San Donà: da North Harbour arriva l’apertura Rodrigo Costa

Italoargentino classe 1992, a breve otterrà il passaporto italiano. Per venire in Italia ha detto no a Canterbury

COMMENTI DEI LETTORI
  1. carpediem 3 Luglio 2015, 09:40

    @San , aiutaci tu !!!!

    • carpediem 3 Luglio 2015, 09:43

      Presidente Berton, la fedeltà al Suo movimento è totale.
      Mi appello al guelfo per la sua conoscenza del regbi d’oltreoceano.
      Ossequi

      • Bombarolo 3 Luglio 2015, 09:47

        La verità è che hai capito che hai sbagliato a votare per quella lista di marciume morale…non preoccuparti, la LOV perdona, basta un cilicio e lo studio dello spagnolo…

        • carpediem 3 Luglio 2015, 09:54
        • berton gianni 3 Luglio 2015, 12:49

          Marciume totale ?
          Ma se sei pieno di calli alle mani ? 😀

          • Bombarolo 3 Luglio 2015, 13:26

            Posso spengere i cerini a mani nude.

  2. Mr Ian 3 Luglio 2015, 09:57

    Da un lato si presenta con un curriculum niente vale e se rifiuta Canterbury per l Italia, questo vuol dire tanto. Il ragazzo sarà sicuro dei propri mezzi e cercherà di affrontare sul campo la scalata fino alla nazionale, San Donà si beccherà 20k euri per l impegno..
    Dall altro canto penso, quando si scommetterà su di un ragazzo italiano??

    • Alberto da Giussano 3 Luglio 2015, 10:24

      La proposta di Canterbury non la conosciamo, intanto prendiamolo e vediamo cosa succede. Purtroppo , non credo porti via il posto a nessuno.

      • 6nazioni 3 Luglio 2015, 10:27

        e i 20 ragazzi che frequentano le (*) in quel ruolo mi dici cosa fanno……

        • Alberto da Giussano 3 Luglio 2015, 10:45

          Se sono più fortidi lui giocano al suo posto, diversamente, giocano in serie A o in serie B.

          • xnebiax 3 Luglio 2015, 12:30

            Conconrdo con te AdG: un’apertura in più è un’opzione in più. E sarebbe bello avere un po’ di concorrenza anche a 10.
            Per adesso c’è ancora poco.
            Se è bravo se la vedrà con Allan, Canna, Padovani, forse Barraud e Seymour, Buscema e vedremo chi altro.
            San Donà non può incassare i 20k per lui, essendo lui Italiano. (Notare l’assurdità della cosa, ma tale è la norma).
            P.s.: In ITM Cup c’è una regola per cui un giocatore deve essere pagato minimo 18k NZ$. Quanto offriva Canterbury non lo sappiamo, questo è il minimo. E l’ITM Cup dura, mi pare, 14 giornate. Il resto dell’anno la maggior parte dei giocatori torna ad essere amatoriale, tranne quelli che vanno in SR, Giappone o Europa.

          • Mr Ian 3 Luglio 2015, 12:38

            Consideravo il suo periodo di formazione in Nuova Zelanda, però vero, è italiano…

          • xnebiax 3 Luglio 2015, 13:02

            Quantomeno lo è di passaporto.

          • faduc 3 Luglio 2015, 14:39

            Con questo ragionamento Canna sarebbe andato in A

          • xnebiax 3 Luglio 2015, 14:48

            non capisco cosa intendi dire faduc

    • enricalvisano 3 Luglio 2015, 11:40

      Con 20mila euro ci paghi il volo dall’Argentina ahahah

  3. FedeliAllaLinea 3 Luglio 2015, 11:00

    ItaloArgentino cresciuto rugbysticamente in NZ e miglior giocatore nel 2012 nella categoria U20 con il record di punti segnati in una partita. Sembra interessante, vediamolo.
    I ragazzi italiani che frequentano le (*) in quel ruolo forse non sono al suo stesso livello? Forse bisogna chiedersi non cosa faranno ma cosa fanno per maturare nel ruolo nelle (*)..come sono seguiti..che preparazione viene data loro.

