Verso Scozia-Italia, Ghiraldini ordina: “Vincere è cruciale”

Il capitano azzurro parla dopo il captain’s run a poche ore dal kick-off della sfida di Edimburgo

COMMENTI DEI LETTORI
  1. narodnik 28 Agosto 2015, 14:42

    vincere e vinceremo!a chi la scozia!!a noiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

  2. davide p. 28 Agosto 2015, 14:59

    15 Stuart Hogg (Glasgow Warriors) – 32 caps; 9 tries, 1 pen, 48 points
    14 Sean Lamont (Glasgow Warriors) – 95 caps; 12 tries, 60 points
    13 Mark Bennett (Glasgow Warriors) – 7 caps; 2 tries, 10 points
    12 Peter Horne (Glasgow Warriors) – 9 caps, 1 try, 1 con, 1 pen, 10 points
    11 Tim Visser (Harlequins); 19 caps; 7 tries, 35 points
    10 Finn Russell (Glasgow Warriors) – 9 caps; 1 try, 1 con, 7 points
    9 Greig Laidlaw CAPTAIN (Gloucester) – 39 caps; 3 tries, 41 cons, 81 pens, 340 points
    1 Alasdair Dickinson (Edinburgh Rugby) – 45 caps; 2 tries, 10 points
    2 Ross Ford (Edinburgh Rugby) – 87 caps; 2 tries, 10 points
    3 Willem Nel (Edinburgh Rugby) – 1 cap
    4 Grant Gilchrist (Edinburgh Rugby) – 9 caps, 1 try, 5 points
    5 Jonny Gray (Glasgow Warriors) – 13 caps; 1 try, 5 points
    6 Ryan Wilson (Glasgow Warriors) – 9 caps
    7 John Barclay (Scarlets) – 44 caps; 2 tries, 10 points
    8 David Denton (Edinburgh Rugby) – 26 caps

    son dolori…

    • mamo 28 Agosto 2015, 15:15

      … ma almeno non gioca Weir, l’unica apertura al mondo che ha il collo di un talloner – ossia non ce l’ha – sgraziato e orrido da vedere (assomiglia a Medel, giocatore dell’inter)..

      • marcoV 28 Agosto 2015, 15:22

        ho scritto “Medel” su google, ma tranne una simpatica foto di un calciatore che colpisce di testa un pallone sgonfio, dai risultati non vedo una foto che sia una in cui sto tizio assomigli a Duncan Weir… collo a parte, sicuro di avercelo presente? 😉

        • mamo 28 Agosto 2015, 15:27

          Certo..oh dio .. non è il 10 che ha giocato anche la scorsa partita ?
          Quanto a Medel, si chiama Gary ed è l’unico regista al mondo senza collo …

          • marcoV 28 Agosto 2015, 16:12

            Ah, ok!

          • boh 28 Agosto 2015, 17:05

            Mica vero. …….anche Andreotti (regista della politica italiana per 50 anni) era senza collo

  3. malpensante 28 Agosto 2015, 15:31

    Con Morisi/Campagnaro magari al mio amato Horne non riesce il numero dell’uomo invisibile (vista una microsintesi del finale di Italia-Scozia). Comunque da cani in chiesa (underdog non rende l’idea) facciamo sempre meglio di quanto ci si aspetti e, soprattutto, in Cotter we (io, almeno) trust.

    • Atley73 28 Agosto 2015, 15:46

      come mai questa fiducia in Fotter?

      • mezeena10 28 Agosto 2015, 18:42

        se hai visto le partite della scozia da quando la allena rispondere ti sarà facile..

  4. xnebiax 28 Agosto 2015, 15:56

    Io la vedo durissima, ma sarebbe importantissimo, cruciale appunto, vincere. Contro questa Scozia al Murrayfield sarebbe una dimostrazione che qualcosa sanno fare anche i nostri.

  5. Darko 28 Agosto 2015, 16:32

    Sarebbe bello vincere però quante partite ha vinto l’Italia con squadre di prima fascia con Parisse assente?

  6. Airone valle Olona 28 Agosto 2015, 16:35

    Veramente difficile per noi non c’è dubbio.
    Una vittoria sarebbe ossigeno puro…curioso di vederecome funzionano le nostre seconde linee sulle touche.
    Mi aspetto anche ulteriori progressi di Vunisa (qualche errore di troppo ma a me a Torino non è dispiaciuto) e spero che Allan replichi e se possibile migliori la prestazione della scorsa settimana.
    Parisse comunque è fuori sempre e solo per precauzione vero?
    Dai ragazzi!

  7. Katmandu 28 Agosto 2015, 16:40

    Attenzione a Horn a 12 certo che li siamo coperti, spero in una bella partita

  8. fracassosandona 28 Agosto 2015, 16:56

    la vittoria in Scozia serve solo per non finire 16° nel ranking dietro anche agli USA, per il resto firmerei da subito per una sconfitta bruciante domani in cambio di una vittoria convincente contro la Francia il 19/09…
    in ogni caso il mio inguaribile ottimismo mi porta a prevedere un esito analogo a quello di sabato scorso: né esperimenti né vittoria… con buona pace della preparazione al mondiale…

  9. frank 28 Agosto 2015, 16:57

    A me fregacazzo vincere questa, oliare i meccanismi e provare a impostare il gioco. E placcare placcare placcare please

  10. jazztrain 28 Agosto 2015, 17:27

    Vincere è un imperativo? No, un infinito 😀

    Ieri un mio amico, colui che mi ha fatto scoprire il rugby, sostiene la tesi che il gioco che facciamo a impattare con Masi e Mc Lean è sbagliato, l’italia dovrebbe far circolare meglio il pallone tra i 3/4 se si vuole avere speranza di vittoria. Se andiamo a sbattere con i loro avanti ci logoriamo inutilmente.

