale che costituisce la base di tutte le uscite. Per l’Accademia Nazionale, non identificabile come vero e proprio club, è previsto uno speciale di approfondimento.

 

Un po’ di storia
Il Rugby Reggio nasce nel 1945 quando un gruppo di pionieri della palla ovale reggiana fonda la “Sempre Avanti”. Vive sette stagioni tra mille difficoltà, poi nel 1953 deve arrendersi. Ma il seme è gettato e nel 1960, per volontà di alcuni di quelli ex-giocatori (in primis Ovilio Montanari, tuttora segretario generale del club), si ridà vita ad una nuova società che muove i primi passi sotto le insegne della U.S. La Torre. E ancora, nel 1970, il volo verso l’effettiva autonomia prosegue con la denominazione di Rugby Reggio, quella attuale. Da allora le formazioni del Rugby Reggio hanno partecipato ai vari campionati che si sono succeduti, alternando momenti di buoni successi, che hanno portato il club agli alti livelli nazionali anche con le categorie juniores, a periodi più opachi.
Dal 2010 la formazione seniores del Rugby Reggio è stata protagonista di una serie di stagioni esaltanti, dopo la conquista della Serie A2 da neopromossa ha disputato una stagione sorprendente, vincendo praticamente tutte le partite in calendario, mantenendo l’imbattibilità nelle gare casalinghe e conquistando con ben 5 giornate di anticipo la promozione in A1 ed il sogno dei play-off, con la lotta per la conquista del Titolo Italiano e di un posto in Eccellenza. Nel 2011/12 il club ha firmato una pagina di storia: per la palla ovale reggiana è stato il debutto assoluto nel campionato di Eccellenza, dove la squadra ha militato tre stagioni.
In tutti questi lustri, a prescindere dai risultati sportivi della formazione seniores, il Rugby Reggio ha continuato a credere ed investire nella formazione dei giovani del territorio, linfa vitale di ogni realtà sportiva, con progetti ed attività portati anche nelle scuole. Anno dopo anno il Club è andato rafforzandosi anche sotto il profilo societario, condizione indispensabile per garantire un lungo futuro, arrivando oggi a contare sulla certezza di un pool di sponsor che crede nella serietà e nei programmi della dirigenza rossonera.

 

Bacino di riferimento
La prima squadra è composta da giovani del territorio, moltissimi emiliani provenienti principalmente da Reggio Emilia e Parma, diversi dei quali cresciuti nel vivaio del club, più alcuni atleti di Modena e Bologna ma che studiano all’università a Reggio Emilia.

 

 

Allenatori e giocatori celebri
Il club reggiano è da sempre stato una grande famiglia, chi ha avuto modo di vivere questa atmosfera è sempre rimasto in contatto con la società, coltivando buoni rapporti che il tempo non riesce a scalfire.
Cristian Bezzi, nato a Reggio Emilia ha iniziato a giocare nelle giovanili del Rugby Reggio, e vanta 11 caps con l’Italia
Nico Wegner, seconda linea sudafricana classe ’68, 4 caps con gli Spirngboks, ha giocato con il club nella prima stagione della Seria A nel 1994/95, per poi trasferirsi a Parma.
Roberto Manghi, ha disputato da giocatore 3 campionati con la maglia del Rugby Reggio (due in Serie B ed una in A2), dal 1994 al 1997 ha ricoperto il ruolo di allenatore e poi di direttore sportivo. Dopo gli anni trascorsi tra Amatori Parma, Gran Parma e Overmach Rugby Parma è rientrato nel 2010 nel club rossonero con l’incarico di direttore tecnico e generale portando il club in Eccellenza. Dal 2012 al 2015 è stato dirigente delle Zebre, ora è ritornato come DG ed allenatore tra le fila rossonere.
Andrea Di Giandomenico, attuale tecnico della Nazionale Femminile, è stato giocatore ed allenatore del Rugby Reggio.
Alessandro Ghini, è stato giocatore ed allenatore del Rugby Reggio, vanta 26 caps con la Nazionale Maggiore ed una carriera da tecnico nelle Nazionali giovanili.

Silao Leaega, estremo 19 caps con Samoa con cui ha giocato la coppa del mondo del 99, ha giocato con il club.
Viliami Vaki, giocatore tongano che ha disputato due mondiali con la Nazionale di Tonga, è da diversi anni un giocatore del club reggiano.
Florian Cazenave ha giocato dal 2008 al 2014 con il Perpignan in Top14. Dopo l’incidente che ha compromesso la salute dell’occhio sinistro ha scelto di venire a giocare in Italia, dove sono ammessi i Google Glass.

 

Momenti significativi
Dalla fondazione il club ha iniziato a giocare in Serie D, ha conseguito la promozione in Serie C a fine anni sessanta e dopo alcune stagioni verso la metà degli anni settanta ha ottenuto la promozione in Serie B (che allora era il secondo campionato).

1980/1981:  Campione d’Italia Serie C (Il campionato era suddiviso in 7 gironi e le prime di ciascuno si sono poi incontrate. La finale che ha assegnato il titolo di Campione d’Italia è stata Reggio-Montebelluna, vinta 4-3 e disputata al Battaglini di Rovigo. Allenatore era Gian Battista Castagnetti attuale vice presidente del club).

1993/94 con Gian Battista Castagnetti sulla panchina la squadra ottiene la prima promozione dalla Serie B in Serie A2 , vincendo in finale a Pieve contro i veneti del Frassinelle Rugby guidati da Doro Quaglio.
1994/95 prima stagione in Serie A2

2000/01 ottiene la promozione in Serie A2
2001/02: Serie A2 – girone unico 5° posto
2002/03: Serie A2 – girone unico 5° posto
2003/04: Serie A2 – girone unico 4° posto

2005/06 – promozione in Serie A2

2008/09: Serie C – disputata per scelta perchè il club si è rifondato ed è ripartito dalla C rinunciando alla Serie A, vincendo tutte le gare
2009/10: Serie B , promozione in Serie A2 senza sconfitte
2010/11: Serie A2 , raggiunti i play off promozione (sconfitti dal Calvisano)
2011/12 Eccellenza: esordio assoluto in Eccellenza per il club rossonero, terminato al 7° posto

 

Obiettivi Prima Squadra stagione 2015/16
Si è lavorato duramente per costruire un bel gruppo di atleti, che fosse un giusto mix di giocatori giovani e più esperti, puntando alla valorizzazione degli atleti usciti dal vivaio del club ed inserendo alcune figure di spessore che aiutassero con la loro esperienza tutto il gruppo nella crescita sia individuale degli atleti che collettiva come squadra. L’obiettivo è quello di disputare un campionato di vertice per cercare di arrivare ai play off e lottare per la promozione in Eccellenza.

 

Rosa squadra serie A

Avanti: Bergonzini Tomaso, Chiesi Nicolò, Dell’Acqua Matteo, Devodier Alessandro, Du Preez Armand, Fiume Jacopo, Freddo Riccardo, Gatti Anton Giacomo, Lanzano Arturo, Maccagnani Maicol, Mandelli Roberto, Manghi Enrico, Mannato Antonio, Messori Gabriele, Negri Lorenzo, Poli Marco, Quaranta Nicolò, Redolfini Luca, Rimpelli Davide, Sangiorgi Christian,Tognolli Benedetto, Vaki Viliami.

 

Trequarti: Bricoli Tommaso, Caminati Filippo, Canali Giovanni, Cazenave Florian, Ciju Mihai, Daupi Sevian, Farolini Davide, Ferrari Matteo, Fontanesi Marco, Garulli Michele, Grassi Matteo, Guatelli Pietro, La Rocca Francesco, Maghenzani Filippo, Masini Francesco, Morini Alessio, Palomba Francesco, Torlai Alessandro, Torri Giacomo.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Giovanbattista Venditti giocherà con l’Avezzano, il suo primo club

L'abruzzese torna casa, militerà con i gialloneri di Serie B, la squadra dove ha iniziato ha giocare a rugby

item-thumbnail

Serie B: Cus Milano, Florentia, Villorba e Primavera si impongono a valanga

Le leader dei quattro gironi non sbagliano un colpo proseguendo le loro corse di testa

item-thumbnail

Serie A: Accademia Nazionale, Verona e Noceto volano in testa ai rispettivi gironi

Partite vinte di misura e duelli decisi all'ultimo respiro: tutto questo nella dodicesima giornata della serie cadetta

item-thumbnail

Serie B: si è chiuso il girone d’andata

Dopo metà campionato, CUS Milano, Florentia, Bologna e Primavera guidano le classifiche dei quattro gironi.

item-thumbnail

Serie A: Verona torna a correre. Quante sorprese nel girone 3

Prima vittoria per Romagna. Prosegue il duopolio al vertice nel girone 1

item-thumbnail

Serie B: Primavera vince lo scontro al vertice con Avezzano, il CUS Milano fa 10 su 10

Florentia Rugby, altra squadra a punteggio pieno, a riposo