    • faduc 3 Luglio 2015, 14:41

      …perché gli argentini se lo fanno scappare se è così bravo?

      • San Isidro 4 Luglio 2015, 01:41

        perchè di ottimi 10 in Argentina ce ne sono una marea, tanto per fare un esemprio l’ex 10 dei Pumitas Riera non è nemmeno stato preso in considerazione per la nazionale maggiore e questa stagione ha giocato a L’Aquila…

  4. fracassosandona 3 Luglio 2015, 11:38

    Hanno risposto alla mia domanda di qualche giorno fa…
    allora ne pongo un’altra…
    Pilla e Dotta, due nostri valorosi prodotti del vivaio, hanno annunciato che l’anno prossimo non saranno in eccellenza con il San Donà…
    Scelte private, tipo vado a lavorare e mi accontento di giocare in B con i vanzi perché non riesco a conciliare gli allenamenti richiesti con la mia vita privata? si trasferiscono altrove? ce li troveremo come avversari tipo a Mogliano? come li sostituiamo questi ragazzi?
    Schiabel che ha fatto bene in U18, è già pronto per l’eccellenza?

    areadimeta!!!!! se ci sei batti un colpo!

    • Sankt Pauli Rugby 3 Luglio 2015, 12:15

      penso che Pilla punti ad una carriera professionale nel campo finanziario, ho fatto un po di stalking in rete ed ho visto che cercava una squadra a Londra, seguo un po le sue vicende perchè gioca per la nazionale tedesca è questo mi ha incuriosito dato che vivo in Germania.

      • xnebiax 3 Luglio 2015, 12:33

        Esiste una squadra di Rugby del Sankt Pauli? 🙂
        Tifo subito! Anche se sono leggermente legato alla Turingia e simpatizzo quindi per Jena.
        Non sono l’unico del blog a stare in Teutonia. Bella notizia.

        • Sankt Pauli Rugby 3 Luglio 2015, 12:44

          si certo che esiste, è nella Bundesliga, in realtà ha 3 squadre seniores ed anche una femminile, poi altre squadre di Amburgo sono l’Hamburg Rugby Club, HSV, e gli Hamburg Exiles composta da expats anglosassoni e francesi ma gioca nella Regional Liga.
          Ma tu vivi a Jena?

          • xnebiax 3 Luglio 2015, 13:04

            A Berlino.
            Ho vissuto a Weimar per 6-7 anni.

    • Mr Ian 3 Luglio 2015, 12:19

      così fan tutte…

    • jomarka 3 Luglio 2015, 17:07

      lavorano entrambi in Inghilterra.

      • fracassosandona 3 Luglio 2015, 17:48

        grazie jomarka…
        avessi la loro età e i loro studi farei altrettanto… e magari troverei anche un club inglese in cui andarmi ad allenare e divertirmi…
        peccato perché erano tutti e due di livello più che buono per l’eccellenza e soprattutto do boni fioi nostrani…

        • mockba 4 Luglio 2015, 04:14

          Un caro amico ex U20 si e’ trasferito a Londra per finire gli studi universitari. Lavora per una delle banche maggiori a livello mondiale e gioca (in relative scioltezza) in League 1 che mi dice vale + della nostra seria A e forse Eccellenza.

    • San Isidro 3 Luglio 2015, 19:20

      Pilla mi piaceva molto, ottimo flanker, sbaglio o ha giocato anche per la nazionale tedesca viste le sue origini? Il livello dell’Eccellenza lo valeva tutto, massimo rispetto però per le scelte private…

  5. mezeena10 3 Luglio 2015, 11:42

    ahahahaah certo rifiuta Canterbury per andare a San Donà!
    buona!

  6. Sergio Martin 3 Luglio 2015, 12:03

    “Con il passaporto italiano presto in mano, Costa arriva nella prima squadra sandonatese molto determinato, con ottime referenze e con l’obiettivo – condiviso dallo stesso giocatore e da tutto il club biancoceleste – di proporsi all’Italia come apertura del futuro.”
    Si commenta da sé, ma è proprio il caso di dire:
    1) ha un chiaro percorso in testa;
    2) Costa? Non lo conosco, ma me ne hanno parlato bene…

    • faduc 3 Luglio 2015, 14:45

      Ormai l’Italia è diventata la meta di giocatori che nei loro paesi non trovano spazio

  7. Katmandu 3 Luglio 2015, 13:01

    Alt i 20.000 cucuzze le danno solo per giocatori potenzialmente equiparabili, per intenderci il maori preso come MA da Padova, anche se ha trent’anni suonati, non so quanto posson dare per gli Italici
    Certo che quanto a CV nonnpare messo male
    Ps per Mez le scelte che fanno i giocatori molto spesso son puramente economiche, ma altre volte dettate da esigenze personali, non lo so magari ha avi di Dolo ed è un modo per ricongiungersi alla familia, ricordiamo che per gli standard NZ ha già la sua età per essere un’apertura e viene da una squadra tra le più scarse dell’ITM e magari a Canterbury sarebbe stato uno dei tanti, magari pure in un’altro ruolo, noi questo non lo possiamo sapere

  8. Mr Ian 3 Luglio 2015, 13:09
    • edopardo 3 Luglio 2015, 13:17

      Non male il ragazzo oltremodo sempre dotato anche fisicamente!
      Bello il tiro tra i pali da fuori campo..o quasi…

    • xnebiax 3 Luglio 2015, 13:45

      a quanto pare ha anche due fratelli che giocano a 9 😀

  9. Rabbidaniel 3 Luglio 2015, 13:13

    Sicuramente gli avranno detto che, con la pellagra locale a 10, che ha consentito alla 3a scelta di Bay of Planty di arrivare in nazionale, si gioca un posto in azzurro.

  10. tunga 3 Luglio 2015, 14:26

    Ma il figlio di diego d dove gioca?

    • malpensante 3 Luglio 2015, 14:40

      Se non sbaglio era ad Auckland, a livello scolastico. Dovrebbe avere passato i 20 anni, però.

  11. marcoV 3 Luglio 2015, 15:37

    quindi non arriva Mortali?

  12. San Isidro 3 Luglio 2015, 19:17

    All’inizio pensavo si trattasse di uno dei due ragazzi che l’anno scorso hanno lasciato le giovanili del prestigioso San Albano (storico club collegiale dell’URBA) e sono entrati nell’accademy della union di Auckland, ricordavo questa notizia che fece clamore su un sito di rugby argentino…invece no, ho ricontrollato e Rodrigo Costa non è uno di loro…comunque non lo conosco, per San Donà è sicuramente un bel colpo, se poi lo voleva il Canterbury in ITM Cup di sicuro sarà un 10 più che buono…naturalmente non sono entusiasta dell’ennesimo giocatore di formazione estera che arriva in Eccellenza e che per di più va a ricoprire un ruolo in cui si dovrebbero far crescere maggioramente atleti di casa nostra, ma questo è un altro discorso…
    Quanto ai confermati del Piave, mi fa piacere del rinnovo del mio conterraneo Matteo Falsaperla…

Lascia un commento

item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top12

Grandi movimenti tra Colorno e Viadana, ma non solo

2 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugby Viadana: arriva il numero 10 Michelangelo Bientinesi

Il 21enne toscano va a rinforzare i gialloneri. Nel passato campionato ha militato nelle file dei Medicei

2 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugby Rovigo: arrivano due 20enni nella linea dei trequarti

L'azzurrino Luca Borin e Paolo Uncini tornano a giocare a Rovigo nella prossima stagione

2 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Colorno: altri 4 giovani innesti per il team emiliano

Tutti in arrivo dalla Toscana

1 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Viadana: 10 giocatori lasciano ufficialmente il club lombardo

A cui si aggiunge anche il tecnico Victor Jimenez

31 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12