    • ermy 28 Agosto 2015, 21:46

      Spiega al tuo amico che certe cose bisogna saperle fare però! 😉

      • jazztrain 28 Agosto 2015, 22:09

        Ermy, lui ha giocato, io purtroppo no….

        Ho deciso di rifarmi con gli Alfieri del Rugby…. Tramite gli scacchi faccio propaganda alla palla ovale.

  11. parega 28 Agosto 2015, 17:36

    la vittoria al sei nazioni e’ scaturita da una meta guadagnata da venditti che se ci riprova per due bilioni di volte nn gli riesce….a molti e’ sfuggito questo….vero della forza della mischia nel secondo tempo ma senza quel SUPER NUMERO DA GIOCOLIERE si perdeva e amen
    andare a giocare la’ e’ da paura sempre anche quando fanno schifo…pensate come la penso ora che hanno due club di top team

    • malpensante 28 Agosto 2015, 18:35

      Se non si stira Horne a calciare la punizione in touche, era bella e che finita. Comunque nel primo tempo potevano ammazzarci senza nemmeno sporcarsi di sangue.

      • parega 28 Agosto 2015, 19:26

        si’ ma che numero ha fatto venditti…non gli e’ mai stato riconosciuto per come avrebbe dovuto…con tre persone addosso ha preso la palla da dietro la schiena e l’ha schiacciata
        fate vobis

        • parega 28 Agosto 2015, 19:35

          cioe’ mi spiego meglio
          si e’ sistemato la palla da dietro la schiena con 300 chili e passa che lo tiravano indietro
          non so’ se mi spiego

          • pesopiuma 28 Agosto 2015, 20:49

            Vero, Venditti è stato fantastico…
            In più, seppure è vero che Horne non l’ha calciata fuori, bisognerebbe sottolineare che la meta tecnica poteva essere data all’Italia prima di quel calcio per la Scozia.

          • malpensante 28 Agosto 2015, 21:45

            Vero: un numero fenomenale.

      • ginomonza 28 Agosto 2015, 20:55

        Con i se e i ma si fanno le seghe mentali
        Allora SE haimona non sbaglia i calci e non si fa intercettare …

      • fabiogenova 28 Agosto 2015, 21:13

        Mal, non concordo stavolta. Se Horne non si stira, va bene…ma Clancy poteva fischiare la meta tecnica sulla pressione in mischia e Horne non l’avrebbe più toccata, la palla. Ho rivisto la partita più volte e l’Italia ha meritato di vincere. L’unica meta scozzese è stata un gentile regalo di Haimona. La verità è che le nazionali sono più vicine rispetto alle celtiche e se loro non azzeccano la giornata, con noi rischiano di perdere. Non scendo dalla montagna del sapone, so bene che il nostro movimento non vale il loro. Ma quella partita è stata diversa: loro sul 10 a zero dopo pochi minuti e dopo quella cazzata di Haimona pensavano di andar giù pesante, ma non è andata così. Il loro pack di mischia non vale il nostro e i loro tre quarti son migliori (soprattutto in mediana), ma non hanno un Watson, un May o un Joseph. Con loro ce la giochiamo. Sono più forti, ma ce la giochiamo.

        • malpensante 28 Agosto 2015, 21:44

          Se vanno dritto per dritto con i centri ci avrebbero massacrato. Ma gli allenatori fenomenali devono metterci del loro. Io la meta tecnica non l’avevo vista, chiaro avanzamento proprio non mi era sembrato.

    • Hullalla 28 Agosto 2015, 23:44

      Chi vince festeggia.
      Lascia ai perdenti spiegare, che comunque non serve a cambiare il risultato.

      • jazztrain 29 Agosto 2015, 06:54

        Chi vince ha sempre ragione…

        I dettagli servono per migliorare in futuro.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia: un cambio di capitano all’orizzonte?

Kieran Crowley sta valutando l'opzione in vista dei Test Match di novembre

19 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Kieran Crowley: “Nazionale A funzionale alla crescita dei giovani. Ci serve trovare identità. Importanti gioco al piede e limitare gli errori”

Abbiamo parlato con l'head coach azzurro, a cinque giorni dal via del raduno in vista di novembre

19 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: gli arbitri per i test match dell’autunno internazionale

Ufficializzati quest'oggi da World Rugby

15 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Convocati Italia: alla scoperta delle scelte di Kieran Crowley

All'ordine del giorno i ritorni di Minozzi, Fuser, Boni e Campagnaro da una parte, le assenze di Allan, Violi e Pasquali dall'altra

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Kieran Crowley: “Contento del gruppo, Allan fuori per motivi personali”

L'head coach in conferenza stampa fissa gli obiettivi dei test autunnali e rivela che l'apertura rimarrà a Londra

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale Italiana Rugby: i convocati per i Test Match di novembre 2021

Crowley forma un gruppo di 34 giocatori: illustri ritorni e 4 potenziali esordienti

13 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale