L’Italia verso il Sei Nazioni e in mezzo al guado: i cambiamenti veri solo a giugno

Nei mini-raduni da un giorno non ci sarà chi gioca all’estero: vedremo diverse facce nuove, ma al torneo…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. pippobrutto 12 Novembre 2015, 08:47

    C’è un refuso nel titolo: volevate forse scrivere “guano”?

  2. Galeone 12 Novembre 2015, 09:49

    “l’obiettivo al Sei Nazioni è vincere più partite possibili”

    Ma colui il quale ha pronunciate queste parole, non si è reso conto di aver , fra mondiali e test di agosto, recuperato l’ennesimo cucchiaio di legno?

    Perché mai al 6N dovremo vincere qualche partita? magari con la stessa squadra ?

    Sarà, a mio modesto parere, un 6N triste e buio, un allenatore in uscita senza stimoli che anzi farà di tutto per intestardirsi sui propri errori -scomettiamo che riconvoca Haimona gomito permettendo? –
    No proprio non ci siamo, servirebbe invece un bel ripulisti a partire da subito, anche per agevolare il lavoro del nuovo ct, ma ci rendiamo conto, tanto per dirne una, che in seconda linea abbiamo solo Furno come under 30?

    • Maxwell 12 Novembre 2015, 10:30

      Gavazzi da 4 milioni a capocchia e TV tessera Palmer Filo SinBin 2…….
      Poi equipareremo qualcuno……tranq. …….

      • edopardo 12 Novembre 2015, 10:55

        In un reparto cosi delicato inf atti è il colmo che abbiano preso 3 stranieri e una vecchia volpe ma che ha poco a che vedere con il futuro come Mountariol.
        Sicuramente da come siamo messi dovranno equiparare qualcuno,perchè ce solo mi pare Gerosa,Krumov forse e Cedaro come possibili papabili, ha e Ruzza e Caffini…

      • western-province 12 Novembre 2015, 12:00

        a stranieri sono messi bene sia a treviso che a parma (contro cardiff in mischia c’erano 5 giocatori titolari di formazione sudafricana – Chistolini, Geldenhuys, Cook, Meyer, VanSchalqkwyck + VanZyl, Berryman e Burgess nei trequarti…aspettanto Muliaina e Beyers of course)

        • gsp 12 Novembre 2015, 12:52

          dai lascia stare chistolini, che c’abbiamo investito davvero tanto su e l’abbiamo formato parecchio. ma davvero parecchio. dai.

          • Maxwell 12 Novembre 2015, 13:07

            Che poi si parlava di seconde linee…. Gelde,Biagi cap e Ruzza……
            @Peppe posso chiederti un favore?

          • gsp 12 Novembre 2015, 13:50

            dimmi max.

          • Maxwell 12 Novembre 2015, 14:12

            È solo una curiosità “bertoniana”……. 🙂
            Conosco l’inglese ma non sono come te Hulla Stefo o Mez
            Lord ashcroft e Isabel oakeshott hanno scritto un libro “Call me Dave” che racconta riti sessualità di iniziazione di Cameron
            Nello specifico infilare il pene dentro la testa di un maiale morto……..
            Il 97,3% del mio cervellino mi dice che è una cazzata ma non ho le prove e perderei troppo tempo a cercare i link.
            Io credo che tu in un quarto d’ora potresti darmi i 2 -3 link più intelligenti. ….

          • gsp 12 Novembre 2015, 15:08

            ehh caro Max, faccenda spinosa, e te ne potrei parlare per ore di quanto aiuti a capire una parte della societa’ inglese.

            – allora la storia del maiale e’ molto probabilmente vera, riti simili erano molto diffusi nei gruppetti che si formavano alle universita’ (di solito oxford e cambridge) ma anche alle scuole superiori che la gente tipo cameron frequenta, ovvero super ricchi e/o super nobili.

            – non sono riti sessuali in se, piu’ che altro riti d’iniziazione. gli insegna anche un ruolo ed una gerarchia ben precisa nella societa’. a chi sei inferiore ed a chi sei superiore, anche all’interno dello stesso club, da chi prendi ordini.

            – cameron, boris johnson, osborne fanno tutti parte del bullingdon club. https://en.wikipedia.org/wiki/Bullingdon_Club praticamente un gruppo di sfigati, ricchi e teste di c…o che andavano in giro a sfasciare ristoranti che tanto poi paga papa’ (con le tasse che evade). questa e’ la gente che governa il regno unito.

            – Lord Ashcroft e’ un personaggio anche lui. dava un sacco di soldi al partito di Cameron, al quale Cameron aveva promesso un ministero. ashcroft non paga le tasse nel regno unito e quindi la sua fortuna e’ tutta imboscata in evasione fiscale. ha pubblicato per vendetta. ovviamente va chiesto a cameron come mai ha capito solo oggi che tipo Ashcroft sia.

            – Si e’ accodato il Daily Mail (altra famiglia di evasori fiscali) probabilmente in relazione al referendum sull’Europa. che cmq e’ preoccupante.

            – per me come storia poi non esiste piu’ di tanto. i media l’hanno quasi ignorata ed e’ tabu ancora oggi. se non fosse che i media inglesi, bbc inclusa, prestino a attenzione a storia molto piu’ secondarie e meno importanti di questa. c’e’ un bavaglio vero e proprio su questa storia, altro che indipendenza della bbc. e’ un mito che non esiste piu’ da anni.

            – il succo del discorso per me e’ che conferma ogni giorno, che c’e’ una banda di psicopatici senza vergogna al controllo dell’ING (il resto sono appendici quasi inutili per quanto poco contano) a quasi tutti i livelli e con poche eccezioni. bada bene e’ rappresentativo della classe dirigente, non della popolazione in generale.

            In alcuni casi meglio l’Italia.

          • Maxwell 12 Novembre 2015, 15:56

            Grazie.
            Avevo chiesto un quarto d’ora, me ne hai dato molto di più. ….
            Speravo che in Ing le cose andassero meglio,cambia poco dall’UE………. sempre i soliti ricchi teste di c o o massoni o bildenberghisti o kabbalisti o un mix di tutto.

          • xnebiax 12 Novembre 2015, 16:39

            Posso aggiungere la mia opinione, e cioè che probabilmente la storia è vera, ma anche la cosa meno peggio che Cameron ha fatto.
            La nuova legge sulle telecomunicazioni che vogliono avviare dice per esempio che per ogni computer online verrebbero salvata la lista di tutti i siti internet visitati (per 6 mesi mi pare) e la polizia potrebbe visionare la lista in casi di indagine sull’utente. Evviva la privacy inglese. Ed è solo l’ultimo esempio. Le altre leggi che fanno di solito colpiscono le classi sociali più basse.

          • gsp 12 Novembre 2015, 16:52

            nebia, pienamente daccordo.

  3. gsp 12 Novembre 2015, 10:22

    per la panca di Treviso si muove qualcosa?

  4. Alberto da Giussano 12 Novembre 2015, 12:15

    Traguardando i mondiali 2019, non c’è più nulla da inventare. Vanno fatti, come soglia di accesso con i ventenni di oggi e come tetto con alcuni anziani dell’attuale gruppo.E siccome tra i ventenni di oggi, tirare fuori 5 “internazionali” è impresa quasi impossibile, il gioco è fatto.
    Il nuovo DOR dovrà predisporre questo elenco e nei ruoli particolarmente scoperti pensare di equiparare qualcuno e su questo “elenco” di 40 ( attuali) + 20 papabili (giovani + equiparabili) impostare quattro campionati celtici che li portino al 2019 con i maggiori minuti possibili e una consistenza tecnica un po’ migliore della vigente.

    • edopardo 12 Novembre 2015, 13:28

      Sarebbe un bel ragionamento mirato..se solo ci arrivassero ..hanno aspettato anche troppo si doveva fare prima…

  5. Katmandu 12 Novembre 2015, 12:48

    Se fossi io nel presidente Fir spingerei per una più ampia rotazione già dal raduno, e pure nel sei nazioni, non ha senso portare gente che difficilmente arriverà prossimo mondiale.
    Inoltre non convocherei gente che gioca all’estero e soprattutto chi non gioca per nulla o poco all’estero
    Tipo Campagnaro e Benvenuti oggi non lo convocherei, ci penserei invece per Brugnara e Cittadini

    • edopardo 12 Novembre 2015, 13:31

      Brugnara mi sa che gioca meno di PAsquali se guardi nella tabella delle presenze dei tigers…

      • Katmandu 12 Novembre 2015, 18:26

        Boh leggevo le statistiche che Brugnara ha giocato un oretta in due partita Pasquali molto meno, sicuro son due buoni, fare panca a Leicester a 21 anni in un ruolo come il pilone mi sa che qulacosina sanno fare

    • andrease 12 Novembre 2015, 23:29

      “Se fossi io nel presidente Fir” mi dimetterei…. l’unica cosa che mi viene in mente

  6. Frederick 12 Novembre 2015, 13:40

    rischia di essere un sei nazioni “buttato”…non che cambiando l’allenatore mi aspetti miracoli ma almeno si poteva partire con un progetto…vedendo come ha giocato la Scozia ai mondiali,che sulla carta è considerata la più abbordabile temo che difficilmente si avrà un esito come l’anno scorso,altro che vincere più partite possibili

    • Alberto da Giussano 12 Novembre 2015, 13:45

      Scusa ma non sarà questo sei nazioni a fare la differenza. Auguriamoci, se vogliamo che succeda qualcosa di diverso dagli ultimi 4 anni, che a maggio arrivi un DOR con la responsabilità della gestione dell’alto livello (Nazionale+Celtiche) e che imposti il programma di lavoro tecnico quadriennale.
      Magari, in questo 6n, quelli che vorranno essere confermati dal nuovo CT ci daranno dentro!

  7. Sergio Martin 12 Novembre 2015, 13:53
  8. Danthegun 12 Novembre 2015, 14:47

    Io sono dell’idea che “buttare” un 6 nazioni non sia del tutto un peccato per la nostra nazionale. Senza una giusta preparazione e qualche esperimento in test match il 6 nazioni, ma sopratutto una prospettiva di lungo termine (2019), può essere molto rischioso fare rivoluzioni in un 6 nazioni.
    Ci sono molti giocatori in uscita dalla nazionale che non sarà probabilmente possibile convocare per il mondiale 2019 (Rizzo, Augero, Ghira, Festuccia, Castro, Cittadini solo per la prima linea. Ghelde, Bernabò, Bortolami per la seconda. Bergamauro, Zanni, Vosawai, Barbieri, Parisse (?) in terza. Masi e Garcia ai centri). Tutti questi meritano un palcoscenico internazionale per congedarsi e questo 6 nazioni “buttato” potrebbe essere una buona occasione.
    Il tour delle americhe invece è l’occasione perfetta per far esordire una lunga serie di nuovi azzurri visto che si dovrebbe presentare tutto sommato come un tour facile (Canada, Usa) ma che sopratutto potrebbero rientrare in un progetto più a lungo termine in mano al nuovo DOR.

  9. QUEO MAGRO 12 Novembre 2015, 15:18

    Qualcuno sa se almeno sarebbe possibile vedere gli allenamenti della nazionale a Treviso il 23 novembre?

  10. xnebiax 12 Novembre 2015, 15:48

    OT:
    Stasera inizia la Challenge Cup, quindi queste sono le ultime ore per iscriversi:
    Challenge Cup:
    http://www.superbru.com/erchallengecup/pool.php?p=11488754
    Pool name: OnRugby Challenge Cup
    Pool code: nickbias

  11. QUEO MAGRO 12 Novembre 2015, 17:42

    @fracassosandona no ho solo un pesce rosso.

  12. delipe 12 Novembre 2015, 18:03

    Buonasera,
    So perfettamente che il prossimo 6 nazioni potrebbe essere una opportunita
    1 per salutare qualche “vecchio leone” che ha dato tanto e bisognerebbe ringraziarlo adeguatamente in campo e forse anche lui vorrebbe chiudere in bellezza.
    2 e sono sicuro anche che Jacques Brunel “il druido” avrebbe piacere a lasciare la nazionale con buoni risultanti vincenti. E un tipo orgoglioso e appassionato realmente, pur con tutte le responsabilita che gli si vogliono dare.
    Ma….ma….appunto ma…abbiamo tanto tempo per costruire qualcosa di nuovo ?
    Io penso proprio di no…
    Per cui mettiamoci una mano sul cuore e chiediamo che il processo di cambiamento parti da subito…dalla prima partita.
    I primi elementi da tenere conto ? Ahime l’età anagrafica…non ci sono santi.
    Il rugby e uno sport di tradizioni, rispetto, valori…non saro certo io a ripudiarli, vistoche li amo tanto.
    Ma un po di sano realismo…un segno di maturita da parte di tutti…dirigenti, staff e giocatori…e anche noi appassionati (Bergamasco si Bergamasco no)… danno un segnale che il cambiamento è gia iniziato con il piede giusto.
    Poi saranno cavoli del DOR (si dice cosi ???)…. 😀 😀
    cordialità

    • edopardo 12 Novembre 2015, 20:04

      Mi pare.ma chiedo anche a voi..non vi sembra che ormai anche a trovare equiparabili vari in giro per il mondo facciamo molta più fatica di anni fa?
      Prima c’era la prateria Argentina oa le porte si sono chiuse .bisognerebbe cercare ho avere dei valuti scout in Australia e Sudafrica ma mis embra che proprio non troviamo…se il massimo che riusciamo a trovare sono Naude,e giocatori 30 enni non più equiparabili la situazione e grave perché in certi ruoli c’è poco da fare abbiamo quasi sempre avuto stranieri.

  13. ermy 12 Novembre 2015, 20:46

    Un mondiale ed un sei nazioni buttati via! Si potevano usare per formare, senza Brunel, la nazionale per il 2019. Pensare che si potesse fare più di quel che si è fatto ai mondiali è solo da persone incompetenti.
    Avanti col druido fino a giugno! Complimenti!

  14. Jager 12 Novembre 2015, 21:09

    Secondo me era da esonerare dopo la sconfitta con il Giappone durante il tour estivo ….. Continuiamo a perdere tempo

  15. electrocase 13 Novembre 2015, 08:27

    6N post mondiale
    potremmo vincere più del previsto……

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: gli arbitri per i test match dell’autunno internazionale

Ufficializzati quest'oggi da World Rugby

15 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Convocati Italia: alla scoperta delle scelte di Kieran Crowley

All'ordine del giorno i ritorni di Minozzi, Fuser, Boni e Campagnaro da una parte, le assenze di Allan, Violi e Pasquali dall'altra

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Kieran Crowley: “Contento del gruppo, Allan fuori per motivi personali”

L'head coach in conferenza stampa fissa gli obiettivi dei test autunnali e rivela che l'apertura rimarrà a Londra

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale Italiana Rugby: i convocati per i Test Match di novembre 2021

Crowley forma un gruppo di 34 giocatori: illustri ritorni e 4 potenziali esordienti

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia-Nuova Zelanda, Italia-Argentina, Italia-Uruguay: info e prezzi per i biglietti dei test match di novembre 2021

Tutte le informazioni sull'acquisto dei tagliandi per assistere alle partite degli Azzurri

12 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, cosa può cambiare nel World Rugby Ranking in autunno?

Per gli azzurri tre partite nel prossimo mese

11 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale